Archivi del mese: ottobre 2013

La Regione scongiuri la chiusura del Museo del Ghisallo

Il Museo Madonna del Ghisallo, simbolo delle glorie del ciclismo italiano e lombardo, ha annunciato nei giorni scorsi la chiusura per mancanza di fondi. Una scelta che avrà pesanti ripercussioni innanzitutto sui dipendenti ed anche sull’indotto turistico regionale dal momento che il museo è punto di riferimento per tutti gli appassionati di questo sport. Ho presentato con il collega comasco Luca Gaffuri un’interrogazione all’indirizzo dell’assessore regionale allo Sport Antonio Rossi, in discussione nella prossima seduta d’Aula, per conoscere se e in che modo la Giunta intenda fornire al Museo del Ciclismo tutto il supporto necessario alla riapertura.
Nel 2005 Regione Lombardia ha promosso un accordo di programma in favore del Museo che la vede coinvolta come partner del progetto con un significativo contributo. Ad oggi, però, venendo meno un finanziamento regionale le conseguenze non hanno tardato ad arrivare. Per la Lombardia è importante che questa realtà non si spenga ed è con questo spirito che abbiamo presentato questainterrogaione per pungolare la Giunta ad investire sul museo sia in termini di carattere economico che di piano strategico di valorizzazione per incrementarne le visite e renderne sostenibile la gestione già dall’anno prossimo ed in vista dell’Expo, salvaguardo così tutti i soggetti che, a causa della chiusura, resteranno senza lavoro. E’ già arrivata la disponibilità di molte realtà lombarde la Regione faccia la sua parte.

Pubblicato in Blog Dem | Lascia un commento

Trenord smentisce Del Tenno. L’assessore chiarisca se ci sarà il treno diretto da Lecco al sito di Expo

Trenord smentisce l’assessore regionale ai trasporti Del Tenno, non ci sarà il treno diretto da Lecco al sito di Expo 2015. È successo ieri pomeriggio in commissione trasporti del Consiglio regionale, dove il presidente e l’amministratore delegato di Trenord, Vincenzo Soprano e Luigi Legnani, hanno risposto alle domande dei consiglieri regionali in merito alle criticità del trasporto ferroviario, anche in previsione dell’impatto di Expo 2015. Espressamente interrogati sul caso del diretto mancato tra la città di Como e l’area fiera di Rho, i consiglieri del Pd hanno ricordato l’impegno dell’assessore alle infrastrutture prima dell’estate nel crearne uno ad hoc per la provincia di Lecco proprio in vista dell’esposizione universale. La risposta dei vertici di Trenord, però, non lascia spazio ad interpretazioni: “Su Expo 2015, e nello specifico sulle richieste di istituire linee dirette dalle principali città lombarde al sito di Rho Fiera, si lavora per rete ferroviaria e non con treni diretti punto-punto” specificando che al momento non è previsto nessun treno diretto che parta da Lecco. E’ una vicenda questa su cui l’assessore Del Tenno deve fare chiarezza non è possibile scoprire a distanza di mesi che quanto dichiara l’assessore, per giunta in un incontro specifico sul territorio, si riveli essere una notizia infondata. Presenterò una interrogazione ad hoc, mi auguro che l’assessore possa chiarire se si tratta di un disguido di comunicazione o la realtà è diversa da come era stata presentata.

Pubblicato in Blog Dem | Lascia un commento

Mai più penalizzazioni per i donatori di sangue

Oggi in Aula è stata approvata una mozione, frutto dell’abbinamento di 3 mozioni rispettivamente del Pd, del Pdl e dei Pensionati, per salvaguardare i diritti dei donatori del sangue. Con il Decreto Salva Italia infatti è stato disposto che le assenze dei donatori non rientrerebbero nella categoria della “prestazione effettiva di lavoro” e di conseguenza i dipendenti per poter accedere alla pensione anticipata senza subire penalizzazioni economiche dovrebbero effettuare un periodo di lavoro aggiuntivo pari al numero di giorni di permesso per le donazioni. “Un’ingiustizia che fa venir meno il riconoscimento della funzione civica della donazione volontaria. Stiamo parlando infatti di gesti di pubblica utilità. Regione Lombardia, con il suo peso, può spingere dunque il legislatore, che in questa materia è competente, a cambiare una situazione che oggi aggiunge la beffa al danno – dice il consigliere Pd Raffaele Straniero – . Per questo è importante oggi l’approvazione di questo documento unificato che impegna la giunta ad attivarsi presso il governo per inserire tra le prestazioni effettive di lavoro anche l’astensione per donazione garantendo la tutela di quei cittadini che compiono ogni giorno scelte di solidarietà e altruismo e oggi si vedono paradossalmente penalizzati. La mozione per il recupero dei giorni di pensione per i donatori chiede poi lo stesso per tutte quelle contribuzioni figurative eliminate dalla cosiddetta riforma Fornero, come ad esempio per congedi parentali”.

Pubblicato in Blog Dem | Lascia un commento