Archivi tag: francesco laforgia

Unioni civili, Milano guarda all’Europa

Approvata, dopo una lunga discussione terminata nella notte, la delibera che istituisce a Milano il registro delle “unioni civili”. Positivi i commenti degli esponenti del Pd milanese.
Ecco i comunicati stampa di Francesco Laforgia, coordinatore dei Circoli di Milano, e di Carmela Rozza, capogruppo Pd a Palazzo Marino. “Oggi Milano sorride e guarda all’Europa – dichiara il coordinatore cittadino del Pd Francesco Laforgia – una città con più diritti è una città più accogliente e che può svilupparsi di più anche sul piano economico. Con l’approvazione del registro delle unioni civili la maggioranza di centro sinistra che governa la città realizza un impegno elettorale e, insieme a tutti gli altri Comuni che hanno adottato un provvedimento simile, spinge il Paese e chi si candida a governarlo, a fare scelte più coraggiose e non più rinviabili sul terreno dei diritti. Nella consapevolezza che occuparsi, con la stessa forza, di condizioni materiali, economiche e sociali, e di diritti, è uno dei compiti che spetta alla politica”.“In consiglio comunale entra il ‘modello Torino’ ed esce il ‘modello Milano’”. Così il capogruppo del Pd a Palazzo Marino Carmela Rozza, nella sua dichiarazione di voto in aula sulla delibera per il riconoscimento delle coppie di fatto, ha rimarcato i cambiamenti apportati dal consiglio comunale al testo del nuovo regolamento. “Diamo a Milano la dignità di città europea – ha detto Rozza – ma al Paese anche un modello Milano che molti saranno chiamati a guardare, con un registro separato delle unioni civili diverso dal calderone della famiglia anagrafica e un provvedimento che ha maggiore forza perché basato sul principio fondativi della norma nazionale”. Un “obiettivo qualificante raggiunto con la convergenza delle opinioni di tanti consiglieri che prescindendo dalla posizione politica hanno scelto di partecipare alla formazione della delibera”. Per Rozza “siamo riusciti a tenere uniti tutti e a tenere ferma la barra sull’obiettivo, affrontando le differenze sul punto di merito e non ideologico e trovando l’equilibrio perché ognuno con le sue differenze si possa ritrovare nel provvedimento. Spero sia l’inizio di un percorso di modernità”.

Pubblicato in amministratori locali pd, amministrazione comunale, associazionismo, donne democratiche, Economia e lavoro, europa, giuliano pisapia, Idee e politica, provincia di milano, roberto cornelli, Territorio | Taggato , , , , , , | Lascia un commento

Un anno con Pisapia, festa sobria

“Oggi si celebra, con alcuni piccoli eventi di riflessione, l’insediamento a Palazzo Marino del sindaco di Giuliano Pisapia, avvenuto esattamente un anno fa. E’ l’occasione per ribadire che Milano ha cambiato rotta e viaggia verso un futuro di solidarietà, inclusione e sostenibilità. Questa città oggi guarda con immenso dolore al dramma del terremoto in Emilia e saprà dare un grande contributo alle popolazioni colpite dal sisma e dalla crisi economica”. Lo affermano, in una nota congiunta, il segretario metropolitano e il coordinatore cittadino del Partito Democratico, Roberto Cornelli e Francesco Laforgia. “La nuova Milano che stiamo costruendo – si legge nella nota – saprà dimostrarsi solidale con chi sta maggiormente soffrendo nelle zone colpite e oggi, a un anno di distanza da quella vittoria inedita e colorata, è pronta a dimostrare di avere davvero cambiato itinerario. Anche il Partito Democratico incontra la città in questi giorni con il “W Milano in tour”. E’ il nostro modo di celebrare la vittoria e misurarci con la bellezza ma anche la fatica del governo di una città complessa come questa, incontrando i quartieri, i loro problemi e le prospettive di cambiamento”.

Pubblicato in Ambiente e agricoltura, amministratori locali pd, amministrazione comunale, associazionismo, giuliano pisapia, Idee e politica, lavoro, Scuola, scuola materna, sicurezza, Territorio | Taggato , , , , | Lascia un commento

Nuovo Pgt, Milano cambia faccia

“Finalmente Milano cambia faccia. Con l’appovazione del Pgt la città progetta un futuro a misura di cittadino, che rispetta il verde e investe nell’housing sociale”. Lo affermano,  il segretario metropolitano e il coordinatore cittadino del Partito Democratico, Roberto Cornelli e Francesco Laforgia.

Il nuovo pgt di Milano ferma la crescita abitativa ad 1milione e 500mila residenti. Dimezzato l’indice di cementificazione, 25mila case in housing sociale ed una città che punta sul verde riqualificando le vecchie stazioni dismesse. Il costoso tunnel Linate-Malpensa sostituito da una circle line (treno leggero).
“Il risultato della giunta Pisapia è il primo passo per il cambiamento delle pratiche di governo in questa città – dichiarano ancora Cornelli e Laforgia -. Anzitutto va riconosciuto il merito dell’Amministrazione di avere ripreso ad esaminare le osservazioni dei cittadini una ad una, e allargato il percorso decisionale alla partecipazione civica. Proprio come il Partito Democratico aveva richiesto durante le fasi della costruzione del Pgt. Anche grazie a questo prezioso e difficile lavoro il piano è stato sottoposto ad una radiografia completa e ora alla città viene offerta la possibilità di uno sviluppo sostenibile che comprende la salvaguardia delle aree verdi, il freno ad un enorme blocco di cemento equivalente a 124 grattacieli Pirelli, lo sviluppo dell’housing sociale e una mobilità a misura d’uomo. Il Pgt appena approvato rappresenta un passo fondamentale per Milano e l’avvio di una nuova stagione di buona amministrazione, che si fonda sul confronto e la partecipazione. Spiace constatare che l’opposizione, specie quella del Pdl, abbia utilizzato questa partita non come terreno di confronto ma di scontro pregiudiziale. Un torto che i consiglieri azzurri hanno fatto prima di tutto ai cittadini che dicono di voler rappresentare”.

Pubblicato in Ambiente e agricoltura, amministratori locali pd, amministrazione comunale, atm, comunicato stampa, cornelli segretario pd, Cultura e sport, Economia e lavoro, expo 2015, giuliano pisapia, Idee e politica, lavoro, Sanità e welfare, scuola materna, sicurezza, Territorio | Taggato , , , , , , , , | Lascia un commento

Macao, Cornelli e Laforgia: “Stop al presidio, si lavori per nuovi spazi”

“La realtà di Macao racconta una città viva, rimasta per troppo tempo sotto la cenere negli anni di amministrazione di centrodestra. Un’energia positiva che deve trovare ascolto tra le istituzioni e parlare a tutti milanesi. Per questo è opportuno che il presidio di via Galvani, che ha rappresentato in questi due giorni uno spazio di confronto e anche di dialogo con l’amministrazione, adesso ceda il posto alla necessità di individuare nuovi spazi e nuove formule per la cultura, che coniughino progettualità e rispetto delle regole”. Lo scrivono, in una nota congiunta,
il segretario metropolitano e il coordinatore cittadino del Partito Democratico, Roberto Cornelli e Francesco Laforgia. “Continuare l’esperienza Macao con altre modalità che non creino disagio ad altri cittadini- continua la nota – sarebbe non solo un atto di responsabilità da parte del movimento di Macao ma rappresenterebbe anche la possibilità di
entrare in sintonia con il sentire comune dei residenti della zona, evitando strappi che possano favorire un clima di ostilità reciproca. Occorre costruire un dialogo che veda le istituzioni produrre soluzioni efficaci. I segnali lanciati dal sindaco Giuliano Pisapia e le parole dell’assessore Stefano Boeri vanno in questa direzione. Ci sono ipotesi di
spazi e bandi già sul tavolo. La giunta saprà ben interpretare le esigenze espresse dal movimento e questo è il momento in cui Macao potrebbe sedersi al tavolo per avanzare idee e proposte per la creazione di questi bandi”.

Pubblicato in Ambiente e agricoltura, amministratori locali pd, amministrazione comunale, associazionismo, comunicato stampa, cornelli segretario pd, Scuola, Territorio, univesità | Taggato , , , , | Lascia un commento

Macao, Pisapia ipotizza l’ex Ansaldo

“Si chiude una porta, ma si deve aprire un portone”. Così, ieri sera, il coordinatore cittadino del PD di Milano Francesco Laforgia commentava la vicenda dello sgombero della Torre Galfa. Ed in un certo senso la sua esternazione è stata quasi profetica: il sindaco Giuliano Pisapia (che ha incontrato i giovani del movimento culturale di via Fara) ha ipotizzato, infatti, di concedere ai manifestanti gli spazi della ex Ansaldo in via Tortona.  ”Questi ragazzi – ha spiegato il coordinatore PD Laforgia – hanno avuto il coraggio di farci capire, con un gesto eclatante, quanto sia necessario creare spazi per fare cultura a Milano. Chi amministra ha la responsabilità di far rispettare la legge, come è ovvio, ma da oggi tutti noi dobbiamo lavorare con ancora più forza per garantire luoghi e spazi per la cultura, la creatività e la socialità, per far sì che Milano ritorni ad essere la capitale culturale che è stata in passato. Per questo sosteniamo lo sforzo del sindaco Pisapia di farsi carico direttamente non solo della vicenda Macao, ma del tema più generale e complesso della fruizione pubblica degli spazi, in una città per lungo tempo abbandonata a se stessa da chi oggi è all’opposizione e che, alla luce della gestione disastrosa di questi anni, farebbe bene a cambiare argomenti e a collaborare per il bene di Milano”.

Ma quanti sono gli spazi pubblici ad oggi assegnati dall’amministrazione comunale?

Da giugno 2011 ad oggi, si legge in un comunicato stampa pubblicato ieri da Palazzo Marino, sono stati assegnati dal comune di Milano 53 spazi per oltre 39mila metri quadri. Attraverso diverse modalità: assegnazione diretta, bandi, ricollocazioni o transazioni. Questi numeri confermano l’impegno della Giunta Pisapia nel volere restituire alla città spazi abbandonati, inutilizzati, sottratti alla criminalità organizzata o, comunque, utili a sostenere concretamente attività culturali, sociali o imprenditoriali a Milano”.
Nel dettaglio, il comune ha già assegnato: 10 terreni (9179 mq), un bar (174 mq), tre chioschi (34 mq), un edificio (22.400 mq), un laboratorio (157mq), 18 negozi (1.273 mq), tre porzioni scuola (136 mq), uno spazio interno (34mq) e 15 uffici (4.583 mq). Tra i 43 assegnatari ci sono associazioni, fondazioni e cooperative sociali. Inoltre, sono quattro i beni confiscati alle mafie e uno spazio, in via Orsini, è stato destinato a Casa delle associazioni. Sono poi in corso due aggiudicazioni con bando per spazi nel Parco Lambro (via Licata 41, via Van Gogh). Un bando tuttora aperto e visibile sul sito del comune interessa 11 negozi. Entro giugno saranno assegnati altri nove beni confiscati, 31 spazi di custodia sociale, due impianti sportivi. Tre nuovi spazi ( via Saponaro, via Miramare e piazza XXV aprile) saranno messe a disposizione delle associazioni.

Pubblicato in Ambiente e agricoltura, amministratori locali pd, amministrazione comunale, associazionismo, comunicato stampa, Cultura e sport, Economia e lavoro, europa, expo 2015, giovani, giovani democratici, giuliano pisapia, Idee e politica, lavoro, Scuola, sicurezza, Territorio, univesità | Taggato , , , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Sea, lavorare ad una strategia complessiva

“Ritengo sarebbe stato piu’ utile lavorare per prospettare strategie di lungo respiro. E’ essenziale anche un confronto, preliminare, con i sindacati. E’ una questione di metodo. Noi siamo per una analisi ed una strategia complessiva”. Cosi’ la capogruppo del PD in consiglio comunale Carmela Rozza è intervenuta sull’ipotesi di vendere quote della Sea. “Le scelte – ha proseguito la capogruppo Rozza – le deve fare la maggioranza, le decisioni si prendono in consiglio comunale: chiediamo alla giunta di presentarsi ad una riunione di maggioranza con tutte le partecipate sul tavolo per valutare cosa vale la pena di tenere e cosa no. Il Pd non ha intenzione di fasciarsi prima la testa”.
Per quanto riguarda l’iter del Bilancio Carmela Rozza aggiunge: “la giunta presentera’ il bilancio entro maggio, e il sindaco parlera’ quando la maggioranza deciderà. La giunta dovrebbe riuscire ad affrontare le cose in chiave stategica con più’ attenzione verso i soggetti coinvolti e verso la maggioranza”.
“Dobbiamo sapere – ha aggiunto il segretario metropolitano del PD Roberto Cornelli – che una volta venduta la quota di maggioranza, il comune rinuncerebbe ad un asset strategico per sempre e rimarrebbe escluso dagli utili prodotti, necessari per garantire il futuro delle entrate e dei servizi ai cittadini”. Sempre il segretario Cornelli aggiunge: “Credo che vadano percorse altre strade per trovare risorse immediate utili al potenzialemnto di infrastrutture di trasporto prima di pensare alla vendita di quote Sea e proprio per questo già ieri siamo tornati ad invocare un confronto aperto sul tema del bilancio, che coinvolga la città, a partire dai consiglieri comunali e di zona. Un confronto che il PD ha già avviato nell’ambito della conferenza programmatica di questi giorni e che vuole condividere con il sindaco e la giunta. L’allarme lanciato dai sindacati sul caso Sea va preso sul serio e deve coinvolgerci tutti ad una riflessione ulteriore”.
“Le parole della capogruppo Rozza e quelle del segretario provinciale Cornelli – ha aggiunto il coordinatore dei Circoli PD di Milano Francesco Laforgia – dimostrano che il PD ha una posizione univoca sulla vicenda Sea: prima si discuta il piano strategico complessivo delle partecipate, distinguendo quelle utili da quelle inutili, poi si facciano le scelte sulle politiche per la città, in modo trasparente e chiaro”. “Il trasporto pubblico locale – ha concluso Francesco Laforgia – è una priorità strategica per il futuro di Milano ed è evidente che occorrono investimenti urgenti, ma occorre anche molta attenzione alle modalità con cui si trovano queste risorse.Si deve sapere che la dismissione di Sea avrà un impatto permanente sugli utili che questa società garantisce, oltre che sul destino dei lavoratori. Auspichiamo che il dibattito passi dai giornali alle sedi opportune, a partire dalle riunioni di maggioranza, e che il confronto coinvolga tutti i livelli: Consiglio Comunale, partiti della maggioranza, Consigli di Zona, parti sociali, cittadini. Solo con il confronto e la partecipazione è possibile dare un contributo alla crescita economica e sociale della città, evitando una discussione ideologica che invece danneggerebbe tutti”.

Pubblicato in amministratori locali pd, amministrazione comunale, comunicato stampa, cornelli segretario pd, Economia e lavoro, europa, expo 2015, giuliano pisapia, Idee e politica, lavoro, Mobilità, roberto cornelli, Territorio | Taggato , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Atti vandalici al circolo PD di via Marcona

Cornelli e Laforgia dal Questore: “Fermare atti di intimidazione”

Massima allerta attorno al Partito Democratico milanese dopo i tre attacchi vandalici ad altrettanti circoli avvenuti negli ultimi giorni ad opera di ignoti. Il segretario metropolitano Roberto Cornelli e il coordinatore dei circoli di Milano, Francesco Laforgia si sono recati in mattinata dal Questore di Milano, Alessandro Marangoni per un confronto sui fatti che allarmano i democratici in città. “Abbiamo chiesto al questore la massima vigilanza a difesa dei nostri circoli dopo gli atti vandalici. Abbiamo potuto accertare da subito che le forze dell’ordine lavorano con la massima professionalità e attenzione e il dottor Marangoni ha garantito che oltre alla vigilanza sta proseguendo anche il lavoro di investigazione”, afferma Roberto Cornelli. “Occorre – aggiunge il segretario del PD – capire cosa sta succedendo e se c’è un’unica mano dietro gli attacchi alle sezioni del Pd. In ogni caso ringrazio le forze dell’ordine per il lavoro messo in atto”. “Il nostro partito – aggiunge Francesco Laforgia – si fonda sul dialogo, scelta imprescindibile che usiamo come metodo anche nelle situazioni più difficili e controverse. Non rinunceremo mai ai nostri tratti distintivi e i democratici continueranno a lavorare e non si faranno intimidire dagli inquietanti atti vandalici di questi giorni”.

Pubblicato in amministratori locali pd, amministrazione comunale, comunicato stampa, cornelli segretario pd, roberto cornelli, Territorio | Taggato , , , , , | Lascia un commento

Mobilità a Milano, un questionario online

Un sondaggio online e assemblee aperte sui temi della mobilità e dei trasporti a Milano. Questo l’intento della nuova iniziativa promossa dal coordinamento dei circoli PD di Milano. Quella sulla mobilità è la prima consultazione che il PD ha lanciato per coinvolgere iscritti, simpatizzanti e cittadini sulle questioni principali che riguardano la città. Dopo la prima assemblea, tenutasi lo scorso venerdì 21 al Cam di via Tibaldi, presente anche l’assessore alla partita Pierfrancesco Maran, l’iniziativa prosegue con i seguenti appuntamenti: 24 ottobre – Circolo Pd F.lli Cervi – via B. Cacciatori, 1 angolo via F.lli Zoia – ore 21 (zone 7 e 8); 24 ottobre – Circolo Pd Rigoldi – via Hermada, 8 – ore 21 (zone 2 e 9);
25 ottobre – Auditorium biblioteca di Via Valvassori Peroni, 56 – ore 21 (zone 3 e 4)

“A partire da questo lavoro -spiega Francesco Laforgia, coordinatore dei circoli milanesi del PD - struttureremo una campagna per trasmettere ai cittadini le proposte sulla mobilità ma anche per denunciare una situazione insostenibile di tagli al trasporto pubblico operati dal Governo Berlusconi.  Non dimenticate di diffondere queste informazioni e di compilare il questionario online su www.pdmilano.eu

Pubblicato in Ambiente e agricoltura, amministratori locali pd, amministrazione comunale, atm, comunicato stampa, Economia e lavoro, Mobilità, provincia di milano, Territorio | Taggato , , , , , , , , , | Lascia un commento

Il PD condanna l’aggressione alla Camera del Lavoro

Condanniamo la vile aggressione che si è manifestata venerdì 8 luglio scorso, davanti alla Camera del Lavoro di Milano. Così il gruppo PD a Palazzo Marino e tutta la segreteria metropolitana milanese condannano l’aggressione di un sindacalista con un comunicato stampa.
“Esprimiamo – dichiara Carmela Rozza, capogruppo PD – la solidarietà del gruppo consigliare del Partito Democratico al sindacalista  che ha subito le lesioni più gravi e che si trova in ospedale per gli accertamenti del caso, alla Camera del Lavoro, al suo segretario ed a  tutti gli operatori che lavorano  quotidianamente al servizi dei lavoratori”. “Non  vorremmo  – proseguono Carmela Rozza e Andrea Fanzago – che qualcuno, nostalgico del già conosciuto regime fascista, non  accettasse il verdetto delle urne elettorali e cominciasse a provocare creando in città quel clima di terrore che Milano ha già vissuto e superato grazie all’unità delle forze democratiche ed al senso civico dei milanesi”.
“L’episodio di aggressione nei confronti di un funzionario della CGIL – aggiunge Francesco Laforgia, coordinatore cittadino del PD – è grave e inquietante. Esprimiamo tutta la nostra solidarietà alla Camera del Lavoro di Milano, che con il suo impegno rappresenta un presidio di democrazia e difesa dei diritti. Chiediamo che si accertino le responsabilità di questa aggressione e che, con decisione e senza strumentalizzazioni, le istituzioni e le forze dell’ordine facciano chiarezza rispetto alle diverse realtà di estremismo politico nate in questi anni, spesso con il benestare delle precedenti amministrazioni”.    “Una provocazione violenta, un atto inaccettabile, – conclude il segretario metropolitano PD Roberto Cornelli -  ad opera di un gruppo di giovani fascisti contro i sindacalisti della CGIL. Esprimiamo la nostra solidarietà al funzionario della CGIL che si trova ora in ospedale e una ferma condanna per l’aggressione. Siamo preoccupati per questi episodi ad opera di una destra che cerca lo scontro anche in una città civile e democratica com’è oggi Milano”.

Pubblicato in amministrazione comunale, comunicato stampa, cornelli segretario pd, Economia e lavoro, Idee e politica, provincia di milano, roberto cornelli, Territorio | Taggato , , , , , , , , | Lascia un commento