Archivi tag: Gigi Ponti

Il lavoro giovanile

lavoro-giovanile-bdMercoledì 9 aprile ore 21.00 Sala Consiliare Aligi Sassu, Piazzale Aldo Moro 1 Giussano.

Il lavoro giovanile

Relatori di questo primo incontro saranno:
Gigi Ponti, Sindaco di Cesano Maderno
Maurizio Laini, segretario CGIL Monza e Brianza. Continua a leggere

Pubblicato in Economia Lavoro Innovazione, Idee e politica | Taggato , , , , | Lascia un commento

Feste Democratiche 2013 in provincia

mb-feste-bdÈ già iniziata la stagione delle feste democratiche. Quest’anno più che mai potranno essere momento di incontro e confronto sul momento politico che è alle nostre spalle, su quello che stiamo vivendo e sulle tante e importanti sfide che ci aspettano, a partire dal congresso autunnale. Continua a leggere

Pubblicato in Idee e politica | Taggato , , , | Lascia un commento

Una grande, grandissima soddisfazione. 32 comuni su 55 al centrosinistra

gigi-ponti-2013-06All’indomani del turno di ballottaggi possiamo finalmente tirare le fila di questa tornata elettorale amministrativa e possiamo farlo con grande, grandissima soddisfazione. Ieri il PD e il centrosinistra si sono affermati definitivamente in tutti e tre i comuni brianzoli nei quali si votava per il ballottaggio, tutti e tre comuni che uscivano da un commissariamento a seguito del fallimento delle giunte di centrodestra: a Brugherio, dove Marco Troiano ha vinto con il 71,78% dei voti; a Carate Brianza, dove Francesco Paoletti si è imposto con il 67,15% dei consensi, rompendo la lunga tradizione che ha visto Carate sempre al centrodestra dal dopoguerra ad oggi; a Seveso, dove Paolo Butti ha superato ben otto candidati avversari per poi affermarsi al ballottaggio con il 60,72% dei voti.

Non erano risultati scontati. Il vento era positivo, ma bisogna riconoscere che il PD ha davvero lavorato bene in questi comuni, sapendo rappresentare il motore del cambiamento e dell’unità delle forze progressiste, coagulando attorno a sé tutte le realtà in attesa di una riscossa civica, ascoltando i bisogni dei cittadini e dando loro risposte concrete e non raccontando bugie.

Abbiamo saputo esprimere squadre vincenti perché coese, nella tensione verso il futuro e verso il rinnovamento: dei 48 consiglieri eletti, 23 sono donne, 20 sono “under 40” e di questi ben 15 “under 30”, metà sono alla loro prima esperienza da consigliere comunale.

Oggi la Brianza è un po’ più democratica. Con il risultato di ieri il numero di comuni amministrati dal centrosinistra sale a 32 su 55. Questo modificherà ancora gli equilibri politici della nostra provincia e ci regala un’occasione preziosa per concretizzare i progetti legati ai valori del centrosinistra come l’equità, la giustizia, la difesa dei diritti, il recupero del nostro senso di comunità, il lavoro, la cultura.

Certo, dobbiamo e dovremo fare i conti con il dato dell’astensione e lavorare per riportare le persone a fidarsi della politica e sono convinto che parte di questo lavoro, nei rispettivi comuni, sia proprio nelle mani dei nostri sindaci appena eletti e di quelli già in carica.

Ringrazio davvero di cuore tutti coloro che hanno permesso queste bellissime affermazioni: tutti i candidati, gli iscritti e i militanti che hanno faticato nella campagna elettorale, tutti coloro che hanno lavorato nei seggi e i rappresentanti di lista, tutti coloro che ci hanno sostenuto e votato.

E da domani si ricomincia, al lavoro. Ripartiamo da qui. Insieme.

Gigi Ponti, Segretario provinciale Pd

Pubblicato in Idee e politica | Taggato , , | Lascia un commento

Il centrodestra non ha più la maggioranza in Brianza. Allevi azzeri la giunta

Le elezioni amministrative hanno lanciato un segnale molto chiaro. Il centrodestra non è più maggioranza in provincia di Monza. Il presidente Allevi ne prenda atto, azzerando la giunta e abbandonando di conseguenza ogni ipotesi di rimpasto, che per altro sarebbe esclusivamente uno scambio di poltrone, quelle perdute al comune di Monza con quelle di Palazzo Grossi. Lo ha detto il capogruppo in provincia di Monza Domenico Guerriero durante la conferenza stampa tenuta dal Pd a cui hanno partecipato anche i consiglieri Vittorio Pozzati, Vittorio Arrigoni e Nadio Limonta.

C’è bisogno di sedersi attorno a un tavolo per rendere utile la provincia su tre temi urgenti – ha aggiunto Guerriero: il lavoro, il piano territoriale bocciato sonoramente dalla Regione il 9 maggio scorso, e il bilancio provinciale, di cui ancora non c’è traccia. Noi siamo disponibili se solo il presidente saprà coinvolgere personalità all’altezza del compito. La giunta attuale non si è dimostrata adeguata”

In due anni – ha detto ancora il capogruppo – dei 18 comuni andati al voto 17 sono passati al centrosinistra e tra questi figurano il capoluogo Monza e altri centri importanti come Lissone, Meda, Cesano Maderno. La maggioranza si è squagliata come neve al sole. Oggi dei 55 comuni 25 sono amministrati dal centrosinistra (per un totale di 506 mila abitanti), contro i 20 comuni del centrodestra. Gli altri sono commissariati o guidati da liste locali non riconducibili agli schieramenti.

Il centrodestra è stato bocciato nelle urne ma anche nel modo di amministrare la provincia, e la dimostrazione, per Vittorio Arrigoni, presidente della commissione Bilancio e controllo, è il mancato recupero di quanto dovuto alla Provincia di Monza dalla Provincia di Milano, dello stesso colore politico, cioè circa 30 milioni di euro. Arrigoni ha ricordato anche come per il Pd siano prioritari nell’imminente provvedimento di bilancio gli investimenti per le scuole superiori.

E sul Piano territoriale di coordinamento provinciale (Ptcp), Nadio Limonta ha ricordato la sonora bocciatura da parte di Regione Lombardia al documento strategico approvato alla fine dell’anno scorso dal centrodestra in provincia. “Ad esempio – ricorda il consigliere citando la lunga delibera della giunta Formigoni approvata il 9 maggio scorso – per quel che riguarda l’importante tema del consumo di suolo, la Regione dice che nel documento provinciale manca qualsiasi norma prescrittiva per raggiungere l’obiettivo. E poi – aggiunge Limonta – non ci sono norme per il recupero delle aree dismesse”.

Vittorio Pozzati, vice presidente del consiglio provinciale, ha concluso definendo “pessima” la giunta guidata da Dario Allevi, composta da “persone che si occupano di tante cose, con tanti incarichi, ma pochissimo di quel che riguarda la provincia. Per come la stanno amministrando la nostra provincia è il miglior argomento per i sostenitori della campagna per l’abolizione di enti che invece possono essere utili a comuni e cittadini, ad esempio sulla tutela del territorio.

Pubblicato in Idee e politica | Taggato , , | Lascia un commento

Un consiglio provinciale aperto a Desio contro la devastazione

“Sulla grave devastazione del polo tecnologico di Desio serve la massima attenzione di tutte le istituzioni, oltre che delle forze investigative, perché assomiglia molto a un chiaro segnale intimidatorio. Per questo chiediamo che si tenga al più presto un Consiglio provinciale aperto nella sede del comune brianzolo”.

Lo chiedono il segretario provinciale del Pd brianzolo Gigi Ponti, il capogruppo in Provincia di Monza Domenico Guerriero e il consigliere regionale Giuseppe Civati, dopo che nella notte del 4 maggio ignoti hanno devastato il polo tecnologico di proprietà comunale, causando danni stimati per almeno 200 mila euro.   “L’amministrazione di centrosinistra guidata da Roberto Corti in un anno ha cambiato decisamente rotta, adottando atti per la legalità e contro il consumo di suolo, salvando più di un milione di metri quadrati di verde. Ci sono forti sospetti che l’atto non sia vandalico ma un preciso avvertimento intimidatorio che tra l’altro causerà non pochi problemi al Comune, vista l’entità del danno. Per questo servono la massima attenzione e vigilanza, anzitutto da parte di tutte le forze politiche, sociali ed economiche di Desio e della Brianza”.

Per maggiori dettagli sulla vicenda, clicca qui.

Pubblicato in Ambiente e Territorio, Idee e politica | Taggato , | Lascia un commento