Archivi categoria: atm

Area C, il Tar respinge il ricorso contro

L'assessore alla Mobilità e Trasporti Pierfrancesco Maran (Pd)

Maran, assessore alla Mobilità e Trasporti: “Agito in modo corretto”

La terza sezione del Tar della Lombardia, in una ordinanza, ha respinto l’istanza cautelare proposta da Mediolanum Parking srl per sospendere la delibera su Area C approvata in Giunta il 6 settembre 2012. “Siamo soddisfatti perchè convinti di aver agito in maniera corretta – ha dichiarato l’assessore alla Mobilità e Ambiente Pierfrancesco Maran -. Area C, provvedimento nato anche dai referendum ambientali, continua a dimostrarsi strumento utile per ridurre il traffico in città e rendere Milano più vivibile ed efficiente. Ora guardiamo con fiducia alla udienza per la trattazione del merito”.

Pubblicato in Ambiente e agricoltura, amministratori locali pd, amministrazione comunale, atm, Economia e lavoro, giuliano pisapia, Idee e politica, Mobilità, Sanità e welfare, sicurezza, Territorio | Taggato , , , , , | Lascia un commento

Bilancio comunale di Milano, il ruolo del Pd

Lo scorso 30 giugno e’ stato approvato il bilancio del Comune di Milano in seguito alle delibere di giunta, all’analisi puntuale effettuata in 26 commissioni bilancio nel mese di giugno e a più di 15 consigli comunali sempre nel mese di giugno. Qual è il risultato di tutto questo lavoro fatto dai consiglieri comunali e in particolare dal Gruppo Consiliare del Partito Democratico? Abbiamo sostenuto e migliorato le proposte dell’amministrazione Pisapia con più servizi e meno tasse. In dettaglio la delibera riguarda una riduzione del gettito complessivo pari a 30 milioni di euro derivante dai principali tributi locali: -28,3 milioni di euro per l’IMU(l’imposta municipale propria) e 1,7 per la TARSU(la tassa per la raccolta dei rifiuti solidi urbani). Tale operazione si traduce in uno sgravio per i contribuenti. I 30 milioni di euro di minori entrate saranno compensati per un terzo, ossia 10 milioni di euro, da un incremento di entrate provenienti dalle società partecipate: in dettaglio, 5 milioni di euro saranno acquisiti da dividendi straordinari di ATM spa e 5 milioni da dividendi di MM(2,5 ordinari e 2,5 straordinari) . Il Comune ha inoltre individuato 20 milioni con un’opera di revisione della spesa (spending review) in diversi capitoli di bilancio. Grazie a questo voto giunto entro il termine ultimo del 30 giugno, Milano per la prima volta, dopo molto tempo, è nelle condizioni di partecipare al Patto di Stabilità Orizzontale Nazionale e di recuperare, nell’arco dei prossimi due mesi 30 milioni di euro da destinare ai servizi per la cittadinanza. Importante è stato il lavoro svolto dal Consiglio, in particolare dal Gruppo consiliare del Partito Democratico, sull’Irpef, che ha permesso di confermare anche per il 2012 l’esenzione totale per i redditi fino a 33.500 euro. Milano è cosi l’unica tra le grandi città ad avere modulato le aliquote per scaglioni progressivi di reddito tutelando i cittadini che stanno soffrendo di più le conseguenze della crisi economica e fino a 49.000€ di reddito imponibile lordo, l’importo dell’addizionale risulta essere inferiore a quella dell’anno 2011.Anche sull’Imu, il Consiglio comunale ha lavorato in modo condiviso trovando delle convergenze nell’interesse dei milanesi commisurando le aliquote in base alla classificazione e al prestigio degli immobili. Per la prima casa classificata in categoria A4, A5 ( abitazioni popolari e ultra popolari) l’aliquota sarà pari allo 0,36%. Le abitazioni A2, A3, A6, A7 l’aliquota rimane ferma a 0,4%. Mentre per le abitazioni A1, A8, A9 (abitazioni signorili, palazzi di pregio artistico, ville e castelli) salirà a 0,6%. Rimane inalterata l’imposta a 1,06% per le seconde case non locate, mentre quelle comprese nelle categorie da A1 a A9 locate con contratto registrato è prevista una aliquota agevolata di 0,96%. Per gli immobili strumentali posseduti o locati a società start up (registrati dal 30 giugno 2010) l’aliquota IMU è fissata a 0,76%. Riviste anche le aliquote riferite agli immobili strumentali utilizzati a fini commerciali e classificati come C1 che passano da 1.06% a 0,87% così anche per la categoria C3 (laboratori per arti e mestieri) posseduti o utilizzati da artigiani. Modifiche anche per gli immobili non adibiti ad uso abitativo, commerciale nè a scopo di lucro che rientrano nella categoria B (collegi, case di cura, ospedali, biblioteche, circoli ecc..) per i quali l’aliquota è fissata a 0,88%. Per i fabbricati rurali strumentali, l’aliquota è dello 0,2% (la minima prevista dalla normativa) considerata la particolare natura di tali immobili. Anche in questo caso abbiamo tutelato fasce più deboli e le attività commerciali, attraverso uno sgravio di 28,5 milioni di euro sull’intero gettito precedentemente previsto. L’amministrazione Pisapia, su richiesta del Partito Democratico, ha voluto dar vita ad un bilancio anticiclico che, se pur riducendo di 20 milioni di euro la spesa della macchina comunale, ha lasciato inalterati i servizi. Il Bilancio votato oggi garantisce che anche quest’anno il Comune di Milano rispetterà il patto di stabilità, ora ci ripromettiamo di andare nel triennio 2012-14 verso una condizione di equilibrio strutturale del Bilancio attraverso un revisione della spesa corrente, l’incremento delle entrate(quelle di chi le elude) e la valorizzazione del patrimonio oltre a una concreta lotta all’evasione.

Pubblicato in amministratori locali pd, amministrazione comunale, atm, Blog Dem, comunicato stampa, cornelli segretario pd, giuliano pisapia, Idee e politica, roberto cornelli, Territorio | Lascia un commento

Nuovo Pgt, Milano cambia faccia

“Finalmente Milano cambia faccia. Con l’appovazione del Pgt la città progetta un futuro a misura di cittadino, che rispetta il verde e investe nell’housing sociale”. Lo affermano,  il segretario metropolitano e il coordinatore cittadino del Partito Democratico, Roberto Cornelli e Francesco Laforgia.

Il nuovo pgt di Milano ferma la crescita abitativa ad 1milione e 500mila residenti. Dimezzato l’indice di cementificazione, 25mila case in housing sociale ed una città che punta sul verde riqualificando le vecchie stazioni dismesse. Il costoso tunnel Linate-Malpensa sostituito da una circle line (treno leggero).
“Il risultato della giunta Pisapia è il primo passo per il cambiamento delle pratiche di governo in questa città – dichiarano ancora Cornelli e Laforgia -. Anzitutto va riconosciuto il merito dell’Amministrazione di avere ripreso ad esaminare le osservazioni dei cittadini una ad una, e allargato il percorso decisionale alla partecipazione civica. Proprio come il Partito Democratico aveva richiesto durante le fasi della costruzione del Pgt. Anche grazie a questo prezioso e difficile lavoro il piano è stato sottoposto ad una radiografia completa e ora alla città viene offerta la possibilità di uno sviluppo sostenibile che comprende la salvaguardia delle aree verdi, il freno ad un enorme blocco di cemento equivalente a 124 grattacieli Pirelli, lo sviluppo dell’housing sociale e una mobilità a misura d’uomo. Il Pgt appena approvato rappresenta un passo fondamentale per Milano e l’avvio di una nuova stagione di buona amministrazione, che si fonda sul confronto e la partecipazione. Spiace constatare che l’opposizione, specie quella del Pdl, abbia utilizzato questa partita non come terreno di confronto ma di scontro pregiudiziale. Un torto che i consiglieri azzurri hanno fatto prima di tutto ai cittadini che dicono di voler rappresentare”.

Pubblicato in Ambiente e agricoltura, amministratori locali pd, amministrazione comunale, atm, comunicato stampa, cornelli segretario pd, Cultura e sport, Economia e lavoro, expo 2015, giuliano pisapia, Idee e politica, lavoro, Sanità e welfare, scuola materna, sicurezza, Territorio | Taggato , , , , , , , , | Lascia un commento

Tranvia, Casati: “Perché la Provincia non ha agito prima?”

Ezio Casati (Pd), vicepresidente del Consiglio provinciale

Un’interrogazione urgente per chiedere spiegazioni sulla causa del blocco, imposto dal ministero delle Infrastrutture a causa della pericolosità della linea, della tranvia Milano – Limbiate è stata presentata ieri in Provincia di Milano da Ezio Casati, vice presidente della Consiglio provinciale.
“Nonostante l’impegno di spesa – attacca Casati – assunto dal Comune di Milano per avviare i lavori, manca ancora l’autorizzazione da parte della Provincia di Milano. L’amministrazione guidata da Podestà ha risposto alle sollecitazioni del ministero comunicando che “l’inizio delle attività sulla tranvia Milano – Limbiate è condizionata da aspetti tecnici procedurali legati alla metro tranvia Milano Parco Nord – Seregno”, come è riportato nella stessa lettera inviata dal ministero che ha di fatto bloccato il servizio. Questa dichiarazione mi è sembrata solo un modo per cercare delle scuse”.
“La Provincia faccia luce – conclude Casati – su ciò non ha funzionato negli ingranaggi dell’amministrazione. L’improvviso blocco della linea ha creato moltissimi problemi tra i cittadini che ora continuano a subire questo disservizio. Nell’interrogazione ho chiesto di sapere quando inizieranno i lavori di ripristino della tratta di binario a sud del Comune di Varedo e per quale motivo, nonostante si fosse concordato l’intervento di messa in sicurezza, la Provincia di Milano non abbia rispettato gli accordi. Ma soprattutto e quali tempistiche si prevedono per il ritorno al funzionamento del servizio di tranvia. Visto tutto il ritardo accumulato, almeno si dica ai cittadini quando sarà possibile per loro poter riutilizzare la linea”.

Pubblicato in Ambiente e agricoltura, amministratori locali pd, amministrazione comunale, associazionismo, atm, comunicato stampa, Economia e lavoro, expo 2015, sicurezza, strade provinciali, Territorio | Taggato , , , , , , | Lascia un commento

Area C, stop alla deroga

Pierfrancesco Maran, assessore all'Ambiente

Nel giorno in cui l’Italia compie il suo 151° compleanno, il 17 marzo prossimo, Milano dirà stop alla deroga per il pagamento di  Area C. In parole povere, come comunicato dall’amministrazione comunale, chi non dovesse regolarizzare (entro sabato) i propri ingressi nell’area a traffico limitato della Cerchia dei Bastioni incorrerà nelle sanzioni del caso. La moratoria prevista dal 16 gennaio si conclude, nonostante i tanti problemi tecnici, con la regolarizzazione dei ticket non ancora pagati. Scade anche, per i residenti, il bonus di quaranta ingressi gratuiti. Da domani, 14 marzo, gli automobilisti residenti in Zona 1 dovranno acquistare i ticket d’ingresso da 2 euro.

“Chiunque invierà entro il 17 marzo i documenti per attivare il rid su conto corrente bancario – precisa l’assessore Pierfrancesco Maran sulle pagine del Corsera – non incorrerà in alcun rischio di sanzione. Questa metodologia di pagamento, appena sarà attivata, coprirà anche tutti gli ingressi effettuati tra il 16 gennaio e il 16 marzo”. Secondo le stime più veritiere sarebbero ancora 350mila gli ingressi ancora non pagati. Nel frattempo il “cervellone” di Area C ha individuato anche quegli automobilisti “furbetti” entrati in centro nonostante i divieti imposti ai veicoli euro zero e diesel euro 3, i quali, detto per inciso, non potrebbero entrare nemmeno se pagassero il ticket da  5 euro.

Pubblicato in Ambiente e agricoltura, amministratori locali pd, amministrazione comunale, atm, comunicato stampa, Economia e lavoro, giuliano pisapia, Mobilità | Taggato , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

La politica guardi al futuro

Pieno sostegno del PD a Pisapia e Podestà nel percorso verso la Città Metropolitana

La città di Milano, alle prese con una svolta politica-amministrativa epocale, che darà ai Consigli di Zona maggiori competenze e risorse, nell’ottica di un nuovo decentramento, ragiona da anni sulla costruzione della Città Metropolitana.  Il Partito Democratico milanese, con i suoi Forum tematici e grazie al dipartimento Enti locali, sta’ lavorando alla costruzione di un percorso intelligente e coerente per dare forma e sostanza all’istituzione della Città Metropolitana di Milano. Se l’iter istitutivo, i confini e le competenze sono ancora in gran parte da disegnare la prospettiva generale e gli obiettivi sono assolutamente chiari. Riceviamo e volentieri pubblichiamo una riflessione, in merito,  promossa dai Forum tematici del PD, dal Forum Città Metropolitana e dagli Enti locali.

Milano sta affrontando una crisi di competitività, conseguente al mutato quadro economico internazionale, nel quale spicca l’irruzione su scala globale delle economie emergenti. Com’è noto, tali economie presentano una costante disponibilità di manodopera a basso costo, oltre ad un certo potenziale di ricerca ed innovazione, e mettono a dura prova anche il circuito produttivo milanese. Allo stesso tempo città come Francoforte, Monaco, Stoccarda, Zurigo, Lione, Madrid, Barcellona, Vienna/Bratislava e Budapest, che negli anni passati hanno affrontato con intelligenza la riforma del proprio sistema di governo locale, sono oggi in grado non solo di investire sui loro asset tradizionali, ma altresì di attuare condizioni favorevoli per creare nuovi vantaggi concorrenziali. Accanto a questi problemi di tipo economico, Milano e la sua provincia devono fronteggiare anche un oggettivo problema di governo del territorio connesso soprattutto allo sviluppo esponenziale delle zone periferiche e dell’hinterland. La mancanza di alloggi e i costi proibitivi del centro di Milano hanno spinto verso la periferia e la provincia un gran numero di lavoratori che sono diventati pendolari o automobilisti, aggravando così il traffico stradale. In tale direzione il potenziamento dell’offerta di trasporto pubblico è una necessità indifferibile. Gli alti livelli d’inquinamento atmosferico e il conseguente peggioramento della qualità della vita limitano, inoltre, la capacità di attrarre lavoratori specializzati e visitatori e i problemi di mobilità riducono la competitività. Di fronte a questo scenario che evidenzia la difficoltà di Milano, della Provincia e dei Comuni limitrofi nell’individuare provvedimenti condivisi, è chiaro a tutti come un governo metropolitano sia la condizione indispensabile per affrontare questi problemi. La città metropolitana non deve essere, come è avvenuto in passato, un tema a sé, ma diventare la prospettiva con cui affrontiamo i problemi e le opportunità di Milano e la sua provincia, lo strumento con il quale, in anni di crisi e tagli agli enti locali, si riorganizza la macchina pubblica eliminando la sovrapposizione di competenze, riducendo i costi, tagliando gli sprechi, migliorando la qualità e l’efficienza dei servizi. È per questo motivo che il Partito Democratico garantisce pieno sostegno al Sindaco di Milano Pisapia, al Presidente della Provincia Podestà e ai Sindaci di tutti i comuni dell’area vasta nell’attuazione delle procedure previste dalla legge 42 del 2009, che consente al Comune e alla Provincia di Milano, congiuntamente tra di loro o insieme agli altri Comuni del nostro territorio, di attivare il procedimento istitutivo della Città metropolitana, con una proposta che ne preveda i confini, l’articolazione in municipi e un progetto di statuto provvisorio, adeguato al ruolo che noi immaginiamo per il nuovo ente Senza accontentarci, tuttavia, abbiamo anche lanciato una sfida, prima di tutto a noi stessi, per intraprendere un’iniziativa trasversale che coinvolga tutti i parlamentari eletti nell’area milanese, per la presentazione di un disegno di legge ad hoc che istituisca la Città metropolitana di Milano. Come per Roma Capitale, infatti, anche per la nostra grande città siamo convinti che sia più che opportuno che il Parlamento nazionale vari una disciplina specifica che regoli il governo dell’area più importante del Paese: una normativa dedicata a Milano che consenta di affrontare le peculiarità che il nostro contesto sociale presenta. La sfida per il Partito Democratico è di guardare al futuro, di superare l’attuale frammentazione istituzionale, le difficoltà delle amministrazioni locali e condividere con coraggio nuove forme di governo per una città metropolitana sempre più protagonista nel mondo.

Arianna Censi (Enti locali PD Milano)  Lia Quartapelle (Coordinamento tematico, PD)
Augusto Schieppati (Forum Città Metropolitana)

 

Pubblicato in Ambiente e agricoltura, amministratori locali pd, amministrazione comunale, atm, Cultura e sport, donne democratiche, Economia e lavoro, expo 2015, giuliano pisapia, Idee e politica, lavoro, Mobilità, Territorio | Taggato , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Area C, 700mila ingressi in meno

L'assessore alla Mobilità e Trasporti Pierfrancesco Maran (Pd)

La notizia del giorno è una buona notizia. Ad un mese dal suo varo, il 16 gennaio scorso, Area C ottiene risultati ottimi. In un mese gli ingressi di autoveicoli nel centro storico sono calati di 700mila unità, con una media di 40mila accessi in meno al giorno. I dati statistici, insomma, oltre le migliori aspettative danno ragione alla decisione della Giunta Pisapia. Il vistoso calo del traffico si è tradotto in 200 km di code risparmiate e una riduzione del 51,75% degli incidenti riscontrati.

Il calo del traffico nella Ztl Cerchia dei Bastioni è così scomposto: il 30% è attribuibile ai residenti nella Ztl che hanno rinunciato all’uso dell’auto, il 18% è attribuibile ad automezzi delle categorie professionali (che hanno rinunciato ad accedere nelle ore di blocco) e il 47% di cali deriva da automobilisti di Milano e fuori. Un milione di milanesi hanno utilizzato i mezzi pubblici. Positivo il commento del sindaco Giuliano Pisapia e dell’assessore alla Mobilità Pierfrancesco Maran.

“La riduzione della auto e l’incremento dei passeggeri sui mezzi pubblici dimostrano che i milanesi – ha dichiarato l’assessore Maran – stanno cambiando abitudini, avvicinando la nostra città alle migliori esperienze europee”. Unica nota dolente, ma per questo ci vorranno interventi di altra natura, le polveri sottili che rimangono ancora sopra la soglia di allarme dei 50 mg per metrocubo.

Pubblicato in Ambiente e agricoltura, amministratori locali pd, amministrazione comunale, atm, Idee e politica, Mobilità, Sanità e welfare, Territorio | Taggato , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Area C, solidarietà a Pisapia per la “pallottola”

Lettera anonima con minacce e bossolo al sindaco di Milano Giuliano Pisapia. E’ accaduto nei giorni scorsi a causa delle nuove disposizioni su Area C. Il contenuto della missiva, ora al vaglio degli inquirenti, sembrerebbe il frutto di una persona anziana. Il gesto è stato subito condannato, in maniera bipartisan, attraverso le dichiarazioni dei segretari dei principali partiti, dal PD al PDl, Lega compresa. Solidarietà anche dai presidenti di Camera e Senato, Fini e Schifani, e dal ministro alla Giustizia Annamaria Cancellieri. Sull’operatività dell’Area C, anche il secondo giorno di ingressi dopo il test iniziale, ha dato buoni frutti con un calo dei veicoli di 37mila unità. Le linee della metropolitana, secondo Atm, hanno registrato un incremento dei passeggeri (circa 6mila in più rispetto alla settimana scorsa). Positivo il commento del segretario metropolitano del PD Roberto Cornelli: “Gli sforzi per realizzare gli impegni presi, nei confronti della città, saranno raddoppiati”.

Pubblicato in amministrazione comunale, atm, cornelli segretario pd, giuliano pisapia, Mobilità, roberto cornelli, Territorio | Taggato , , , , , | Lascia un commento

Area C, Mauri: “Provincia attacca, ma non propone interventi incisivi a breve”

“Con il ritmo di lavoro della Provincia di Milano, le soluzioni per lo smog dell’area metropolitana non arriveranno di sicuro prima dell’Expo. Serve certo operare con tutti i sindaci e trovare azioni condivise, ma di fronte all’emergenza salute  bisogna anche agire prontamente”. Risponde così Matteo Mauri, capogruppo del Pd a Palazzo Isimbardi, alle dichiarazioni dell’assessore provinciale all’Ambiente Cristina Stancari sull’utilità dell’Area C.
 “Il Comune di Milano – aggiunge Mauri -  sta portando avanti con impegno scelte coraggiose, prendendo decisioni che, al primo impatto, possono risultare anche impopolari, ma che sono nell’interesse di tutti. Ricordiamoci che siamo di fronte a una vera e propria emergenza per la salute e che la lotta allo smog non può essere fatta solo di belle parole. Come dice un proverbio ‘non si può avere la botte piena e la moglie ubriaca’”.
 “Questa volta il Comune e l‘assessore Maran – conclude Mauri – hanno avuto il coraggio di affrontare la realtà e, seguendo il mandato datogli dai cittadini con il referendum dello scorso giugno, si sono assunti la responsabilità di una difficile scelta, quella dell’area C, che contribuirà a migliorare la qualità dell’aria che respiriamo tutti e a ridurre in traffico. É un’assoluta novità in Italia, ma una prassi vincente in altri Paesi. Insieme e con l’aiuto di tutti si possono raggiungere grandi risultati”.

Pubblicato in Ambiente e agricoltura, amministratori locali pd, amministrazione comunale, atm, comunicato stampa, Economia e lavoro, expo 2015, giuliano pisapia, Mobilità, provincia di milano, referendum, Sanità e welfare, Territorio | Taggato , , , | Lascia un commento

Mobilità a Milano, un questionario online

Un sondaggio online e assemblee aperte sui temi della mobilità e dei trasporti a Milano. Questo l’intento della nuova iniziativa promossa dal coordinamento dei circoli PD di Milano. Quella sulla mobilità è la prima consultazione che il PD ha lanciato per coinvolgere iscritti, simpatizzanti e cittadini sulle questioni principali che riguardano la città. Dopo la prima assemblea, tenutasi lo scorso venerdì 21 al Cam di via Tibaldi, presente anche l’assessore alla partita Pierfrancesco Maran, l’iniziativa prosegue con i seguenti appuntamenti: 24 ottobre – Circolo Pd F.lli Cervi – via B. Cacciatori, 1 angolo via F.lli Zoia – ore 21 (zone 7 e 8); 24 ottobre – Circolo Pd Rigoldi – via Hermada, 8 – ore 21 (zone 2 e 9);
25 ottobre – Auditorium biblioteca di Via Valvassori Peroni, 56 – ore 21 (zone 3 e 4)

“A partire da questo lavoro -spiega Francesco Laforgia, coordinatore dei circoli milanesi del PD - struttureremo una campagna per trasmettere ai cittadini le proposte sulla mobilità ma anche per denunciare una situazione insostenibile di tagli al trasporto pubblico operati dal Governo Berlusconi.  Non dimenticate di diffondere queste informazioni e di compilare il questionario online su www.pdmilano.eu

Pubblicato in Ambiente e agricoltura, amministratori locali pd, amministrazione comunale, atm, comunicato stampa, Economia e lavoro, Mobilità, provincia di milano, Territorio | Taggato , , , , , , , , , | Lascia un commento