Archivi del mese: aprile 2011

Frontalieri, PD:”Il governo deve impegnarsi per i nostri lavoratori”

In provincia di Varese il fenomeno dei frontalieri è molto diffuso. Vi segnaliamo questa cronaca di una serata organizzata dal Pd nel comune di Malnate. Fonte: www3.varesenews.it 

Non può non esserci una certa preoccupazione fra i frontalieri italiani: prima la campagna Bala i ratt, ora la recente vittoria elettorale della Lega Ticinese. Forse anche questo ha spinto nei giorni scorsi molte persone, fra cui tanti frontalieri malnatesi, a partecipare all’incontro organizzato dal Partito democratico. «Parlare di frontalieri – ha esordito il candidato sindaco Pd del centrosinistra Samuele Astuti - significa parlare di persone e di lavoro. Il lavoro ha un valore economico e sociale, e la mancanza di lavoro è un problema enorme perchè ruba il futuro, in primo luogo ai giovani. Qui ci sono mille frontalieri su seimila famiglie: faremo di Malnate una roccaforte a difesa dei frontalieri. Se i leghisti svizzeri dovessero erigere dei muri, noi saremo pronti ad iniziare a scavare dei tunnel». Il Pd varesino aveva lanciato già qualche mese fa – dopo la campagna ticinese “Bala i ratt” – una campagna per dimostrare invece il ruolo fondamentale dei lavoratori italiani in Svizzera.
«E’ un problema che deve essere risolto dalla politica - ha spiegatol’onorevole Franco Narducci - Chiediamo quindi al governo italiano di impegnarsi a tutela degli interessi delle lavoratrici e dei lavoratori italiani e di avviare un tavolo negoziale a loro tutela. Chiediamo inoltre a gran voce di riaprire immediatamente i canali diplomatici di confronto e dialogo tra Svizzera e Italia: il ministro Tremonti si rifiuta ormai da troppo tempo di incontrare l’ambasciatore svizzero».
Si è svolta poi una tavola rotonda presieduta dal segretario del PD cittadino Marco Viscardi con i contributi degli altri ospiti Cattaneo, Gilardoni, Pedroncelli, Pozzetti e il dibattito con interventi e testimonianze di alcuni frontalieri presenti nel pubblico. La conclusioni sono toccate a Luca Gaffuri, capogruppo del PD in Consiglio regionale ed esponente del Pd di Como.
16/04/2011

Pubblicato in Blog Dem, Economia e lavoro, Idee e politica, Mobilità, Territorio | Taggato , , | Lascia un commento

I consiglieri provinciali del PD rispondono al presidente Galli

La questione dell’emergenza profughi sta mettendo il nostro Paese di fronte ad una prova molto seria. Molti sono i problemi dei quali ci si deve preoccupare, senza crearne di nuovi con inutili polemiche, come ha fatto il Presidente della Provincia di Varese Dario Galli con la sua infelice dichiarazione pubblicata sul sito della Provincia e ripresa dai giornali.

L’emergenza di Lampedusa, alla quale il Governo prova finalmente a far fronte, è sotto gli occhi di tutti. Questo problema, nelle sue diverse forme, tanto di cattare umanitario, che di legalità, sicurezza e garanzia dei diritti umani, non può che riguardare lo Stato italiano e le sue articolazioni, tutte, senza distinzioni. E’ semplicemente assurdo pensare il contrario.

Pretendere che i problemi dell’emergenza umanitaria siano qualcosa che interessa solo”una fazione (sic!) decisamente minoritaria” (così si esprime il Presidente Galli) significa non comprendere quali sono i compiti di una nazione moderna che aspira, come giusto, ad evere un ruolo di guida nell’ambito della Comunità internazionale di fronte ad una crisi che riguarda paesi vicini non solo geograficamente. 

Non bastava al nostro Presidente limitarsi a manifestare fiducia nell’operato del Ministro Roberto Maroni e degli organi dello Stato?  Non era sufficiente una sobria assicurazione di doverosa e leale disponibilità a collaborare, ove fosse richiesto? 

Purtroppo, come altre volte, il non saper anteporre il ruolo istituzionale all’appartenenza partitica lascia spazio al brutto vizio di intingere la penna nell’inchiostro verde padano per aggiungere qualche battuta astiosa che, in definitiva, mette solo in cattiva luce chi la pronuncia. 

In questo momento è necessario l’impegno di tutti e non sappiamo quale aiuto potrà venir richiesto, oggi o in futuro, anche alla nostra Provincia. Non c’era proprio bisogno di rivolgersi con tono irridente a quanti, enti di volontariato o privati, sono sempre stati disponibili a collaborare in situazioni di emergenza e potranno esserlo domani. 

Se invece l’ing. Galli voleva, con la sua dichiarazione, regolare qualche questione interna alla Lega oppure tra la Lega e il proprio elettorato, lo poteva fare in altra sede e in altro modo, manifestando la propria opinione, libera e opinabile come quella di ogni cittadino. 

Varese 31 marzo 2011 

I CONSIGLIERI PROVINCIALI DEL PARTITO DEMOCRATICO

Pubblicato in Blog Dem, Idee e politica, Territorio | Taggato , , , | Lascia un commento