Archivi del mese: gennaio 2011

Poliambulatorio di Ponte S. Pietro: Lega voltafaccia, interrogazione PD

I sindaci ed il Consiglio provinciale si sono da tempo pronunciati negativamente sullo spostamento del Poliambulatorio di Ponte S. Pietro a Brembate Sopra. Il presidio è, infatti, prezioso per il territorio e la decisione di trasferirlo, presa dal direttore dell’Azienda Ospedaliera di Treviglio, presidente dei “medici padani”, dimostra indifferenza alla volontà delle comunità e disprezzo delle istituzioni locali.

Il voltafaccia della Lega in particolare sulla questione del Poliambulatorio di Ponte San Pietro si commenta da solo ma va denunciato in tutta la sua gravità. Questo comportamento va smascherato e spiegato ai cittadini. Maurizio Martina ed io presenteremo immediatamente un’interrogazione all’Assessore regionale alla Sanità per fare chiarezza al fine di mantenere il Poliambulatorio nell’attuale sede. Spostare il presidio medico penalizzerebbe l’utenza, oltretutto in una zona dove il trasporto pubblico è carente.

Pubblicato in Sanità e welfare, Territorio | Taggato , , , , | 1 commento

Salute mentale: Approvata mozione PD

L’integrazione tra ospedale e strutture residenziali per le cure sub acute, a cui si fa riferimento nel Piano socio sanitario regionale, passa anche per la riorganizzazione dell’ospitalità dei malati psichiatrici presso le strutture  dedicate. Per questo ieri il Pd ha fatto approvare una mozione specifica su questo tema, che impegna la Giunta a rendere meno rigide le prescrizioni riferite alla durata dei programmi terapeutici e ad intervenire sulla cronicità psichiatrica con un livello di gravità elevato al fine di prolungare i programmi per questo tipo di degenti evitando loro passaggi burocratici che il più delle volte hanno solo un effetto a “porta girevole” e complicano la vita alle famiglie.

Siamo soddisfatti per l’approvazione della mozione che prende in considerazione una situazione grave e difficile da affrontare per molte famiglie lombarde: non tutti i pazienti infatti guariscono al termine del percorso riabilitativo e non per tutti è indicato il percorso della residenzialità leggera. Va quindi data continuità terapeutica a tutti quei pazienti che anche concluso il ciclo necessitano di continuità delle cure.

Il testo della mozione approvata

Pubblicato in Idee e politica, Sanità e welfare | Taggato , , , | Lascia un commento

Caso Pezzano: nomina inopportuna, ci aspettiamo dimissioni

Il Consiglio regionale ha respinto per un soffio la mozione che chiedeva la revoca di Pezzano a direttore generale dell’Asl Milano 1 da parte del presidente Formigoni. Con 32 no e 31 sì (2 astenuti), assenti i 3 consiglieri UdC, la mozione che non è stata approvata ieri in Consiglio chiedeva un passo indietro e una condivisione del principio di prudenza e di opportunità politica sul caso Pezzano secondo la dimensione che attiene ai compiti della politica, che non entra nel merito giudiziario.

Non era in discussione la colpevolezza di nessuno. Il piano della riflessione  a proposito della nomina di Pezzano deve essere esclusivamente politico ed è peraltro lo stesso piano sul quale si sono svolte le nomine: una dimensione che è stata addirittura certificata dallo stesso assessore alla Sanità. Il Consiglio Regionale si è impegnato in maniera forte sul contrasto alla criminalità, in maniera bipartisan. Lo dimostra il lavoro che si sta svolgendo in Commissione Affari istituzionali.  Basta dunque il fatto che il direttore della Asl Milano  1 sia coinvolto in indagini a rendere la sua nomina inopportuna, così come ritengono sindaci e rappresentanti istituzionali del territorio, che, peraltro, hanno anche un ruolo, previsto dalle leggi, rispetto al mondo della sanità regionale.

Non resta che sia lo stesso Pezzano a fare a questo punto un passo indietro. Rimettiamo nelle sue mani l’esito di questa vicenda. Le sue dimissioni offerte spontaneamente non sarebbero un’ammissione di responsabilità ma offrirebero la possibilità di un lavoro più sereno a tutti.

Pubblicato in Idee e politica, Sanità e welfare, Territorio | Taggato , , , | Lascia un commento

Sclerosi multipla, la sperimentazione di Zamboni

Incontro con il professor Paolo Zamboni: ipotizza una relazione tra la sclerosi multipla e la difficoltà di deflusso del sangue dal cervello al midollo spinale.
Vi segnalo questo video in cui Zamboni spiega il suo metodo. Qui invece alcune informazioni aggiuntive sia sul metodo che sulal situazione in Lombardia e la posizione del Pd.

Pubblicato in Sanità e welfare | Taggato , , , , | Lascia un commento