Riunito in Provincia il Tavolo di confronto per lo sviluppo economico

Si è riunito il Tavolo di confronto per lo sviluppo economico della Provincia di Pavia. I lavori sono stati condotti dal Presidente Daniele Bosone. Erano presenti il Presidente della Camera di Commercio di Pavia, i parlamentari pavesi, i consiglieri regionali, l’Università di Pavia, le Fondazioni bancarie, i rappresentanti delle categorie economiche e sindacali del territorio.

Ricerca, sviluppo e reti di impresa in tutti i settori dell’economia sono stati i temi affrontati oggi.

 “In questo momento di crisi – ha detto il senatore Bosone – dobbiamo dare un messaggio di fiducia e mostrare ai cittadini che stiamo già guardando oltre. Oggi è fondamentale una alleanza tra enti pubblici e imprese, coinvolgendo le fondazioni bancarie”.

Prosegue Bosone: “Ho avuto modo in questi mesi di raccogliere le istanze del territorio; il mio compito è ora di raggrupparle per cercare un progetto di sviluppo condiviso. La nostra realtà economica è fatta in larghissima maggioranza da microimprese che da sole non hanno gli strumenti per affrontare le sfide del momento. Oggi la parole chiave è unione: unione di imprese, unione tra enti”.

 Si è parlato anche di turismo. Pavia è 86ma su 110 province per arrivi di turisti stranieri, 90ma per gli arrivi totali. In Lombardia la percentuale di presenze a Pavia nelle strutture ricettive è dell’1,7%. Troppo poco per un settore che a livello nazionale contribuisce per il 10% al pil del nostro Paese. Più del comparto automobilistico, per intenderci.

 Riguardo la necessità di puntare al turismo di qualità ha convenuto anche il Presidente della Camera di Commercio di Pavia, Giacomo de Ghislanzoni: “Le ore di cassa integrazione ci devono far riflettere sullo stato di disagio che stiamo vivendo e che necessita dello spirito di squadra che il presidente Bosone oggi ci sta chiedendo. La lettura dei dati sulla realtà economica pavese, fatta per il 96% da aziende con meno di dieci addetti, mi porta a dire che l’obiettivo cui guardare è proprio quello del turismo di qualità”.

 Il Tavolo si è concluso dopo un ampio confronto tra i presenti. Tra gli impegni presi quelli di una cabina di regia sulla possibilità di sviluppo del Parco Tecnologico, una verifica più approfondita con le associazioni di categoria, la Camera di Commercio e l’Università sulle reti di impresa. I sindacati avranno il compito di promuovere un Osservatorio sulla crisi mentre con la collaborazione dei consiglieri regionali si lavorerà alla semplificazione amministrativa. In merito alle politiche energetiche si aprirà una collaborazione con il Cescri.

Articolo scritto in Blog Dem, Economia e lavoro, Territorio e con i tag , , , , , , , , .



Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>