Archivi tag: nutria specie nociva

Nutrie: quali risorse ci mette Regione Lombardia?

Ci siamo detti assolutamente in linea con Regione Lombardia sulla necessità di un’azione coesa e comune. Però a questo punto chiediamo una precisazione. Se i 150mila euro che la Giunta dice che sono a disposizione per l’eradicazione delle nutrie sono in più rispetto a quanto già previsto, non possiamo che essere soddisfatti e condividere anche in questo caso la scelta fatta da Regione Lombardia. Ma se si tratta degli stanziamenti 2015 finiti, per un errore contabile, nel bilancio 2016, allora non solo non ci basta, ma ci sembra pure in contraddizione rispetto a quanto va dicendo il presidente Maroni. Viene annunciato che per la lotta alle nutrie Regione Lombardia mette a disposizione 150mila euro dal proprio bilancio per il Piano regionale di contenimento ed eradicazione, ma non si spiega da dove vengono presi questi soldi. Vorremmo che la Giunta fosse più chiara perché quei soldi, più altri 75mila, approvati in fase di bilancio grazie a un emendamento, mentre noi chiedevamo in realtà 300mila euro in più e ci parevano ancora pochi, sono a bilancio, quindi nessuno deve metterli a disposizione perché lo sono già, come sanno bene anche gli enti locali destinatari. Sono invece d’accordo con la Giunta rispetto alla proposta di chiedere al Ministero della Salute l’autorizzazione a utilizzare un milione di euro destinati alla lotta al randagismo per combattere, invece, una piaga che sta facendo danni importanti a migliaia di coltivatori lombardi, nonché agli argini aumentando di molto il rischio idrogeologico.

Pubblicato in Ambiente e agricoltura | Taggato , , , , , | Lascia un commento

Lotta alle nutrie: chiesto per l’ennesima volta il finanziamento alla Regione

Una mozione bipartisan, firmata praticamente da tutto il Consiglio regionale, approvata all’unanimità che chiede di postare a bilancio 150mila euro per il 2015 per proseguire nel programma regionale triennale di eradicazione delle nutrie. Il documento, passato ampiamente al vaglio dell’Aula e firmato anche dal Gruppo del Pd, impegna la Giunta a emanare quanto prima le linee guida e il programma triennale, assicurando adeguata copertura finanziaria. Il rischio è che gli enti locali si trovino nelle condizioni di dover sospendere le azioni di contenimento della nutria, sostanzialmente vanificando gli sforzi fatti negli anni scorsi a causa dell’alto tasso di riproduzione dell’animale. Certo, 150mila euro non sono sufficienti, ma necessari almeno per iniziare. E pur sapendo che ci vuole ben altro per far fronte seriamente all’emergenza, quanto meno impegniamo la Giunta a stanziare i fondi previsti dalla legge e a proseguire nell’iter, soprattutto con le linee guida.

Pubblicato in Ambiente e agricoltura | Taggato , , , , , | Lascia un commento

Lotta alle nutrie ancora senza risorse

Le esigue risorse (150mila euro) che erano state disposte dalla legge 32 approvata alla fine del 2014 per il controllo e l’eradicazione delle nutrie, risultano non essere ancora state stanziate. Si tratta di una grave mancanza che contribuisce alla continua proliferazione degli animali sul territorio lombardo. Per questo abbiamo appena scritto agli assessori competenti affinché queste risorse vengano prontamente erogate alle Province. Poi, considerato che il problema appare di grave soluzione chiediamo anche che per il 2015 vengano erogate risorse sufficienti, ossia 450mila euro, somma che per altro era già in bilancio per il 2014, prima della modifica della legge nazionale.

Pubblicato in Ambiente e agricoltura | Taggato , , , , | Lascia un commento

Le nutrie sono nocive: no a difese assurde

Non solo sono dannose, ma si riproducono velocemente. Tuttavia, abbiamo anche aperto alla possibilità di sperimentare la sterilizzazione. Riteniamo quindi assurda la battaglia  della ex sottosegretario berlusconiana Brambilla a favore delle nutrie. Abbiamo già detto tante volte che la presenza massiccia di questi animali, di cui si stima un milione di esemplari tra le province di Mantova, Cremona e Brescia, costituisce una grave minaccia per le arginature di fiumi e canali e soprattutto per le colture agricole. Ma il pericolo è anche sanitario: abbiamo scoperto che la nutria è suscettibile a una vasta gamma di infezioni micro e macroparassitarie, dalla salmonella alla leptospirosi. E i rischi sono sia per gli uomini, sia per gli animali domestici e da allevamento, e non da ultimo per gli alimenti che possono essere contaminati. La legge approvata dal Consiglio regionale prevede che siano coinvolti i territori, che siano fatti l’eradicazione, il contenimento e anche la sterilizzazione, assieme alla ricerca per studiare metodologie moderne ed efficaci. Non è necessario fare una strage, che per altro poco servirebbe perché questi roditori hanno una capacità riproduttiva più efficace di qualsiasi intervento massiccio, ma intervenire in modo radicale per contenere il fenomeno è assolutamente urgente.

Pubblicato in Ambiente e agricoltura | Taggato , , , , , | Lascia un commento

Nutrie: bisogna intervenire in fretta

Il Governo ha deliberato di sollevare la questione di legittimità costituzionale della legge regionale 32, quella relativa al contenimento della nutria. Alcune norme, infatti, violerebbero la competenza riservata alla legislazione statale in materia di organizzazione amministrativa e altre disposizioni contrasterebbero con la disciplina statale in materia di tutela della fauna, in violazione della competenza esclusiva statale in materia di tutela dell’ambiente e dell’ecosistema. I rilievi del Governo hanno una loro attinenza giuridica. Tuttavia non si può non censurare la decisione di impugnare la legge per la violazione della competenza esclusiva statale, laddove si dice che il trappolaggio o le altre tecniche non sono selettive. Le nutrie non possono mica morire di vecchiaia e basta, per risolvere ilproblema.Battute a parte, ora serve un intervento normativo veloce da parte del Consiglio regionale, perché non possiamo perdere ulteriore tempo si può modificare immediatamente la legge nelle due parti che sono state rilevate come incostituzionali, senza inficiare l’efficacia della normativa o stravolgerla, ma anzi in modo da salvaguardarne l’impianto complessivo.

Pubblicato in Ambiente e agricoltura | Taggato , , , , , | Lascia un commento

Nutrie: finalmente approvata la legge in commissione

L’VIII Commissione Agricoltura del Consiglio regionale ha approvato questo pomeriggio la legge che modifica la normativa già esistente e recepisce quella nazionale sull’eradicazione e il contenimento delle nutrie. Un atto atteso da tempo, soprattutto dalle per i danni provocati da questi roditori. Le nostre proposte migliorative del testo vanno soprattutto nella direzione di coinvolgere i territori, a partire dagli enti locali che poi saranno i primi a doversi occupare della questione . E il relatore di maggioranza ci ha assicurato che verranno accolte in sede di discussione in Aula. Il Pd ha poi sottoscritto, assieme agli altri Gruppi, una lettera, firmata dal presidente di Commissione, rivolta agli assessori all’Agricoltura Fava, al Bilancio Garavaglia e alla Sanità Mantovani in cui si chiederà di non spostare su altre voci le risorse messe a bilancio per gli interventi per il contenimento delle nutrie, come pare la Giunta abbia intenzione di fare.

Pubblicato in Ambiente e agricoltura | Taggato , , , , , , , | Lascia un commento

Nutrie: presentato oggi il progetto di legge per i piani di contenimento ed eradicamento

Alla fine la quadra è arrivata e oggi, giovedì 23 ottobre 2014, la maggioranza dei Gruppi politici del Consiglio regionale ha sottoscritto il progetto di legge sul contenimento e l’eradicamento delle nutrie. Se il Consiglio regionale approverà in tempi brevi il provvedimento, verranno messi in sicurezza i finanziamenti già previsti per il 2014 che rischiavano di saltare, e nel contempo si allineerà la normativa alle modifiche intervenute a livello nazionale. Questo ci permetterà non solo di continuare, ma anche di potenziare i piani provinciali di contenimento del fenomeno; io avevo  tanto insistito affinché si procedesse per poter permettere agli enti locali di continuare a intervenire. In questo modo non ci saranno ulteriori stop che avrebbero solo aumentato la dimensione del problema. È importante anche il passaggio del testo in cui si dà avvio alla ricerca, riferita all’ambito universitario, che permetta di capire come affrontare la diffusione di questi animali per poter eventualmente intervenire con metodi innovativi. Inoltre, con questa nuova legge pensiamo di aver trovato una soluzione che metta in sicurezza le risorse anche per i danni all’agricoltura.

Pubblicato in Ambiente e agricoltura, Territorio | Taggato , , , , , , | Lascia un commento

Nutrie:una nuova legge regionale

nutria 2Alla Giunta regionale non importa risolvere il problema del proliferare delle nutrie ma continuare il braccio di ferro con il governo. Si è riunito ieri il gruppo di lavoro all’interno della Commissione Agricoltura del Consiglio regionale proprio per discutere sul tema con le province interessate dal fenomeno con i rappresentanti di Brescia, Cremona e Mantova intervenuti per portare le proprie istanze in Regione. La grande assente è stata la Giunta: l’assessore all’agricoltura Fava non ha ritenuto opportuno mandare nessun delegato in rappresentanza né tanto meno fornire elementi utili sul tema. Il messaggio è chiaro: all’assessore Fava fa più comodo sfidare il Governo sul tema che prodigarsi a cercare una soluzione efficace ad un problema che sta mettendo in seria difficoltà il settore agricolo del sud Lombardia, nociva per la salute e pericolosa per la sicurezza idraulica. A conclusione dei lavori il gruppo di lavoro si è impegnato ad elaborare in tempi brevi una nuova legge regionale in materia di contenimento della nutria.

Pubblicato in Ambiente e agricoltura | Taggato , , , , , | Lascia un commento

Contenimento delle nutrie: calendarizzata la legge

nutria 2Oggi in Commissine Agricoltura, viene nominato il relatore della legge, che dovrà essere dapprima approvata nella steassa Commissione, per poi essere definitivamente approvata dal Consiglio Regionale nella seduta del 28 ottobre.  La nutria può essere considerata una specie nociva e quindi potrà essere catturata tutto l’anno al di là dei piani di contenimento. Dopo anni di attesa il governo ha corretto una stortura che gli agricoltori lombardi lamentano da tempo . Siamo convinti che questa modifica alla legge 157/92 darà maggiore spinta per l’eradicazione di questo roditore che ogni anno provoca ingenti danni all’agricoltura nel sud della Lombardia, mette a rischio la sicurezza sulle strade e danneggia in maniera rilevante le difese spondali e il sistema irriguo del territorio. Nel progetto di legge però  è specificato che non sono previste risorse aggiuntive per i piani di contenimento. In assestamento di bilancio sono stati previsti solo 300 mila euro, una cifra per noi insufficiente per far fronte al problema nella sua complessità visto che i danni provocati sono di gran lunga ben superiori alla cifra stanziata. Chiederemo quindi risorse aggiuntive per i piani di contenimento.

Pubblicato in Ambiente e agricoltura, Territorio | Taggato , , , | Lascia un commento

La nutria è riconosciuta specie nociva: ora servono risorse regionali.

nutriaFinalmente la nutria può essere considerata una specie nociva e quindi potrà essere catturata tutto l’anno al di là dei piani di contenimento. Dopo anni di attesa il governo e in particolare il ministro all’agricoltura Maurizio Martina correggono una stortura che gli agricoltori lombardi lamentano da tempo e ai quali la Lega quando coordinava questo ministero non ha saputo dare risposte concrete. Un primo grande passo è stato fatto. Siamo convinti che questa modifica alla legge 157/92 darà maggiore spinta per l’eradicazione di questo roditore che ogni anno provoca ingenti danni all’agricoltura nel sud della Lombardia, mette a rischio la sicurezza sulle strade e danneggia in maniera rilevante le difese spondali e il sistema irriguo del territorio. Adesso tocca alla Giunta regionale fare la sua parte; prendiamo atto che con la delibera della scorsa settimana, Regione Lombardia si è allineata alle modifiche inserite a livello nazionale. Anche se nel deliberato è specificato che non sono previste risorse aggiuntive per i piani di contenimento. In assestamento di bilancio sono previste 300 mila euro, una cifra per noi insufficiente per far fronte al problema nella sua complessità visto che i danni provocati sono di gran lunga ben superiori alla cifra stanziata. Inoltre poniamo un questione di natura sanitaria: chiediamo alla Giunta di coordinare le asl regionali così da rendere la procedura di smaltimento e seppellimento delle carcasse uguale in tutti i territori cosa che adesso invece non avviene

Pubblicato in Ambiente e agricoltura, Territorio | Taggato , , , , , | Lascia un commento