Archivi tag: asl

Sicurezza sui luoghi di lavoro: che fine hanno fatto i fondi per sostenerla?

Dove finisce il denaro incassato dalle Asl per le sanzioni amministrative? Secondo quanto stabiliscono sia il decreto del 9 aprile del 2008, sia due provvedimenti regionali del 2008 e del 2009, infatti, le somme che le Asl incamerano per le sanzioni amministrative dovrebbero essere destinate a finanziare le attività di prevenzione nei luoghi di lavoro e di ispezione. A oggi però pare non sia così. Per questo, assieme ai consiglieri del PD in commissione Sanità, ho presentato un’interrogazione in cui si chiede alla giunta se è vero che i proventi delle sanzioni del 2010 sono stati utilizzati, per espressa decisione della Regione, non per attività di ispezione ma per coprire il bilancio ordinario. Si chiede, inoltre, quale sia stata la destinazione di questi fondi a quanto ammontino quelli del 2011 e in che misura siano stati destinati per il 2012 all’incremento dei controlli delle Asl. I proventi delle sanzioni sono, per legge, risorse da destinare alle attività di controllo, centrali per la salute dei cittadini, basti pensare alla prevenzione e alla sicurezza nei luoghi di lavoro. Regione Lombardia deve spiegare se intende sostenerle realmente. Vogliamo chiarezza.

Pubblicato in Economia e lavoro, Sanità e welfare, Territorio | Taggato , , , , | Lascia un commento

Nomine Asl: qualcuno finalmente si dimette

foto: ernstl

Un atto dovuto, che se non altro interrompe una catena di nomine “inopportune”. Si commentano così le dimissioni del direttore sanitario dell’Asl Milano 1 Giovanni Materia. L’ormai ex manager dell’azienda sanitaria locale, non appena ottenuto l’incarico, ha dovuto rinunciare, incalzato dalle nostre proteste a vari livelli istituzionali. Su Materia pesa infatti un rinvio a giudizio per abuso d’ufficio. La sua nomina era stata decisa dal direttore generale dell’Asl Milano 1 Pietrogino Pezzano, già al centro di una dura polemica sfociata nella richiesta, respinta per un soffio dal Consiglio regionale, di farsi da parte. Una richiesta che abbiamo nuovamente rivolto a Pezzano stesso, che, a poche settimane dal suo nuovo incarico, non solo non pensa alle dimissioni ma effettua un’altra nomina che ha le stesse caratteristiche di inopportunità della sua e che non sembra rispettare certamente quel principio di prudenza chiesto dall’opposizione nella scelta dei dirigenti. Le modalità con cui sono stati scelti i direttori generali delle Asl e Ao lombarde si ripercuotono a cascata sulle nomine conseguenti. Aspettiamo, come da richiesta del Consiglio regionale passata attraverso un ordine del giorno bipartisan, che gli Assessori vengano in Commissione a spiegare la ratio che ha guidato le ultime scelte nel mondo sanitario lombardo.

Pubblicato in Sanità e welfare | Taggato , , , , | Lascia un commento

TeleOspedale, Bresciani chiarisca: non possiamo permetterci nuovi scandali

È di pochi giorni fa la notizia delle sospette tangenti per l’affidamento di un appalto relativo ad un sistema di impianti video a circuito chiuso nelle Asl e negli ospedali lombardi. In merito è in corso un’indagine che vede coinvolti, tra gli altri, il capoufficio stampa dell’assessore alla Sanità Luciano Bresciani. La denuncia è partita da un esposto alla magistratura del capogruppo della Lega in Consiglio regionale, e coincide con un momento delicato per la sanità lombarda, perché entro il mese di dicembre la Giunta dovrà procedere al rinnovo dei vertici delle aziende ospedaliere e delle Asl regionali.

Ragion per cui è necessaria la massima chiarezza su questa vicenda, e in questa direzione va l’interrogazione che ho presentato nei giorni scorsi. L’Assessore deve spiegarci in Commissione se sono vere le notizie apparse sui relativamente all’inchiesta. Deve chiarire quanto è costata l’istituzione di questi impianti ai cittadini lombardi e che utilità hanno per il miglioramento e il funzionamento delle strutture questi sistemi televisivi outdoor. E dovrà spiegare quali provvedimenti saranno presi nei confronti delle persone che risultassero eventualmente indagate per assicurare condizioni di trasparenza e correttezza e quali azioni intende intraprendere la Regione per attuare maggiori controlli sul sistema di appalti dei servizi del sistema sanitario regionale. La Lombardia non può permettersi nuovi scandali.

Pubblicato in Sanità e welfare | Taggato , , , | Lascia un commento