Archivi del mese: novembre 2010

Bilancio, Formigoni promette lacrime e sangue… e purtroppo è di parola

 

Diminuiscono i fondi destinati al sociale

Tagliati gli interventi per il sostegno alla disabilità (foto: funky64, da www.flickr.com)

Il presidente della Regione Roberto Formigoni aveva preannunciato per il 2011 un bilancio lacrime e sangue. Per una volta, è stato di parola, forse troppo. I primi numeri sulle risorse che il Pirellone avrà a disposizione il prossimo anno sono più che preoccupanti. I preannunciati tagli sembrano infatti peggiori delle previsioni. Diamo un’occhiata ai numeri: su cultura, formazione e sport la chiusura dei rubinetti dovrebbe portare a una diminuzione delle risorse di circa 14 milioni di euro, vale a dire una riduzione di due terzi del budget annuale. Continua a leggere

Pubblicato in Cultura e sport, Sanità e welfare, Scuola | Taggato , , , , , | Lascia un commento

Violenza sulle donne in costante aumento: serve una seria politica di prevenzione e contrasto

La violenza sulle donne è in aumento anche in Lombardia

La violenza sulle donne è in aumento anche in Lombardia (foto Funky64, da www.flickr.com)

Si celebra oggi la giornata contro la violenza sulle donne. Un fenomeno drammaticamente all’ordine del giorno e purtroppo in costante aumento, che va contrastato con ogni mezzo. Un fenomeno che ha assunto anche nella nostra regione un peso preoccupante. Basterebbero solo i casi più eclatanti riportati dalle cronache ad allarmare. Ma, come se il contesto non fosse sufficientemente drammatico, dietro i casi riportati dai media si nascondono tante altre violenze invisibili, perpetrate ogni giorno dentro le mura domestiche, come testimoniano gli stessi centri antiviolenza. Continua a leggere

Pubblicato in Idee e politica, Sanità e welfare | Taggato , , , | Lascia un commento

Sanità, il Piano sociosanitario non è all’altezza delle esigenze dei lombardi

"Valorizzare le professioni sanitarie"

Tra le nostre richieste, la valorizzazione delle professioni sanitarie

Il piano sociosanitario regionale è approdato in Consiglio regionale la scorsa settimana. Un documento che ha conservato tutte le sue gravi carenze, le sue falle e le sue contraddizioni. Una su tutte la sua eccessiva genericità, emersa peraltro anche nel corso del dibattito in aula. Manca una definizione delle priorità. Una carenza, lo abbiamo sottolineato più volte, che si riscontra in ogni settore; così come è assente una vera programmazione sugli interventi.

Non ci sono infatti indicazioni puntuali sulle risorse economiche che verranno messe in campo e sull’irrisolto nodo della mancata continuità assistenziale che caratterizza la sanità lombarda. La frattura esistente in questa regione tra il mondo ospedaliero e il territorio lascia i pazienti, soprattutto i malati cronici, privi di un’adeguata assistenza dopo le dimissioni e in carico esclusivo alle famiglie. A tutto questo, nel documento approvato dalla Regione, non viene data risposta. E se da un lato il testo ambisce a valorizzare la medicina del territorio (obiettivo peraltro condivisibile) andando incontro alle necessità dei cittadini troppo spesso dimessi precocemente e lasciati soli in momenti di particolare fragilità, dall’altro si palesa il rischio che la mancanza di risorse pubbliche possa portare ad un’ulteriore privatizzazione sia delle strutture che delle cure intermedie, rinunciando di fatto alla garanzia di una presa in carico di tutti i pazienti. Continua a leggere

Pubblicato in Sanità e welfare, Territorio | Taggato , , , , | Lascia un commento

Un blog per ascoltarci

Sara Valmaggi

“Uno spazio mio e vostro. Per ascoltare, per ascoltarci”.

“Se non porti almeno una soluzione, anche tu fai parte del problema”. È una frase di Ashleigh Ellwood Brilliant che si legge entrando in quello che, da cinque anni, è il mio ufficio in Regione Lombardia. Ormai diventata il mio motto. Ho avuto la vostra fiducia nel 2005 e me l’avete confermata pochi mesi fa, quando siete tornati a votare, e che io non ho mai dato per scontata. In questi anni ho girato in lungo e in largo tutta la Regione, anche le realtà che a me sembravano tanto lontane, cercando di non trascurare gli interessi e i bisogni, per me prioritari, della Provincia di Milano, la realtà da cui io provengo.

Insieme agli altri compagni e amici del gruppo consigliare, ho lavorato e continuo a lavorare per aumentare gli investimenti a favore della scuola, per offrire una formazione più qualificata e adeguata. Mi sono attivata per ampliare la rete dei servizi pensando ai bisogni dei più piccoli e degli anziani. Ho chiesto un sistema sanitario più efficace e trasparente senza liste d’attesa e capace di garantire la cura anche dopo il ricovero. Ho proposto incentivi e sostegni per i lavoratori in difficoltà e per i giovani in cerca di occupazione. Ho promosso il protagonismo delle donne nelle istituzioni, nella politica, nel lavoro. Nel nostro lavoro, spesso ci siamo dovuti scontrare con un modello di Governo che il più delle volte non prevede il reale confronto. Un sistema chiuso, sia al suo interno, che nei confronti dell’esterno.

Ecco perché nasce questo spazio. Uno spazio mio e vostro per informare ed essere informati, per dialogare e confrontarsi, anche criticare. Ma soprattutto per ascoltare. Per ascoltarci.

Pubblicato in Ambiente e agricoltura, Blog Dem, Cultura e sport, Economia e lavoro, Idee e politica, Mobilità, Sanità e welfare, Scuola, Territorio | Lascia un commento