Archivi categoria: donne democratiche

“Su la festa”, s’inaugura giovedì 13 la Festa Democratica 2012

Giovedì 13 settembre, alle ore 19,30 al Carroponte di Sesto San Giovanni (via Granelli 1) s’inaugura l’edizione 2012 della Festa Democratica. La festa provinciale del Pd ospiterà quest’anno, oltre ai consueti dibattiti politici, la festa tematica nazione dei Diritti. Dodici giorni ricchi di dibatti, concerti, spettacoli, incontri, allietati da musica di livello e ottima ristorazione. Fra i personaggi di spicco di questa edizione si segnala la presenza del magistrato Antonio Ingroia (venerdì 14, ore 21,30), Ignazio Marino (domenica 16, ore 21,30), Massimo D’Alema (lunedì 17, ore 21,30), Stefano Fassina (martedì 18, ore 21,30), Piero Fassino (mercoledì 19, ore 18), Enrico Letta (venerdi 21, ore 21,30). La chiusura della Festa, lunedì 24 settembre, sarà affidata al segretario nazionale Pierluigi Bersani (ore 21,30).

Leggi e scarica il programma completo della Festa Democratica 2012

 

 

 

Pubblicato in Ambiente e agricoltura, amministratori locali pd, amministrazione comunale, associazionismo, Blog Dem, comunicato stampa, cornelli segretario pd, Cultura e sport, donne democratiche, Economia e lavoro, europa, festa democratica, giovani, giuliano pisapia, Idee e politica, lavoro, Mobilità, provincia di milano, Territorio | Taggato , , | Lascia un commento

Card. Martini, Toia: “Rammarico e dolore per la perdita di una figura così luminosa”

“Rammarico e dolore profondo per la perdita di una figura così luminosa”. Questo il commento di Patrizia Toia, deputata europea del Partito Democratico, alla notizia della scomparsa del Cardinale emerito di Milano Carlo Maria Martini.

“Il Card. Martini non solo è stato una grande guida religiosa, esponente Chiesa non solo italiana ma anche europea, è stato anche una guida spirituale per tutti, cattolici e non, per quelli che hanno e non hanno fede. – prosegue l’eurodeputata – In particolare voglio ricordare che è stato l’unico punto di riferimento morale a Milano negli anni più bui della crisi civile e istituzionale che questa città e la società lombarda hanno attraversato”.

“Per quanto riguarda l’ambito europeo, la preziosa azione di Martini viene ancora ricordata per la lungimiranza con cui la Comece (Conferenza episcopale Europea), negli anni della sua presenza, ha favorito la riunificazione dell’Europa occidentale e orientale in un unico grande continente e ha saputo far lievitare quei valori civili della dignità della persona che sono entrati nei diritti della Costituzione europea e che sono il modo per affermare le radici cristiane dell’Europa” – continua Toia. “Una consolazione al dolore è la certezza che quanto il Cardinale Martini ha predicato e scritto rimarrà a lungo nel solco della Chiesa e nel patrimonio della società”, conclude Patrizia Toia.

Pubblicato in amministratori locali pd, amministrazione comunale, associazionismo, Blog Dem, comunicato stampa, donne democratiche, europa, Idee e politica, Territorio | Taggato , , , , , | Lascia un commento

Unioni civili, Milano guarda all’Europa

Approvata, dopo una lunga discussione terminata nella notte, la delibera che istituisce a Milano il registro delle “unioni civili”. Positivi i commenti degli esponenti del Pd milanese.
Ecco i comunicati stampa di Francesco Laforgia, coordinatore dei Circoli di Milano, e di Carmela Rozza, capogruppo Pd a Palazzo Marino. “Oggi Milano sorride e guarda all’Europa – dichiara il coordinatore cittadino del Pd Francesco Laforgia – una città con più diritti è una città più accogliente e che può svilupparsi di più anche sul piano economico. Con l’approvazione del registro delle unioni civili la maggioranza di centro sinistra che governa la città realizza un impegno elettorale e, insieme a tutti gli altri Comuni che hanno adottato un provvedimento simile, spinge il Paese e chi si candida a governarlo, a fare scelte più coraggiose e non più rinviabili sul terreno dei diritti. Nella consapevolezza che occuparsi, con la stessa forza, di condizioni materiali, economiche e sociali, e di diritti, è uno dei compiti che spetta alla politica”.“In consiglio comunale entra il ‘modello Torino’ ed esce il ‘modello Milano’”. Così il capogruppo del Pd a Palazzo Marino Carmela Rozza, nella sua dichiarazione di voto in aula sulla delibera per il riconoscimento delle coppie di fatto, ha rimarcato i cambiamenti apportati dal consiglio comunale al testo del nuovo regolamento. “Diamo a Milano la dignità di città europea – ha detto Rozza – ma al Paese anche un modello Milano che molti saranno chiamati a guardare, con un registro separato delle unioni civili diverso dal calderone della famiglia anagrafica e un provvedimento che ha maggiore forza perché basato sul principio fondativi della norma nazionale”. Un “obiettivo qualificante raggiunto con la convergenza delle opinioni di tanti consiglieri che prescindendo dalla posizione politica hanno scelto di partecipare alla formazione della delibera”. Per Rozza “siamo riusciti a tenere uniti tutti e a tenere ferma la barra sull’obiettivo, affrontando le differenze sul punto di merito e non ideologico e trovando l’equilibrio perché ognuno con le sue differenze si possa ritrovare nel provvedimento. Spero sia l’inizio di un percorso di modernità”.

Pubblicato in amministratori locali pd, amministrazione comunale, associazionismo, donne democratiche, Economia e lavoro, europa, giuliano pisapia, Idee e politica, provincia di milano, roberto cornelli, Territorio | Taggato , , , , , , | Lascia un commento

Congedo di paternità, la proposta del Pd in Provincia

“Anche in tempi di spending review, di tagli agli enti locali e di risparmi ci sono dei valori da difendere e altri da riaffermare. La genitorialità non è un tema che riguarda solo le donne, ma è un tema sociale. Per questo chiediamo alla Provincia di attivarsi a promuovere tre giorni di paternità obbligatoria per i suoi dipendenti e da queste basi partire con una ‘moral suasion’ nei confronti delle altre realtà lavorative sia pubbliche, sia private”. Con queste parole, Diana De Marchi e Bruna Brembilla, consigliere provinciali del Pd, spiegano le motivazioni che le hanno spinte a presentare una mozione sul tema a Palazzo Isimbardi.
“Fino a pochi anni fa – spiega De Marchi – la prima infanzia era lasciata alla cura delle madri e generazioni di padri hanno perso esperienze fondamentali, fortunatamente la cultura sta cambiando. Ogni donna sa quanto sia bello, ma a volte anche causa di ansie, il ritorno a casa dopo il parto. Da sempre, in questi frangenti, le nonne sono portatrici di esperienza e di conforto. Ma avere accanto il marito con cui condividere i primi momenti con il neonato può rendere la gioia più grande e le incombenze meno gravose”.

“La nostra proposta – dicono De Marchi e Brembilla – è quella di rendere obbligatorio e totalmente retribuito il congedo di tre giorni per i padri che lavorano nell’amministrazione provinciale, finora solo facoltativo, da usufruire nei primi otto giorni dell’arrivo del bambino a casa. Anche se dall’anno 2000 i padri possono chiedere congedi parentali facoltativi, spesso l’ostilità delle aziende a concederle oppure una sorta di imbarazzo maschile ad esprimere questa volontà, impediscono di fatto il loro utilizzo. Per questo la richiesta di trasformalo da facoltativo ad obbligatorio non va intesa come una imposizione, ma come aiuto ai padri a superare vecchi comportamenti e a rivendicare il proprio inalienabile diritto”.
“Anche dalle piccole cose come questa – aggiunge Brembilla – si può partire per cambiare mentalità. La maternità non è un tema che riguarda sole le donne, ma è un tema sociale. La condivisione dei compiti è questo segnale importante dal punto di vista culturale per modificare il sistema. Se infatti per affrontare il lutto esiste un permesso valido sia per uomini che per donne, perché non dovrebbe essere così per un avvenimento gioioso e ugualmente dirompente come la nascita di un figlio? Proporrò questa mozione anche ai Comuni della Provincia. Più siamo meglio è”.
“L’eventuale scelte da parte delle Provincia di attuare questa proposta – concludono le consigliere Pd – costituirebbe un segnale forte al mondo del lavoro, senza per questo avere ripercussione sull’efficienza lavorativa. Esistono infatti moltissimi studi che spiegano come la condivisione dei compiti e dei ruoli fra donne e uomini all’interno della famiglia aumenta la produttività di tutto i componenti del nucleo. A guadagnarne perciò sarebbero tutti”.

Pubblicato in amministratori locali pd, Blog Dem, comunicato stampa, donne democratiche, Economia e lavoro, provincia di milano, Sanità e welfare, Scuola, scuola materna, Territorio | Taggato , , , , , , , | Lascia un commento

Ue, Toia: “Acqua, bene comune da preservare”

Pubblicato in Ambiente e agricoltura, Blog Dem, comunicato stampa, donne democratiche, europa, expo 2015, Sanità e welfare, Territorio | Lascia un commento

Approvata la Legge contro violenza sulle donne.

Sara Valmaggi (Pd), vicepresidente del Consiglio Regionale

Valmaggi: “Approdo del lungo cammino a fianco di servizi e centri antiviolenza”

Il consiglio regionale della Lombardia ha approvato all’unanimità la legge di contrasto alla violenza sulle donne, elaborata, in quattro mesi di intenso impegno, da un gruppo di lavoro bipartisan.
“La legge -spiega il vicepresidente del Consiglio regionale Sara Valmaggi, una delle relatrici del testo- è il frutto di una buona mediazione fra i progetti di legge, presentati dal Pd, Sel, Pdl e uno di iniziativa popolare e ne accoglie in grande parte i contenuti. Questo risultato è stato reso possibile anche grazie alla mobilitazione delle promotrici del progetto di legge di iniziativa popolare”.
“Si tratta- continua Valmaggi- di una buona legge, che da una risposta a quanto denunciato ieri anche dall’Onu, che ha rilevato la mancanza di strumenti di tutela dalla violenza per le donne in Italia, sana un vuoto legislativo e interviene finalmente su un fenomeno che, come testimoniano anche i tragici episodi recenti di cronaca, è in costante crescita.”
La legge che condanna ogni tipo di violenza fisica, sessuale psicologica ed economica, prevede l’istituzione di un tavolo permanente composto per metà dai rappresentanti delle associazioni e per metà da quelli istituzionali, con funzioni non solo consultive, ma di proposta e di elaborazione degli interventi. Prevede, inoltre la creazione di una rete regionale antiviolenza, di cui faranno parte i centri dianti violenza e di accoglienza che da anni operano sul territorio e hanno maturato una straordinaria esperienza. “Uno dei punti forti della legge- sottolinea Valmaggi- è proprio la valorizzazione di questo patrimonio fondato sul metodo della solidarietà fra donne”.
La legge stabilisce, inoltre, che sia adottato un piano pluriennale che individua criteri e modalità di intervento Altro punto centrale del documento approvato è la formazione, necessità espressa anche da chi si impegna nel soccorso alle donne maltrattate, che fino ad oggi è stata affidata solo all’iniziativa degli operatori volontari. Prevede,inoltre, programmi educativi, sia per fornire strumenti atti ad individuare eventuali casi di violenza o maltrattamento, sia a diffondere, fin dall’infanzia, una cultura mirata al rispetto di genere.
La legge prevede per il 2012 un finanziamento di un milione di euro. “Una cifra significativa – commenta Valmaggi- che dovrà essere stanziata entro quest’anno. La necessità è quella di emanare subito i bandi e individuare le linee di finanziamento. Una dilazione, vista l’urgenza dell’attuazione degli interventi, non sarebbe in alcun modo accettabile. Per questo ne seguiremo passo il processo di attuazione, vigileremo perché i tempi stabiliti per la erogazione dei finanziamenti siano rispettati. Ci impegneremo a far si che il piano pluriennale sia approvato al più presto dal Consiglio e seguiremo passo passo l’attività di monitoraggio del fenomeno della violenza alle donne. Ad oggi in Lombardia non esistono dati ufficiali. Per poter arrivare ad avere un quadro del fenomeno è necessario avviare un lavoro di collaborazione con i centri antiviolenza e gli altri servizi già operativi”.

Pubblicato in amministratori locali pd, associazionismo, Blog Dem, donne democratiche, Idee e politica, provincia di milano, Sanità e welfare, Territorio | Taggato , , , , | Lascia un commento

Cesano Boscone, gruppo Pd in difesa dei lavoratori Ecare

Palazzo Isimbardi, sede del consiglio provinciale

È stata esposta ieri in Consiglio provinciale la mozione presentata dal gruppo del Partito Democratico e sottoscritta dal capogruppo Matteo Mauri e dalle consigliere Bruna Brembilla e Diana De Marchi, a sostegno dei lavoratori e delle lavoratrici della Ecare Spa di Cesano Boscone, l’azienda che ha comunicato l’intenzione di delocalizzare la produzione nella filiale di Bari.

“Abbiamo esortato l’amministrazione provinciale a intervenire – spiega Matteo Mauri – per sostenere la causa dei lavoratori Ecare. Presso l’azienda sono assunte più di 800 persone e una sua delocalizzazione avrebbe un impatto molto forte sul territorio con un netto impoverimento del tessuto produttivo”.

“Proprio per questo motivo – aggiunge Bruna Brembilla – abbiamo chiesto che la Provincia attivi un tavolo di confronto con l’azienda per cercare di scongiurare la scelta della delocalizzazione. Tutto ciò anche alla luce del fatto che la stessa azienda pare stia assumendo lavoratori a progetto, e quindi non le mancano le commesse”.

“Sono tantissime le donne impiegate nella azienda – conclude Diana De Marchi – che rischiano di perdere il lavoro. La scelta dell’azienda è miope e soprattutto, in questa fase di crisi, contribuisce a penalizzare il lavoro femminile. Sono le donne infatti le prime a subire gli effetti della riorganizzazione”.

Pubblicato in amministratori locali pd, amministrazione comunale, associazionismo, comunicato stampa, Cultura e sport, donne democratiche, Economia e lavoro, expo 2015, Idee e politica, lavoro, Territorio | Taggato , , , , , , , , , | Lascia un commento

Sesto, Roberta Perego assessore alle Politiche sociali

Roberta Perego (Pd) neo-assessore alle politiche sociali di Sesto

La consigliera provinciale Roberta Perego (gruppo Pd) si è dimessa dal Consiglio provinciale di Milano per assumere l’incarico di assessore alle politiche sociali nella sua città, Sesto San Giovanni.  Riportiamo la sua dichiarazione alla vigilia del suo ingresso nella giunta guidata dal sindaco Monica Chittò. “”Tutto il mio impegno – dichiara Roberta Perego – sarà per i miei concittadini”. Ho accettato con entusiasmo questo nuovo incarico e ringrazio il sindaco Monica Chittò per la fiducia che mi ha dimostrato. Alla luce dell’’impegno che mi aspetta ho deciso di rassegnare le dimissioni da consigliere provinciale””.

““Questi anni in Provincia di Milano – – aggiunge la neo-assessore a Politiche sociali, educazione e istruzione, Perego – sono stati una preziosa e formativa esperienza che mi ha arricchito, sia a livello politico che a livello personale. Ringrazio il Partito Democratico che mi ha dato l’’opportunità di farla. Sono chiamata ora a svolgere un ruolo importante nella mia città e ritengo che sia mio dovere, per rispetto sia degli abitanti della Provincia che meritano un consigliere a tempo pieno sia dei cittadini sestesi, dedicare tutto il mio impegno a questo nuovo compito. Per questo, contestualmente all’’accettazione del nuovo incarico, ho consegnato ieri le mie dimissioni al presidente del Consiglio provinciale””.
“”Ora mi aspetta una grande sfida – – conclude Perego – soprattutto in questo momento di grande cambiamento, che si riflette anche nella nostra città: la popolazione che invecchia e l’esigenza sempre più pressante di conciliare i tempi del lavoro e della famiglia. Da ultimo esprimo gratitudine al sindaco che ha scelto di affidare a me, donna, mamma e in attesa del mio secondo bimbo un ruolo così importante. Ha dimostrato in questo modo di credere e sostenere l’impegno attivo delle donne in politica””.

Pubblicato in Ambiente e agricoltura, amministratori locali pd, amministrazione comunale, associazionismo, Blog Dem, comunicato stampa, Cultura e sport, donne democratiche, giovani democratici, Idee e politica, provincia di milano, Sanità e welfare, Scuola, Territorio | Taggato , , , , , , , | Lascia un commento

Festa Democratica 2012, dove e quando

S’inaugurano oggi, giovedì 7 giugno, le Feste democratiche di Pregnana Milanese e Cinisello Balsamo. Per tutto il mese di giugno, numerosi circoli della provincia di Milano, animeranno le serate con dibattiti culturali e politici, concerti e gli immancabili stand della ristorazione e del ballo.

Ecco il calendario completo delle feste nei mesi di giugno e luglio:

Pregnana Milanese (via Gallarate) – dal 7 al 17 giugno

Cinisello Balsamo (via de Ponti) – dal 7 al 25 giugno

Santo Stefano Ticino (via Aurora 24) – dal 8 al 24 giugno

Cornaredo (piazza dello Sport 1) – dal 14 al 24 giugno

Assago (via Roma) – 16 giugno

Melzo (via Colombo) – dal 19 giugno al 17 luglio

Sud Milano (Lacchiarella – Cascina Coriasco) – dal 6 al 15 luglio

Per maggiori informazioni: http://www.festademocratica.it/gpl/1151/ags/2/t/documenti-indice_agenda_map/agenda-feste.htm?r=3

 

Pubblicato in Ambiente e agricoltura, amministratori locali pd, associazionismo, comunicato stampa, Cultura e sport, donne democratiche, Economia e lavoro, festa democratica, festa democratica di melzo, gd milano, giovani democratici, Idee e politica, provincia di milano, Territorio | Taggato , , , , , , , , , | Lascia un commento

Ballottaggi, le feste di chiusura

Pronti per il finale, domenica 20 e lunedì 21 maggio, si vota in dieci comuni della provincia di Milano. Da Sesto San Giovanni a San Donato Milanese, tutti i candidati sindaci di centrosinistra stanno promuovendo, oggi e domani, le feste con comizi e dibattiti pubblici. Ecco, nel dettaglio, tutti gli ultimi appuntamenti di campagna elettorale.

Questa sera, giovedì 17 maggio, alle ore 20,30 in via Zuavi a Melegnano, intervengono, a sostegno del candidato sindaco Pietro Mezzi, la senatrici Marilena Adamo, Bruno Tabacci e l’onorevole Erminio Quartiani. Domani sera, dalle 21 in piazza Risorgimento, chiusura in musica. Sempre questa sera, alle ore 20,45 in via Di Vittorio, Piero Fassino interviene a sostegno di Andrea Checchi, candidato sindaco a San Donato Milanese.

Domani, venerdì 18 maggio, l’ultima giornata prima del silenzio pre-elettorale. Tutti gli appuntamenti:

-Abbiategrasso (ore 18, piazza Marconi), Matteo Renzi incontra i cittadini insieme al candidato sindaco Gigi Arrara;

-Magenta (ore 20, Piazza Liberazione), Matteo Renzi incontra i cittadini insieme al candidato sindaco Marco Invernizzi;

-Sesto San Giovanni ( ore 21, Spazio Arte), l’attrice Alessandra Faiella e Roberto Corti, sindaco di Desio incontrano i cittadini insieme alla candidata Monica Chittò;

-Arese (ore 19, piazza Dalla Chiesa), concerto con la Jazz Lab Orchestra, il gruppo musicale dove suona il candidato sindaco Giuseppe Augurusa;

-Buccinasco (ore 19, via Roma davanti al comune), l’eurodeputato Patrizia Toia e il consigliere regionale Carlo Borghetti incontrano i cittadini insieme al candidato sindaco Gianni Maiorano;

-Senago (ore 20, largo Garibaldi), l’onorevole Pd Vinicio Peluffo e l’onorevole Idv Sergio Piffari incontrano i cittadini insieme al candidato Lucio Fois.

Pubblicato in Ambiente e agricoltura, amministratori locali pd, associazionismo, comunicato stampa, Cultura e sport, donne democratiche, Economia e lavoro, europa, expo 2015, Sanità e welfare, Scuola, scuola materna, sicurezza, strade provinciali, Territorio | Taggato , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento