Archivi tag: provincia

Quote rosa società partecipate. La Provincia dia l’esempio

Diana De Marchi, consigliera provinciale PD

Un’impegno per “garantire l’equilibrio di rappresentanza tra uomini e donne nei consigli d’amministrazione e nei collegi sindacali delle società e degli enti partecipati dalla Provincia di Milano, già dalle prossime nomine”. È questa la richiesta contenuta nella mozione presentata da Diana De Marchi, consigliera provinciale Pd, e da Gabriella Achilli, consigliera della Lista civica Penati, e sottoscritta dalle altre donne del Pd Bruna Brembilla e Roberta Perego. “Da un confronto di dati presenti sul sito della Provincia –-spiega Diana De Marchi – su 16 società, in cui almeno un nome è designato direttamente dalla Provincia, 7 non hanno donne nei cda. Questo conferma che la strada da compiere verso la parità è ancora lunga. La commissaria Ue alla giustizia, Viviane Reding, ha ricordato che la media europea, a gennaio 2012, di presenza rosa nei cda è pari al 13,7% e l’Italia si colloca sestultima nella lista Ue con un 6,1%”.  Nella mozione presentata si fa riferimento alla legge 120/2011, approvata lo scorso anno su proposta delle parlamentari Golfo (Pdl) e Alessia Mosca (Pd), che regola  la presenza di quote rosa nei vertici di comando e di controllo delle società quotate in borsa e di quelle controllate da pubbliche amministrazioni. “Questa legge – conclude Diana De Marchi – detta anche i tempi del cambiamento. Entro il 2015 gli organi delle società dovranno essere composti almeno da un terzo di donne. Per l’adeguamento nelle società a controllo pubblico occorre però un regolamento governativo che definisca i tempi e i modi. Credo sia importante giocare d’anticipo e mi auguro che il presidente Podestà voglia cogliere quest’occasione per lanciare un segnale di cambiamento culturale. La parità è un principio purtroppo ancora presente solo sulla carta, ma la Provincia di Milano può dare il buon esempio. Fin da subito”.

 

 

Pubblicato in Ambiente e agricoltura, amministratori locali pd, comunicato stampa, Cultura e sport, donne democratiche, Economia e lavoro, europa, Idee e politica, lavoro, provincia di milano, Territorio | Taggato , , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Sea, Cornelli: “Avanti con la Newco, Podestà si decida”

 

Roberto Cornelli, segretario metropolitano Milano

“Il lavoro del sindaco Giuliano Pisapia e della maggioranza, che amministra Milano, sulla vicenda Sea-Serravalle ha aperto la giusta prospettiva ed ora attendiamo la risposta del presidente della Provincia, Guido Podestà”. Lo afferma il segretario metropolitano del Partito Democratico, Roberto Cornelli.  “L’ipotesi della creazione di una newco tra Comune e Provincia – spiega il segretario Cornelli – dove fare confluire le azioni di Sea e Serravalle potrebbe essere quella giusta per rilanciare gli investimenti nella città metropolitana e dare ossigeno alle casse di Palazzo Marino, oltre che di Palazzo Isimbardi. Da parte del centrosinistra mi sembra vi sia una convergenza vera su quest’ipotesi. Il lavoro dei partiti e del sindaco Pisapia ha reso possibile l’avvio di una riflessione che potrebbe aprire scenari nuovi e positivi per le due amministrazioni. Se poi si scegliesse la quotazione in Borsa delle azioni di Sea e Serravalle, una volta creata la newco, il quadro potrebbe favorire uno sviluppo del territorio in linea con le sue esigenze. Sta ora al presidente della Provincia cercare di rispondere in modo attivo e propositivo alle sollecitazioni che giungono da Palazzo Marino e dal gruppo dei democratici in Provincia. Siamo tuttavia fiduciosi nella futura buona riuscita di questa discussione e nel prevalere del buon senso”.

Pubblicato in amministratori locali pd, amministrazione comunale, comunicato stampa, cornelli segretario pd, Economia e lavoro, expo 2015, giuliano pisapia, Idee e politica, Mobilità, Territorio | Taggato , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Parco Sud, Brembilla: “No alla quarta corsia dell’A1″

Bruna Brembilla, consigliera provinciale PD

“Non si “brucerà” ulteriore verde nel Parco Sud per far posto ad un’opera di nessuna utilità. Il Parco va preservato e per questo oggi (giovedì 29 marzo ndr) durante il direttivo, abbiamo votato contro il parere di ampliamento della quarta corsia della A1 da Milano Sud a Lodi che avrebbe insistito sui comuni di San Giuliano Milanese, Melegnano e Cerro al Lambro. I membri di centrodestra erano a favore dell’ampliamento, ma siamo riusciti a far prevalere la posizione contraria grazie anche alle numerose assenze tra le fila del Pdl e della Lega”. Ne dà notizia Bruna Brembilla, consigliera provinciale del Pd  e componente del direttivo del Parco Agricolo Sud. “Abbiamo votato contro – spiega Brembilla – perché la relazione istruttoria presentata dagli uffici dice chiaramente che questo ampliamento danneggerebbe il parco senza risolvere il problema del traffico. La stessa relazione di accompagnamento alla delibera riporta che non ci sono studi che parlano di  ‘benefici per la collettività’ ma che tale opera comporterebbe un ‘forte consumo di suolo agricolo’. Senza contare i problemi che avrebbe comportato l’ampliamento del ponte che attraversa il fiume Lambro, un’area di particolare pregio ambientale”. “In cambio del via libera alla realizzazione della quarta corsia – aggiunge Brembilla – il Parco avrebbe potuto contare su   2 milioni di euro in opere. Per noi il consumo di suolo deve avere dei reali benefici. Deve essere chiaro che non siamo pregiudizialmente contro le infrastrutture, ma non possiamo permettere che si rinunci ad importanti spazi verdi quando si nega così esplicitamente l’utilità dell’opera per i cittadini”. “Il parere del direttivo del Parco – conclude Brembilla – era obbligatorio, anche se non vincolante. Vedremo ora che conseguenze ne trarrà Autostrade per l’Italia”.

Pubblicato in Ambiente e agricoltura, amministratori locali pd, comunicato stampa, donne democratiche, Economia e lavoro, Idee e politica, Mobilità, provincia di milano, Territorio | Taggato , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Città Metropolitana, Mauri: “Subito intervento del Governo”

Matteo Mauri, capogruppo PD in Provincia di Milano

“I tempi sono stretti. Serve subito un intervento di Governo e Parlamento per non sottrarre competenze e patrimoni alla Provincia che si avvia alla Città Metropolitana. Lasciar passare il tempo renderebbe l’impegno per la sua attuazione del tutto inutile. Il Ministro dell’Interno e Monti dicano chiaramente che sono al nostro fianco”. Lo ha detto Matteo Mauri, capogruppo del Pd in Consiglio provinciale, in occasione del convegno, tenutosi venerdì scorso, a Palazzo Isimbardi. “Il punto ora – aggiunge  Mauri, intervenuto all’assemblea degli amministratori locali del Pd a Genova proprio sul tema città metropolitana – non é quando fare il Referendum. Ma è arrivare a quel momento con una proposta precisa di Città Metropolitana, che non sarà facile da definire data la sua complessità e che richiederà un grande impegno da parte del Comitato promotore. Per la sua formulazione sarà necessario anche un forte coinvolgimento non solo di istituzioni e partiti, ma anche della società civile e, direttamente, dei cittadini. La Città metropolitana si faccia il prima possibile, ma se il 2014 dovesse essere un obiettivo troppo ambizioso, pensiamo si possa mettere in conto un breve prolungamento di legislatura, per non vanificare il percorso fatto fino ad allora”.  Mauri, in definitiva, chiama all’appello il presidente della Lombardia Roberto Formigoni: “Non abbiamo ancora sentito nulla dalla Regione Lombardia. Che ne pensa? Vorrà dire che se non batterà un colpo varrà il detto ‘chi tace acconsente’”.

Pubblicato in amministratori locali pd, comunicato stampa, Economia e lavoro, expo 2015, Idee e politica, Mobilità, provincia di milano, referendum, Territorio | Taggato , , , , , , , | Lascia un commento

Comuni della provincia al voto. L’orizzonte è l’area metropolitana

Arianna Censi, resp. Enti locali del PD Milano

Sono ventisei i comuni della provincia di Milano che, il 6-7 maggio prossimi, andranno al voto per rinnovare i consigli comunali. Dodici comuni hanno una popolazione che supera i 15mila abitanti, mentre quattordici sono sotto i 15mila abitanti. “Nei comuni in cui si sono tenute le primarie di centrosinistra – commenta Arianna Censi, responsabile provinciale Enti locali – il Partito Democratico ha espresso candidature di forte spessore, sia per l’impegno politico-amministrativo che per la presenza autorevole sul territorio. E questo i cittadini lo hanno riconosciuto, trasformando le primarie stesse in un grande risultato di partecipazione. Non solo in termini di consenso i nostri candidati si sono rivelati vincenti. Laddove non hanno vinto candidati del PD abbiamo registrato, invece, una grande coesione nelle alleanze che sosterranno i candidati per il centrosinistra”.
I candidati sindaco, esponenti del Partito Democratico, che correranno per il centrosinistra sono: Giuseppe Augurusa ad Arese, Gianni Maiorano a Buccinasco, Alberto Centinaio a Legnano, Monica Chittò a Sesto San Giovanni, Gigi Arrara ad Abbiategrasso, Luigi Comincini a Cernusco sul Naviglio, Piermauro Pioli a Garbagnate Milanese, Marco Invernizzi a Magenta, Paolo Festa a Pieve Emanuele, Andrea Checchi a San Donato Milanese. Tre le candidate donne: Monica Chittò a Sesto, Daniela Accinasio a Cassinetta di Lugagnano ed Evelyne De Conti a San Giorgio su Legnano.
“Dodici comuni sui ventisei che andranno alle urne – dichiara Arianna Censi – sono attualmente amministrati dal centrodestra; ma il Partito Democratico e i partiti di centrosinistra sono convinti che le ottime candidature, le liste ed i programmi in campo porteranno a riconquistare l’amministrazione. In tutti i comuni dove il Partito Democratico si presenta stà mettendo in campo una visione di governo che supera i confini territoriali del campanile. L’orizzonte è quello dell’area metropolitana, dove i comuni contestualizzano i problemi del territorio, sviluppo industriale, trasporti e tutela dell’ambiente, in stretta sinergia tra loro e coordinandosi con la futura città metropolitana”.

Pubblicato in Ambiente e agricoltura, amministratori locali pd, amministrazione comunale, comunicato stampa, donne democratiche, Economia e lavoro, Mobilità, provincia di milano, Territorio | Taggato , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Caputo: “Provincia istituisca Premio dedicato alla Merini”

Roberto Caputo, vicecapogruppo del PD provinciale

“Un premio poetico dedicato ad Alda Merini aperto a tutti i poeti emergenti, che abbia come tema base per le composizioni l’Ambiente, che è una delle questioni più importanti di cui si occupa la Provincia di Milano, e gli stili di vita ad esso correlati”. Questa la proposta di Roberto Caputo, vice capogruppo del Pd a Palazzo Isimbardi, presentata in un ordine del giorno in occasione della Giornata Mondiale della Poesia. “Oggi, 21 marzo – spiega Roberto Caputo – ricorre la Giornata Mondiale della Poesia, istituita dalla XXX Sessione della Conferenza Generale UNESCO nel 1999 e celebrata per la prima volta il 21 marzo seguente. Al fine di rendere protagonista la Provincia di Milano in questa importante giornata, ho chiesto al presidente Podestà e all’assessore alla Cultura Maerna di indire un premio poetico dedicato alla più famosa poetessa milanese. In questo modo si otterrebbero due risultati: celebrare con un premio in sua memoria la grande Alda Merini e dare visibilità e riconoscimento ai tanti poeti, cultori di un’arte troppo spesso relegata in secondo piano e non giustamente onorata”.

Pubblicato in amministratori locali pd, associazionismo, comunicato stampa, Cultura e sport, donne democratiche, europa, giovani, Idee e politica, provincia di milano | Taggato , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Congresso Pdl, centrodestra in stato “confusionale”

Cornelli e Laforgia: “A Milano e Lombardia saltati tutti gli schemi”

Sandro Sisler, nuovo coordinatore Pdl provinciale

Domenica 12 febbraio il Pdl di Milano e provincia hanno celebrato il loro congresso provinciale. Sandro Sisler, ex-assessore del comune di Carate Brianza, batte con il 70% dei voti Guido Podesta, attuale presidente della Provincia di Milano, il quale ottiene soltanto 980 voti. Non solo, al congresso pidiellino partecipano soltanto un terzo degli iscritti. Pdl, un partito in crisi? Roberto Cornelli, segretario provinciale PD e Francesco Laforgia, coordinatore dei circoli di Milano, commentano così: “Rispettiamo i momenti di democrazia interna agli altri partiti, che indicano comunque l’esistenza di una dialettica. Ma non possiamo non notare la deriva del Pdl a Milano, che dopo il congresso provinciale è nella completa confusione. Il partito di Berlusconi in città procede in ordine sparso, con poche idee e male organizzate”. “Non secondaria – concludono i dirigenti milanesi del PD – è l’ormai vistosa spaccatura con la Lega Nord nella città e nel governo della Regione, dove l’alleanza di fatto non esiste più e sarebbe auspicabile, per rispetto alle istituzioni ed ai cittadini, un ritorno alle urne”.

Pubblicato in Idee e politica, provincia di milano, roberto cornelli, Territorio | Taggato , , , , , , , , , , , | Lascia un commento