Archivi del mese: aprile 2012

Ad Abbiategrasso vota Gigi Arrara sindaco

Pubblicato in Ambiente e agricoltura, amministratori locali pd, amministrazione comunale, associazionismo, Idee e politica, lavoro, Sanità e welfare, Scuola, scuola materna, strade provinciali, Territorio | Taggato , , , , , , , | Lascia un commento

Magenta, intervista al candidato sindaco Marco Invernizzi

Pubblicato in Ambiente e agricoltura, amministratori locali pd, amministrazione comunale, associazionismo, Blog Dem, Cultura e sport, Economia e lavoro, Idee e politica, Territorio | Taggato , , , , , , | Lascia un commento

25 aprile, Caputo: “Giardini Loreto intitolati a Nori Pesce”

Venticinque aprile 2012. La 67^ commemorazione della Liberazione è stata archiviata con una manifestazione sentita e molto partecipata da tutta la cittadinanza. Nonostante le polemiche sulla questione “negozi aperti-negozi chiusi” e le contestazioni al presidente della provincia Guido Podestà, il corteo ed il comizio di piazza Duomo sono riusciti ad emozionare i milanesi: tutti stretti attorno all’Anpi e ai partigiani, nel ricordo di una Milano e di un’Italia liberata dalla dittatura nazi-fascista. Segnaliamo e pubblichiamo il comunicato stampa del consigliere provinciale PD Roberto Caputo in merito alla sua proposta di intitolare i Giardini pubblici di piazzale Loreto alla partigiana, recentemente scomparsa, Nori Brambilla Pesce.

“Le scritte fasciste apparse questa mattina in molte zone di Milano suonano come un grave insulto alla città medaglia d’oro della resistenza e rappresentano un brutto segnale per la nostra democrazia. La lotta di liberazione non è stata combattuta solo da uomini ma da migliaia di donne, molte delle quali hanno perso la vita per ridare la libertà al nostro paese. Migliaia di donne che spesso non vengono ricordate. Intitolare in rappresentanza di tutte loro i giardini di piazzale Loreto a Nori Pesce avrebbe un significato forte. Mi auguro che il sindaco Pisapia superando ogni ostacolo formale possa accogliere questo appello”.  Lo ha dichiarato il vicecapogruppo Pd in Provincia di Milano Roberto Caputo.

 

 

Pubblicato in amministratori locali pd, amministrazione comunale, antifascismo, associazionismo, comunicato stampa, Cultura e sport, donne democratiche, europa, giuliano pisapia, Idee e politica, provincia di milano | Taggato , , , , , , , , | Lascia un commento

Andrea Checchi, candidato sindaco a San Donato

Andrea Checchi (Pd), candidato sindaco

“Sono partito dall’ascolto dei cittadini, dei comitati di quartiere, delle associazioni per costruire un programma partecipato per la città, al prima posto ci sono gli interessi di chi vive tutti i giorni a San Donato”. Si presenta così Andrea Checchi, 47 anni, sposato con tre figlie, candidato sindaco per il centrosinistra a San Donato Milanese.
Checchi, sostenuto da un’ampia coalizione Pd, Idv, Sel e lista civica “Noi per la città”, propone un progetto che vuole favorire la rinascita della comunità Sandonatese superando la logica dei singoli quartieri. Vincitore delle primarie, Checchi, laureato in geologia, lavora da molti anni nel Terzo settore per una realtà no-profit. ”San Donato – spiega il candidato – ha bisogno di un vero progetto di cambiamento: una città solidale, sicura e accogliente, vivibile e trasparente dove vengono offerte opportunità a chi studia e lavora”.

Nel suo programma si parla di decoro, cosa s’intende?
“Vogliamo mettere in ordine strade e verde pubblico, ampliando il sistema delle piste ciclabili e integrandolo su tutta la città. Adotteremo misure per decongestionare il traffico”.
E per quanto riguarda la valorizzazione del territorio?
“E’ necessario limitare la possibilità di cementificazione della città, rispettando e valorizzando i beni storici, come la Cascina Ronco, e bloccando ulteriore consumo di suolo”.
Come intendete migliorare i servizi alle persone e alle famiglie?
“Costituiremo l’agenzia comunale per la casa, con l’obiettivo di aumentare l’offerta di alloggi in affitto con canoni calmierati e agevolazioni. Necessario inoltre, a mio avviso, rivedere il sistema di calcolo delle tariffe di servizi come le mense scolastiche in maniera proporzionale alla capacità di reddito e al quoziente familiare. Reintrodurremo, infine, nelle farmacie comunali lo sconto sui farmaci da banco per anziani e famiglie a basso reddito”.  Un punto importante del vostro programma si riferisce allo sport. “Definiremo un progetto di rilancio del Centro sportivo di via Caviaga e degli spazi dedicati allo sport nei quartieri. Sosteniamo l’importanza di uno sport popolare e diffuso”.

Pubblicato in Ambiente e agricoltura, amministratori locali pd, amministrazione comunale, associazionismo, Economia e lavoro, expo 2015, Idee e politica, lavoro, profughi, provincia di milano, Sanità e welfare, scuola materna, strade provinciali, Territorio | Taggato , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Quote rosa, approvata mozione in Provincia

Diana De Marchi, consigliera provinciale PD

È stata approvata ieri, a larga maggioranza, nonostante qualche voto di astensione da parte di alcuni esponenti nel centrodestra, la mozione che chiedeva alla Provincia un impegno per garantire, già dalle prossime nomine, l’equilibrio di rappresentanza tra uomini e donne nei consigli d’amministrazione e nei collegi sindacali delle società e degli enti partecipati dalla Provincia di Milano.

“Sono soddisfatta – commenta Diana De Marchi, consigliera provinciale Pd e prima firmataria della mozione – della scelta presa dalla maggior parte dei consiglieri che oggi hanno chiesto all’amministrazione provinciale di bilanciare la parità tra i generi. Si tratta di rendere effettivo un diritto previsto dalla legge bipartisan approvata nel 2011 (n.120), di cui manca ancora il regolamento attuativo”.
“Della parità tra donne e uomini – aggiunge De Marchi – si parla molto, ma per avere risultati servono anche leggi che rompano un sistema che predilige la presenza maschile nei luoghi di comando e che fa fatica ad essere superato. Ai detrattori che non sono mancati oggi, rispondo che non si parla di tutelare debolezze, ma di valorizzare saperi e talenti che possono portare nel nostro Paese quel grande cambiamento e quell’innovazione di cui ha bisogno”.

Matteo Mauri, capogruppo PD in Provincia di Milano

“Sono convinto – conclude Matteo Mauri, capogruppo del Pd a Palazzo Isimbardi -che le istituzioni per prime debbano dare l’esempio con segnali chiari per ridurre le evidenti difficoltà delle donne, a parità di capacità, ad essere rappresentate nei luoghi dove si decide. Occorre un cambiamento culturale che deve vedere protagonisti anche gli uomini”.

Pubblicato in amministratori locali pd, associazionismo, comunicato stampa, donne democratiche, Economia e lavoro, europa, expo 2015, Idee e politica, lavoro, provincia di milano | Taggato , , , , , , , , , | Lascia un commento

Immigrati. Sì al voto per referendum cittadini.

Immigrati alle urne. La proposta dell’assessore alle Politiche sociali Pierfrancesco Majorino di estendere ai cittadini stranieri la facoltà di voto sui referendum cittadini scatena le reazioni scomposte del centrodestra. I responsabili del PD provinciale spiegano, invece, come nasce questo percorso politico. “Da tempo – affermano Roberto Cornelli, segretario metropolitano, Francesco Laforgia, coordinatore dei circoli e Daniela Pistillo, responsabile Forum Immigrazione – appoggiamo la battaglia per la piena partecipazione degli immigrati alla vita sociale e politica del Paese”.

Dopo l’approvazione all’unanimità del documento programmatico “Impariamo a vivere insieme” da parte dell’Assemblea nazionale di Varese nel 2010, era arrivato infatti il sostegno alla campagna “L’Italia sono anch’io” che, oltre alla riforma del diritto di cittadinanza, proponeva proprio la concessione del diritto di voto alle amministrative. “Siamo convinti – spiegano ancora gli esponenti del PD – che in tempi di distacco e di rifiuto della politica, non possiamo permetterci di lasciare di fatto senza rappresentanza una parte così consistente di persone che hanno scelto di vivere nel nostro Paese e dalle quali invece proviene una straordinaria richiesta di partecipazione. Siamo convinti che da Milano, dove abbiamo vinto anche perché abbiamo saputo opporre al modello di città chiusa, cupa ed egoista della destra un modello di città aperta, inclusiva e solidale, possa partire una battaglia di caratura nazionale per la piena partecipazione degli immigrati alla vita pubblica del Paese”. Immediata, con le dichiarazioni di Riccardo De Corato, la reazione negativa del centrodestra milanese. Il democratico Roberto Caputo, vicepresidente del consiglio provinciale, ribatte al Pdl: “che Milano si dimostri una città aperta e vicina alle grandi metropoli europee è solo un fatto positivo. Ma la proposta di concedere il voto per i referendum e per le elezioni amministrative agli immigrati, che vivono nella nostra città, deve essere una scelta condivisa, discussa, elaborata e non vissuta come uno scontro politico. Le solite parole incendiarie di De Corato non aiutano, ma anzi creano soltanto divisioni e tensione sociale. Per soluzioni di questo genere non sono necessari annunci o fughe in avanti ma momenti di riflessione che coinvolgano in maniera matura la popolazione cittadina”.

Pubblicato in amministratori locali pd, amministrazione comunale, associazionismo, comunicato stampa, cornelli segretario pd, Cultura e sport, Economia e lavoro, europa, Idee e politica, provincia di milano, roberto cornelli | Taggato , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Rosy Bindi: “Formigoni? Un “impero” orientato alla corruzione”

La presidente del PD, e il sindaco Giuliano Pisapia, alla Conferenza programmatica

Giuliano Pisapia e Rosy Bindi alla Conferenza PD (foto Omnimilano)

“Credo che Formigoni abbia messo su un impero che penso sia orientato alla corruzione e all’annidamento delle speculazioni”.  Con queste parole la presidente del PD Rosy Bindi, intervenuta sabato pomeriggio al Teatro Litta, in chiusura alla Conferenza programmatica provinciale, ha duramente criticato il governatore della Regione Lombardia. Da parte di Bindi anche una stoccata alla vicenda delle vacanze che, stando alle rivelazioni, sarebbero state pagate a Formigoni dall’impreditore Pierangelo Dacco’, coinvolto nelle inchieste sull’ospedale San Raffaele e sulla Fondazione Maugeri. “Chi lavora tutti i giorni non ha tempo di fare vacanze neanche sotto Natale e non corre certo il rischio che qualcuno gliele paghi o di perdere le ricevute”. Lapidario anche il sindaco di Milano Giuliano Pisapia: ”E’ una questione che riguarda tutti e in questo periodo riguarda soprattutto Formigoni: non si puo’ stare al potere più di un certo periodo altrimenti il rischio e’ quello di guardare più al potere che all’interesse dei cittadini”.

Pubblicato in amministratori locali pd, amministrazione comunale, comunicato stampa, donne democratiche, Economia e lavoro, europa, giuliano pisapia, Idee e politica, lavoro, provincia di milano, roberto cornelli, soldi per appalti, Territorio | Taggato , , , , , , , , , | Lascia un commento

Con Pioli una Garbagnate da amare!

Piermauro Pioli, candidato sindaco a Garbagnate

Una città da amare, rispettare e mai usare. E’ questo lo slogan che racchiude, sintetizza bene, tutto il programma amministrativo del centrosinistra a Garbagnate Milanese. Piermauro Pioli (72 anni, sindaco dal 1985 al 2002, poi consigliere provinciale) è il candidato sindaco della coalizione formata da Partito Democratico, Idv, Sinistra per Garbagnate (Rc e Sel) e dalla lista “Impegno per Garbagnate”. Il programma spiega lo stesso candidato “intende restituire ai cittadini la fiducia nel comune, come luogo di incontro, proposta e progetto, per affrontare il futuro sostenendo il lavoro e valorizzando le eccellenze che la città esprime”. ”Il centrosinistra – racconta ancora Pioli – sostiene l’idea di una Garbagnate coinvolgente che, a partire dalla propria storia, sappia mettere in campo soluzioni concrete senza promesse illusorie, ma progetti credibili e realizzabili”.

Quali sono, allora, i punti qualificanti del progetto di città elaborato dal centrosinistra? “Si tratta – dichiara il candidato sindaco – di un progetto a lungo respiro che si concretizza con obiettivi programmati: dall’Expo alla riqualificazione dell’area ex Alfa, dal rilancio della locale Asm, senza dimenticare il sostegno delle fragilità sociali, la viabilità e la città metropolitana”.

E per quanto concerne l’ambiente? “L’obiettivo è preservare ed ampliare le aree di verde e le zone agricole, per mantenere una “corona” del verde attorno alla città”.

Nel programma si legge “Garbagnate, una città per tutti”, che significa? “Significa assicurare ed incentivare un modello di crescita sociale, culturale e di integrazione, nel rispetto della dignità di tutti i cittadini”.  

E sul tema lavoro? “Intendiamo promuovere un modello di sviluppo economico che sia sostenibile, attento ai bisogni della città e vigile, nel rispetto della legalità e della sicurezza. Puntando molto sulla “green economy” in quanto il futuro appartiene alle nuove generazioni e noi non abbiamo il diritto di rubarglielo”.

Alla luce dell’inefficace gestione amministrativa precedente, quella guidata dal centrodestra, il centrosinistra punta tutto sulla difesa del territorio, sui servizi alla persona e sulla partecipazione. E ancora, sulla istituzione della città metropolitana: l’unico futuro possibile per un governo del territorio organico in grado di superare gli stretti confini territoriali. Il 6-7 maggio Piermauro Pioli chiederà ai garbagnatesi di esprimersi per una città solidale, sicura e sostenibile.

 

Pubblicato in Ambiente e agricoltura, amministratori locali pd, Economia e lavoro, expo 2015, giovani, Idee e politica, lavoro, Mobilità, provincia di milano, sicurezza, Territorio | Taggato , , , , , , , , , , | Lascia un commento

“La Milano che vogliamo”, Conferenza Programmatica del PD

La Conferenza Programmatica del Partito Democratico dell’Area Metropolitana milanese si sta sviluppando nelle assemblee convocate nelle zone della città e della provincia, dove iscritti e simpatizzanti si stanno confrontando sui temi legati al governo del nostro territorio. La giornata conclusiva di questa prima fase è prevista per sabato 21 aprile, dalle 9 fino alle 17, al Teatro Litta di Milano. Per questa tappa di questo importante percorso politico abbiamo deciso di prenderci un’intera giornata da dedicare al confronto sui numerosi temi amministrativi e politici di Milano e dei Comuni della Provincia, confronto che avverrà sia in assemblea plenaria che in momenti di lavoro per gruppi.

Nel corso della giornata avremo occasione di ascoltare le presentazioni del lavoro fatto In questi mesi dai diversi gruppi tematici che hanno lavorato su più fronti, coinvolgendo molti iscritti e simpatizzanti: si tratta del Forum città metropolitana, del gruppo attrattività, del gruppo welfare, del gruppo mobilità e ambiente.
Con questo importante appuntamento il Partito Democratico dell’area metropolitana milanese vuole portare alla ribalta il proprio contributo per la città: si tratta di un grande patrimonio di progetti che il nostro partito mette a disposizione del sindaco di Milano Giuliano Pisapia e della Giunta comunale e dei sindaci dei comuni dell’Hinterland. Un lavoro che numerosi iscritti dei circoli e simpatizzanti hanno condiviso con i livelli istituzionali del Pd al Comune di Milano e in Provincia e che vuole diventare metodo valido anche per il futuro, basandosi sul confronto e sulla discussione dei temi in agenda. Siamo convinti che questo sforzo collettivo rappresenti una grande ambizione: fare decollare la democrazia dal basso come motore delle scelte di governo e come segno distintivo dei democratici milanesi. Per questo motivo crediamo che questo momento di confronto segni una tappa, non certo conclusiva, nel coinvolgimento di tutti noi nelle politiche della città.

Pubblicato in Ambiente e agricoltura, amministratori locali pd, amministrazione comunale, comunicato stampa, cornelli segretario pd, Cultura e sport, Economia e lavoro, europa, expo 2015, Idee e politica, lavoro, Mobilità, provincia di milano, roberto cornelli, Sanità e welfare, Territorio | Taggato , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Toia: “Deplorevoli le immagini del cittadino Tunisino rimpatriato”

Patrizia Toia, eurodeputato del PD

“Ma può succedere che nel corso di un rimpatrio un cittadino extracomunitario sia trattato come un animale?” Si chiede e, sopratutto, chiede alla Commissione europea, l´onorevole Patrizia Toia (PD), Vicepresidente del Gruppo S&D. L´eurodeputata, alla luce dell’ultimo episodio di violazione dei diritti umani nelle procedure di rimpatriato avvenuta ieri sul volo di linea Alitalia Roma-Tunisi delle 9:20 e resa nota da un passeggero via Facebook, ha presentato, infatti, oggi un´interrogazione parlamentare affinché tutte le autorità degli stati membri si impegnino a rispettare la Direttiva in materia.

“Nastro da pacchi sulla bocca e fascette di plastica ai polsi – dichiara l´eurodeputata Patrizia Toia – questo il trattamento riservato a due extracomunitari durante le procedure di rimpatrio dalla polizia italiana. Si tratta di un comportamento inacettabile che, non solo deve essere segnalato, ma é anche nostro preciso dovere batterci affinché trattamenti analoghi non vengano adottati in futuro”. Non é la prima volta, infatti, che si sente parlare di casi di maltrattamento a cittadini extra-comunitari durante le operazioni di rimpatrio. “L`Europa non si caratterizza solo per diritti, ma anche per doveri. Non possiamo permettere che proprio le autorità, chiamate a vigilare sul rispetto delle norme civili e democratiche che regolano la nostra Europa, neghino, così platealmente, i nostri doveri di civiltà. Siamo certi che si tratti di casi rari e rarissimi, ma proprio per questo dobbiamo reagire con la massima forza, chiedendo all’autorità giudiziarie di accertare i fatti, anche per salvare l´onore dei tanti rappresentanti dell´ordine pubblico che quotidianamente, spesso senza i mezzi adeguati, fanno i loro doveri” conclude l´eurodeputata milanese.

Pubblicato in antifascismo, associazionismo, comunicato stampa, donne democratiche, europa, Idee e politica, sicurezza | Taggato , , , , , , , | Lascia un commento