Archivi del mese: novembre 2011

Arrestato il vicepresidente Nicoli Cristiani, Formigoni riferisca in aula

A questo punto Formigoni riferisca in aula sui fatti. È la richiesta che abbiamo avanzato io e il consigliere segretario Carlo Spreafico, dopo l’arresto del vicepresidente del Consiglio regionale Franco Nicoli Cristiani. Da parte nostra, ribadiamo la fiducia nella magistratura, che auspichiamo possa fare, anche a tutela di Nicoli Cristiani, chiarezza sulla vicenda in tempi brevi. Sottolineiamo che, a quanto si apprende dalle notizie di stampa, i fatti contestati a Nicoli Cristiani non sono in alcun modo riferiti ad attività relative alle funzioni dell’ufficio di presidenza. La nostra preoccupazione ora è quella di tutelare la dignità del Consiglio e del suo Ufficio di presidenza. Per questo chiediamo che l’ufficio di presidenza faccia propria la nostra richiesta: Formigoni riferisca in aula sui fatti.

Pubblicato in Idee e politica, Territorio | Taggato , , , | Lascia un commento

Violenza sulle donne, la Regione s’impegni a prevenire e contrastare il fenomeno

In Lombardia manca una legge per contrastare la violenza sulle donne (©European Parliament/Pietro Naj-Oleari)

La Lombardia è ormai l’ultima Regione italiana a non aver approvato una legge sulla prevenzione e il contrasto della violenza sulle donne. A oggi, a differenza di molte altre regioni del Paese, in Lombardia non esiste alcuna normativa che riconosca le case delle donne, i servizi e i centri antiviolenza delle donne, e che li consideri un presidio nella rete dei servizi alla persona, né esiste per loro alcuna forma di finanziamento che dia garanzia di omogeneità e continuità. Eppure dalla scorsa legislatura il centrosinistra ha avanzato proposte per porre rimedio a una mancanza che, alla luce dei tagli operati sugli enti locali rischia di provocare la chiusura di realtà che, ricche di competenze ed esperienza, operano sul territorio in condizioni molto delicate, a causa del muro di silenzio e paure che accompagnano il fenomeno. Sono le uniche realtà in grado di fornire i dati sulla portata del fenomeno dei maltrattamenti e sulle conseguenze sociali ed economiche dello stesso, poiché finora nella nostra Regione, non solo non esiste la legge, ma neppure alcun sistema di monitoraggio. Continua a leggere

Pubblicato in Idee e politica, Sanità e welfare, Territorio | Taggato , , , , | Lascia un commento

San Raffaele, serve la massima trasparenza

Ieri la presidente della commissione Sanità, Margherita Peroni, ha scelto di tenere l’audizione dei sindacati del San Raffaele a porte chiuse. Ci siamo opposti a questa decisione perché riteniamo che la gravità della situazione richieda di fare chiarezza con la massima trasparenza. L’audizione peraltro ci ha permesso di acquisire informazioni che per via ordinaria non avevamo avuto. Ricordo che avevamo già presentato un’interrogazione in proposito alla quale era stata data una risposta elusiva. Attendiamo intanto anche l’audizione del nuovo board del San Raffaele, chiesta da tempo. Anche alla luce di quanto abbiamo appreso oggi riteniamo assolutamente necessario istituire una commissione d’inchiesta sull’argomento. Per questo stiamo iniziando a raccogliere le firme necessarie a formulare la richiesta”.

Pubblicato in Sanità e welfare, Territorio | Taggato , , | Lascia un commento

Violenza sulle donne: la Regione non può più stare a guardare

Pubblicato in Idee e politica, Sanità e welfare, Territorio | Taggato , , , | Lascia un commento

Vicenda San Raffaele, serve una commissione d’inchiesta

Sono ormai troppi gli interrogativi attorno alla vicenda del San Raffaele. La gravità e la complessità dei fatti su cui la magistratura sta indagando meritano l’istituzione di una commissione d’inchiesta da parte del Consiglio regionale. Abbiamo fino ad oggi percorso le vie ordinarie ma abbiamo ricevuto risposte vaghe alle nostre interrogazioni e non abbiamo ottenuto l’audizione in commissione del board che avevamo richiesto oltre un mese e mezzo fa. Ora chiediamo l’istituzione di uno strumento straordinario com’è, appunto, la commissione d’inchiesta.

Il San Raffaele era fino a pochi mesi fa considerato la punta di diamante del sistema sanitario privato lombardo e la sua caduta, con il concordato preventivo per evitare la bancarotta, è già di per sé un evento impressionante. Ma ora la magistratura è giunta a indagare un sistema di relazioni e di potere che sarebbe responsabile dell’affossamento del San Raffaele, e in quest’ambito sono state effettuate perquisizioni anche negli uffici della Regione, in particolar modo nelle stanze di un dirigente che, tra le deleghe, detiene quella alle “sperimentazioni gestionali e collaborazioni fra soggetti pubblici e privati”. È evidente che Formigoni non può continuare a tacere, e dovrebbe almeno spiegare cosa ha portato gli inquirenti a indagare all’interno dell’assessorato regionale.

Pubblicato in Sanità e welfare | Taggato , , , , | Lascia un commento

Accorpamenti forzati degli istituti scolastici: il Consiglio regionale lombardo dice “no”

Nei giorni scorsi il Consiglio regionale ha approvato all’unanimità la nostra mozione, di cui sono prima firmataria, che si opponeva agli accorpamenti forzati degli istituti scolastici comprensivi. Il documento invitava la Giunta a studiare un’applicazione graduale e con criteri meno rigidi delle disposizioni governative che prevedono l’autonomia scolastica ai plessi con almeno mille alunni. Aver approvato questa mozione è un grosso passo in avanti, coerente con ciò che ha già fatto la Regione stessa insieme a tutta la Conferenza Stato-Regioni. A questo punto ci aspettiamo una decisione chiara e definitiva del Ministero, che vada nella direzione richiesta.

Pubblicato in Scuola, Territorio | Taggato , , , | Lascia un commento

Sanità, saltano 85 interventi di ammodernamento degli ospedali lombardi

Dovevano essere lavori di ristrutturazione, bonifica, messa in sicurezza delle strutture ospedaliere, ma rimarranno fermi al palo. Sono in tutto 85 gli interventi negli ospedali lombardi previsti nel quarto accordo di programma del marzo 2010, che oggi sono rimasti senza finanziamento da parte del Governo. Si tratta di adeguamenti strutturali che riguardano ristrutturazioni attese da tempo, ma che non saranno realizzate. In particolare ricomprendono adeguamenti strutturali e impiantistici finalizzati all’accreditamento e volti al raggiungimento delle certificazioni di prevenzione incendio e sisma, all’abbattimento delle barriere architettoniche, alla bonifica per la presenza di amianto, alla messa in sicurezza degli impianti elettrici, all’umanizzazione degli spazi dedicati alla degenza. Continua a leggere

Pubblicato in Sanità e welfare, Territorio | Taggato , , | Lascia un commento

Grandissima partecipazione al convegno sull’autismo. Ecco i nostri impegni (VIDEO)

Autismo, le nostre proposte

Pubblicato in Idee e politica, Sanità e welfare, Territorio | Lascia un commento

Vuoto il nido della Regione annunciato due mesi fa da Formigoni

Il nido della Regione, annunciato quasi due mesi fa in pompa magna da Formigoni, resta vuoto. Nessuno sa, infatti, che fine ha fatto l’asilo nido per i figli dei dipendenti della Regione e gli abitanti del quartiere. Il posto è pronto, arredato e illuminato ma vuoto. Eppure le attività avrebbero dovuto iniziare già ai primi di ottobre, almeno secondo quanto annunciato dallo stesso Formigoni, il 26 settembre scorso. Ma ad oggi l’asilo nido non è attivo, nonostante l’interessamento di numerosi genitori e nonostante sia noto che Infrastrutture Lombarde l’ha aggiudicato il 4 agosto scorso.

Abbiamo voluto chiedere chiarimenti, con un’interrogazione di cui sono prima firmataria, anche perché l’annuncio di Formigoni ha acceso nei dipendenti aspettative che ora sono state disattese. A loro è doveroso spiegare cosa devono attendersi, qual è il coinvolgimento di Regione Lombardia nell’attivazione del servizio e qual è l’entità del sostegno alle rette applicate. Chiediamo, inoltre se il nido avrà solo una dimensione ‘aziendale’ o se c’è stato un confronto con il Comune di Milano per arrivare ad una convenzione che ne permetta l’utilizzo anche da parte dei cittadini milanesi, contribuendo così ad accorciare le liste d’attesa.

Pubblicato in Sanità e welfare, Scuola, Territorio | Taggato , , | 1 commento

Politiche sociali, si prospettano tempi durissimi

Per le politiche sociali le prospettive per il 2012 sono nere. Secondo notizie di stampa sul Fondo regionale politiche sociali del 2012 saranno appostati solo 40 milioni di euro, a fronte dei 70 milioni di euro dello scorso anno, risorse che, ricordo, sono arrivate con l’assestamento di bilancio di metà anno, a fronte delle richieste del Partito democratico e della manifestazione organizzata dalle associazioni dei disabili nello scorso mese di maggio davanti al Pirellone.

Un dato allarmante che si somma al fatto che il trasferimento dal fondo nazionale ammonterà a soli 25 milioni di euro anziché a 109 milioni di euro come nel 2011. I tagli nazionali sommati a quelli regionali significheranno per i Comuni una riduzione di un terzo delle risorse. Il quadro che si delinea è evidentemente di emergenza. Ridurre risorse che erano già di per se esigue rischia di avere ricadute sui servizi insostenibili. Siamo consapevoli della pesantezza dei tagli imposti e delle grave difficoltà del momento, ma riteniamo che non si possano mettere a rischio servizi essenziali per la comunità. Per questo chiederemo alla giunta di adoperarsi per trovare nuove risorse da porre a bilancio.

Pubblicato in Sanità e welfare | Taggato , | Lascia un commento