Archivi tag: audizione

Caos treni: vogliamo un’audizione straordinaria

Come tutti i pendolari sanno fin troppo bene, proseguono i disagi che da domenica pomeriggio si stanno verificando sulle linee ferroviarie della bergamasca e di tutta la Lombardia, a causa di un malfunzionamento del nuovo sistema informatico per la gestione dei turni del personale introdotto proprio in concomitanza con il via dell’orario invernale. Tutti noi del gruppo del PD abbiamo richiesto al presidente della Commissione Trasporti del Consiglio regionale Rienzo Azzi, con una lettera, di convocare con urgenza un’audizione dell’assessore regionale ai trasporti Andrea Gilardoni, per relazionare in merito ai disservizi, registrati la scorsa settimana e oggi stesso, e sulle misure attivate per ripristinare la corretta operatività del servizio ferroviario regionale.

I pesanti ritardi occorsi  sulle linee Milano – Bergamo, sia via Treviglio che via Carnate, non possono essere giustificati semplicemente da un problema al sistema informatico. Parliamo di ritardi tra i 40 e 50 minuti su un ordine di percorrenza di 50km. Le scuse non bastano, bisogna fare chiarezza per rispetto di tutti i pendolari bergamaschi che hanno vissuto giorni di pura passione. Siamo consapevoli che l’attività istituzionale del Consiglio regionale sta vivendo la fase di gestione ordinaria delle attività che solitamente prevede l’attenzione ai soli atti indifferibili, ma la situazione straordinaria e la vicenda che ha coinvolto l’Amministratore delegato di Trenord, Giuseppe Biesuz ci spingono a chiedere, con la massima urgenza, un’audizione in Commissione V dell’assessore Gilardoni per avere deve delucidazioni su quel che è accaduto e  per conoscere gli strumenti che saranno messi in campo per ripristinare la gestione del trasporto ferroviario lombardo.

Ci auguriamo che venga accolta la nostra richiesta.

Alla luce di tutto quel che è accaduto riteniamo che l’amministratore delegato Biesuz non potesse fare a meno di presentare le proprie dimissioni. E’ una richiesta che come gruppo abbiamo espresso prima ancora che le vicende giudiziarie prendessero il sopravvento. Il servizio ferroviario regionale è ancora in tilt e i pendolari sono allo sbando. La regione deve intervenire immediatamente affinché venga ripristinata al più presto l’operatività del servizio.

Pubblicato in Mobilità | Taggato , , , , | Lascia un commento

Nuovo ospedale: presto il sopralluogo della commissione Sanità

La commissione sanità del Consiglio regionale effettuerà presto, forse già la prossima settimana, un sopralluogo al nuovo ospedale di Bergamo, come avevamo richiesto formalmente Maurizio Martina ed io.  La notizia è stata data ieri, durante l’audizione in commissione del direttore generale dell’azienda ospedaliera Carlo Nicora, tenuta sempre su nostra richiesta.

Le risposte del direttore generale alle nostre domande sono state esaustive, gliene dobbiamo rendere atto. Ovviamente continueremo a monitorare l’evolversi dei lavori, a partire dalla effettiva funzionalità della trincea drenante e dalle opere che dovranno essere rifatte, perché non rispondenti al capitolato di appalto secondo i collaudatori.

L’audizione ci ha dato anche la possibilità di tornare sulla questione del futuro dell’area oggi occupata dall’ospedale. Alla luce della crisi economica la vendita di Largo Barozzi rischia di diventare una svendita, e quindi è giusto prendere in considerazione alternative che possono comprendere sia l’utilizzo residenziale sia la creazione di spazi pubblici in un luogo pregiato e centrale per la città e per i cittadini.

Pubblicato in Sanità e welfare | Taggato , , , , | Lascia un commento

Nuovo ospedale di Bergamo: al più presto sopralluogo ed audizione del Direttore

Arrivano nuovi fondi per l’Ospedale di Bergamo che potrebbero velocizzare il lungo e complicato iter per il termine dei lavori, la cui data ancora non c’è.

Noi sollecitiamo la richiesta già consegnata al presidente della Commissione Sanità di un sopralluogo al cantiere e di un’audizione del direttore generale.

Non stiamo a presentare un’interrogazione ogni volta che c’è una notizia, ma seguiamo e monitoriamo le vicende del nostro Ospedale da mesi. I consiglieri regionali che si occupano di sanità devono essere messi al corrente dello stato dell’arte dell’opera: per questo attendiamo fiduciosi che ci venga comunicata la data dell’audizione del dottor Nicora, che aspettiamo con ansia. La rendicontazione che deve svolgere fa parte dell’attività di ispezione che stiamo svolgendo sulla realizzazione di quest’opera così importante per la provincia di Bergamo.

Pubblicato in Sanità e welfare | Taggato , | Lascia un commento

Uffici scolastici nei “Pirellini”

Si è tenuta stamattina, in VII Commissione Cultura e istruzione del Consiglio regionale, l’audizione con il direttore scolastico regionale Giuseppe Colosio, per discutere della riorganizzazione degli uffici scolastici.

La proposta emersa dalle parole di Colosio è interessante e ha profili di innovazione sostanziali che vanno nella direzione di dare maggiore responsabilità alle strutture territoriali. Di fronte a una prospettiva di tagli lineari, la riorganizzazione della governance immaginata da Colosio convince me ed il PD, in quanto può rilanciare il sistema scolastico regionale. Visto che negli ultimi anni, nonostante le indicazioni relative all’autonomia scolastica, si stava andando in direzione diversa, cioè verso una ricentralizzazione sul Ministero dell’Istruzione, è interessante la prospettiva di Colosio che mira a dare autonomia e responsabilità alla Regione, come già previsto dalla legge Bassanini e dal Titolo V della Costituzione.

Il direttore scolastico ha poi resi noti i numeri della spesa che sta soffocando la gestione dei suoi uffici: attualmente la sede di via Ripamonti, a Milano, che comprende sia l’ufficio scolastico regionale che quello provinciale, costa complessivamente un milione e mezzo di euro netti l’anno, tra affitto e spese condominiali. Da Roma, per il 2012, dopo i tagli di Tremonti, arriveranno poco meno di 450mila euro. Le ripercussioni sono dunque inevitabili.

La proposta di Colosio è di ottimizzare gli uffici senza penalizzare i territori, utilizzando gli Ster, le sedi territoriali di Regione Lombardia, e questo porterebbe a un significativo risparmio dei costi di gestione. Colosio cerca una soluzione per non togliere i servizi al territorio, mantenendo gli uffici scolastici e diminuendo i costi.

Come Pd, fin dal mese di agosto avevamo sollevato la questione dell’utilizzo dei Pirellini e della loro scarsa utilità per i cittadini. L’idea di Colosio di trasferirvi gli uffici scolastici li rilancerebbe come luoghi di riferimento e di rappresentanza. Ci auguriamo che il direttore abbia il necessario sostegno da parte del presidente Formigoni e di tutta la Giunta. Noi del Partito democratico siamo disposti a collaborare fin da subito su questo fronte.

Pubblicato in Scuola | Taggato , , , | 1 commento

Cava di Caravaggio: un passo contro la realizzazione

Si è tenuta oggi in Commissione Ambiente e Protezione Civile l’audizione dei sindaci del Comitato Territoriale Cremasco in merito all’ATE g38, la ormai famosa cava di Caravaggio.

La questione si trascina da anni: Regione Lombardia aveva stralciato da Piano Cave provinciale l’Ambito di escavazione situato nel paese bergamasco e di seguito l’Impresa Edile Luigi Cividini aveva avanzato ricorso al TAR che con sentenza 3734 il 5 maggio 2009 accoglieva le richieste del proponente e imponeva il reintegro.

Alla fine di novembre 2010 il Consiglio regionale lombardo approva una nuova mozione presentata dal PD che, facendo riferimento a motivazione tecniche e alla vasta mobilitazione dei sindaci della provincia di Bergamo e del cremasco, impegnava la Giunta a prendere in considerazione tali motivazioni, ad approfondirle e a chiedere alla commissione consiliare l’apertura di una nuova adeguata istruttoria sulla base delle risultanze evidenziate dai documenti tecnici e da ARPA.

Arriviamo così all’audizione di oggi che ha mostrato nuovamente l’improponibilità della gestione di cava e la necessità di una attenta vigilanza.

Al termine dell’Audizione che oggi a Milano in Consiglio regionale ha visto succedersi gli interventi dei sindaci di Capralba, Crema, Ripalta Guerina e Mozzanica (BG) e dell’Assessore all’Ambiente della Provincia di Cremona, Gianluca Pinotti, io ed il mio collega Agostino Alloni siamo piuttosto soddisfatti.

La preoccupazione dei sindaci e del territorio è arrivata ancora una volta forte e chiara e sostenuta da motivazioni anche tecniche che non possono e non devono essere eluse. Il fatto che vi sia una incompatibilità tra le ipotesi di cava e le caratteristiche del terreno e i livelli di falda è più che un’evidenza e tutti i consiglieri presenti hanno convenuto. A tutt’oggi il privato non ha ancora presentato l’istanza di Valutazione di Impatto Ambientale ma questo non significa che dobbiamo rimanere con le mani in mano ad aspettare gli eventi. Gli uffici deputati possono già da oggi analizzare lo studio predisposto nel 2005 dal Comune di Mozzanica, approfondirlo e dipanare ogni dubbio sulla questione. È quello che ci attendevamo con la deliberazione del novembre scorso e che ribadiamo oggi con forza.

Pubblicato in Ambiente e agricoltura, Territorio | Taggato , , , | Lascia un commento