Archivi del mese: settembre 2011

A Milano 50mila firme contro il “Porcellum”

Circa 50.000 firme: è questo l’impressionante risultato raggiunto a Milano in poco più di due settimane dal comitato locale per il referendum contro la legge elettorale vigente, cosiddetto Porcellum.
Lo annunciano oggi, chiudendo la raccolta milanese, Corrado Di Mattina responsabile della Rete dei Referendari e Marco Campione (PD), che ha coordinato i volontari per i Democratici a Milano e provincia. “A questo importante risultato hanno contribuito innanzi tutto i cittadini di Milano e provincia che hanno voluto dare un segnale inequivoco, affollando fino all’ultimo momento utile il gazebo e i
banchetti dislocati nella città o si sono recati presso il Comune di residenza, come non era mai successo prima”, afferma Di Mattina. “Un apporto importante – e per questo li ringrazio – è venuto dai
volontari con e senza tessera e da molti circoli del Pd di Milano e provincia”  aggiunge Campione “i quali hanno prima spinto con una mobilitazione pressoché spontanea e poi hanno contribuito alla
raccolta prima alla Festa Democratica e sul territorio”.

Concludono i due esponenti del comitato: “Ringraziamo infine tutti i consiglieri comunali e provinciali, gli assessori e i cancellieri per il loro contributo nella fase di raccolta delle firme”.

Pubblicato in amministratori locali pd, amministrazione comunale, comunicato stampa, festa democratica, Idee e politica, legge elettorale, referendum | Taggato , , , , , | Lascia un commento

Milano accoglie il cardinale Angelo Scola

Trentamila persone hanno accolto, domenica 25 settembre in piazza Duomo, il nuovo arcivescovo di Milano il cardinale Angelo Scola. A riceverlo le massime autorità politiche ed amministrative della città e della regione: dal presidente della Regione Roberto Formigoni al presidente della Provincia Guido Podestà. L’ingresso ufficiale del nuovo presule milanese è stato preceduto un sentito saluto, formulato davanti alla chiesa di Sant’Eustorgio, dal sindaco Giuliano Pisapia. Il primo cittadino ha riservato un abbraccio affettuoso ad Angelo Scola, con il quale si è anche intrattenuto a parlare per pochi minuti. “Sono molto contento di aver potuto dare il benvenuto al nuovo arcivescovo  -ha dichiarato Giuliano Pisapia- sono certo che sarà un cammino in comune nell’interesse dei più deboli e degli emarginati per rendere più ricca la nostra città”.

“Dalle parole che ci siamo detti – ha aggiunto il sindaco – sono certo che sarà un rapporto molto costruttivo e dialogante, con anche le differenze che ci saranno e ci potranno essere, ma sicuramente superabili dalla volontà di ambedue di trovare il punto d’incontro e di confronto il più unitario possibile”.

Pubblicato in amministratori locali pd, amministrazione comunale, comunicato stampa, giuliano pisapia, Idee e politica, provincia di milano, Territorio | Taggato , , , , | Lascia un commento

Salviamo l’Italia. Berlusconi dimettiti! Presidio in San Babila

Il Partito Democratico invita i cittadini, le associazioni, i movimenti, i sindacati, i partiti del centrosinistra a partecipare al presidio per chiedere le dimissioni immediate del premier Silvio Berlusconi, organizzato per Giovedì 22 settembre, alle ore 18, a San Babila.
Silvio Berlusconi non ha più la credibilità per chiedere agli italiani sacrifici e un impegno per il cambiamento e con la sua incapacità a governare sta facendo fare al paese solo passi indietro.
Liberi l’Italia, si dimetta!
Non è più nemmeno una questione politica, ma di sopravvivenza del nostro Paese. 

Le sue manovre economiche sono timide, impoveriscono i cittadini che hanno già pagato troppo, soffocano i servizi degli enti locali e non sono in grado di creare opportunità di lavoro e  far crescere l’economia del nostro Paese.

Il suo principale alleato, la Lega di Bossi, grida per l’ennesima volta alla secessione, per nascondere i propri fallimenti sul federalismo, sulla politica economica e per ripulirsi frettolosamente da tutte le leggi ad personam che hanno votato. I suoi ministri non hanno più alcuna autorevolezza per proporre riforme.
L’Italia ha bisogno di guardare oltre. Con la sua incapacità a governare e con l’impaccio dei suoi interessi personali il suo Governo è diventato un ostacolo alla riscossa dell’Italia.
L’Italia ce la può fare, dispone di energie e di risorse positive. È ora di unire tutti coloro che vogliono cambiare. È il momento di metterci la faccia tutti, senza esitazioni. Ci rivolgiamo quindi agli iscritti e simpatizzanti del Partito Democratico, ai cittadini, alle associazioni milanesi, ai sindacati, ai movimenti di pensiero e politici, ai partiti dell’intero centrosinistra e a tutti coloro chein modo civile e pacifico intendono cambiare il destino del nostroPaese. Chiediamo a tutti di aderire al presidio di giovedì 22 settembre alle ore 18 in piazza San Babila a Milano.
Roberto Cornelli, segretario metropolitano del Pd

Francesco Laforgia, coordinatore cittadino del Pd

Pubblicato in amministratori locali pd, amministrazione comunale, arresti, associazionismo, comunicato stampa, cornelli segretario pd, corruzione, Idee e politica, interessi privati, roberto cornelli, Territorio | Taggato , , | Lascia un commento

Arluno, il sindaco si “sacrifica” per la materna

Una notizia che di questi tempi, segnati in negativo dall’antipolitica e dal dibattito sugli “inutili” costi della politica, risulta confortante giunge dal comune di Arluno, 11mila abitanti a nord-ovest di Milano. Il sindaco Luigi Losa, amministratore di centrosinistra, rinuncia assieme ad un suo assessore allo stipendio istituzionale. Grazie a questo gesto, sicuramente poco usuale, l’amministrazione comunale di Arluno sarà in grado di pagare lo stipendio a due insegnanti della locale scuola materna. Una trentina di bambini rischiavano di rimanere esclusi dal servizio per carenza nell’organico degli insegnanti. “Non è pensabile -ha commentato il primo cittadino di Arlunosulle pagine del Fatto quotidiano - che potessi lasciare a se stesse una trentina di famiglie che avevano chiesto di iscrivere i figli alla materna. La richiesta di una sezione in più al Ministero è rimasta inevasa, ma chi amministra un comune non può arrendersi. E per noi, assicurare un servizio scolastico è un impegno a cui non possiamo mancare”.

Secondo i dati ufficiali, forniti dalla Direzione scolastica regionale, in tutta la Lombardia, quest’anno, 3.278 bambini restano in lista d’attesa per un posto alla scuola materna pubblica. “Un gesto di grande responsabilità – ha dichiarato il direttore scolastico regionale Giuseppe Colosio, in merito al gesto di Arluno – a cui ho risposto autorizzando immediatamente l’apertura di una nuova sezione”. Una storia a lieto fino, quindi, dove il pragmatismo di un amministratore prevale sulle carenze e i disservizi.

Pubblicato in amministratori locali pd, amministrazione comunale, Idee e politica, provincia di milano, Scuola, scuola materna, Territorio | Taggato , , , , , | Lascia un commento