Archivi del mese: settembre 2015

Punti irrinunciabili per la sanità di montagna

LocandinaSanitaMontagna1

Pubblicato in Blog Dem, Sanità e welfare, Territorio | Lascia un commento

Basta con questa litania populista

C’era una volta la Lega di governo, quella di Maroni, che accoglieva i migranti, anche prima dell’ISIS, delle guerre mediorientali e della primavera araba​. Di quella Lega oggi, con un colpo di spugna ed un nuovo candeggio, è rimasta  l’ormai solita parata di generali leghisti in terra valtellinese, condita dalla loro consueta e noiosa litania urlante e vuota, che come sempre ​trova un nemico con cui prendersela: terroni o clandestini, basta poter scaricare le colpe e distrarre dai temi veri. ​Adesso c’è un nemico nuovo: l’albergatore che ospita i migranti. Anche se è valtellinese: i negri non sono tollerabili, anche se non fanno nulla di male, a meno che non siano calciatori e siano vestiti bene. E il Segr. provinciale Borromini, impettito ​dalla  ​verve del Salvini  sommo papa padano verde felpato, macina acqua e come un disco rotto si incanta sull’invasione dei clandestini mantenuti e sull’impavida e continua battaglia contro chi non pensa ai suoi concittadini. La Lega che condanna il governo perchè le aziende chiudono, salvo poi chiedere ad un valtellinese di chiudere un’attività, per la quale come fosse la Sicilia mafiosa ha ricevuto serie minacce. Magari così Borromini domani potrà attaccare Renzi perché un altro albergo ha chiuso e un ​ altro imprenditore, i suoi dipendenti, il suo indotto e quindi ​molte famiglie  sono ridotte  in povertà. ​Ma del resto, questo albergatore non è che l’ultimo valtellinese finito sotto quella ruspa che gli avrebbe dovuto aprire la strada a mondi migliori. Ci dica Borromini del tradimento nei confronti di quelli che  con la specificità montana della provincia di Sondrio si aspettavano una  sanità migliore (vedi riforma regionale di Maroni!),  ​di ​quelli che prendono i treni tutti i giorni, di ​quelli che le acque sono ​nostre e sono sacre e non si toccano più. Borromini, che sa ascoltare la gente e che ha ogni risposta, esperto di invasioni, si dedichi a fare il suo mestiere in fatto di invasioni: trovare  soluzioni certe davanti all’invasione dei cinghiali! Seminare paura ed intolleranza  ​non è l’atteggiamento responsabile che dovrebbe avere ogni amministratore che rappresenta un’istituzione pubblica. ​Ci indichi Borromini le soluzioni ai problemi del mondo che conosce. ​Chissà quanti  ​ imprenditori in crisi, quanti immigrati ed italiani bisognosi si potrebbero davvero ​aiutare con le sue proposte costruttive: e non faccia la morale a chi comunque,migranti o meno, lo stipendio se lo deve guadagnare, non come il Salvini antieuropeista ​che vive a spese dell’Europa, che lo stipendia come parlamentare, ​ e s’affanna a girare l’Italia e a fare il provocatore in ogni TV. Noi Intanto governiamo il paese fra grosse difficoltà  ​ e cerchiamo di rimetterlo in piedi dopo che anche i governi Berlusconi e Bossi lo hanno messo in ginocchio,   e i primi risultati si vedono.

Sondrio, 16 settembre 2015 Il Segretario Provinciale

Salvatore Ambrosi

Pubblicato in Blog Dem, Economia e lavoro, Idee e politica, Territorio | Lascia un commento