Archivi del mese: gennaio 2011

Ciapponi: si rispetti l’esito del voto in Consiglio provinciale

Giacomo Ciapponi

Giacomo Ciapponi, capogruppo dei democratici al Consiglio provinciale di Sondrio e segretario provinciale PD, risponde con un secco ‘no’ alla proposta del coordinatore provinciale PDL Del Tenno di “ripristinare l’ordine delle così com’era prima della votazione”. La mozione di sfiducia al Presidente del Consiglio provinciale, Patrizio Del Nero (PDL), presentata dalle opposizioni e passata giovedì in consiglio provinciale a seguito del voto a scrutinio segreto  con il risultato di 13 a 11  ha evidenziato un “disagio profondo” afferma Ciapponi. “Rimettere Del Nero al suo posto - prosegue - sarebbe dare uno schiaffo all’istituzione Provincia e ai consiglieri. Significherebbe creare grossi problemi anche al lavoro dell’amministrazione. Il clima in consiglio è stato caratterizzato dal grosso disagio dei gruppi di minoranza, poi sarebbe anche peggio”. Se si verificasse quest’ipotesi aggiunge il capogruppo dei democratici “saremo pronti ad azioni anche molto forti di protesta”.
L’esito del voto che ha condotto all’annuncio del ritiro degli assessori del Popolo della Libertà dalla giunta guidata da Massimo Sertori (Lega), secondo Ciapponi dunque, non può  essere nè ignorato nè usato strumentalmente per risolvere i problemi della maggioranza: “se esiste ancora un minimo di dignità negli esponenti di maggioranza allora rispettino l’esito del voto. Prendano atto di quanto accaduto e trovino una soluzione anche per il bene della provincia, ma senza imboccare scorciatoie che non portano da nessuna parte”. Nelle dichiarazioni del capogruppo dei consiglieri democratici non manca anche un riferimento alla politica nazionale. “La proposta di Del Tenno – conclude Ciapponi – sembra uscire dal copione di una commedia all’italiana della peggior specie, ma in un momento in cui la politica a livello nazionale sta già toccando i suoi livelli più bassi, almeno in provincia dovremmo evitare cose del genere”.

Pubblicato in Blog Dem, Idee e politica | Taggato , | Lascia un commento

Provincia: crisi di giunta

Palazzo Muzio - Sede dell'amministrazione provinciale

Le dichiarazioni del Consigliere regionale Costanzo sulla crisi apertasi in Provincia:  

La crisi aperta, giovedì 27 gennaio 2010, nella Giunta provinciale dopo la sfiducia al Presidente del Consiglio, Patrizio Del Nero, non può essere archiviata come un incidente di percorso.
Patrizio Del Nero, per come ha gestito l’Assemblea e per le divergenze espresse in più di una occasione rispetto alla scelte del Consiglio provinciale si è meritato ampiamente il voto di sfiducia.
Bene hanno fatto i consiglieri del PD, il capogruppo Giacomo Capponi, assieme alle altre forze di opposizione a presentare la mozione di sfiducia. I voti degli esponenti di maggioranza, uniti a quelli dell’opposizione, che hanno portato al ritiro degli Assessori del PDL dalla giunta provinciale evidenziano un malessere reale e concreto nelle forze di governo dell’ente che non si può chiudere a “tarallucci e vino”.
La giunta, nonostante il risultato politico, era  nata con grandissime difficoltà. Tensioni e divisioni sopite in questi anni da proclami all’unità, senza mai affrontare il nodo vero delle relazioni politiche. Un segnale grande e chiaro di tensioni sfociate giovedì in un voto trasversale tra maggioranza e opposizione.
I problemi di relazioni politiche dentro la maggioranza e di governo dell’amministrazione provinciale non si risolvono appropriandosi unilateralmente di trionfi mediatici; semmai questo aggrava la situazione. Ora sta al PDL non chinarsi supinamente a quello che è accaduto, magari tornando ad esercitare un forte ruolo politico.
Abbiamo di fronte troppi problemi importanti a partire dalla realizzazione delle tangenziali di Morbegno e Tirano.
Se la maggioranza è in grado di governare lo faccia, altrimenti si passi alla doppia ammonizione.

Sondrio, 29 gennaio 2011

Angelo Costanzo

Pubblicato in Blog Dem, Idee e politica | Taggato , | Lascia un commento

Contro le mafie, per la legalità

La presenza delle mafie in Lombardia purtroppo non è né una novità né un fenomeno isolato. La presa di coscienza dell’opinione pubblica, anche a seguito di fatti eclatanti e dell’azione preziosa della magistratura e delle forze dell’ordine, è un’opportunità per una fase nuova di attenzione e un cambio di passo. L’obiettivo è isolare i comportamenti criminali tutelando le comunità, la pubblica amministrazione, il tessuto economico e produttivo.
Una società più meritocratica e più efficiente ha bisogno di regole certe, trasparenza, legalità. Ha bisogno di sradicare il fenomeno dell’usura. Ha bisogno di più responsabilità da parte di tutti. Il rispetto delle regole fa bene all’economia, abbassa i costi per i cittadini, premia chi ha coraggio di investire, chi si mette in gioco, chi lavora con onestà e correttezza.
Il Partito Democratico Lombardo lancia con il 2011 una campagna regionale per la legalità con i suoi Circoli e i suoi amministratori locali. Promuovendo iniziative pubbliche e proposte legislative. Affermando buone pratiche, regole e comportamenti sia interni al Partito che nelle amministrazioni locali. Rilanciando proposte concrete come l’anagrafe pubblica degli eletti e attivando nuovi impegni contro l’usura anche grazie al coinvolgimento attivo degli Enti Locali. Per il PD questo è uno dei principali obiettivi su tutto il territorio lombardo.

Aderisci alla campagna in rete: http://www.picbadges.com/pd-against-mafia

Pubblicato in Idee e politica | Taggato , , | Lascia un commento

Dieci milioni di firme: a Sondrio aprono la campagna le donne del PD

Le donne PD dicono basta!

“Si può cadere più in basso?”. E’ questo il titolo di un articolo apparso nei giorni scorsi su un noto quotidiano spagnolo a commento delle vicende italiane. “Decadenza e democrazia in Italia”, è invece il titolo scelto dal New York Times per lo spazio di dibattito dedicato al nostro paese all’interno dell’edizione online. Fa male leggere i giornali stranieri in questi giorni. Che siano di destra o di sinistra, i commenti si somigliano e accanto all’incredulità emerge sempre più chiaramente grande preoccupazione. I sostenitori di Berlusconi, sguinzagliati in tv, ci raccontano che non è vero nulla, che non è successo niente, sono tutte bugie; alternativamente si nascondono dietro il fragile muro difensivo del ‘privato’. Continua a leggere

Pubblicato in Blog Dem, Idee e politica | Taggato , | Lascia un commento

Circolo PD di Tirano: l’amministrazione dica quali sono le scelte per il futuro della città

Tirano

Il Circolo PD di Tirano, prendendo atto delle dichiarazioni fatte dagli amministratori comunali ed, in particolare, delle rassicurazioni in merito alle procedure di pubblicità necessarie alla stesura del Piano di Governo del Territorio (PGT), si interroga sulle strategie dell’attuale maggioranza. Se sono state rispettate le garanzie minime previste dalla norma per la partecipazione alla procedura di predisposizione del Piano, ci sembra che il risultato a cui si sia pervenuti sia contrario alla ratio della norma stessa. Non ci risulta, infatti, che a Tirano si sia  proceduto ad  invitare le associazioni, la minoranza, i tecnici, le parti sociali ed i soggetti politici che operano nel mandamento. Come se questo non bastasse, le osservazioni presentate  durante l’iter di valutazione ambientale strategica, sono state integralmente rigettate dalla maggioranza di Governo.
E’ evidente, quindi, la totale chiusura dell’Amministrazione tiranese verso le istanze di quanti, interessati alla formazione del nuovo strumento urbanistico, si sono impegnati a dare un contributo di carattere generale. Il documento di Piano (fulcro strategico del P.G.T.) derivante da questo modus operandi, risulta estremamente carente di indirizzi di sviluppo concreti. Ad alcuni enunciati di principio assolutamente generici, non seguono specifiche politiche territoriali e di governo che possano restituire un disegno organico del destino che si pensa di imprimere alla Città. Continua a leggere

Pubblicato in Blog Dem, Territorio | Taggato , | Lascia un commento