Archivi tag: farmaci

Farmaci generici, approvata mozione Pd: finiscono (per ora) i balzelli

(foto: Pranjal Mahna)

È stata approvata la mozione del Pd sulla compartecipazione dei cittadini alla spesa farmaceutica sui farmaci generici, un provvedimento che metterà fine, almeno temporaneamente, ad un ingiusto balzello sulle tasche dei cittadini.

L’Aifa da aprile ha infatti abbassato la soglia del rimborso dei medicinali equivalenti, ma la maggior parte delle aziende farmaceutiche non ha allineato i prezzi di tali farmaci ai rimborsi previsti. La Lombardia, anche se con un certo ritardo, ha rimborsato la differenza prezzo/rimborso per 1 mese. Un provvedimento scaduto però dal 1 giugno, mettendo così cittadini si trovano nella stessa situazione di difficoltà di questa primavera. Nel frattempo alcune aziende hanno equiparato il costo di vendita al rimborso, ma non tutte. Continua a leggere

Pubblicato in Sanità e welfare | Taggato , , , | Lascia un commento

Farmaci e ticket ambulatoriali, basta con i balzelli

Farmaci e visite sempre più cari, ma la Regione cosa fa? È quello che stiamo chiedendo in questi giorni alla giunta lombarda. I trasferimenti statali diventano sempre più esigui e tocca infatti agli utenti farsi carico delle eventuali quote aggiuntive. Come è accaduto ad aprile quando i lombardi hanno pagato il 22,5% in più rispetto all’aprile dell’anno precedente a causa del mancato allineamento del prezzo di alcuni generici da parte delle aziende produttrici. Continua a leggere

Pubblicato in Sanità e welfare | Taggato , | Lascia un commento

Farmaci generici, la Regione finalmente si decide a coprire gli aumenti

Meglio tardi che mai. Regione Lombardia ha deciso finalmente di garantire la copertura sui prezzi dei farmaci generici dopo 20 giorni in cui i cittadini hanno dovuto sborsare di tasca propria la differenza tra il prezzo di vendita e il rimborso da parte del servizio sanitario nazionale. Toscana e Piemonte lo fanno da settimane.

A questo punto auspichiamo che il provvedimento appena approvato dalla Giunta in risposta alla mozione che il Pd ha presentato settimana scorsa sia temporalmente sufficiente al progressivo riallineamento che le case farmaceutiche stanno operando. Contemporaneamente speriamo che nel caso in cui non si verificasse un totale riallineamento, la Regione proroghi questa sperimentazione. Chiediamo insomma la disponibilità a prorogare anche oltre il 31 maggio questa sperimentazione se ce ne fosse necessità.

La scelta di andare a ritoccare al rialzo il costo del farmaco generico in una Regione che è fanalino di coda in Italia (29% è la spesa per i generici sulla spesa farmaceutica totale a fronte di regioni dove essa supera il 35%) ci ha spinto a ribadire nuovamente e con vigore la necessità dell’abolizione del ticket sul generico che non è uno strumento di contenimento della spesa come era stato presentato ma oggi appare più che altro un metodo per fare cassa. Infatti la spesa farmaceutica negli ultimi anni è progressivamente aumentata.

Pubblicato in Sanità e welfare | Taggato , | Lascia un commento

I farmaci costano di più e la Regione fa lo scaricabarile

(foto: sick_rdm)

L’Agenzia italiana per il Farmaco ha abbassato i rimborsi per i farmaci equivalenti così da far risparmiare al sistema complessivo 600 milioni di euro l’anno. ma a questo provvedimento non sono seguite le previste riduzioni di prezzo da parte delle industrie farmaceutiche e a pagarne le spese sono gli utenti. Così i cittadini si trovano a dover pagare ancora di più per i farmaci generici anche se acquistati con la ricetta. È una delle conseguenze della Finanziaria di Tremonti.

Apprendiamo dalle agenzie che l’assessore al Bilancio Romano Colozzi ha dato la colpa a una legge (del Governo di cui è rappresentante sul territorio) scritta male, ma in una regione come la Lombardia in cui i cittadini pagano già 200 milioni di euro l’anno di ticket sui farmaci non è pensabile scaricare su di loro altri costi per la spesa farmaceutica. Regioni virtuose come la Toscana che, ricordiamo, hanno i conti sanitari in pareggio senza aver introdotto alcun ticket, hanno scelto di compensare con risorse proprie la differenza. Ci aspettiamo dunque che Regione Lombardia segua rapidamente questa strada in attesa che il Governo colmi questo vuoto normativo.

Pubblicato in Sanità e welfare | Taggato , | Lascia un commento