Archivi del mese: aprile 2014

Necessario un “freno” alla proliferazione delle mini e micro centrali idroelettriche in Valsassina

Una mozione approvata recentemente dal Consiglio Provinciale di Lecco, su istanza dei Sindaci dei Comuni montani della Provincia lecchese, ha evidenziato come nei territori dei Comuni della Valsassina, Valvarrone, Val d’Esino e Riviera in provincia di Lecco stiano proliferando le richieste di concessione per la costruzione di centrali idroelettriche di piccole dimensioni, che rischiano di provocare alterazioni importanti nella vita dei corsi d’acqua.
Alla luce di questo documento, nonché delle preoccupazioni espresse dai Comitati di cittadini sorti su questo tema, ho presentato un’interrogazione all’Assessore all’ambiente per conoscere:
1) se intenda promuovere una moratoria delle nuove concessioni e di quelle in fase istruttoria di micro e mini impianti idroelettrici, per consentire ai competenti soggetti territoriali di costruire, attraverso l’adozione di strumenti di propria competenza, dalla approvazione del Piano di Bilancio Idrico Provinciale all’adeguamento della normativa regionale, un equilibrio condiviso tra la necessità di utilizzo della risorsa idrica per produrre energia e la salvaguardia del territorio.
2) se intenda, nel corso della identificazione delle aree idonee o non idonee ad ospitare impianti FER prevista come parte integrante del Programma Energetico regionale in fase di approvazione, azzonare le aree fragili della provincia di Lecco tenendo conto delle indicazioni scaturite nel confronto con le amministrazioni locali, dei soggetti portatori di interessi e dei cittadini escludendo dalle zone idonee quelle identificate nei piani comunali come a rischio valanghe o frane ed esposte ad elevato rischio idrogeologico così come quelle ad elevata naturalità e qualità paesaggistica inserite dai Piani Ittici Provinciali come ‘acque di pregio’.

Pubblicato in Blog Dem | Lascia un commento

PGT Varenna: il comune deve recepire le prescrizioni regionali, lo dice la legge.

Buone notizie dal Consiglio regionale. L’assessore al Territorio Viviana Beccalossi ha precisato che, così come prevede la legge 12 del 2005, il comune in sede di approvazione del proprio Pgt deve aver recepito le prescrizioni formulate dalla Giunta. E quindi nel caso specifico il comune di Varenna deve stralciare dal proprio piano del territorio ciò che va oltre quanto indicato dalla Regione. L’assessore ha comunque precisato che il documento approvato dal comune non è stato ancora trasmesso agli uffici regionali competenti pertanto si rimanda alla verifica dell’assessorato per valutare concretamente che le previsioni del pgt di Varenna non siano difformi da quanto prescritto dalla Giunta. Da parte nostra verificheremo che tutto venga rispettato.

Pubblicato in Blog Dem | Lascia un commento