Archivi tag: servizio civile universale

Servizio civile universale: scadenza il 30 novembre per presentare progetti

associazionismoC’è tempo da oggi 4 settembre 2017 fino alle ore 14 del 30 novembre per gli enti di servizio civile, iscritti all’albo nazionale e agli albi regionali e delle Province autonome, nonché all’albo degli enti del servizio civile universale, per presentare progetti di servizio civile universale da realizzarsi in Italia e all’estero. L’Avviso di presentazione dei progetti tiene conto della previsione transitoria del dlgs 40/2017 che prevede all’art. 26 che “fino all’approvazione del primo piano triennale, il servizio civile universale si attua, in via transitoria, con le modalità previste dalla vigente normativa in materia di servizio civile nazionale”. L’avviso, analogo nei contenuti a quello per la presentazione di progetti da realizzarsi nel 2017, presenta alcuni elementi di novità con l’introduzione di una fase di sperimentazione del servizio civile universale relativa ai nuovi istituti previsti dal dlgs 40/2017 quali: flessibilità della durata del servizio dagli 8 ai 12 mesi, svolgimento del servizio per un periodo di tre mesi in un Paese UE o in alternativa possibilità di usufruire di tutoraggio per facilitare l’accesso al mondo del lavoro, impiego dei giovani con minori opportunità.

Pubblicato in Sanità e welfare | Taggato , , | Lascia un commento

Servizio civile:giovani e soddisfazione in aumento

contratti solidarietàRiprendo un argomento del quale mi sono occupato più volte, le opportunità del servizio civile per le nostre ragazze e ragazzi. Il numero dei  volontari è in aumento e la soddisfazione è generale, sia per i volontari stessi, sia per gli enti che offrono questa possibilità. Per il  Servizio civile , il 2015 è stato l’anno della ripartenza, dopo i problemi, sopratutto  economici, che ne avevano minato la stessa esistenza. A sancirlo la Relazione annuale al Parlamento, presentato nei giorni scorsi. I giovani che hanno fatto  servizio civile  hanno superato quota 35mila. Inoltre, grazie alla Riforma del Terzo settore, si potrà ora concretizzare l’idea di un servizio civile che spalanca le porte a qualsiasi giovane abbia la voglia, la curiosità, l’impegno di volere conoscere questo mondo Il Servizio civile è infatti un’opportunità messa a disposizione dei giovani , maschi e femmine dai 18 ai 28 anni, di dedicare un anno della propria vita a favore di un impegno solidaristico finalizzato a rafforzare la coesione sociale, oltre ad acquisire competenze che possano essere investite, poi, nel percorso professionale. Il compenso mensile è pari a 433 euro. Nella Relazione si evince che durante il 2015 sono stati avviati al servizio 35.531 volontari, di cui 34.924 in Italia e 607 all’estero.

Pubblicato in Sanità e welfare | Taggato , , | Lascia un commento

Bando per la selezione di 432 volontari da impiegare in progetti di Servizio Civile Nazionale della Regione Lombardia

Beneficiari: giovani che alla data di presentazione della domanda, abbiano compiuto il diciottesimo e non superato il ventottesimo anno di età, in possesso dei seguenti requisiti: - essere cittadini italiani; – essere cittadini dell’Unione europea; – essere familiari dei cittadini dell’Unione europea non aventi la cittadinanza di uno Stato membro che siano titolari del diritto di soggiorno o del diritto di soggiorno permanente; – titolari del permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo; – titolari di permesso di soggiorno per asilo; – titolari di permesso per protezione sussidiaria; I volontari percepiranno un assegno mensile di 433,80 euro per un periodo di 12 mesi.
Scadenza: entro e non oltre le ore 14 del 14 novembre 2014; la domanda di partecipazione va indirizzata direttamente all’ente che realizza il progetto prescelto.

Link: Bando (594 KB) PDF

Pubblicato in Cultura e sport, Sanità e welfare | Taggato , , , , , | Lascia un commento

Si al potenziamento del servizio civile

Lo avevo chiesto poche settimane fa, in occasione della mancata discussione della proposta di legge sulla leva civica: Perché non potenziare invece il servizio civile? Quella sulla leva civica, che è stata poi rimandata a settembre, sarebbe, invece, una legge inutile, che non solo rischia di essere una perdita di tempo e che incontra la contrarietà anche dei rappresentanti del Terzo settore, da Acli ad Agesci, da Confcooperative Federsolidarietà a Fondazione Banco Alimentare; ma che addirittura introduce nuovi paletti potenzialmente dannosi. Sono soddisfatto che  il Consiglio dei Ministri varerà, con una legge delega, la riforma del Terzo settore potenziando appunto il servizio civile nazionale universale che si muove nella stessa direzione della Garanzia giovani e potrebbe coinvolgere 100mila giovani in tutta Italia. E’ questa la direzione verso cui deve andare anche Regione Lombardia. Insomma i punti di contatto tra i diversi istituti sono molti e si riscontrano pertanto troppe inutili sovrapposizioni nella nostra regione.

Pubblicato in Idee e politica, Poliche sociali, Sanità e welfare | Taggato , , , , | Lascia un commento