Archivi del mese: luglio 2011

Bersani: “PD turbato, ora occhi aperti”

Caro Direttore,

ci si chiede se i recenti fatti giudiziari mettano in discussione qualcosa della natura del Partito democratico. 

Voglio rispondere con chiarezza. Noi non rivendichiamo una diversità genetica. Noi vogliamo dimostrare una diversità politica. 

In primo luogo, a proposito dell’inchiesta di Monza così come in ogni altra occasione, noi diciamo: la magistratura faccia serenamente e fino in fondo il suo mestiere. Abbiamo fiducia nella magistratura. 

Confidiamo che Penati possa vedere presto riconosciuta l’innocenza che rivendica con forza. Intanto, Penati ha fatto con correttezza e responsabilità un passo indietro. Questo è infatti il nostro secondo criterio: in caso di inchieste le istituzioni e il partito, in attesa che le cose si chiariscano, non devono essere messi in imbarazzo e devono potere agire in piena serenità. 

I nostri principi sono dunque: fiducia nella magistratura, rispetto assoluto delle istituzioni, presunzione di innocenza secondo il principio costituzionale. 

Teniamo altresì fermo il principio secondo il quale, verificata l’assenza di «fumus persecutionis» un parlamentare è un cittadino come gli altri. Se le leggi vanno cambiate, si cambiano. Finché ci sono esse valgono per tutti, per un immigrato come per un deputato o un senatore. Così ci siamo comportati sia nel caso Papa sia in quello Tedesco, per il quale abbiamo indicato l’opportunità di un passo indietro. 

Chiediamo una legge sui partiti che garantisca bilanci certificati, meccanismi di partecipazione e codici etici, pena l’inammissibilità a provvidenze pubbliche o alla presentazione di liste elettorali. 

A differenza di altri, noi abbiamo già fatto molto per predisporci autonomamente a quella prospettiva. Abbiamo in vigore un codice etico più restrittivo rispetto alle garanzie del percorso giudiziario. Abbiamo recentemente approvato un codice da sottoscrivere da parte dei nostri amministratori per garantire trasparenza dei loro redditi e nelle procedure di appalto e di gestione del personale. Abbiamo applicato per i candidati alle recenti elezioni il codice suggerito dalla commissione Antimafia. Unico fra tutti i partiti italiani, fin dalla sua nascita il Partito democratico sottopone il proprio bilancio ad una primaria società indipendente di certificazione. 

Il Partito democratico (e non solo perché nella vicenda principale non esisteva ancora!) è totalmente estraneo ai fatti oggetto di indagine a Monza e altrove. Ci tuteliamo e ci tuteleremo in sede legale contro chiunque affermi o insinui il contrario. 

Infine, abbiamo predisposto nel nostro programma un elenco di norme da cancellare e di riforme da fare per dare limpidezza alla gestione pubblica, per evitare gli eccessi di intermediazione amministrativa, per abolire procedure speciali e opache oggi in vigore per la gestione della spesa pubblica. Bisogna approvare la legge anti corruzione, da troppo tempo insabbiata dal governo in Parlamento. Tutto questo, appunto, per togliere l’acqua in cui la corruzione può nuotare. 

A prescindere dalle loro conclusioni, non neghiamo dunque il turbamento che ci viene dalle indagini in corso. 

Sappiamo, anche per il futuro, di non poter essere immuni da sospetti più o meno fondati e da rischi. 

Sappiamo che anche noi dobbiamo aprire quattro occhi e fare tutto quanto ci è possibile per migliorare procedure di garanzia ed evitare che venga oscurata la nostra missione. 

I principi ispiratori all’origine del Pd sollecitano comportamenti civici esigenti, sobrietà e rigore nell’azione di governo e sensibilità verso il problema e i rischi della corruzione. La sfida quotidiana della buona amministrazione sta nell’applicare canoni severi anzitutto verso se stessi e i propri amici. Questo è ciò che pensiamo. 

Sia altrettanto chiaro tuttavia che tuteleremo con ogni energia e in ogni direzione il buon nome del Partito democratico. Lo dobbiamo innanzitutto ai grandi valori ai quali ci riferiamo, che ci sono stati consegnati dal sacrificio di tanti e che ci impegniamo a non tradire. Lo dobbiamo alle centinaia di migliaia di donne e uomini che ci sostengono con onestà e convinzione, come si può vedere fisicamente in questi stessi giorni nelle feste che organizziamo ovunque; donne e uomini fortunatamente sensibilissimi ai temi del civismo e dell’etica pubblica. Lo dobbiamo in particolare al nostro Paese che ha bisogno per la sua riscossa di una forza politica responsabile, aperta e pulita. È per questo che niente potrà scoraggiarci e nessuno potrà intimorirci. 

Al di fuori di una politica che sappia migliorarsi e farsi rispettare, c’è forse un’altra strada per l’Italia? 

Vogliamo forse continuare sulla strada di soluzioni eccezionali e sconosciute alle altre democrazie del mondo? 

Vogliamo affidarci ad ulteriori scorciatoie dopo quello che abbiamo visto in questi anni? 

Sarebbe disastroso. 

Tocca a noi evitarlo, certamente. Ma non solo a noi. Non c’è bisogno di negare i problemi della politica, in ciascuno dei suoi lati. C’è solo bisogno di non spargere sale sul buono che già vive o che sta nascendo. 

C’è bisogno che nessuno si senta esentato dal compito di contribuire, in ogni campo, in ogni situazione, alla riscossa civica del Paese. 

Pier Luigi Bersani

Pubblicato in Blog Dem, Idee e politica | Taggato , , | Lascia un commento

Festa PD regionale alla Schiranna

Pierluigi Bersani, Enrico Letta, Antonio Di Pietro, Stefano Boeri e tanti altri. La festa regionale del Partito Democratico arriva a Varese con il suo carico di iniziative e di big della politica nazionale. Per dieci giorni, dall’8 al 18 luglio, il parco festa della Schiranna sarà il cuore pulsante del centrosinistra lombardo, con dibattiti, laboratori e iniziative quotidiane.
Si tratta della quarta edizione della festa Pd regionale, che straordinariamente quest’anno si sposa con l’esperienza 25ennale della festa della Schiranna.
Parola d’ordine della festa sarà “il vento che cambia”. Lo ha specificato il segretario regionale del Pd Maurizio Martina in visita a Varese per gli ultimi preparativi.
«Quello che è accaduto in provincia di Varese e in Lombardia nelle ultime elezioni è il segnale inequivocabile che il cambiamento è arrivato anche qui nel “profondo” nord. – racconta Martina motivando la scelta di fare la festa proprio a Varese -. Questo appuntamento sarà l’occasione di sviluppare un dibattito politico durante uno dei momenti più popolari e radicati del nostro partito. Cercheremo in questi 10 giorni di far capire che il tempo della propaganda di Lega e Pdl è finito e che noi siamo in grado di costruire un’alternativa». Proprio per questo motivo gli invitati ai diversi dibattiti non appartengono solo al Pd ma anche ai partiti «in grado di costruire un progetto comune».
Tra i dibattiti e le iniziative organizzate nello spazio della festa quest’anno ci sarà anche la Scuola di Formazione estiva dei Giovani Democratici. Dal 15 al 17 luglio all’interno della si terranno tre giorni di formazione, confronto e divertimento organizzato da Giovani Democratici lombardi in collaborazione con il Partito Democratico e il Gruppo del PD in Regione Lombardia.
Tema di fondo del lavoro del 2011 è la DEMOCRAZIA, il cuore dell’identità del PD, e allo stesso tempo una realtà fragile e incompiuta.
Maggiori informazioni su http://www.gdlombardia.it/.

Il programma della festa regionale:

Venerdì 8 LUGLIO
ore 20 APERTURA DELLA FESTA: brindisi inaugurale con i parlamentari Daniele Marantelli e Paolo Rossi, con Maurizio Martina, segretario regionale del Partito Democratico lombardo e Fabrizio Taricco, segretario del PD di Varese
ore 21 ORA TOCCA AL PD: Enrico LETTA, Vicesegretario nazionale del PD intervistato da Alessandro Casarin – Condirettore Tg Rai regional

Sabato 9 LUGLIO ore 21
DOPO LA CRISI: LAVORO E IMPRESA IN LOMBARDIA
Gigi Petteni, Segretario CISL Lombadia,
Nino Baseotto, Segretario CGIL Lombardia,
Fausto Cacciatori, Pres. CNA Lombardia,
Giorgio Merletti, Pres. Confartigianato Lombardia.
Introduce Stefano Tosi, coordina Laura Specchio

Domenica 10 LUGLIO ore 21
ARIA NUOVA IN LOMBARDIA
Stefano Boeri, Assessore del Comune Milano,
Daniele Bosone, Presidente Provincia di Pavia,
Edoardo Guenzani, Sindaco di Gallarate,
Luisa Oprandi, candidata Sindaco di Varese.
Intervistati da Danilo De Biasio, Direttore di
Radio Popolare, introduce Emanuele Fiano

Lunedì 11 LUGLIO ore 21
VENTO NUOVO, VELE NUOVE
Confronto con Filippo PENATI,
Antonio DI PIETRO e Savino PEZZOTTA.
Coordina Simona Arrigoni, conduttrice di 7Gold,
introduce Alessandro Alfieri

Martedì 12 LUGLIO ore 21
UNA PRIMAVERA DI DIRITTI NEL GOVERNO LOCALE
Carmela Rozza, capogruppo del Comune di Milano,
Martina Draghi, capogruppo Provincia di Pavia,
Giovanna Martelli, vicepres. Provincia di Mantova,
Ettore Martinelli, responsabile Pd per i Diritti,
Chiara Cremonesi, consigliera regionale Sel.
Introduce Ilaria Cova, coordina Arianna Censi

Mercoledì 13 LUGLIO ore 21
LA MANOVRA ECONOMICA E LE CONSEGUENZE
PER GLI ENTI LOCALI. Confronto tra
Vasco ERRANI, Presidente Regione Emilia
Romagna e Attilio FONTANA, Sindaco di Varese.
Introduce Matteo Mauri, segreteria nazionale Pd

Giovedì 14 LUGLIO ore 21
UNA NUOVA EUROPA PER IL FUTURO: dalla crisi economica ai nuovi scenari del Mediterraneo.
Antonio Panzeri e Patrizia Toia Europarlamentari Pd
intervistati da Angelo Maria Perrino, affaritaliani.it

Venerdì 15 LUGLIO ore 21
SENTI CHE BEL VENTO
Intervista a Pier Luigi BERSANI
Introduce Maurizio Martina,
Segretario Pd Lombardia
Sabato 16 LUGLIO ore 10-13

FORUM DEI CIRCOLI DEL PD LOMBARDO
Verso la Conferenza Nazionale del PD
Introduce Roberto Rampi, con Maurizio Martina,
Giovanni Magnoli, Massimiliano Fontana,
Luca Gaffuri. Conclude Antonio Misiani

Domenica 17 LUGLIO
ore 21 LA PADANIA NON ESISTE, LA MAFIA SÌ.
Cultura della legalità e territorio.
Intervista a Nando DALLA CHIESA,
introduce Roberto Cornelli, Segretario PD Milano

Lunedì 18 LUGLIO
ore 21 PER UNA BUONA INFORMAZIONE.
Il cambiamento necessario.
Intervista a Paolo GENTILONI,
con Vinicio Peluffo e Luigi Vimercati

Tutti giorni dalle 18.30 PDrink presso il bar della balera e alle 19.00 apertura della cucina.

Pubblicato in Blog Dem, Idee e politica, Territorio | Taggato , , , , | Lascia un commento