Archivi del mese: giugno 2013

Due parole con Michele Iannotti sulla vittoria al primo turno di Alcide Molteni a Sondrio

sondrioUna straordinaria vittoria - Dalle elezioni emerge un   risultato straordinario di Alcide Molteni e delle liste che lo hanno sostenuto: non era mai successo che a Sondrio, con il sistema elettorale dell’elezione diretta, un candidato Sindaco vincesse al primo turno elettorale.

I cittadini hanno voluto premiare con questo voto il lavoro svolto in questi ultimi anni: hanno capito che continueremo a mettere al centro dell’azione amministrativa i problemi della città e dei suoi cittadini, al di la di ogni appartenenza o interesse.

I quattro obiettivi della lista del PD – Per quanto riguarda, più nello specifico, la lista del Partito Democratico, possiamo dire di aver raggiungo tutti e quattro gli obiettivi  che ci eravamo posti:

1) il primo, il più importante, che vincesse il Sindaco: il risultato ha confermato il consenso e il gradimento che Alcide Molteni è stato in grado di conquistare e mantenere negli anni dando prova di essere un amministratore pubblico esperto, capace e fortemente legato alla sua città.

2) il secondo, che la lista del PD facesse un buon risultato, con una buona rappresentanza in consiglio comunale. Si è andati oltre ogni più rosea aspettativa, perché sono stati eletti ben sei consiglieri comunali che costituiranno il gruppo consiliare più numeroso (insieme a quello di Sondrio Democratica).

3) il terzo, rinnovare la rappresentanza interna al gruppo consigliare. Anche questo obiettivo è stato raggiunto: la metà del nuovo gruppo consigliare è alla prima esperienza amministrativa  e dei tre nuovi consiglieri due sono donne e uno è un giovane di 26 anni.

4) il quarto, diventare il primo partito in città; obiettivo centrato con un risultato straordinario perché abbiamo raggiunto questo traguardo praticamente doppiando i voti di  PDL e Lega Nord…  Questo risultato testimonia il fatto che il PD a Sondrio città è vivo e ha molte energie da spendere.

Il ruolo del gruppo - Questi punti sono frutto di un lavoro di gruppo, i cittadini hanno voluto dare  fiducia a persone e progetto amministrativo credibili, persone che in parte rappresentano quel pezzo di Società Civile già impegnata all’interno dell’associazionismo e del volontariato e che hanno deciso di interessarsi direttamente alla propria città all’interno di un progetto amministrativo che guarda ad una città vivibile, accogliente, bella e solidale.

Alcune considerazioni finali – Sull’onda dell’esperienza di Sondrio, il radicamento del Partito Democratico deve passare attraverso il coinvolgimento dei cittadini sui problemi concreti e reali della città o del paese in cui abitano. A Sondrio ci siamo riusciti costituendo un gruppo motivato che, al di là di chi è stato o meno eletto in Consiglio Comunale o di chi farà parte della Giunta, vuole continuare a dare un contributo per far crescere la città in cui vive.

Pubblicato in Blog Dem, Territorio | Taggato , , | Lascia un commento