Archivi tag: mozione

Tribunale di Clusone: la Regione contro la chiusura

Il Consiglio regionale di ieri ha approvato all’unanimità una mozione urgente, che ho presentato io, sulla soppressione della sezione distaccata del tribunale di Clusone, con il conseguente accorpamento al tribunale di Bergamo.

Il testo approvato in Aula chiede alla Giunta di intervenire presso il Ministero della Giustizia, il Parlamento e il Consiglio Superiore della Magistratura affinché vengano mantenute intatte le funzioni della sezione e garantito il servizio ad un bacino d’utenza molto vasto: sono 52 comuni di tre comunità montane bergamasche, con un estensione di circa 890 chilometri quadrati.

Sono molto contento che il Consiglio abbia riconosciuto l’importanza fondamentale del lavoro svolto dal tribunale per le comunità montane di Clusone  e della media e alta Valle Seriana. Il tribunale di Clusone dà risposte immediate a 125.000 abitanti, senza quei rallentamenti burocratici che si registrerebbero se la sede venisse soppressa: i cittadini sarebbero costretti a percorrere oltre 100 chilometri, con i costi che la cosa comporta.

Nel testo della mozione è stato aggiunta anche la richiesta di mantenere operativa la sede distaccata di Menaggio in provincia di Como, con le stesse motivazioni.

Pubblicato in Territorio | Taggato , , | Lascia un commento

Vigili del fuoco volontari: mozione PD

Nell’aula del Pirellone passa all’unanimità la mozione del PD sul sostegno della Regione

Sostegno della Regione ai corsi di formazione obbligatori che i Comandi provinciali dei Vigili del Fuoco organizzano per i propri volontari, e convenzioni tra Pirellone e Asl per fare in modo che questi possano effettuare gratuitamente le periodiche e obbligatorie visite mediche e attitudinali anche presso le strutture sanitarie più vicine ai comuni di residenza, e non nell’unico centro di Milano, come avviene oggi.

Queste sono le richieste contenute in una mozione presentata in Consiglio regionale  dal Gruppo regionale del Pd e approvata all’unanimità dall’Aula. In Lombardia i Vigili del Fuoco volontari sono circa 1600, dislocati in 56 distaccamenti, e affiancano l’attività dei 2700 Vigili del Fuoco permanenti  dislocati nei 39 distaccamenti effettivi.

Oltre ai pochi fondi disponibili per i corsi di formazione, a cui la mozione chiede di porre rimedio, l’altro problema per i volontari è che in Lombardia, in seguito a una convenzione siglata tra il Dipartimento nazionale dei Vigili del Fuoco e la direzione Sanità dell’Ente Rete ferroviaria italiana-Gruppo Ferrovie dello Stato, l’unica struttura in cui tutti i volontari possono sottoporsi gratuitamente alle visite mediche periodiche è a Milano, con grande disagio per chi abita in altri comuni e con perdite di intere giornate di lavoro. Crediamo che chi presta volontariamente il proprio tempo, per un compito per altro difficile e pericoloso, debba essere messo nella migliore condizione per farlo, soprattutto per quel che riguarda gli adempimenti a cui deve obbligatoriamente sottoporsi.

Pubblicato in Ambiente e agricoltura | Taggato , , , | Lascia un commento

Scuole dell’infanzia paritarie: Roma rimandi i soldi in Lombardia

Ieri, martedì 28 giugno, è stata approvata all’unanimità in Consiglio regionale la mozione presentata dal Gruppo regionale del PD, primo firmatario il consigliere regionale Fabio Pizzul, sui finanziamenti alle scuole dell’infanzia paritarie.

Una seconda sollecitazione, dopo una prima mozione già votata dall’Aula in primavera, perché, come ho dovuto rispondere ad un commento provocatorio della Lega, nonostante le nostre richieste, il Governo di Roma non ha ancora mandato i soldi in Lombardia per sostenere i bilanci di un servizio che la scuola pubblica, in molte zone della regione, soprattutto nelle valli montane, non offre.

Fabio Pizzul ha illustrato i motivi della reiterata richiesta, gli stessi che hanno portato diversi consiglieri regionali del Pd due sabati fa in piazza a protestare assieme alle scuole stesse e ai genitori: “Le scuole d’infanzia paritarie esercitano un’elevata funzione educativa sul territorio lombardo, in quanto si tratta di 1.768 unità con un numero di bambini che ammonta 156.933. Sono attive nell’80% dei comuni lombardi e soddisfano il diritto educativo del 57% dei bambini della Lombardia”.

I tagli governativi quest’anno arrivano al 54% dell’intera somma assegnata: si tratta di una riduzione di oltre la metà del contributo annuo di 539 milioni, e generano una situazione insostenibile e ingiustificabile in un settore delicato come è quello dell’infanzia.

Il Gruppo regionale del Pd ha chiesto quindi nella mozione al Presidente della Regione Lombardia e all’assessore Rossoni, che si è detto sostanzialmente d’accordo, “di intervenire presso il Governo nazionale affinché vi sia il recupero della somma prevista di 526 milioni di euro dalla legge finanziaria 2011, per garantire il sostegno alle scuole dell’infanzia paritarie e concreti attenzione e intervento per gli alunni diversamente abili; di dare concretezza, in sede di assestamento di bilancio, all’impegno preso da Regione Lombardia di erogare i fondi regionali, spettanti alle scuole dell’infanzia paritarie”.

Pubblicato in Scuola | Taggato , , , | Lascia un commento

9 milioni per la sopravvivenza delle Comunità Montane

E’ passata oggi, martedì 17 maggio 2011, in Consiglio regionale, la mozione presentata dal Gruppo regionale del Pd e da me sottoscritta, come membro del Comitato della montagna di Regione Lombardia, che consentirà alle Comunità montane di fare i bilanci per il 2011 avendo certezza di poter disporre delle stesse risorse degli anni scorsi, cioè 28 milioni di euro contro i 19 attualmente disponibili. L’operazione si concluderà con una variazione di bilancio a luglio, garantita dall’assessore Colozzi in Aula.

La mozione “impegna la Giunta a recuperare nel prossimo assestamento di bilancio, nel rispetto degli equilibri finanziari, risorse, anche di parte corrente, che garantiscano l’operatività e la regolare attività delle stesse comunità montane nel rispetto della vigente legislazione regionale e del loro ruolo istituzionale sancito dallo stesso Statuto d’autonomia della Lombardia”.

Si tratta di un risultato importantissimo perché garantisce alle comunità montane lombarde finanziamenti sufficienti a proseguire la loro attività. Credo ora sia importante verificare criteri omogenei di bilancio, perché tra le varie comunità ci sono disparità nel trattare la spesa. E credo altresì necessario rivedere e assestare i criteri di finanziamento degli aiuti, che devono essere concentrati nel sostegno alla montagna. Inoltre, il nostro impegno come Consiglio deve essere orientato verso l’Unione europea per ottenere le risorse a disposizione e per attivare tutte le possibili procedure in difesa del distretto alpino a scavalco delle Alpi.

Pubblicato in Territorio | Taggato , , , | Lascia un commento

Scuola materna paritaria: la Giunta trovi i finanziamenti

Ieri il Consiglio regionale ha approvato una mozione che impegna la Giunta a rifinanziare gli interventi a favore delle scuole dell’infanzia paritarie. La voce di bilancio 2011 relativa alle materne paritarie era stata infatti totalmente azzerata. Con il voto di oggi, il Governo Formigoni viene impegnato a rimettere delle cifre in quella posta.

E’ una mozione condivisa e costruita in maniera efficace, con la speranza che venga attuata in maniera efficiente. Ci tengo a sottolineare che nelle varie province lombarde la scuola paritaria ha una valenza fondamentale in quanto è quella struttura che copre il fabbisogno dei piccoli comuni in cui tutt’oggi rimane come l’unica risposta alle scuole dell’infanzia.

Pubblicato in Scuola | Taggato , , , | 1 commento

Taglio del 50% al Fondo Sociale Regionale

Il Pirellone non ha ancora erogato le risorse del Fondo Sociale Regionale 2011 ai comuni della provincia di Bergamo.

Generalmente queste importantissime risorse venivano trasferite in concomitanza con i contributi del Fondo Nazionale Politiche Sociali e del Fondo Nazionale per le non Autosufficienze ma quest’anno, purtroppo,  così non è ancora accaduto e l’allarme cresce.

Non è ancora dato sapere se e come verranno garantite queste risorse essenziali per la gestione dei servizi sociali operati per lo più dalle realtà del Terzo Settore. Gli Amministratori locali bergamaschi e le associazioni del settore sono giustamente molto preoccupati. A oggi il bilancio regionale prevede un taglio che porterebbe la provincia di Bergamo dai 9 milioni dell’anno scorso ai 4,2 milioni di euro di quest’anno che sarebbero serviti a  garantire la tenuta dei servizi sul territorio.

Dopo l’azzeramento del Fondo nazionale per la non Autosufficienza, le risorse nazionali destinate ai servizi per l’infanzia, la riduzione del Fondo sociale per gli affitti, è impossibile immaginare un ulteriore taglio delle risorse.

La Regione ha il dovere di rispondere rapidamente a questo tema rifinanziando il Fondo Sociale regionale almeno a livello di quello dell’anno scorso, cioè 85 milioni di euro per tutta la regione. Maurizio Martina ed io presenteremo in merito una mozione all’Assessore alla Famiglia Giulio Boscagli.

Pubblicato in Sanità e welfare | Taggato , , | Lascia un commento

Modifiche urgenti ai piani d’emergenza

Su proposta mia e di Maurizio Martina, i Partito Democratico ha presentato una mozione urgente in Consiglio regionale per chiedere alla Giunta del Pirellone di modificare la delibera relativa a frane e calamità naturali nella quale si prevede la compartecipazione dei Comuni agli interventi di “somma urgenza” nella misura del 20% delle spese sostenute.

Come noto, il provvedimento ha generato forti preoccupazioni in particolare sul territorio montano. Tanti Comuni infatti, già a corto di risorse, hanno denunciato l’impossibilità di garantire autonomamente fondi specifici per interventi di questa natura. Proprio per questo la mozione Pd chiede concretamente alla Giunta di modificare la normativa innanzitutto esentando dalla compartecipazione di questi costi i Comuni sotto i 5000 abitanti. Tra le nostre richieste anche la proroga dei tempi per la realizzazione dei Piani d’Emergenza e la conferma del sostegno tecnico della Regione verso le realtà coinvolte da questi eventi anche tramite le strutture operative ex Genio civile.

Il testo completo della mozione del PD

Pubblicato in Ambiente e agricoltura, Territorio | Taggato , , , | Lascia un commento

Salute mentale: Approvata mozione PD

L’integrazione tra ospedale e strutture residenziali per le cure sub acute, a cui si fa riferimento nel Piano socio sanitario regionale, passa anche per la riorganizzazione dell’ospitalità dei malati psichiatrici presso le strutture  dedicate. Per questo ieri il Pd ha fatto approvare una mozione specifica su questo tema, che impegna la Giunta a rendere meno rigide le prescrizioni riferite alla durata dei programmi terapeutici e ad intervenire sulla cronicità psichiatrica con un livello di gravità elevato al fine di prolungare i programmi per questo tipo di degenti evitando loro passaggi burocratici che il più delle volte hanno solo un effetto a “porta girevole” e complicano la vita alle famiglie.

Siamo soddisfatti per l’approvazione della mozione che prende in considerazione una situazione grave e difficile da affrontare per molte famiglie lombarde: non tutti i pazienti infatti guariscono al termine del percorso riabilitativo e non per tutti è indicato il percorso della residenzialità leggera. Va quindi data continuità terapeutica a tutti quei pazienti che anche concluso il ciclo necessitano di continuità delle cure.

Il testo della mozione approvata

Pubblicato in Idee e politica, Sanità e welfare | Taggato , , , | Lascia un commento