Archivi tag: PGT

Legge sul governo del territorio: regole più severe

Durante i lavori d’Aula del Consiglio regionale del 28 maggio è stata approvato il progetto di legge che modifica la legge 12 relativa alle nuove norme per il governo del territorio e indica regole più stringenti per tutti i comuni lombardi che non si sono ancora dotati dei Pgt.

Come consiglieri bergamaschi del PD, Jacopo Scandella ed io siamo molto soddisfatti di questo importante risultato ottenuto in tempi rapidi, così come chiedevano i Comuni, gli ordini professionali e le imprese di settore colpiti in modo particolare dalla crisi. Entro un anno tutti gli enti locali ancora sprovvisti saranno dotati degli strumenti di pianificazione urbanistica così come prevede il testo approvato.

Il lavoro della Commissione non termina oggi, comunque. Da domani inizia una seconda fase di monitoraggio costante volto a controllare l’iter dei singoli procedimenti e affiancare i comuni che incontrano più difficoltà per evitare le sanzioni o, in un’ultima istanza, il commissariamento.

Inoltre, in Aula è stato approvato a grande maggioranza un ordine del giorno, di cui Scandella è primo firmatario, con cui si chiede, in sede di revisione della legge 12, di introdurre nuovi strumenti che facilitano la pianificazione d’area vasta sovra comunale per il governo del territorio, con la possibilità di redigerli in forma associata fra i comuni.

L’obiettivo che ci eravamo posti è stato raggiunto: ora si apre la vera partita di questa legislatura, la riforma della legge 12 del 2005 con particolare attenzione al contenimento del consumo di suolo, la nostra priorità. Auspichiamo che con lo stesso atteggiamento, la Commissione porti avanti un lavoro, condiviso e proficuo, per dare seguito all’indirizzo votato oggi in Aula sulla pianificazione di area vasta sovra comunale.

Pubblicato in Territorio | Taggato , , | Lascia un commento

Chiesa di San Giorgio: la Giunta tuteli questo patrimonio inestimabile

Il Comune di Almenno San Salvatore prevede nel PGT una nuova espansione residenziale, anche nelle aree adiacenti alla chiesa romanica S. Giorgio e lungo il percorso di collegamento tra le chiese – che è stato realizzato sul sedime della strada Regia di epoca romana. Il PGT è attualmente in sede di Valutazione Ambientale Strategica, e metterebbe a repentaglio le condizioni d’ambiente necessarie all’integrità del bene culturale.

Condividendo le preoccupazioni delle associazioni Italia nostra, Antenna europea del romanico e del Comitato Lemine, ho depositato ieri un’ interrogazione a risposta orale in Commissione per l’assessore regionale al Territorio Daniele Belotti, allo scopo di capire quali siano le intenzioni della Giunta in merito a questa situazione.

La proposta del PGT del comune di Almenno San Salvatore prevede una serie di trasformazioni di destinazione e di previsioni edificatorie in un’area interessata da importanti beni pubblici, non tenendo in considerazione la possibilità di riutilizzare edifici sfitti o invenduti. Nella redazione del documento, inoltre, il comune non ha avviato alcun processo partecipativo, così come prevede la legge, e addirittura l’Amministrazione Provinciale di Bergamo ha evidenziato forti criticità all’interno del progetto, in quanto in contrasto con quanto previsto dal Piano Territoriale della Provincia.

Su questi presupposti voglio sentire l’assessore Belotti, per capire se la Regione Lombardia abbia intenzione di mettere in pratica strumenti che garantiscano la tutela di questo inestimabile patrimonio storico e artistico: la modifica del Piano di governo del territorio va esattamente in direzione opposta alla politica regionale di riduzione del consumo di suolo e di contenimento e valorizzazione del suolo.

Sarebbe opportuno che la Regione fornisca, con una circolare da inviare a tutti comuni lombardi, una chiara indicazione volta a contenere le previsioni edificatorie a favore del recupero delle aree dismesse. Nel caso specifico, infine, mi auguro che si mettano in atto azioni politico istituzionali che guardino all’ apertura di un Parco del Romanico, che assieme alle chiese e agli altri reperti, rappresentano un importante patrimonio da salvaguardare per le future generazioni.

Pubblicato in Territorio | Taggato , , | 1 commento

Proroga per l’approvazione dei PGT

Regione Lombardia ha prorogato di un ulteriore anno e mezzo il termine per l’approvazione dei Piani di Governo del Territorio (PGT). I comuni lombardi dovranno adeguarsi alla normativa vigente, approvata ormai nel febbraio di sei anni fa, entro il 31 dicembre 2012, anziché entro il marzo di quest’anno. La proroga è stata resa necessaria dall’alto numero di comuni (oltre il 70%) che non ha ancora conluso l’iter di approvazione. La provincia di Bergamo è sotto la media regionale: a fine gennaio, infatti, avevano approvato il PGT soltanto 68 comuni su 244, il 28%.

Secondo quanto prevede la modifica della legge approvata ieri dal Consiglio regionale i comuni non potranno però continuare a utilizzare i vecchi PRG, approvando i relativi piani integrati, se entro la fine di quest’anno non avranno almeno adottato (approvato in prima lettura) il proprio piano di governo del territorio.

Si tratta dell’ ennesima, necessaria proroga. L’approvazione del PGT solo in un minimo numero di comuni è un problema legato alle complicazioni della legge urbanistica ma soprattutto alla mancanza di risorse, in particolar modo per i comuni piccoli. Prorogare i termini è giusto, ma c’è un evidente problema nel sistema se i comuni non hanno avuto modo di approvare il PGT o, peggio, se hanno avuto in alcuni casi convenienza a continuare ad approvare varianti e piani integrati sui vecchi piani regolatori, in barba alla nuova programmazione urbanistica. Noi del PD abbiamo dato il nostro voto favorevole  a condizione che non ci siano altre proroghe e che, com’è scritto nel testo, non sia concesso ai comuni di continuare a programmare in deroga.

Pubblicato in Territorio | Taggato , , | Lascia un commento