Archivi del mese: dicembre 2013

Per i suini etichettatura chiara a tutela dei consumatori

Gruppo consiliare del Partito Democratico in Regione Lombardia

COMUNICATO STAMPA

Made in Italy TOMASI E GIRELLI (PD): “PER I SUINI ETICHETTATURA CHIARA A TUTELA DEI CONSUMATORI. E ANIMALI ALLEVATI IN ITALIA ALMENO PER 6 MESI”

“Un primo passo verso la tutela del Made in Italy lungo tutta la filiera”, commentano così Corrado Tomasi e Giantonio Girelli, consiglieri regionali del Pd, l’approvazione oggi, mercoledì 4 dicembre 2013, della mozione, integrata con gli emendamenti del Pd, sulla tutela dei prodotti agroalimentari Made in Italy, in particolare quelli di provenienza suinicola. Come è ormai noto, sempre più spesso e con percentuali sempre più alte, le carni suine per la lavorazione di prodotti che poi porteranno il marchio del Made in Italy e il nome degli alimenti più prestigiosi, sono importate dall’estero, senza che il consumatore sia al corrente della provenienza della materia prima. Spesso da una filiera che non ha i criteri e le caratteristiche di quella italiana, né in termini di qualità, né in termini di professionalità. La Coldiretti lombarda ha chiesto espressamente al Consiglio regionale della Lombardia di intervenire e proprio oggi, giorno in cui l’organizzazione degli agricoltori, occupa per protesta il Brennero, l’Aula ha approvato all’unanimità il testo che chiede un intervento presso il Ministero delle Politiche agricole e di attuare tutti quei provvedimenti utili a tutelare marchi, prodotti, materie prime ed etichettatura solo ed esclusivamente italiani.
Non solo. Il Gruppo regionale del Pd ha chiesto di inserire due emendamenti molto dettagliati che Tomasi e Girelli spiegano così: “In sede di Comunità europea è in discussione in questi giorni la questione dell’etichettatura delle carni suine fresche, oltre a quelle anche avicole e caprine. Questa vicenda è molto importante soprattutto per la tutela del consumatore. Le associazioni e gli esperti del settore chiedono che, come per le carni bovine e il pesce, siano indicate nell’etichettatura la cronologia ‘nato-allevato-macellato e sezionato’ per poter ben distinguere le fasi di vita dell’animale che ha poi prodotto l’alimento che il consumatore va ad acquistare. Sembra invece che ci si voglia fermare alle sole diciture ‘allevato-macellato’ e con questa indicazione sembra si voglia far bastare il fatto che, ad esempio, un’esemplare nato in Danimarca dopo due soli mesi di residenza nel nostro Paese sia da considerare allevato in Italia”.
Nella mozione il Pd ha chiesto, perciò, che si preveda negli impegni della Giunta l’obbligatorietà “dell’etichettura con la cronologia come da noi indicata o in subordine il nome dello Stato in cui si è svolto l’ultimo periodo di allevamento che deve essere di almeno 6  mesi, e non due, prima di certificarne l’origine italiana”.
Milano, 4 dicembre 2013

 

 

Pubblicato in Ambiente e agricoltura, Economia e lavoro, Idee e politica, Sanità e welfare, Territorio | Lascia un commento

SEGGI PRIMARIE PD IN VALLECAMONICA

Comune Indirizzo Seggio
Pontedilegno Municipio,
Piazzale Europa, 9
Ponte di Legno
Temù
Vione
Vezza   d’Oglio Palestrina   c/o scuola media
Via Nazionale, 58
Vezza d’Oglio
Monno
Incudine
Edolo Sala   “L. Chiesa”
(ex cinema Verdi),
Edolo
Sonico
Corteno   Golgi
Malonno Biblioteca   Comunale,
Via IV Novembre,
Malonno
Paisco   Loveno
Saviore   d/A Centro   anziani
(ex scuole elementari),
Valle di Saviore
Cevo Sede   PD,
Via Trento
Berzo   Demo Casa   della Cultura,
Via San Zenone, 3
Cedegolo Sede   PD,
Piazza Roma,
Cedegolo
Sellero
Capodiponte Sala   riunioni, c/o Scuole Medie,
Via Moro, 7
Braone c/o   Municipio,
Piazza Donatori di Sangue
Niardo
Cerveno
Losine
Ono   San Pietro
Niardo
Ceto Aula   consiliare,
Via G. Marconi, 8c
Ceto
Cimbergo
Paspardo
Breno Municipio,
Piazza Ghislandi, 1
Breno
Bienno
Prestine
Malegno Pia   Fondazione di Vallecamonica
Via Cavour, Malegno
(ingresso di fronte al ponte di Cividate)
Ossimo
Lozio
Borno
Cividate
Esine Sala   AVIS,
Via Manzoni,
Esine
Piancogno
Berzo   Inferiore
Darfo   B. T. ex chiesetta   convento di Darfo (ingresso pedonale da via Quarteroni 10 o da via Razziche 3   con parcheggio auto)
Angolo   T. Sala   riunioni ex Scuole Medie
Gianico Aula   Consiliare
c/o Municipio
Piazza Alpini, 13
Artogne Sala   riunioni
c/o Municipio
Via IV Novembre, 8
Piancamuno Biblioteca   Comunale
c/o Municipio
Pisogne Sala   Delisi (ex biblioteca),
Via Cavour

 

Pubblicato in Ambiente e agricoltura, Cultura e sport, Idee e politica, Territorio | Lascia un commento

CURIOSITA’: In Vallecamonica si vota in un igloo

LA CURIOSITA’ Primarie Pd, sul Presena il seggio più alto d’Italia, in un igloo A fianco una statua di Renzi in ghiaccio ’’Un igloo simile a quello realizzato in Presena per le primarie dell’8 dicembre Per le primarie del Pd dell’8 dicembre sul ghiacciaio Presena in Valcamonica (Bs) è stato realizzato il seggio più alto d’Italia. Si trova a 2.600 metri d’altezza ed è fatto con i blocchi di ghia…ccio. Accanto sorgerà una statua, sempre di ghiaccio, del candidato alla segreteria nazionale Pd Matteo Renzi. Lo hanno comunicato il capogruppo Pd al Consiglio regionale lombardo Alessandro Alfieri e il consigliere regionale democratico Corrado Tomasi, durante una conferenza stampa al Pirellone sulle primarie del partito. L’igloo, una sede dislocata del seggio Ponte di Legno (Brescia), sarà raggiungibile dagli sciatori in funivia e vi lavoreranno dai dieci ai venti volontari. «Avviseremo anche gli altri due candidati alla corsa per la segreteria per par condicio», ha detto Alfieri riguardo la statua di Renzi, che come ha spiegato Tomasi «durante l’ultima consultazione (quella delle scorse settimane per la scelta dei finalisti in corsa alla segreteria e riservata agli iscritti Pd, ndr) ha vinto 40 voti a zero sugli altri». La costruzione del seggio sul Presena, che si trova al confine con il Trentino, «è un messaggio politico», ha chiarito Alfieri: «Testimonia l’attenzione sulle differenze in cui operano le persone che lavorano nelle strutture ricettive montane» tra le regioni ordinarie come la Lombardia e quelle a statuto speciale, come il Trentino.
Pubblicato in Ambiente e agricoltura, Cultura e sport, Idee e politica, Territorio | Lascia un commento

PRIMARIE PD: IL VOTO IN UN IGLOO IN VALLECAMONICA

Pd:igloo per votare è il seggio più alto

03 Dicembre 2013 12:38 CRONACHE e POLITICA

(ANSA) – MILANO – Al voto in un igloo: per le primarie del Pd dell’8 dicembre sul ghiacciaio Presena nella Valcamonica, in Lombardia, stanno costruendo il seggio più alto d’Italia. Si trova a 2.600 metri d’altezza ed è fatto proprio con blocchi di ghiaccio. Accanto sorgerà una statua, sempre di ghiaccio, del candidato alla segreteria nazionale Matteo Renzi. L’igloo, una sede distaccata del seggio Ponte di Legno (Brescia), sarà raggiungibile dagli sciatori in funivia

Pubblicato in Ambiente e agricoltura, Cultura e sport, Economia e lavoro, Idee e politica, Territorio | Lascia un commento

LA MONTAGNA CAMBIA VERSO

                     

 

Caro elettore, gentile elettrice,

Domenica 8 Dicembre si terranno le elezioni Primarie per la nomina del nuovo Segretario del Partito Democratico: noi siamo assolutamente convinti che questo appuntamento sarà decisivo non solo per il futuro del Partito Democratico, ma per CAMBIARE VERSO alle sorti dell’intero paese, della nostra amata ITALIA.

 

La passione e la speranza che si respirano oggi attorno alla proposta politica di MATTEO RENZI , infatti, DEVONO SUPERARE I CONFINI DEL PARTITO DEMOCRATICO, sono la vera forza con la quale, TUTTI INSIEME, potremo costruire un’ ITALIA migliore, con meno Burocrazia ma più libertà d’Impresa, con una Politica meno costosa ma più autorevole ed efficiente, un’ ITALIA basata sul merito in cui conti di più conoscere qualcosa piuttosto che conoscere qualcuno, un’ ITALIA che torni finalmente ad essere una Repubblica fondata sul LAVORO!

 

Noi vogliamo che in questa nuova ITALIA ci sia finalmente spazio anche per una NUOVA POLITICA PER LE AREE MONTANE (per tutte le aree montane, non solo per quelle a “Statuto Speciale”…), dopo le troppe bugie e soprattutto le troppe promesse regolarmente disattese in questi anni da un’intera generazione di Partiti e Politici che, di fatto, ci hanno abbandonato al nostro destino.

 

Questo accadrà solo se TUTTI INSIEME faremo l’ultimo sforzo necessario ed ANDREMO A VOTARE Domenica 8 Dicembre, senza farci trarre in inganno da coloro che vorrebbero convincerci che non serve più impegnarsi,  “perché ormai il risultato è scontato” : sono gli stessi che sperano in un risultato di partecipazione sottotono, meglio se circoscritto a quei pochi fedelissimi che, per storia e tradizione, sono più conservatori e vicini a quel “vecchio apparato” che noi, invece, intendiamo “rottamare”.

 

Vi sono due ragioni per le quali è quindi IMPORTANTISSIMO ANDARE A VOTARE (e convincere gli amici a farlo…), due ragioni per le quali conterà moltissimo essere in tanti:

 

  1. SUPERARE IL 50% DEI      CONSENSI PER MATTEO RENZI: Il      regolamento dell’elezione del Segretario prevede che qualora nessun      candidato superi il 50% dei voti alle Primarie aperte di Domenica,      il ballottaggio si terrà non più con Primarie aperte ma all’interno      dell’Assemblea Nazionale del Partito, con il rischio concreto che      nuovi accordi di Palazzo (dal sapore molto vecchio…) tra gli altri due      contendenti facciano per l’ennesima volta naufragare la nostra proposta di      cambiamento vero

 

  1. INSERIRE LA MONTAGNA NEL      DIBATTITO SULLE RIFORME:  MATTEO RENZI poco più di un anno fa è      venuto a Pontedilegno, invitato dall’ampio gruppo di amministratori che si      sono radunati sotto le insegne dei POPOLI ALPINI,  dimostrando vicinanza e sensibilità per      le nostre istanze: se in questa importante occasione andremo a votare per      MATTEO RENZI in tantissimi, potremo poi chiedere tantissima      attenzione anche sui temi della montagna a noi particolarmente cari!

 

              Domenica 8 dicembre vieni a votare alle Primarie del PD per MATTEO RENZI,

L’ITALIA CAMBIA VERSO  – LA MONTAGNA CAMBIA VERSO

 

                                              IL COORDINAMENTO DELLA CAMPAGNA per MATTEO RENZI

Il coordinatore Bezzi Mario

I membri del Comitato Bianchi – Bordini – Bondioni – Farisoglio -  Milesi – Molinari – Panigada – Ramus –Valgolio – Valzelli

…. e moltissimi altri!

Pubblicato in Ambiente e agricoltura, Cultura e sport, Economia e lavoro, Idee e politica, Territorio | Lascia un commento

PRIMARIE PD -IL SEGGIO PIU’ ALTO D’ITALIA IN UN IGLOO

BresciaOggi – 04/12/2013
Le primarie camune/1. La singolare iniziativa dei supporter del sindaco di Firenze per gli sciatori votanti dell´8 dicembre Pd, per il seggio più alto d´Italia un igloo e un Renzi di ghiaccio L´installazione sta nascendo alla quota 2.600 e sarà una dependance delle urne di Pontedilegno Nei piani sarà affiancata da una statua del leader
(pag. 25)
Al voto in un igloo: la notizia più curiosa sulle primarie del Pd dell´8 dicembre arriva dal ghiacciaio Presena, dove stanno costruendo il seggio più alto d´Italia. Si trova a 2.600 metri d´altezza ed è fatto proprio con i blocchi di ghiaccio. E accanto, nelle intenzioni dei promotori (eventuali rischi di rialzo termico a parte), sorgerà anche una statua, sempre di ghiaccio, del candidato alla segreteria nazionale, Matteo Renzi. La notizia arriva dal capogruppo Pd al Consiglio regionale lombardo, Alessandro Alfieri, e dal consigliere regionale democratico Corrado Tomasi, che hanno spiegato l´iniziativa durante una conferenza stampa al Pirellone sulle primarie del partito. L´IGLOO, una sede distaccata del seggio di Ponte di Legno, sarà raggiungibile dagli sciatori in funivia e vi lavoreranno dai dieci ai venti volontari. «Per la par condicio avviseremo anche gli altri due candidati alla corsa per la segreteria », ha detto Alfieri a proposito della statua di Renzi, che – come ha spiegato Tomasi – «durante l´ultima consultazione (quella delle scorse settimane per la scelta dei finalisti in corsa alla segreteria e riservata agli iscritti Pd, ndr) ha vinto per 40 voti a zero sugli altri». LA COSTRUZIONE del seggio sul Presena «vuole anche essere un messaggio politico», ha chiarito Alfieri, per «testimoniare l´attenzione sulle differenze in cui operano le persone che lavorano nelle strutture ricettive montane», in particolare tra le regioni ordinarie come la Lombardia e quelle a statuto speciale, come il Trentino.

Pubblicato in Ambiente e agricoltura, Cultura e sport, Economia e lavoro, Idee e politica, Territorio | Lascia un commento