CONVOCAZIONE CONGRESSO PARTITO DEMOCRATICO DOMENICA 18 NOVEMBRE 2018 – REGIONALE, PROVINCIALE DEI CIRCOLI

Congresso del Partito Democratico 18 novembre 2018

Cara democratica, caro democratico,

Domenica 18 Novembre si terranno i congressi del Partito Democratico per il rinnovo della Segreteria Regionale, del Segretario Provinciale e dei circoli mandamentali del Partito Democratico.

Oltre al Segretario regionale e provinciale si eleggeranno anche i nuovi componenti dell’Assemblea provinciale e regionale, attraverso le liste collegate ai candidati.

Un momento importante di partecipazione, per rinnovare gli organismi e riprendere l’attività sul territorio.

* Per l’elezione del livello Regionale si terranno le primarie, potranno votare tutti i cittadini che si riconoscono nella proposta politica del Partito Democratico, anche i giovani che abbiano compiuto 16 anni, versando il contributo di 2 Euro.
* Per il congresso provinciale e per i circoli il voto è riservato agli iscritti 2018 ed agli iscritti 2017 che rinnovano tessera entro 18 novembre.

La presentazione delle candidature a Segretario di Circolo con le liste collegate verranno presentate all’apertura delle assemblee di circolo il giorno 18 Novembre.
Gli iscritti votano presso il seggio istituito nel circolo di appartenenza .

Dove si vota, i seggi di Domenica 18 Novembre

* CIRCOLO DI TIRANO c/o l’Auditorium della Scuola Media “Trombini” di Tirano ingresso Via Cappuccini Dalle ore 10.00 sino alle ore 19.00
Coinvolti iscritti dei comuni del Mandamento Tirano e alta valle.

* CIRCOLO DI SONDRIO c/o la Sala riunioni del Partito Democratico in viaTrieste n. 70 – Sondrio. Dalle ore 10.00 sino alle ore 19.00
Coinvolti iscritti dei comuni del Mandamento di Sondrio.

* CIRCOLO DI MORBEGNO c/o l’Aula magna del complesso scolastico Via Ambrosetti – Morbegno. Dalle ore 10.00 sino alle ore 19.00
Coinvolti iscritti dei comuni del Mandamento Morbegno.

* CIRCOLO DI CHIAVENNA c/o Società Operaia Via Giulio Chiarelli – Chiavenna.
Dalle ore 14.00 sino alle ore 19.00
Coinvolti iscritti dei comuni del Mandamento Valchiavenna

I candidati alla segreteria Regionale sono Vinicio Peluffo ed Eugenio Comincini.

Il candidato alla segreteria Provinciale è Giovanni Curti con una lista unica per l’Assemblea Provinciale.

Sul sito del PD Regionale e locale puoi scaricare le informazioni ed i documenti.
www.pdlombardia.it

Pubblicato in Blog Dem, Partito, Territorio | Lascia un commento

Prosegue la fase congressuale che coinvolgerà il Partito Democratico lombardo sino a DOMENICA 18/11/2018

Si richiama l’attenzione di tutti gli iscritti al Partito Democratico sulle seguenti procedure finalizzate alla presentazione delle liste dei candidati per il rinnovo dei direttivi e dei Segretari dei Circoli Mandamentali (estratto dal Regolamento Congressuale 2018)

Articolo 8
(Composizione dei Direttivi di Circolo, elezione dei Direttivi e dei Segretari di Circolo)

Composizione dei Circoli mandamentali

Componenti del direttivo: Chiavenna 4 , Morbegno 8, Sondrio 10, Tirano 4

Faranno comunque parte, come membri aggiunti, con diritto di voto, del Direttivo i Consiglieri provinciali, i Consiglieri comunali, il sindaco, il Presidente della Provincia, nonché gli Assessori comunali e provinciali che siano stati eletti nei Consigli comunale e provinciale, iscritti al Circolo e iscritti al PD, che non siano eletti nel Direttivo.

Le candidature a Segretario di Circolo e le liste di candidati al Direttivo di Circolo si presentano il giorno dell’apertura del Congresso di Circolo. Domenica 18 Novembre

A sostegno della propria candidatura, l’aspirante Segretario dovrà presentare all’Assemblea di Circolo un numero di firme compreso tra il 10 per cento e il 20 per cento degli iscritti del medesimo Circolo. Un uguale numero di firme è richiesto per la presentazione delle liste. La candidatura a Segretario di Circolo o a membro del direttivo non è incompatibile con la sottoscrizione delle candidature. Nel caso in cui si presenti un’unica lista collegata al candidato Segretario, faranno fede le firme raccolte per la candidatura a Segretario.
Firme necessarie: Chiavenna e Tirano = 3 Morbegno = 5 Sondrio = 7
Di seguito il link per scaricare il modulo di presentazione delle candidature
Modulo_CandSegretarioCircolo

Pubblicato in Blog Dem | Taggato , , | Lascia un commento

Congresso Provinciale 2018 – Deposito candidature

Lunedì 29/10/2018 si è riunita a Sondrio la Commissione Congressuale Provinciale della Federazione del Partito Democratico.
È stata esaminata la documentazione relativa alla candidatura di Giovanni Curti a Segretario Provinciale, unitamente alla lista per l’Assemblea Provinciale ad essa collegata.

Di seguito trovate tutta la documentazione.

verbale n°2 Commissione per il congresso

ASSEMBLEA2018

Linee programmatiche_Curti

GiovanniCurtiSo

Pubblicato in Partito, Territorio | Lascia un commento

Congresso Provinciale e dei Circoli 2018

Con l’approvazione del regolamento congressuale è aperto il congresso 2018.
La commissione provinciale riunita giovedì ha deliberato la data per la presentazione delle candidature – il 29 ottobre dalle ore 19 alle 21. 
Le votazioni si terranno per Circoli, Provinciale e Regionale in data unica il 18 novembre 2018. 
Si richiama l’attenzione di iscritti e simpatizzanti per l’iscrizione al partito. Per votare ai circoli e al provinciale è necessaria l’iscrizione.

Modulo Candidatura Segretario
Regolamento Congresso Provinciale 2018
Verbale n.1 commissione provinciale per il Congresso

Pubblicato in Blog Dem, Partito | Lascia un commento

PROMESSE ELETTORALI E CORSA ALLE CANDIDATURE

La riflessione del segretario provinciale Giovanni Curti

Durante le ultime settimane si moltiplicano le prese di posizione contro il governo di centrosinistra e le rivendicazioni da parte di numerosi esponenti del centro destra provinciale della Lega in particolare, dai piu’ giovani alle vecchie volpi vogliose di conservare la poltrona. E’ comprensibile: le elezioni si avvicinano e si avverte il profumo di collegio sicuro, quello dove non importa chi viene candidato tanto si vince.
Valutazioni legittime, come la voglia di farsi vedere sui media: mi sembra partita la lotta interna per un posto al sole.
Non possiamo però tacere sulle loro responsabilità nel governo del nostro territorio dove, almeno negli ultimi 15 anni, abbiamo avuto il filotto istituzionale con Lega e PDL/FI che governano Regione e Provincia, numerosi enti locali di primo e secondo livello, aziende municipalizzate e partecipate. Il centro-destra è attento ai posti che contano, quelli ben retribuiti (assessorati, incarichi, CDA delle aziende quali SECAM ed ALER, le ricche nomine della sanità): non so di chi sia la mangiatoia, ma non certo del PD. Questo filotto istituzionale non ha portato bene alla nostra provincia in termini di gestione dei servizi: sono molte le giuste lamentele dei cittadini sulla gestione della viabilità, imbarazzanti i disservizi sulla rete ferroviaria provinciale gestita da Trenord e del trasporto pubblico, continuo l’arretramento nell’offerta dei servizi sanitari con l’utenza che si rivolge sempre più spesso al privato… Tutto questo condito da una certa arroganza nel rispondere a chi muove delle critiche legittime a una gestione non certo virtuosa!
Eppure sotto l’albero di Natale arrivano le promesse di grandi finanziamenti, della provincia autonoma e molto altro ancora: qualcuno le chiama mance elettorali.
Sull’autonomia: le province autonome di Trento e Bolzano e le regioni a statuto speciale hanno ottenuto il loro status per ragioni storiche legate alla tenuta dell’integrità nazionale. Certo questo status andrebbe almeno in parte rivisto, ma la trasformazione della Provincia di Sondrio autonoma come Trento e Bolzano non è al momento all’ordine del giorno di nessuna reale proposta parlamentare né lo è mai stata nemmeno in passato, non ci sono le premesse né il consenso per farlo, e nemmeno la Lega e il PDL negli anni di Governo del Paese si sono sognati non solo di concederla, ma nemmeno di proporla davvero.
Con il governo di centro-sinistra è stata invece riconosciuta la specificità montana della provincia di Sondrio con la legge DelRio del 2014: è in virtù (e su obbligo) di codesta legge la Regione Lombardia può concedere funzioni e risorse alla nostra provincia. Ci sarebbe molto da attingere (proventi e intera gestione del demanio idrico, le risorse del bollo auto – che pure era stato promesso in pompa magna, l’irpef regionale): è una scelta politica che Maroni e la Lega non vogliono fare fino in fondo per non togliere alle altre province, una questione di equilibri: Maroni, non bisogna dimenticarlo ha disatteso anche le richieste e le aspettative dei Sindaci con la famosa carta di Chiavenna. Non si può chiedere l’autonomia della Regione da Roma e poi non concedere l’autonomia possibile alla provincia di Sondrio: mi sembra che la Lega sia
autonomista verso Roma ma centralista in Regione. Sarebbe necessaria un po’ di coerenza invece si punta alla propaganda.

Giovanni Curti

Pubblicato in Idee e politica | Lascia un commento

La richiesta di maggiore autonomia è cosa seria

La richiesta di maggiore autonomia è cosa seria e non va buttata in caciara ai soli fini elettorali.

A distanza di qualche giorno, a  bocce  ferme, è opportuno fare il punto sul tema referendario della maggiore autonomia richiesta da Lombardia e Veneto in modo serio evitando le dichiarazioni da tifo calcistico fatte a caldo dai rispettivi fronti, spesso per marcare il territorio in vista delle prossime elezioni. Il tema è troppo importante per essere strumentalizzato o peggio distorto attribuendo significati più ampi rispetto agli stessi contenuti dei quesiti referendari.

Il referendum, non necessario e anche costoso, ha avuto una buona partecipazione, molto alta in Veneto e meno in Lombardia, ed ha confermato la richiesta di maggiore autonomia dei cittadini interessati. Richiesta legittima di una parte del paese che produce, rispetta gli impegni e pretende di potersi gestire al meglio. C’è anche un segnale preoccupante non tanto sotterraneo, che va controllato, di una crisi che morde anche al Nord e suscita segnali di ribellione verso il centro, verso l’imposizione fiscale sentita come oppressione. Una voce che va ascoltata, più equità è necessaria, ma sarebbe pericoloso lisciare il pelo a tendenze separatiste. Da soli non si va da nessuna parte.

Adesso finalmente la Lombardia ha deciso di aprire la trattativa con il governo per l’attribuzione di maggiori competenze e deleghe. Un percorso che va seguito ed aiutato, sia i rappresentanti del Partito Democratico in regione che il Sindaco di Bergamo Gori sono in prima linea per supportare il percorso legittimo, onesto e trasparente.

Da sottolineare la misura e la competenza del presidente del Consiglio aperto alla trattativa, che ha riportato tutti con i piedi per terra su una discussione seria “Il Governo è pronto a un confronto di merito con le regioni su queste funzioni – ha detto Gentiloni – per avere regioni più efficienti. E questo è possibile anzi è probabile”.
Apertura quindi nel rispetto della Costituzione, si parla di funzioni e competenze aggiuntive non di nuovi statuti speciali; si parla di come far funzionare meglio i territori premiando le virtuosità non di mettere in discussione l’Unità del Paese. Non abbiamo bisogno di ulteriori lacerazioni sociali ma di ricostruire un tessuto compromesso dalla crisi.

Trattandosi di trattativa è necessario parlare con il Governo e raggiungere un’intesa che poi dovrà essere recepita dal parlamento – un percorso lungo che o sarà condiviso oppure rischierà di interrompersi sul nascere.

Se tutto andrà bene la Lombardia avrà più materie da gestire ed i relativi fondi, fondi che non spenderà lo stato centrale in un bilancio positivo per tutti. Bisogna essere però chiari con i cittadini, questo non riguarda la materia fiscale e il famoso residuo dei 50 miliardi fantasticato da Maroni. Buttare la palla in avanti nel tentativo di far saltare il banco ai fini elettorali può essere molto pericoloso!

Questione fiscale che, a mio giudizio, va affrontata in altre sedi assieme ad una questione ancora più importante: bisogna lavorare per contrastare gli sprechi e lo sperpero delle amministrazioni che non mantengono gli impegni. Contrastare una classe dirigente che in tante regioni non virtuose fanno danno allo stato ed ai loro territori. Chi non è in grado di governare e non rispetta i vincoli va commissariato non premiato.
E’ il solo modo per recuperare credibilità e dare una spinta morale e di fiducia che serve al Paese.

Giovanni Curti – Segretario Provinciale Partito Democratico della provincia di Sondrio

Pubblicato in Territorio | Lascia un commento

Elezione segretario del circolo di Tirano

Care democratiche, cari democratici
Domenica 29 ottobre 2017 è convocata l’assemblea del circolo mandamentale di Tirano per l’elezione del Segretario del circolo e del Coordinamento.
Sarà possibile rinnovare gli organismi come previsto dal regolamento per la fase congressuale straordinaria dei circoli approvato dalla direzione regionale del partito in data 11/09/2017.
E’ una data importante per incontrarci, per il confronto e lo scambio di idee. Auspichiamo una discussione positiva che guardi al futuro, al nostro impegno sui temi locali e nazionali, alla prospettiva di crescita ed uguaglianza per il Paese che un partito riformista deve avere.
I tempi non sono facili ma anche per questo c’è ancora piu’ bisogno del nostro impegno.
L’appuntamento è fissato presso la Vineria in Tirano dalle ore 18:00 alle ore 21:00.
Le candidature a segretario e le liste dei candidati si presentano il giorno dell’assemblea.
E’ possibile presentarsi alla riunione, partecipare alla discussione, effettuare l’iscrizione al partito per il 2017 e votare.
Può votare anche chi si iscrive il giorno dell’assemblea (29 di ottobre).

Pubblicato in Partito | Lascia un commento

Elezione segretario del circolo di Chiavenna

Care democratiche, cari democratici
Domenica 5 Novembre 2017 è convocata l’assemblea del circolo mandamentale di Chiavenna per l’elezione del Segretario del circolo e del Coordinamento.
Sarà possibile rinnovare gli organismi come previsto dal regolamento per la fase congressuale straordinaria dei circoli approvato dalla direzione regionale del partito in data 11/09/2017.
È una data importante per incontrarci, per il confronto e lo scambio di idee. Auspichiamo una discussione positiva che guardi al futuro, al nostro impegno sui temi locali e nazionali, alla prospettiva di crescita ed uguaglianza del Paese che un partito riformista deve avere.
I tempi non sono facili ma, anche per questo, c’è ancora piu’ bisogno del nostro impegno.
L’appuntamento è fissato presso la sede della Società Operaia a Chiavenna dalle ore 10:00 alle ore 13:00.
Le candidature a segretario e le liste dei candidati si presentano il giorno dell’assemblea.
È possibile presentarsi alla riunione, partecipare alla discussione, effettuare l’iscrizione al partito per il 2017 e votare.
Può votare anche chi si iscrive il giorno dell’assemblea (il 5 novembre).

Pubblicato in Partito | Lascia un commento

Incontro sulla Sanità di Montagna con con la sen. De Biasi

DeBiasi15luglio

Pubblicato in Sanità e welfare, Territorio | Lascia un commento

Primarie del 30 aprile: tutti i seggi in Provincia

Primarie30aprile

 

ATTENZIONE: Il seggio di Cosio Valtellino si terrà presso l’auditorium delle Scuole Medie in via Nervi.

Pubblicato in Blog Dem, Idee e politica, Partito | Lascia un commento