Archivi tag: opg

Le Rems (120 posti a Castiglione Delle Stiviere) rischiano di tornare manicomi giudiziari

marco 14E’ passato poco tempo  dalla chiusura degli Opg, salutata come norma di civiltà, e già le Rems rischiano di diventare a tutti gli effetti i nuovi Ospedali psichiatrici giudiziari per via di un comma del disegno di Legge Modifiche al codice penale, al codice di procedura penale e all’ordinamento penitenziario. Viene infatti ripristinata la vecchia normativa disponendo il ricovero di detenuti nelle Residenze per le misure di sicurezza (Rems) come se fossero i vecchi Opg. Si prevede infatti la possibilità che le Rems debbano accogliere oltre che le persone prosciolte per incapacità totale al momento del fatto (i folli rei), anche i condannati che manifestano una patologia psichiatrica in carcere durante l’esecuzione della pena (i rei folli), nonché i soggetti bisognosi di osservazione psichiatrica. L’argomento che viene usato ipocritamente è quello legato alla non idoneità delle previste articolazioni psichiatriche in carcere”. Secondo Corleone, ex Commissario per il superamento degli Opg, una struttura che metta insieme prosciolti condannati, imputati, osservandi e, perché no, minorati psichici ha un nome e una storia. Si chiama manicomio giudiziario l’altro ieri e Opg ieri. Non posso che concordare con questa interpretazione.

Pubblicato in Sanità e welfare | Taggato , , , , | Lascia un commento

Ex Opg di Castiglione: potenziare servizi territoriali e gestione pazienti dimessi

Il superamento degli ospedali psichiatrici giudiziari e la riorganizzazione della rete è un tema seguito da mesi con grande attenzione. Avevo già presentato un’interrogazione all’assessore, poche settimane fa, in Aula, inerenti la struttura lombarda di Castiglione delle Stiviere. E ora ho ricevuto in Commissione Sanità risposta alle mie ultime domande.

Ho ribadito all’assessore le preoccupazioni inerenti alla struttura lombarda di Castiglione delle Stiviere nell’ambito del piano di riorganizzazione della rete degli ex ospedali psichiatrici giudiziari. Attualmente Regione Lombardia ha attivato 8 Rems provvisorie a Castiglione delle Stiviere, a fronte delle 6 definitive che il programma regionale individua nelle stessa sede, e senza quindi realizzare momentaneamente le 2 Rems di Limbiate, per un totale di 160 posti. Avevo già chiesto quanti pazienti sono stati dimessi e dove sono stati inviati nel 2015 e ora ho ottenuto i dati del 2016.

I pazienti dimessi dalle REMS lombarde nei primi 10 mesi del 2016 risultano essere 101, dei quali 65 residenti in Lombardia e sono stati rispettivamente destinati: 9 presso il loro domicilio; 1 presso i Servizi psichiatrici ospedalieri; 13 presso strutture residenziali pubbliche; 30 presso strutture residenziali private accreditate regionali; 3 presso strutture extraregione private accreditate; 3 stranieri sono stati rimpatriati nei Paesi d’origine; 6 sono stati trasferiti in carcere. Ci auguriamo che questi primi mesi di sperimentazione per dare attuazione alle linee guida nazionali possano dare risposte concrete ai malati e alle loro famiglie e che i percorsi di riabilitazione funzionino in riferimento agli specifici bisogni dei soggetti coinvolti. Nel frattempo continueremoa monitorare con attenzione.

Pubblicato in Sanità e welfare | Taggato , , | Lascia un commento

Superamento degli ospedali psichiatrici giudiziari: potenziamento dei servizi territoriali ed esiti alle dimissioni

A seguito della Relazione al Parlamento sulle criticità riscontrate rispetto al superamento degli Opg sparsi per l’Italia, ho presentato un’interrogazione a risposta immediata in Aula, durante la seduta odierna del Consiglio regionale. Ho ribadito all’assessore le preoccupazioni inerenti alla struttura lombarda di Castiglione delle Stiviere nell’ambito del piano di riorganizzazione della rete degli ex ospedali psichiatrici giudiziari. Attualmente Regione Lombardia ha attivato 8 Rems provvisorie a Castiglione delle Stiviere, a fronte delle 6 definitive che il programma regionale individua nelle stessa sede, e senza quindi realizzare momentaneamente le 2 Rems di Limbiate, per un totale di 160 posti. Ho chiesto in particolare poi quanti sono stati dimessi e dove siano stati inviati. Di tutti coloro che sono usciti dagli ex OPG a motivo del superamento del termine di legge, 4 sono poi rientrati in REMS per successivi atti della magistratura conseguenti a comportamenti dei pazienti, mentre risulta che i pazienti dimessi siano 230, dei quali 97 residenti in Lombardia. Da quanto confermato dall’assessorato in Aula, poi, di questi ultimi, 19 sono stati dimessi presso il domicilio, 2 presso i servizi psichiatrici ospedalieri, 64 presso strutture residenziali di varia tipologia (comunità terapeutiche psichiatriche, comunità a vocazione sociale). Il resto delle dimissioni sono per altri motivi e verso altre tipologie di destinazioni (trasferimento presso strutture penitenziarie, Rems di altre regioni, ecc.). Mi auguro che quanto prima possano partire le strutture alternative a Castiglione, ossia le due Rems di Limbiate, che permetteranno all’ex OPG mantovano di andare a regime con le 6 Rems previste dalla legge, togliendo la pressione sulle 8 attuali. E comunque occorre potenziare sempre di più i servizi territoriali e utilizzare la Rems come soluzione residuale a favore di misure alternative per un percorso vero di recupero sociale.

Pubblicato in Sanità e welfare | Taggato , , , , | Lascia un commento

La chiusura dell’ Ospedale Psichiatrico Giudiziario di Castiglione

Dal 31 marzo dovrebbero essere chiusi gli Ospedali Psichiatrici Giudiziari. Un passaggio fondamentale per superare la cultura dell’internamento come unica soluzione per il trattamento dei malati mentali  sottoposti a misura giudiziaria. La legge nazionale  prevede che le regioni aprano delle Rems, residenze assistite e protette. La Lombardia, in via transitoria ne ha previste 8 a Castiglione delle Stiviere. Il rischio è che diventino piccoli OPG e che non vengano adeguatamente sostenuti i servizi territoriali. La scommessa deve essere proprio questa: dimettere tutti gli internati che il territorio può gestire e lasciare alle Rems solo i casi effettivamente critici. Ciò prevede un importante cambio di passo e di prospettiva a livello giudiziario e dei servizi sociali territoriali.

Pubblicato in Sanità e welfare | Taggato , , , , , , | Lascia un commento

Sulla salute mentale e sul superamento degli Opg audizione urgente con gli assessori

salute mentaleAbbiamo chiesto oggi la convocazione di audizioni urgenti con gli assessori Mantovani e Cantù in merito al superamento degli Opg e alla riorganizzazione della rete della malattia mentale sul territorio lombardo, dopo le audizioni che si sono svolte oggi in commissione Sanità e Assistenza con i rappresentanti del Comitato regionale STOP OPG e del Coordinamento Comunità di Accoglienza CNCA, contrari ai contenuti dell’ultima delibera di Giunta. “Anche da quanto è emerso oggi ci pare evidente che sia importante investire nei servizi sul territorio piuttosto che nella creazione di nuove strutture, oltre a quella di Castiglione delle Stiviere . Invece di concentrare tutte le risorse disponibili nelle nuove strutture psichiatriche, si potrebbe potenziare i servizi territoriali della salute mentale. E’ soprattutto questo che manca nella nostra regione”. La Lombardia è la regione italiana con il più alto numero di detenuti: 8522 al 31 maggio 2014 (secondo il Dipartimento Amministrazione Penitenziaria). Di questi, una buona percentuale è costituita da tossicodipendenti, i quali potrebbero  accedere a misure alternative, ma questo spesso non avviene per svariati motivi, tra cui l’insufficiente dotazione di risorse e, anche in questo caso, di servizi territoriali sociosanitari.

Pubblicato in Sanità e welfare, Territorio | Taggato , , , , , , , , | Lascia un commento

Salute mentale: si dia avvio al tavolo di programmazione

salute mentaleLo avevamo già chiesto con un’interrogazione per fare il punto sul superamento delle ex strutture psichiatriche giudiziarie: “occorre costruire al più presto un tavolo per affrontare i molteplici problemi legati alla salute mentale”. Lo abbiamo ripetuto  nell’ambito del convegno “Salute mentale in Lombardia, è tempo di cambiare”, che si è svolto presso il Palazzo Pirelli, a Milano, con psichiatri e rappresentanti del Terzo settore. Unitamente al consigliere  Mario Barboni abbiamo preso l’impegno di fronte ai molti stakeholder riuniti, da Don Virginio Colmegna, presidente Campagna Salute Mentale, ai direttori dei Dipartimenti di Salute Mentale dell’A.O Mellini di Montichiari e dell’A.O. Fatebenefratelli di Milano, ai rappresentanti di Stop Opg Lombardia, di costruire un tavolo di programmazione, insieme al mondo dell’associazionismo e del privato sociale, ma anche con la Giunta lombarda, che dovrà diventare un tavolo di condivisione e di proposta, da farsi prima della scadenza del piano regionale di salute mentale che sarà contenuto nelle linee guida del 2014.

Pubblicato in Idee e politica, In attesa, Sanità e welfare, Territorio | Taggato , , , , , | Lascia un commento

Salute mentale in Lombardia: è tempo di cambiare

opgMercoledì 25 giugno, alle 9 a Palazzo Pirelli-Milano, si tiene questo convegno, tanto più importante vista l’imminente chiusura dell’ OPG di Castiglione delle Stiviere. Occorre costruire un percorso insieme al mondo dell’associazionismo e del privato sociale. Quello che sta portando avanti la Giunta Regionale Lombarda per ora non è affatto un percorso condiviso. Parteciperanno, tra gli altri, Don Colmegna, Presidente Campagna Salute Mentale e Luigi Benevelli, rappresentante di STOP OPG Lombardia. Sono stati invitati anche gli assessori regionali e i sindaci dei Comuni interessati alla riorganizzazione. E’ certo che il tema della salute mentale, deve trovare maggiore riconoscimento, con corrispettive risorse, in Regione Lombardia.

Pubblicato in Sanità e welfare, Territorio | Taggato , , , | Lascia un commento

OPG Castiglione Delle Stiviere: a che punto siamo? In Lombardia informazioni troppo vaghe

opgOccorre costruire un percorso insieme al mondo dell’associazionismo e del privato sociale. Quello che sta portando avanti la Giunta Regionale Lombarda per ora non è affatto un percorso condiviso. La riconversione dell’ospedale psichiatrico giudiziario di Castiglione delle Stiviere dovrà essere portata a termine, come per tutti gli OPG italiani, entro il 2015. In assenza di comunicazioni ufficiali, abbiamo presentato in Aula di un’interrogazione a riposta immediata all’Assessore Mantovani per fare il punto sul superamento delle ex strutture psichiatriche giudiziarie. L’Assessore ha confermato la volontà di Regione Lombardia di costituire un tavolo di lavoro per affrontare il tema della riconversione e ha parlato di un documento trasmesso al Governo. Per il momento ci sono oltre 200 persone ancora internate, strutture che devono essere riadeguate e personale che deve essere formato. Abbiamo chiesto, pertanto, di poter prendere visione del documento inviato al Governo ( che non abbiamo mai visto) e di discutere al più presto del tema della salute mentale nei luoghi deputati al confronto e nella maniera più possibile partecipata

Pubblicato in Sanità e welfare | Taggato , , | Lascia un commento