Archivi del mese: dicembre 2013

Dalle primarie PD un messaggio forte e chiaro!

Gli elettori delle primarie di questo 8 dicembre per l’elezione del segretario nazionale del PD hanno mandato un messaggio forte e chiaro, confermando e rafforzando quel desiderio di cambiamento che già si era espresso nel voto delle convenzioni provinciali riservate agli iscritti.

Due erano gli elementi di incertezza di queste primarie, posto che nessuno metteva in dubbio la vittoria di Renzi:
1) l’affluenza alle urne,
2) la percentuale di consensi che avrebbe potuto ottenere il nuovo segretario nazionale.

In entrambi i casi il risultato ottenuto è decisamente migliore di ogni aspettativa!

La straordinaria prova di democrazia offerta in questa giornata (i dati parlano di quasi tre milioni di votanti a livello nazionale, 12494 in Provincia di Lecco), se testimonia da una parte la vitalità del Partito democratico, dall’altra dice di un’espressione matura della volontà di rinnovamento espressa dai cittadini. E di un’occasione che non può essere persa!

I termini numerici con cui Matteo Renzi ha vinto questa prova (intorno al 70%, il 68.73% in Provincia di Lecco) fugano ogni dubbio circa l’orientamento della base elettorale del Pd ed assicurano al nuovo segretario nazionale l’autorevolezza per operare le profonde trasformazioni che ha annunciato nel partito.

Personalmente ritengo che ci sia così la possibilità di avviare un “circuito virtuoso” attraverso il quale operare un rinnovamento profondo della nostra nazione, attuandolo con quell’iniezione di entusiasmo e di fiducia che sola può permetterci di uscire dall’attuale situazione di crisi.

Infine condivido pienamente l’auspicio formulato nelle scorse ore da Romano Prodi che il partito, che pure esprime giustamente al suo interno sensibilità diverse come quelle rappresentate da Cuperlo e da Civati, si “ricompatti” intorno al suo nuovo leader e possa lavorare unitariamente a partire dal 9 dicembre!

Pubblicato in Blog Dem | Lascia un commento

Ritardi persistenti e carrozze insufficienti sulle linee Tirano – Lecco – Milano

Di fronte al persistere dei ritardi e dei pesanti disagi che i pendolari lecchesi quotidianamente “soffrono” sulle linee Tirano – Sondrio – Lecco – Milano Centrale e Lecco – Milano Porta Garibaldi, ho presentato un’interrogazione a risposta in Commissione all’indirizzo dell’assessore regionale ai trasporti Maurizio Del Tenno per sapere se sono previsti interventi infrastrutturali che migliorino il servizio ferroviario provinciale.
I report quotidiani dei Comitati dei pendolari parlano chiaro ci sono ritardi cronici di oltre dieci minuti sulle tratte Tirano – Lecco – Milano e Lecco – Milano Porta Garibaldi, maturati spesso nelle stazioni di Monza, Sesto San Giovanni e Milano Greco Pirelli a causa di soste prolungate oppure di rallentamenti per dare la precedenza ad altri treni. Per quanto riguarda le carrozze, il numero è insufficiente molte fuori uso a causa di guasti dell’impianto di condizionamento o apertura porte, che costringe spesso i passeggeri a viaggiare in piedi per la maggior parte della tratta, di continue rotture agli impianti di climatizzazione e di illuminazione che rendono il viaggio insostenibile ed ai limiti dei minimi standard di sicurezza.
Lo scorso 21 novembre,nella riunione del tavolo di quadrante il direttore operativo di Trenord ha ammesso che la linea S8 (Lecco – Milano Porta Garibaldi), è, per scelta, quella più penalizzata da ritardi e disagi fra quelle del quadrante Nord. Un’ammissione di colpa a cui non fa seguito, ancora oggi, alcun intervento infrastrutturale di correzione. Vorremmo quindi sapere dall’assessore Del Tenno se fra i 62 nuovi treni, la cui immissione è prevista a partire dal prossimo mese di febbraio, ne siano previsti alcuni per la linee ferroviarie lecchesi visto e considerato che, a causa delle problematiche specifiche della linea Tirano – Sondrio – Lecco – Milano, i treni non possono superare un numero massimo di carrozze.

Pubblicato in Blog Dem | Lascia un commento