Archivi tag: segreteria provinciale

Solidarietà alla sindaca e al vicesindaco di Cardano al Campo

Tutto il PD varesino è stretto vicino alla Sindaca Laura Prati  e al vicesindaco Costantino Iametti  e alla comunità di Cardano al Campo gravemente colpiti dal gesto vile e inqualificabile di un uomo accecato dal rancore.
Il segretario provinciale Fabrizio Taricco, saputo dell’accaduto, si è recato immediatamente all’Ospedale di Gallarate dove è stata portata Laura Prati, immediatamente sottoposta ad un delicato intervento operatorio e si  mantiene in  costante contatto con la famiglia alla quale ha espresso la solidarietà di tutto il partito. In ospedale era presente anche il presidente dell’assemblea dei Giovani Democratici Tommaso Police.
L’operazione è terminata nelle prime ore del pomeriggio. Anche il vicesindaco Iametti, colpito alla testa e all’addome, è stato sottoposto ad un delicato intervento presso l’Ospedale di Varese.
Nel condannare il gravissimo attentato ai due amministratori, avvenuto nella sede del Municipio e con la motivazione assurda di ritorsione verso la corretta applicazione della legge a tutela della pubblica amministrazione, Taricco ricorda il lungo e appassionato impegno di Laura Prati, prima ancora che come Sindaco come donna. Un impegno per le pari opportunità e per il rispetto delle donne, della loro dignità.
Proprio venerdì scorso, Laura Prati aveva partecipato al convegno sul FEMMINICIDIO organizzato alla Festa democratica della Schiranna e venerdi prossimo sarebbe intervenuta al convegno su COMUNI E WALFARE in programma sempre alla Festa varesina.
Venerdì 5 luglio sarà anche  l’occasione, per tutti i democratici, di manifestare pubblicamente la solidarietà a Laura e a Costantino e a tutti gli amministratori onesti e integerrimi che in tanti Comuni d’Italia sono impegnati per il bene comune, con passione e disinteresse.

Pubblicato in Blog Dem, Idee e politica, Territorio | Taggato , , , , , , , , , , | Lascia un commento

PD:su Malpensa primo passo verso una nuova fase

Si è svolto nei giorni scorsi a Milano l’incontro tra Gianni Confalonieri, responsabile dei Rapporti Istituzionali del Comune di Milano, il segretario del PD provinciale Fabrizio Taricco, Luca Rasetti in rappresentanza della segreteria, e una delegazione del Malpensa Forum composta da Giacomo Buonanno, Walter Girardi e dai segretari di Samarate Ilaria Ceriani e di Ferno, Alessandro Zoccarato.

Fabrizio Taricco ha illustrato la posizione del PD della Provincia di Varese che, nel giugno scorso, ha approvato un documento nel quale vengono espresse forti perplessità nei confronti del master plan di Malpensa.

L’incontro è stato l’occasione per sintetizzare più di un anno di lavoro: analisi economica, studi sulla viabilità e sul sistema infrastrutturale del nord Italia, considerazioni ambientali, fino alle ultime indagini sull’inquinamento atmosferico e i dati epidemiologici resi noti dall’ASL della provincia di Varese la scorsa primavera.

I rappresentanti del Forum hanno spiegato a Confalonieri che la questione occupazionale è usata nel nostro territorio, dai sostenitori dell’ampliamento, per far leva sull’opinione pubblica, con dati che non trovano riscontro nella realtà e che sembrano decisamente sovrastimati.

Confalonieri, forte della sua lunga esperienza politica, si è dimostrato un interlocutore attento alla voce del territorio; il Comune di Milano è a conoscenza della questione Malpensa, e oggi più che mai è interessato a voler conciliare l’interesse del Comune, maggior azionista di Sea, con le problematiche dei Comuni varesini, con la precisa volontà di fare scelte condivise.

L’Amministrazione milanese si è posta l’obiettivo di trovare una soluzione organica ai numerosi problemi ricevuti in eredità, una visione che guarda con attenzione al traguardo di EXPO 2015 (che finalmente ha imboccato il binario giusto per arrivare a destinazione in tempo), ma con una progettualità di lunga veduta e soprattutto di ampio raggio che porti a fare le scelte opportune affinchè Malpensa sia realmente una risorsa strategica per lo sviluppo economico e sociale del territorio e non solo un problema.

Ruolo dell’Amministrazione di Milano sarà anche quello di agire da facilitatore e catalizzatore tra gli attori coinvolti in modo che si possa raggiungere una maggior sinergia tra SEA che in precedenza aveva come unico mandato quello di “fare cassa” e gli Enti locali: i Comuni, la Regione, le Provincie e tutte le associazioni che in questi ultimi anni si sono attivate in difesa del territorio.

Questo incontro conferma un cambiamento radicale di approccio a un’apertura al confronto e alla discussione. Rappresenta anche il primo passo verso una nuova fase di collaborazione costruttiva che possa permettere, attraverso il confronto costante, di gestire correttamente lo sviluppo di Malpensa.

Il Partito Democratico della Provincia di Varese, anche attraverso il Forum permanente su Malpensa sarà sempre un interlocutore attivo in questo processo. 

Segreteria Provinciale

Partito Democratico Varese

 Malpensa Forum

Pubblicato in Ambiente e agricoltura, Blog Dem, Economia e lavoro, Idee e politica, Mobilità, Territorio | Taggato , , , , , , | Lascia un commento

Dal governo manovra ingiusta e dannosa per l’economia

 Venerdì il CdM ha varato un decreto che sarà ricordato come uno dei peggiori e più iniqui del dopoguerra. Se le misure non saranno cambiate le conseguenze per l’economia e la società italiana saranno pesantissime. 

Oltre all’ingiustizia il PD denuncia il ritardo colpevole del Governo che ha negato per anni la gravità della situazione. Queste misure non sono la «tassa dell’Europa», ma dovrebbero  chiamarsi – come ha scritto Mario Monti-  «tassa per i ritardi  malgrado l’Europa». 

Un altro grave difetto del provvedimento è che non affronta  i problemi della competitività e della crescita, delle riforme strutturali indispensabili per rimuovere i vincoli all’economia.   Il federalismo fiscale,  presentato pochi mesi fa come la riforma strutturale per rilanciare il sistema Italia viene definitivamente affossata. I Comuni sono messi in ginocchio e con essi l’economia locale e tante imprese che lavorano per i servizi pubblici. 

Il PD è a fianco dei sindaci che NON ACCETTANO tagli insostenibili. Non devono ingannare le improvvisate misure “contro i costi della politica”, poiché  quelli che vengono contrabbandati come tagli alla politica sono in realtà tagli ai servizi degli enti locali, che si rivarranno sui cittadini, cioè di nuovo, sempre e soltanto su ceti popolari, sulle famiglie e sui ceti medi.

La demagogia del Governo arriva al punto di  tagliare elementari presidi istituzionali come i piccoli comuni di montagna, ma non tocca i privilegi statali, né gli sprechi ridicoli come ministeri di Monza.

Questo dimostra la lontananza del mondo politico dai cittadini che gli impedisce di cogliere sia il risentimento crescente per i loro innumerevoli privilegi sia le difficoltà della vita di tutti i giorni per i normali cittadini.

Non ci commuove il cuore del Premier  «che gronda sangue». Ci preoccupano i bilanci famigliari degli italiani che grondano debiti: il tasso di risparmio delle famiglie è a livelli minimi da decenni, l’indebitamento ai massimi. Questo il risultato della cura Berlusconi.

In questa finanziaria non ci sono misure per favorire la crescita mentre i provvedimenti previsti aggraveranno il rallentamento in atto e la contrazione del prodotto lordo. 

Il governo non riesce  a far balenare alcuna luce in fondo al tunnel. Gli italiani avrebbero accettato una manovra più severa, se fosse stata più giusta e destinata anche a stimolare la produzione. 

Il PD ha presentato da tempo le sue proposte per l’economia e da ultimo Bersani ha messo in campo  concrete misure alternative. 

Al primo posto vi è  una misura di giustizia indispensabile:  far pagare anche le rendite dei capitali rientrati dall’estero grazie al vergognoso sconto di Tremonti. Chi, rimanendo anonimo, ha pagato il 4 o 5% ora paghi il 20% come tutti.  

Un’altra misura  è quella di approvare subito la legge per dimezzare i parlamentari fin dalla prossima legislatura, da votare in Parlamento a settembre senza alcun indugio. 

Nei prossimi giorni diffonderemo e discuteremo le nostre proposte coi cittadini, nelle nostre feste, nei dibattiti. La manovra va cambiata, per il bene dell’Italia.

Segreteria provinciale PD Varese

Pubblicato in Blog Dem, Economia e lavoro, Idee e politica, Territorio | Taggato , , , , , | Lascia un commento

Questa provincia non è più “la riserva bulgara” del centrodestra

I risultati delle Comunali dicono che  il vento del cambiamento soffia anche a Varese.
Al ballottaggio a Varese, Gallarate e Malnate.  Vittoria in molti Comuni, con importanti conferme (Daverio, Brenta, Oggiona, Cislago)  e molti nuovi successi (Vergiate, Albizzate, Caronno Pertusella, Brebbia, Comerio) e successi di liste aperte al dialogo con il PD (Angera, Leggiuno, Porto Ceresio).
Vince una politica concreta, non urlata, positiva. Perde chi ha aggredito ed ha creato un clima di crisi istituzionale.
Grandissimo il risultato di Milano, splendido il successo di Fassino, importante la conferma di Bologna. L’avanzata del centrosinistra è chiara anche in provincia di Varese con risultati vicino al 50% a Malnate e Vergiate.
La segreteria provinciale,  ringrazia le candidate e i candidati del PD che hanno reso possibile questo eccellente risultato. La battaglia continua a Varese, Malnate e Gallarate a fianco di Luisa Oprandi, Samuele Astuti e Edoardo Guenzani.

La partita è apertissima. 

Leggi il comunicato completo della segreteria

  Prossimi appuntamenti
WALTER VELTRONI

sarà presente

giovedì 26 maggio

ore 18.30 a Varese

Comizio in piazza del Podestà

SERGIO
CHIAMPARINO

sarà presente

Mercoledi 25 maggio 

ore 18,30 a Malnate
Aperitivo in piazza delle Tessitrici
 

ore 21 a Gallarate
Comizio in piazza Libertà 


 
 
Pubblicato in Blog Dem, Idee e politica, Territorio | Taggato , , , , , | Lascia un commento

La nuova segreteria provinciale a Varese

Ridare a questo grande partito il ruolo che gli compete e che merita anche in provincia di Varese, nonostante gli attuali difficili momenti. Questo il tema scelto dalla nuova segreteria provinciale del Pd, in una fase politica delicata ma affascinante, per infondere nuovamente fiducia ai cittadini nei confronti della politica.

Ovviamente una politica che nulla ha da spartire con le tristi e ben note vicende che coinvolgono il Presidente del Consiglio.

Questo, in sintesi, il pensiero del segretario provinciale del Partito Democratico Fabrizio Taricco il quale, presso la sede di Viale Monterosa, ha presentato oggi sia il nuovo programma che i 13 componenti la segreteria del partito (mentre è ancora in fase di organizzazione una nuova delega riservata a problematiche prettamente femminili), ognuno con delle deleghe specifiche.

“ Il nostro slogan è “il lavoro di squadra sarà la nostra forza” Nessun partito è presente in maniera così capillare sul territorio: questo grazie soprattutto ai circoli di base che abbiamo solo noi. Nemmeno la Lega è così presente sul territorio, nonostante i loro proclami- dice Taricco che aggiunge- Nel Pd non vi è nessun fuoriclasse così come nessun leader pre costituito ma abbiamo invece bisogno della forza propositiva di tutti gli iscritti”.

Tra le varie iniziative già messe in atto vi è anche quella di una raccolta firme per dare il “benservito” a Berlusconi “Ora siamo impegnati nella raccolta di firme per “mandare a casa Berlusconi” in sintonia con il livello nazionale- aggiunge il segretario del Pd- magari qualcuno tenderà a ironizzare su questa iniziativa ma noi ci crediamo molto, con l’obiettivo anche provocatorio di raccogliere in tutto il Paese 10 milioni di firme.”

Per questa particolare iniziativa si parte da una base di 23.000 firme già raccolte durante le primarie e ora si pensa di coinvolgere sia i cittadini che i vari componenti dei circoli. Coinvolgimento totale grazie ai gazebo nelle piazze e nei mercati e al tradizionale e diretto porta a porta.

Tra i componenti della segreteria troviamo pure il “politicamente navigato” Luca Radice a cui spetta la delega all’Organizzazione “C’è parecchia gente che non sopporta più Berlusconi e la sua politica. Ora basta con le feste mentre le famiglie fanno fatica a tirare alla fine del mese. In un altro Paese, il premier sarebbe decaduto da tempo e per molto meno” Tra i temi all’ordine del giorno non poteva mancare la questione federalismo, sul quale il Pd varesino ha le idee ben chiare, come sottolinea ancora Taricco “ Su questo tema ora ci troveremo con in nostri iscritti per spiegare e discutere insieme la nostra idea di federalismo che non è certamente quello della Lega: la loro è una sorta di parodia del federalismo”

Questione festeggiamenti Unità D’Italia: “Abbiamo a cuore anche i festeggiamenti del 150esimo dell’Unità d’Italia, dove ci stiamo muovendo significativamente, coinvolgendo enti locali, scuole, ecc…”

In questa occasione non poteva certamente mancare un riferimento alle imminenti elezioni amministrative, che coinvolgeranno direttamente Varese e diversi Comuni della provincia. “Quasi tutti i circoli dei Comuni della provincia interessati hanno già dato delle indicazioni precise sui candidati da presentare-aggiunge Taricco- Solo su Varese non abbiamo ancora deciso e siamo in attesa di confrontarci a livello regionale e nazionale; però nei prossimi giorni sicuramente verrà indicato il candidato sindaco anche per il capoluogo di provincia.”

Sulla questione interviene pure il capogruppo del gruppo consiliare varesino, con delega all’Economia e Lavoro all’interno della segreteria, Emiliano Cacioppo : “Non c’è nulla di strano nel ritardare sulla scelta del nominativo, in quanto noi non amiamo presentare un candidato per poi fare il programma, ma l’esatto contrario indipendentemente da quanto dicano gli avversari politici”

Ecco i componenti della segreteria con le rispettive deleghe:

Carignola Luca :Coordinamento segreteria – Giustizia e sicurezza.

Belli Giorgio: risorse e logistica-servizi pubblici

Bova Beatrice:territorio e ambiente.

Cacioppo Emiliano: economia e lavoro.

Caielli Roberto: comunicazione, sport e turismo.

D’Adda Erica: enti locali.

Manzoni Carlo: tesoreria.

Monti Maria Angela: carta valori-associazionismo.

Oprandi Luisa: scuola, università e cultura.

Radice Luca: organizzazione.

Rasetti Luca: infrastrutture.

Senaldi Angelo: politiche industriali e imprese.

Zaffaroni Mauro: sanità e welfare

Pubblicato in Blog Dem | Taggato , , , | Lascia un commento