Archivi del mese: agosto 2011

Genitori separati: proposta di legge

Servizi di mediazione familiare nelle Asl e presso gli enti locali; piani sociali di zona per rendere effettivo l’esercizio del ruolo genitoriale; sostegno economico concreto e soluzioni abitative temporanee per soggetti che abbandonano il tetto familiare. Questo propone il progetto di legge del Pd sui genitori separati presentato la scorsa settimana, intervenendo su un fenomeno sociale in crescita che genera nuove forme di povertà relativa e dà adito a fragilità sociali. Gli interventi sono finalizzati alla conservazione dell’autonomia personale e di un’esistenza dignitosa dei coniugi e degli eventuali figli.

C’è una zona grigia che troppo spesso sfugge agli indicatori socio economici e alle misure di welfare messe in campo dal legislatore. In Lombardia infatti non esiste ad oggi nessuna specifica norma a tutela delle situazioni di fragilità generate a causa di separazioni o divorzi. Il numero di divorzi è cresciuto, tra il 2000 e il 2007 del 42,5%  in Lombardia per un totale di oltre 10mila coppie all’anno che si separano. La percentuale di divorzi in presenza di figli è pari al 58% dei casi con gravi ripercussioni sulla qualità della vita dei coniugi ma anche dei minori. L’alterazione di nuclei familiari, a seguito di separazioni, in Italia e in Lombardia, produce, in molti casi, conseguenze che dall’ambito relazionale si spostano all’ambito economico. Il problema più considerevole resta quello della difficoltà abitativa.

Con questa legge vogliamo intercettare una parte della società che versa in gravi difficoltà. Già da settembre vorremmo iniziare a discutere questa proposta in modo da arrivare al più presto a determinare soluzioni concrete e sostenibili a beneficio di tutti quei cittadini che ne hanno necessità

Pubblicato in Sanità e welfare | Taggato , , , | Lascia un commento