Sea, Mauri: “Rischio elevato per i bilanci di comune e provincia, si pensi a piano B”

Matteo Mauri, capogruppo PD in Provincia di Milano

“Siamo molto preoccupati, si sta correndo il serio rischio che il concambio di azioni Sea – Serravalle non vada in porto. Gamberale non può essere considerato una volta un benefattore e salvatore dei conti pubblici e la volta dopo un brutale speculatore nemico del popolo. Quando ci si muove su terreni così complicati bisogna prendere tutte le precauzioni possibili, comprese quelle che evitino i ricorsi. Altrimenti a farne le spese saranno i cittadini di Milano e della Provincia”. Commenta così Matteo Mauri, capogruppo del Pd a Palazzo Isimbardi la notizia del congelamento fino a settembre del concambio tra comune e Provincia.

“Le incognite sono molte – continua Mauri – e i pericoli dietro l’angolo. Si parla di bilanci che saltano. Si facciano subito le verifiche che servono, ma visto che gli uffici saranno al lavoro tutto agosto, mi auguro che prendano in considerazione anche un piano B. Noi riproponiamo la nostra idea di riunire in un solo contenitore, una newco, tutte le azioni di Serravalle e Sea in possesso di Comune e Provincia, per poi metterne sul mercato una parte. Non ci dicano ancora che non ci sono i tempi. Certo che più il tempo passa e meno ce ne sarà”.

Articolo scritto in amministratori locali pd, amministrazione comunale, Blog Dem, comunicato stampa, Economia e lavoro, expo 2015, giuliano pisapia, Idee e politica, lavoro, Mobilità, provincia di milano, Territorio e con i tag , , , , , , , , .



Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>