Archivi del mese: maggio 2012

Brebemi: sopralluogo nei cantieri

Insieme a Maurizio Martina e ad Agostino Alloni abbiamo svolto un sopralluogo ai cantieri BreBeMi a Cassano D’adda: abbiamo così potuto appurare quale sia lo stato di avanzamento dei lavori del futuro collegamento autostradale Brescia – Bergamo – Milano, attualmente completa per il 40% come da programma.

Noi del PD sosteniamo questa importante e strategica infrastruttura che decongestionerà la rete stradale che unisce i tre capoluoghi di provincia, giornalmente intasata da traffico e smog. La grandezza della BreBeMi si può quantificare anche dal numero di operai impiegati: 700 infatti sono i lavoratori occupati nei lavori infrastrutturali generali, cifra che raddoppierà in fase di finitura dell’opera, 700 anche le imprese di settore interessate. Per il futuro ci auspichiamo che vengano implementati anche gli investimenti per il trasporto pubblico locale e per la mobilità sostenibile in modo da renderli un modello per lo sviluppo del territorio lombardo.

Pubblicato in Mobilità, Territorio | Taggato , , | Lascia un commento

Sempre connessi: incontro web

Ogni settimana un consigliere regionale del PD viene intervistato in diretta, discutendo della situazione politica, territoriale e rispondendo alle domande dei visitatori del sito.

Ieri è toccato a me, abbiamo parlato di politica generale (dopo le amministrative che, soprattutto in Lombardia, sono state un grande successo per il PD) e dei temi che seguo più da vicino, la sanità e le comunità montane.

Pubblicato in Blog Dem, Sanità e welfare, Territorio | Taggato , , , | Lascia un commento

Nuovo ospedale: presto il sopralluogo della commissione Sanità

La commissione sanità del Consiglio regionale effettuerà presto, forse già la prossima settimana, un sopralluogo al nuovo ospedale di Bergamo, come avevamo richiesto formalmente Maurizio Martina ed io.  La notizia è stata data ieri, durante l’audizione in commissione del direttore generale dell’azienda ospedaliera Carlo Nicora, tenuta sempre su nostra richiesta.

Le risposte del direttore generale alle nostre domande sono state esaustive, gliene dobbiamo rendere atto. Ovviamente continueremo a monitorare l’evolversi dei lavori, a partire dalla effettiva funzionalità della trincea drenante e dalle opere che dovranno essere rifatte, perché non rispondenti al capitolato di appalto secondo i collaudatori.

L’audizione ci ha dato anche la possibilità di tornare sulla questione del futuro dell’area oggi occupata dall’ospedale. Alla luce della crisi economica la vendita di Largo Barozzi rischia di diventare una svendita, e quindi è giusto prendere in considerazione alternative che possono comprendere sia l’utilizzo residenziale sia la creazione di spazi pubblici in un luogo pregiato e centrale per la città e per i cittadini.

Pubblicato in Sanità e welfare | Taggato , , , , | Lascia un commento

Famiglie con soggetti autistici: la Regione non lasci soli i Comuni

L’interruzione delle sperimentazioni è un grave errore: oggi in Aula abbiamo chiesto conto del rifinanziamento del progetto ORMA per il trattamento della sindrome autistica.

Il progetto, secondo l’assessore Boscagli, non verrà più finanziato dalla Regione, perché la sperimentazione, sul territorio della provincia di Cremona, di Monza e di Milano, si è conclusa a gennaio 2011 e ora sono gli enti locali in partnership con le associazioni a doversi occupare delle risorse.

La risposta dell’assessore ci ha lasciati preoccupati e insoddisfatti. In un momento in cui i comuni lombardi hanno visto un taglio delle risorse per il sociale del 63% (ai comuni nel 2011 sono andati 180 milioni di euro contro i 65 di quest’anno), la Regione si tira indietro giudicando la sperimentazione un “pieno successo”.

Che senso ha continuare a fare sperimentazioni che poi si interrompono senza avere effetti sul territorio?

Garantire la prosecuzione di questo progetto è importante per i soggetti autistici e per le loro famiglie perché la sua interruzione toglierebbe loro la possibilità di usufruire di un intervento specialistico necessario per vivere una vita normale. Le sperimentazioni, infatti, sono utili soltanto se viene poi garantito il mantenimento di interventi terapeutici ed educativi che possano produrre miglioramenti effettivi e avere ripercussioni positive sulle famiglie e sul sistema in genere.

Pubblicato in Sanità e welfare | Taggato , , | Lascia un commento

Tribunale di Clusone: la Regione contro la chiusura

Il Consiglio regionale di ieri ha approvato all’unanimità una mozione urgente, che ho presentato io, sulla soppressione della sezione distaccata del tribunale di Clusone, con il conseguente accorpamento al tribunale di Bergamo.

Il testo approvato in Aula chiede alla Giunta di intervenire presso il Ministero della Giustizia, il Parlamento e il Consiglio Superiore della Magistratura affinché vengano mantenute intatte le funzioni della sezione e garantito il servizio ad un bacino d’utenza molto vasto: sono 52 comuni di tre comunità montane bergamasche, con un estensione di circa 890 chilometri quadrati.

Sono molto contento che il Consiglio abbia riconosciuto l’importanza fondamentale del lavoro svolto dal tribunale per le comunità montane di Clusone  e della media e alta Valle Seriana. Il tribunale di Clusone dà risposte immediate a 125.000 abitanti, senza quei rallentamenti burocratici che si registrerebbero se la sede venisse soppressa: i cittadini sarebbero costretti a percorrere oltre 100 chilometri, con i costi che la cosa comporta.

Nel testo della mozione è stato aggiunta anche la richiesta di mantenere operativa la sede distaccata di Menaggio in provincia di Como, con le stesse motivazioni.

Pubblicato in Territorio | Taggato , , | Lascia un commento

Nuovo ospedale di Bergamo: al più presto sopralluogo ed audizione del Direttore

Arrivano nuovi fondi per l’Ospedale di Bergamo che potrebbero velocizzare il lungo e complicato iter per il termine dei lavori, la cui data ancora non c’è.

Noi sollecitiamo la richiesta già consegnata al presidente della Commissione Sanità di un sopralluogo al cantiere e di un’audizione del direttore generale.

Non stiamo a presentare un’interrogazione ogni volta che c’è una notizia, ma seguiamo e monitoriamo le vicende del nostro Ospedale da mesi. I consiglieri regionali che si occupano di sanità devono essere messi al corrente dello stato dell’arte dell’opera: per questo attendiamo fiduciosi che ci venga comunicata la data dell’audizione del dottor Nicora, che aspettiamo con ansia. La rendicontazione che deve svolgere fa parte dell’attività di ispezione che stiamo svolgendo sulla realizzazione di quest’opera così importante per la provincia di Bergamo.

Pubblicato in Sanità e welfare | Taggato , | Lascia un commento