Garbagnate torna al centrosinistra

Garbagnate Milanese, 27mila abitanti, importante centro nel cuore delle Groane, non lontano dagli ex-stabilimenti Alfa Romeo di Arese, torna ad essere amministrata dal centrosinistra. Merito della vittoria l’importante risultato ottenuto da Piermauro Pioli, ex-sindaco negli anni ’80-’90, che con il 51,74% (pari a 5.093 voti) vince il ballottaggio e diventa sindaco con una giunta Pd, Idv, Sinistra per Garbagnate e lista civica “Impegno per Garbagnate”. Pioli, esponente del Pd e coordinatore della Zona Bollatese, ha battuto il giovane candidato del Movimento Cinque Stelle Matteo Afker (27 anni), che al ballottaggio ha ottenuto il 48,26% dei consensi (pari a 4.751 voti). Il neosindaco Pioli (nella foto) all’indomani della vittoria, ha sottolineato la valenza politica e amministrativa del risultato: “E’ una vittoria ancor più preziosa – ha dichiarato sulle pagine del Corsera – dopo le dichiarazioni del Pdl a sostegno del candidato del M5S. Il centrosinistra è tornato finalmente al governo e Garbagnate tornerà finalmente alla normalità. Avevamo contro dieci candidati sindaci, ci siamo guadagnati punto su punto. Abbiamo ridotto il centrodestra sotto il 10%. E’ un risultato politico di non poco conto”. Soprattutto dopo i disastrosi anni dell’amministrazione Pdl-Lega e del commissariamento prefettizio, per Garbagnate si tratta di una vera e propria rinascita.

 

Articolo scritto in Ambiente e agricoltura, amministratori locali pd, amministrazione comunale, associazionismo, lavoro, Mobilità, provincia di milano, Sanità e welfare, Scuola, scuola materna, sicurezza, strade provinciali, Territorio e con i tag , , , , , , , , , .



Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>