Archivi autore: Sezione provinciale Sondrio

PRIMARIE: I DATI DEFINITIVI SEGGIO PER SEGGIO

SEGGIO

Votanti

CUPERLO

CUPERLO %

RENZI

RENZI %

CIVATI

CIVATI %

CHIAVENNA

450

75

16,67

298

66,22

76

16,89

NOVATE M.

103

18

17,48

66

64,08

19

18,45

DELEBIO

114

11

9,65

94

82,46

9

7,89

TRAONA

104

10

9,62

75

72,12

19

18,27

COSIO V.

192

21

10,94

144

75

27

14,06

MORBEGNO

618

52

8,41

420

67,96

145

23,46

TALAMONA

131

24

18,32

85

64,89

22

16,79

ARDENNO

140

31

22,14

87

62,14

21

15

BERBENNO

177

22

12,43

127

71,75

27

15,25

ALBOSAGGIA

136

12

8,82

90

66,18

34

25

SONDRIO

906

176

19,43

560

61,81

170

18,76

CHIESA IN V.

85

9

10,59

65

76,47

11

12,94

PIATEDA

90

16

17,78

54

60

20

22,22

PONTE IN V.

152

26

17,11

101

66,45

25

16,45

MONTAGNA

169

24

14,2

121

71,6

24

14,2

VILLA DI T.

155

20

12,9

119

76,77

16

10,32

TIRANO

333

67

20,12

215

64,56

51

15,32

GROSIO

157

27

17,2

94

59,87

36

22,93

SONDALO

96

15

15,63

59

61,46

22

22,92

BORMIO

307

28

9,12

218

71,01

60

19,54

LIVIGNO

48

0

0

39

81,25

9

18,75

TOTALI

4663

684

14,68

3131

67,22

843

18,1

Pubblicato in Blog Dem, Idee e politica, Territorio | Lascia un commento

LE PRIMARIE A SONDRIO. RENZI AL 67%, CIVATI 18%, CUPERLO 15%.

GIANNI CUPERLO (14,7%)

684 voti

 

MATTEO RENZI (67,2%)

3132 voti

 

GIUSEPPE CIVATI (18,1%)

843 voti

Pubblicato in Blog Dem, Cultura e sport, Idee e politica, Territorio | Taggato | Lascia un commento

LE ISTRUZIONI PER IL VOTO E I SEGGI PROVINCIALI

QUANDO SI VOTA?
Domenica 8 dicembre 2013 dalle ore 8:00 alle ore 20:00

CHI PUO’ VOTARE?
Hanno diritto di voto le cittadine/i e le elettrici/elettori che hanno compiuto il sedicesimo anno di età. I migranti in possesso del permesso di soggiorno o della ricevuta di rinnovo di permesso. Ricordati che prima di prendere la scheda elettorale ti sarà richiesto di rmare l’albo degli elettori delle primarie e la normativa sulla privacy.

IL TUO SEGGIO
Puoi votare solo nel seggio collegato al tuo comune di residenza come previsto da tabella precedente. Recati al tuo seggio munito di carta d’identità e della tua tessera elettorale
nonchè di 2€ di contributo per le spese organizzative (gli iscritti PD non hanno questo obbligo) e ti sarà consegnata la scheda elettorale per esercitare il tuo diritto di voto.

COME SI VOTA
Barra sulla scheda il nome della lista del candidato a Segretario

 

I SEGGI IN PROVINCIA DI SONDRIO:

VALCHIAVENNA

CHIAVENNA Per i residenti nei comuni di: CHIAVENNA – VILLA DI CHIAVENNA -
PIURO – MESE – GORDONA – MENAROLA – PRATA CAMPORTACCIO – SAN GIACOMO
FILIPPO – CAMPODOLCINO – MADESIMO
Presso Palazzo Pretorio – Piazza San Pietro – primo piano a Chiavenna

NOVATE Per i residenti nei comuni di: NOVATE – VERCEIA – SAMOLACO
Presso la Sala Biblioteca c/o edicio ex dopolavoro di Novate

MANDAMENTO DI MORBEGNO
DELEBIO Per i residenti nei comuni di: DELEBIO – PIANTEDO – ANDALO
-ROGOLO
Presso l’ex Bliblioteca Piazza Peregalli – Località Badia di Delebio

TRAONA Per i residenti nei comuni di:
TRAONA – DUBINO – MANTELLO – CERCINO – CINO – MELLO – CIVO
Presso la Scuola Elementare – Via Ponte di Ganda di Traona

MORBEGNO Per i residenti nei comuni di:
MORBEGNO – DAZIO – ALBAREDO – BEMA – GEROLA – TARTANO
Presso l’Aula Magna complesso scolastico Ambrosetti – Via Ambrosetti Morbegno

COSIO VALTELLINO
Presso Sala Anziani Via Bernasconi – Sopra le Poste di Cosio Valtellino

TALAMONA Presso la Scuola Elementare Via Gavazzeni di Talamona

ARDENNO Per i residenti nei comuni di: VAL MASINO – FORCOLA – BUGLIO IN
MONTE
Presso l’ex Biblioteca del Municipio di Ardenno

MANDAMENTO DI SONDRIO
BERBENNO DI VALTELLINA
Per i residenti nei comuni di: BERBENNO – FUSINE -COLORINA -
CASTIONE – POSTALESIO
Presso la Sala Consiliare del Municipio di Berbenno

ALBOSAGGIA Per i residenti nei comuni di: ALBOSAGGIA – CAIOLO – CEDRASCO
Presso il municipio di Albosaggia

SONDRIO Presso la sede del PD Via Parolo 38 Sondrio

CHIESA IN VALMALENCO
Per i residenti nei comuni di: CHIESA IN VALMALENCO – LANZADA -
CASPOGGIO – TORRE SANTA MARIA – SPRIANA

Presso il Centro Congressi di Chiesa in Valmalenco

PONTE IN VALTELLINA
Per i residenti nei comuni di: PONTE IN VALTELLINA – TRESIVIO -
CASTELLO DELL’ACQUA – CHIURO
Presso il Teatro Comunale di Ponte in Valtellina

MONTAGNA IN VALTELLINA
Per i residenti nei comuni di: MONTAGNA IN VALTELLINA – POGGIRIDENTI
Presso l’Aula Civica del Municipio di Montagna

MANDAMENTO DI TIRANO MEDIA VALLE

VILLA DI TIRANO
Presso la Sala Consiliare del Municipio di Villa di Tirano
Per i residenti nei comuni di: VILLA DI TIRANO – BIANZONE

TIRANO
Presso l’Auditorium Scuola Media Tormbini – ingresso Via Cappuccini Tirano
Per i residenti nei comuni di: TIRANO – TEGLIO – APRICA – SERNIO -LOVERO

GROSIO
Presso il Municipio di Grosio. Per i residenti nei comuni di: GROSIO – GROSOTTO- MAZZO DI VALTELLINA – VERVIO – TOVO S.AGATA

PIATEDA Per i residenti nei comuni di: PIATEDA – FAEDO
Presso Saletta seminterrato – Municipio di Piateda

MANDAMENTO ALTA VALLE

SONDALO Presso la Sala Riunioni del Palazzetto
Polifunzionale di Sondalo

BORMIO Per i residenti nei comuni di: BORMIO – VALDISOTTO – VALDIDENTRO – VALFURVA
Presso la Palestra delle Scuole Elementari – Via V Alpini di Bormio

LIVIGNO Presso la Scuola Elementare Via Saroch, 123 di Livigno

 

volantino primarie pag.2

Pubblicato in Blog Dem, Idee e politica, Territorio | Taggato | Lascia un commento

Salvatore Ambrosi è il nuovo segretario provinciale

ambrosi

Salvatore Ambrosi è il nuovo segretario provinciale di Sondrio, battendo l’altra candidata Irene Bertoletti per 273 voti a 241.

Insieme ai due candidati, il consigliere comunale di Sondrio ha portato con sé in assemblea provinciale 21 membri della sua lista, mentre i restanti 17 verranno presi dalla lista della Bertoletti.

Pubblicato in Blog Dem | Taggato , | Lascia un commento

LE LINEE PROGRAMMATICHE DI SALVATORE AMBROSI E IRENE BERTOLETTI

Di seguito, scaricabili in versione pdf, i programmi dei due candidati alla carica di segretario provinciale PD di Sondrio. Le elezioni si terranno nei vari circoli della provincia nella giornata di domenica 27 ottobre.

PROGRAMMA SALVATORE AMBROSI

PROGRAMMA IRENE-BERTOLETTI

Pubblicato in Blog Dem | Taggato , , , , , | Lascia un commento

DATE E SEDI PER LE VOTAZIONI PROVINCIALI

La data del congresso provinciale è fissata per domenica 27 ottobre.
Oltre al Segretario provinciale si eleggeranno anche i nuovi componenti dell’Assemblea Provinciale, attraverso le liste collegate ai candidati.
Nello stesso giorno si eleggeranno anche i nuovi componenti dei Circoli e i loro Coordinatori.
Al voto possono partecipare tutti coloro che, prima della chiusura del seggio elettorale, si iscrivono al PD. È possibile tesserarsi anche al seggio elettorale.
Al ruolo di Coordinatore del Circolo possono candidarsi tutti gli iscritti che entro le ore 9.30 depositeranno una lista di candidati a sostegno della candidatura. Gli iscritti votano presso il seggio istituito nel circolo di appartenenza.
I congressi inizieranno domenica 27 ottobre 2013 alle ore 9.00 per consentire il deposito delle candidature a Coordinatore dei circoli.
Le votazioni, per il Segretario Provinciale e per i coordinatori dei Circoli, avranno inizio alle ore 9.30 sino alle ore 18.00 nelle seguenti sedi:

- CIRCOLO DI TIRANO c/o l’Auditorium della Scuola Media “Trombini” di Tirano con ingresso in Viale Cappuccini (di fronte alla sede dell’ASL). Coinvolti iscritti dei comuni del Mandamento Tirano.
- CIRCOLO DI SONDRIO c/o la Sala riunioni del Partito Democratico in via Parolo n. 38 – Sondrio. Coinvolti iscritti dei comuni del Mandamento di Sondrio.
- CIRCOLO DI MORBEGNO c/o l’Aula magna del complesso scolastico Ambrosetti – Via Ambrosetti – Morbegno. Coinvolti iscritti dei comuni del Mandamento Morbegno.
- CIRCOLO DI CHIAVENNA c/o Palazzo Pretorio Piazza San Pietro – Chiavenna. (Coinvolti iscritti dei comuni del Mandamento Valchiavenna).
- CIRCOLO DI SONDALO c/o la Sala riunioni Palazzetto Polifunzionale di Sondalo in via Verdi n. 2 – Sondalo. (Coinvolti iscritti dei comuni del Mandamento Alta Valtellina).

Gli incontri elettorali sul territorio:

Venerdì 18.10.2013 ore 20.45 Morbegno Museo Civico;
Lunedì 21.10.2013 ore 20.45 Chiavenna palazzo pretorio, 1° piano;
Mercoledì 23.10.2013 ore 20.45 Sondrio Sede PD;
Giovedi 24.10.2013 ore 20.45 Tirano Vineria via XX settembre.

 

La Commissione elettorale
Eugenio Bordoni – Angelo Costanzo – Valeria Parolo – Norma Tampalini – Giacomo Tognini

Pubblicato in Blog Dem | Taggato , , , , | Lascia un commento

Liste definitive a sostegno dei candidati a segretario provinciale

CANDIDATI A SOSTEGNO DI SALVATORE AMBROSI

RUFFONI STEFANOambrosi
BENAZZO FEDERICA
BUFALINO GIUSEPPE
DI ZINNO DONATELLA
ALBERTI MARCO
DEL GIORGIO ELENA
CIAPPONI GIACOMO (1987)
SONGINI ROBERTA
MORELLI PIERLUIGI
LARRABURU DANIELA MARILISA
OREGGIONI MATTEO
ZUCCHETTI FRANCESCA
IANNOTTI MICHELE
PAROLO TATIANA
CANTONI LORIS
ANDRIOLO MIRA
DELLA BELLA FABIO
ROSSI ELENA
CURTI GIOVANNI
MAGRO SUELA
BALDUCCI LUCA
BETTINI SABRINA
DE FELICE GIUSEPPE
REBECCHI MIRIAM
BETTINELLI FRANCESCO
ZACCARO DANIELA
BONGIOLATTI SEVERINO
GUSMEROLI CRISTINA
BERNARDI MICHELE
VITALI ANGELA
DAL CASON MATTIA
BONOMI PAOLA
BARRI ROBERTO
CASTELLANELLI IOLANDA
ROSSI GIOVANNI
ANGELINI MIRELLA
GIANATTI FELICE
PADUREAN MARILENA
FUMASONI SERGIO
MICHELI NATASCIA

CANDIDATI A SOSTEGNO DI IRENE BERTOLETTI

BARBONETTI CLAUDIOirene-bertoletti.2
CANEVA ANNA
CIAPPONI GIACOMO (1962)
VESNAVER ANNAMARIA
ACCOTO PAOLO
BACHIOCCHI BARBARA
ABBIATI BENEDETTO
CORNAGGIA DARIA
TAM MARCO
FOGAZZI ANTONELLA
SELVETTI SILVERIO
MUCCIO FRANCESCA
FELICIONI STEFANO
DELLE GRAZIE ANNA
RAPELLA PEPPINO
CRAPELLA STEFANIA
BONGIO ANGELO
FASCENDINI CHIARA
CANCLINI ARRIGO
FORNO CATIA
FASCENDINI EMILVIO
ZAGO SABRINA
CIAPPONI STEFANO
CIOCCARELLI GERMANA
MARICONTI GIORGIO EMILIO
SILVESTRI MARIA BARBARA
ROSSATTI FABRIZIO
PIZZATTI FRANCA
VISINI GIORGIO
TOGNOLI ANNAMARIA

Pubblicato in Blog Dem, Idee e politica, Territorio | Taggato , , , | Lascia un commento

AREU: URGENTE UNA VALUTAZIONE CRITICA DEI DATI DI ATTIVITÀ

Le risposte fornite in Consiglio Provinciale alla nostra interpellanza sul Servizio di Urgenza Emergenza – 118  dall’Assessore alle Politiche Sanitarie Dr. Giuliano Pradella impongono una seria riflessione, in considerazione anche di quanto accaduto e continua ad accadere nel nostro territorio provinciale.

Il dato oggettivo iniziale è che è stato smantellato un impianto storico di avanguardia, sviluppato e mantenuto grazie ad una solida base costituita da anni di esperienza quale rete di emergenza ed urgenza, coordinata e gestita dalla Centrale Operativa di Sondrio.

Questa dismissione è av049618f80ac852b3988ffeecebe27267_fullvenuta nell’ambito di un complesso progetto di AREU basato sull’accorpamento in macro aree che, ad oggi, secondo quanto dichiarato dallo stesso Assessore, non ha ancora raggiunto standard qualitativi adeguati alle necessità di un territorio montano come il nostro.

Ancora una volta la nostra tipicità territoriale non è stata adeguatamente riconosciuta a livello regionale, ma ancor peggio, si è proceduto all’attuazione di un progetto complesso senza una preventiva verifica del completamento e posizionamento di tutte le sue componenti essenziali. Non possiamo accettare supinamente che la prima fase del soccorso, determinata dalla geolocalizzazione del chiamante da parte della Centrale Operativa di Varese, necessiti ancora di almeno tre mesi per poter essere pienamente operativa, avendo inoltre la consapevolezza che nelle aree prive di copertura della rete di telefonia mobile, non potrà comunque mai esserlo.

È impensabile che gli esiti di quella che noi temiamo possa essere una guerra in corso tra differenti gestori telefonici possa produrre ricadute negative sulla popolazione Valtellinese e Valchiavennasca; ma ancor peggio è che la possibilità di una tale mancanza di operatività non sia stata tenuta in debito conto dai decisori nella fase di approntamento del servizio.

Abbiamo chiesto di conoscere i dati numerici relativi agli interventi, distinti per tipologia di mezzo di soccorso impiegato, per cercare di confrontarci in modo oggettivo con chi ha ritenuto di poter trasferire in ambiente montano protocolli di soccorso specifici delle aree metropolitane, quando il nostro territorio, persino nel fondovalle, presenta dinamiche ed infrastrutture non ripetibili altrove.

Riteniamo che si debba procedere a queste valutazioni il più rapidamente possibile, in modo da poter oggettivare eventuali mancanze che potrebbero avere condotto ad un inevitabile impoverimento dell’offerta.

Confortati anche dospedaleSondrioEliportoall’esperienza di questi anni, chiediamo  attenzione verso quei cittadini che, in momenti di profonda criticità quali quelli della richiesta di soccorso, hanno diritto a risposte e supporti che solo una centrale operativa pienamente inserita sul territorio può dare.

Non vogliamo creare allarmismi, né ragionare, come altri spesso fanno, con facili proclami o slogan ad effetto, chiediamo invece tempi certi, concreti impegni finanziari, di personale e mezzi affinché le anomalie segnalate dagli utenti e dagli operatori cessino nel più breve tempo possibile. Il nostro obiettivo è quello di difendere le strutture di Pronto Soccorso presenti, riconoscendo la necessità di una copertura territoriale adeguata sia alle richieste dirette dei cittadini, sia quale rete di supporto ai mezzi AREU impegnati nei soccorsi.

Auspichiamo  l’apertura di un confronto, il più ampio e trasparente possibile, finalizzato alla presa in carico, alla valutazione critica ed alla soluzione delle anomalie registrate.

Pubblicato in Blog Dem, Idee e politica, Sanità e welfare, Territorio | Taggato | Lascia un commento

CFP – LA SENTENZA EVIDENZIA GLI ERRORI POLITICI COMMESSI

Pressoché all’indomani della esposizione, nella Commissione consigliare competente, degli ultimi sviluppi dell’attività della nuova Direzione e del Consiglio di Amministrazione dell’Azienda Speciale Centro di Formazione Professionale (CFP), giunge la notizia del reintegro – da parte dell’autorità giudiziaria – dell’ex Direttrice Dr.ssa Lorena Bonetti.

Prendiamo atto della decisione assunta dal Tribunale del Lavoro, ma non possiamo esimerci dall’esporre alcune considerazioni gestionali e politiche in relazione all’intera vicenda.

Innanzitutto desideriamo esprimere un caloroso invito ai componenti dell’attuale CdA a proseguire nella preziosa opera di riorganizzazione dell’Azienda Speciale che ha condotto a risultati apprezzabili, sia per quanto concerne le annose questioni relative alla gestione del personale, sia per il rinnovato clima di serena collaborazione tra studenti, famiglie ed insegnanti.

Ciò premesso, ci corre l’obbligo di sottolineare, ancora una volta, le responsabilità politiche che hanno condotto a questa situazione paradossale, che rischia di riverberarsi in modo negativo in particolare sui ragazzi e le loro famiglie.

È un dato dilorena bonetti fatto che il CdA che ha condotto l’Azienda Speciale CFP prima ad un a dir poco “frettoloso” rinnovo contrattuale nei confronti dell’allora Direttore Bonetti e di conseguenza l’Ente Provincia al contenzioso giudiziale conclusosi ieri, ha dimostrato tutta la sua inadeguatezza nel doversi confrontare con una situazione notoriamente difficile ed intricata.

Quel CdA è stato nominato dall’amministrazione attualmente alla guida della Provincia, costretta ora a farsi carico delle conseguenze della sentenza.

Inoltre, solo dopo reiterate sollecitazioni da parte delle minoranze in Consiglio, organizzazioni sindacali e persino studenti, l’Amministrazione si è presa carico in modo fattivo della gestione dell’Azienda Speciale CFP, arrivando alla determinazione di “liquidare” l’allora CdA.

Non possiamo non sottolineare che l’attuale situazione è figlia di quella “solitudine” e di quella inadeguatezza, che l’Amministrazione ha cercato oltretutto di edulcorare persino nella seduta di Consiglio nella quale veniva dato conto delle dimissioni del CdA. Molti ricorderanno, infatti, l’inopportuno ed irrealistico peana all’allora Presidente Frizziero, addirittura ringraziato per il lavoro svolto, degnamente accompagnato dalle dichiarazioni autocelebrative rilasciate da quest’ultimo.

Se si avesse avuto il coraggio di affrontare e chiarire fino in fondo in maniera diretta le responsabilità e gli errori politici commessi, forse l’Amministrazione sarebbe stata più attrezzata nell’affrontare questa spinosa situazione.

 

Gruppo consiliare provinciale – I Democratici

Pubblicato in Blog Dem, Scuola, Territorio | Taggato | Lascia un commento

PRESENTATO L’ORDINE DEL GIORNO PER LA PROPOSTA DI MODIFICA DELLO STATUTO DI REGIONE LOMBARDIA.

Il gruppo consigliare “I Democratici” ha presentato un Ordine del Giorno che verrà discusso nella seduta di domani, 27 settembre, del Consiglio Provinciale.

Lo spirito è quello di proporre, in modo costruttivo ed al di fuori dello scontro meramente ideologico, misure concrete che possano contribuire alla definizione di un disegno razionale ed efficiente del riassetto istituzionale, nello specifico in tema di governo dell’area vasta.

Lo Statuto di Regione Lombardia non conteneva in sé alcuna previsione specifica per la provincia di Sondrio, interamente montana, a differenza di quanto ha fatto il Veneto per la Provincia di Belluno: l’auspicio è che l’ordine del giorno trovi un’ampia condivisione all’interno del Consiglio Provinciale.

Il vice-presidente della Commissione II “Affari Istituzionali” del Consiglio Regionale della Lombardia, Fabio Pizzul, presente alla conferenza stampa di oggi di presentazione della proposta, ha già annunciato che il gruppo consigliare regionale PD farà propria la proposta di revisione dello Statuto e la porrà all’attenzione del Consiglio Regionale.

Di seguito il testo integrale dell’Ordine del Giorno.

PREMESSO CHE:

il disegno di legge costituzionale licenziato dal Consiglio dei Ministri in via definitiva il 2 agosto 2013 prevede l’abolizione delle Province e che la norma transitoria contenuta in tale disegno di legge recita:

“Entro sei mesi dalla data di entrata in vigore della presente legge costituzionale le province sono soppresse e, sulla base di criteri e requisiti generali definiti con legge dello Stato, sono individuate dallo Stato e dalle Regioni, nell’ambito delle rispettive competenze, le forme e le modalità di esercizio delle relative funzioni”

TENUTO CONTO CHE:

Questo Consiglio Provinciale ha approvato a maggioranza con Delibera n. 54 del  19/10/2011, l’Ordine del Giorno di iniziativa del Presidente della Provincia riguardante il riconoscimento dello status di territorio interamente montano della Provincia di Sondrio, trasferendo l’atto alla Presidenza di Regione Lombardia affinché riconoscesse, attraverso apposite disposizioni legislative, lo status di territorio interamente montano alla Provincia di Sondrio ed invitando i singoli Comuni ad adottare il medesimo provvedimento in sede di Consiglio comunale.

EVIDENZIATO CHE:

nello Statuto di Regione Lombardia non è contenuta alcuna previsione specifica relativa al riconoscimento dello status di territorio interamente montano per la Provincia di Sondrio, lombardiaa differenza di quanto accade in Regione Veneto, dove nello Statuto, al comma 5 dell’art. 15, è inserito il riconoscimento di tale status alla Provincia di Belluno, come di seguito riportato

“5. La Regione, ferma la salvaguardia delle esigenze di carattere unitario, conferisce con legge alla Provincia di Belluno, in considerazione della specificità del suo territorio transfrontaliero e interamente montano nonché abitato da significative minoranze linguistiche, forme e condizioni particolari di autonomia amministrativa, regolamentare e finanziaria in particolare in materia di politiche transfrontaliere, minoranze linguistiche, governo del territorio, risorse idriche ed energetiche, viabilità e trasporti, sostegno e promozione delle attività economiche, agricoltura e turismo. La Provincia di Belluno, d’intesa con le autonomie locali, in attuazione dei principi di sussidiarietà, differenziazione e adeguatezza e sulla base di appositi accordi, provvede a sua volta a conferire ai comuni o alle loro forme associative quelle funzioni amministrative che non richiedono l’esercizio unitario a livello provinciale.”

RITENUTO CHE:

in vista della eventuale necessità di regolamentazione, da parte delle comunità regionali, delle forme di governo di area vasta che potrebbero conseguire alla entrata in vigore del disegno di legge costituzionale di abolizione delle Province citato in premessa, diventa strategicamente  rilevante chiedere ed ottenere  l’inserimento di una simile previsione anche nello Statuto di Regione Lombardia

DELIBERA

di approvare la seguente proposta di modifica dello Statuto di Regione Lombardia

“La Regione, ferma la salvaguardia delle esigenze di carattere unitario, conferisce con legge alla Provincia di Sondrio –(o all’ente intermedio di area vasta corrispondente)—, in considerazione della specificità del suo territorio interamente montano nonché dotato di specificità sociali ed economiche derivanti anche dal suo stato di territorio di confine soggetto ad intensi fenomeni transfrontalieri, forme e condizioni particolari di autonomia amministrativa, regolamentare e finanziaria in particolare in materia di politiche transfrontaliere, governo del territorio, risorse idriche ed energetiche, viabilità e trasporti, sostegno e promozione delle attività economiche, agricoltura e turismo e risorse aggiuntive e dedicate per servizi sanitari e socioassistenziali. La Provincia di Sondrio –(o l’ente intermedio di area vasta corrispondente)—, d’intesa con le autonomie locali, in attuazione dei principi di sussidiarietà, differenziazione e adeguatezza e sulla base di appositi accordi, provvede a sua volta a conferire ai comuni o alle loro forme associative quelle funzioni amministrative che non richiedono l’esercizio unitario a livello provinciale, anche secondo il comma 3 del presente articolo.”

Di trasferire il presente atto al Presidente di Regione Lombardia quale proposta di emendamento dell’art. 4 “Autonomie territoriali” della Legge Regionale Statutaria 30/08/2008, n. 1 “Statuto di Regione Lombardia”, quale comma aggiuntivo alla attuale revisione vigente.

Pubblicato in Idee e politica, Territorio | Taggato | Lascia un commento