Archivi del mese: giugno 2013

Segretario della Commissione Cultura

Oggi sono stato eletto Consigliere Segretario della VII Commissione Consiliare Cultura, Istruzione, Formazione, Comunicazione e Sport, presieduta da Luca Daniel Ferrazzi della lista Maroni Presidente, sostituendo il collega Fabio Pizzul che è diventato presidente della Commissione Affari Istituzionali.

L’Ufficio di Presidenza della commissione risulta, quindi, così composto:

Presidente Luca Daniel Ferrazzi (Maroni Presidente)

Vicepresidente Anna Lisa Baroni (PdL)

Consigliere Segretario Mario Barboni (Pd)

Pubblicato in Cultura e sport | Taggato | Lascia un commento

Cultura e sport: nozze coi fichi secchi

Non riesco a trovare un altro commento al Programma regionale di sviluppo della X Legislatura alla voce Cultura, istruzione, formazione, comunicazione e sport.

Ne abbiamo discusso giovedì nell’omonima commissione: le proposte ci sono e noi potremmo aggiungerne a volontà, perché è facile pensare quanto di buono si potrebbe fare sul fronte della cultura o dello sport per i giovani.

Peccato, però, che poi il piatto pianga lacrime disperate: per cultura e sport si parla di poche centinaia di migliaia di euro. Con queste cifre tutti i buoni propositi vengono meno…

Insieme alla collega Laura Barzaghi abbiamo provato a farci sentire, ed alzeremo ancora la voce: il depauperamento avviene su capitoli che negli ultimi anni, in tempi non sospetti, erano già stati pesantemente tagliati per primi, rispetto ad altri che sono stati ridimensionati solo ora.

In questo modo non si può certo programmare interventi seri, duraturi, veramente interessanti, ma solo sostegni spot ad alcune iniziative.

E meno male che istruzione e formazione hanno una voce di bilancio a se stante: almeno fino a quando non si taglierà anche qui, come pare sia il nuovo orientamento, dopo la decisione, avvallata anche da Regione Lombardia, di ridurre l’orario scolastico su 5 giorni pure per le scuole superiori non per un preciso obiettivo didattico, ma per un mero risparmio sui costi di riscaldamento.

Pubblicato in Cultura e sport | Taggato , , | Lascia un commento

Legge sul governo del territorio: regole più severe

Durante i lavori d’Aula del Consiglio regionale del 28 maggio è stata approvato il progetto di legge che modifica la legge 12 relativa alle nuove norme per il governo del territorio e indica regole più stringenti per tutti i comuni lombardi che non si sono ancora dotati dei Pgt.

Come consiglieri bergamaschi del PD, Jacopo Scandella ed io siamo molto soddisfatti di questo importante risultato ottenuto in tempi rapidi, così come chiedevano i Comuni, gli ordini professionali e le imprese di settore colpiti in modo particolare dalla crisi. Entro un anno tutti gli enti locali ancora sprovvisti saranno dotati degli strumenti di pianificazione urbanistica così come prevede il testo approvato.

Il lavoro della Commissione non termina oggi, comunque. Da domani inizia una seconda fase di monitoraggio costante volto a controllare l’iter dei singoli procedimenti e affiancare i comuni che incontrano più difficoltà per evitare le sanzioni o, in un’ultima istanza, il commissariamento.

Inoltre, in Aula è stato approvato a grande maggioranza un ordine del giorno, di cui Scandella è primo firmatario, con cui si chiede, in sede di revisione della legge 12, di introdurre nuovi strumenti che facilitano la pianificazione d’area vasta sovra comunale per il governo del territorio, con la possibilità di redigerli in forma associata fra i comuni.

L’obiettivo che ci eravamo posti è stato raggiunto: ora si apre la vera partita di questa legislatura, la riforma della legge 12 del 2005 con particolare attenzione al contenimento del consumo di suolo, la nostra priorità. Auspichiamo che con lo stesso atteggiamento, la Commissione porti avanti un lavoro, condiviso e proficuo, per dare seguito all’indirizzo votato oggi in Aula sulla pianificazione di area vasta sovra comunale.

Pubblicato in Territorio | Taggato , , | Lascia un commento

Di nuovo al lavoro!

Come immagino sappiate, dopo le elezioni regionali di febbraio, risultando il terzo candidato del Partito Democratico per numero di preferenze nella provincia di Bergamo, ero risultato il primo dei non eletti.

Nella seduta del Consiglio Regionale del 28 maggio, in seguito alle dimissioni di Maurizio Martina, nominato sottosegretario del governo Letta, sono subentrato nel gruppo consigliare del PD come, appunto, primo dei non eletti.

Ringraziando ancora il Partito Democratico per la fiducia che mi ha dato, gli amici che mi sono stati vicini e gli oltre 4200 bergamaschi che mi hanno dato fiducia a febbraio, sono pronto a tornare al lavoro per i cittadini di Bergamo e di tutta la Lombardia.

Pubblicato in Idee e politica | Lascia un commento