Archivi tag: lotta alle nutrie

Nutrie: accolta la nostra richiesta di inserire in bilancio 500.000 euro per i piani di eradicazione

Grazie al nostro emendamento, approvato a maggioranza, contrario solo il relatore, abbiamo fatto inserire nell’assestamento di bilancio di Regione Lombardia 500mila euro per i piani di eradicazione delle nutrie. Nonostante il parere contrario del relatore, appartenente al gruppo Maroni Presidente, i cui altri componenti sono stati, invece, completamente d’accordo con noi, e alcuni tentativi sventati della maggioranza di far passare come inammissibile l’emendamento, anche grazie al parere positivo dei tecnici della Giunta la nostra richiesta di rimpinguare decisamente il fondo per combattere il fenomeno è passata. Il mezzo milione di euro di risorse è stato perciò inserito nel capitolo sulle attività di controllo veterinario e coordinamento dei piani veterinari regionali, nel quale non era ben chiaro quanto fosse utilizzabile per l’eradicazione. Adesso, invece, grazie al Pd, Regione Lombardia ha un fondo ben preciso destinato a questi specifici piani che hanno bisogno di adeguate risorse altrimenti non riescono a essere minimamente incisivi. Ce lo chiedono gli agricoltori, ma anche tanti cittadini che risiedono nelle zone invase dalle nutrie.

Pubblicato in Ambiente e agricoltura | Taggato , , , | Lascia un commento

Nutrie: subito reperire risorse e rimuovere ostacoli

Condividiamo da tempo le preoccupazioni dell’assessore regionale all’Agricoltura Fava sulle nutrie: il problema non va più rinviato. In Lombardia abbiamo una visione comune e concreta e chiediamo solo di poter agire. Al più presto Governo e Regione devono reperire le risorse e rimuovere gli ostacoli normativi per dare piena efficacia ai piani di abbattimento che, però, così come sono configurati ora, sembrano essere ancora troppo blandi. Bisogna partire subito con l’obiettivo di procedere all’eradicazione di questa specie nociva che crea danni importanti al territorio, all’agricoltura e potenzialmente anche alla salute. E per quanto riguarda il tema delle risorse è fondamentale reperirle e anche molto in fretta, come diciamo da tempo: senza un intervento straordinario, già da ora rischiamo di trovarci di fronte a una vera emergenza che, se trascurata, richiederà ben altri sforzi economici.

Pubblicato in Ambiente e agricoltura | Taggato , , , , , | Lascia un commento

Lotta alle nutrie: chiesto per l’ennesima volta il finanziamento alla Regione

Una mozione bipartisan, firmata praticamente da tutto il Consiglio regionale, approvata all’unanimità che chiede di postare a bilancio 150mila euro per il 2015 per proseguire nel programma regionale triennale di eradicazione delle nutrie. Il documento, passato ampiamente al vaglio dell’Aula e firmato anche dal Gruppo del Pd, impegna la Giunta a emanare quanto prima le linee guida e il programma triennale, assicurando adeguata copertura finanziaria. Il rischio è che gli enti locali si trovino nelle condizioni di dover sospendere le azioni di contenimento della nutria, sostanzialmente vanificando gli sforzi fatti negli anni scorsi a causa dell’alto tasso di riproduzione dell’animale. Certo, 150mila euro non sono sufficienti, ma necessari almeno per iniziare. E pur sapendo che ci vuole ben altro per far fronte seriamente all’emergenza, quanto meno impegniamo la Giunta a stanziare i fondi previsti dalla legge e a proseguire nell’iter, soprattutto con le linee guida.

Pubblicato in Ambiente e agricoltura | Taggato , , , , , | Lascia un commento

Lotta alle nutrie ancora senza risorse

Le esigue risorse (150mila euro) che erano state disposte dalla legge 32 approvata alla fine del 2014 per il controllo e l’eradicazione delle nutrie, risultano non essere ancora state stanziate. Si tratta di una grave mancanza che contribuisce alla continua proliferazione degli animali sul territorio lombardo. Per questo abbiamo appena scritto agli assessori competenti affinché queste risorse vengano prontamente erogate alle Province. Poi, considerato che il problema appare di grave soluzione chiediamo anche che per il 2015 vengano erogate risorse sufficienti, ossia 450mila euro, somma che per altro era già in bilancio per il 2014, prima della modifica della legge nazionale.

Pubblicato in Ambiente e agricoltura | Taggato , , , , | Lascia un commento

Le nutrie sono nocive: no a difese assurde

Non solo sono dannose, ma si riproducono velocemente. Tuttavia, abbiamo anche aperto alla possibilità di sperimentare la sterilizzazione. Riteniamo quindi assurda la battaglia  della ex sottosegretario berlusconiana Brambilla a favore delle nutrie. Abbiamo già detto tante volte che la presenza massiccia di questi animali, di cui si stima un milione di esemplari tra le province di Mantova, Cremona e Brescia, costituisce una grave minaccia per le arginature di fiumi e canali e soprattutto per le colture agricole. Ma il pericolo è anche sanitario: abbiamo scoperto che la nutria è suscettibile a una vasta gamma di infezioni micro e macroparassitarie, dalla salmonella alla leptospirosi. E i rischi sono sia per gli uomini, sia per gli animali domestici e da allevamento, e non da ultimo per gli alimenti che possono essere contaminati. La legge approvata dal Consiglio regionale prevede che siano coinvolti i territori, che siano fatti l’eradicazione, il contenimento e anche la sterilizzazione, assieme alla ricerca per studiare metodologie moderne ed efficaci. Non è necessario fare una strage, che per altro poco servirebbe perché questi roditori hanno una capacità riproduttiva più efficace di qualsiasi intervento massiccio, ma intervenire in modo radicale per contenere il fenomeno è assolutamente urgente.

Pubblicato in Ambiente e agricoltura | Taggato , , , , , | Lascia un commento

Nutrie: bisogna intervenire in fretta

Il Governo ha deliberato di sollevare la questione di legittimità costituzionale della legge regionale 32, quella relativa al contenimento della nutria. Alcune norme, infatti, violerebbero la competenza riservata alla legislazione statale in materia di organizzazione amministrativa e altre disposizioni contrasterebbero con la disciplina statale in materia di tutela della fauna, in violazione della competenza esclusiva statale in materia di tutela dell’ambiente e dell’ecosistema. I rilievi del Governo hanno una loro attinenza giuridica. Tuttavia non si può non censurare la decisione di impugnare la legge per la violazione della competenza esclusiva statale, laddove si dice che il trappolaggio o le altre tecniche non sono selettive. Le nutrie non possono mica morire di vecchiaia e basta, per risolvere ilproblema.Battute a parte, ora serve un intervento normativo veloce da parte del Consiglio regionale, perché non possiamo perdere ulteriore tempo si può modificare immediatamente la legge nelle due parti che sono state rilevate come incostituzionali, senza inficiare l’efficacia della normativa o stravolgerla, ma anzi in modo da salvaguardarne l’impianto complessivo.

Pubblicato in Ambiente e agricoltura | Taggato , , , , , | Lascia un commento

Nutrie: bene la legge,ma risorse insufficienti

Il Consiglio regionale della Lombardia ha votato questa sera il progetto di legge sull’eradicazione e il contenimento delle nutrie. Favorevole anche il Gruppo regionale del Pd che, contestualmente, ha presentato due ordini del giorno, votati all’unanimità, in cui si chiede di ripristinare il Fondo per i danni all’agricoltura e di finanziare il capitolo relativo alla ricerca.È un tema di strettissima attualità in quanto coincide con i fenomeni meteorologici che in questi giorni hanno portato le piene, come accaduto nel Po e nei canali limitrofi, che hanno costretto i sindaci a emettere ordinanze per l’abbattimento di nutrie e volpi per ragioni di urgenza, in quanto sono gli animali che stanno distruggendo gli argini In Lombardia risultano un milione di esemplari e dal sud della regione si stanno spostando sempre più verso nord. Se non si interviene, il fenomeno si allargherà sempre di più. In questo, la Commissione Agricoltura ha fatto il suo dovere e siamo arrivati alla legge. Abbiamo stigmatizzato l’atteggiamento dell’assessore regionale all’Agricoltura Fava che, in fase di predisposizione della legge, si è limitato a polemizzare con il Governo e non ha contribuito fattivamente alla stesura della nuova norma. Così, se prima avevamo a disposizione delle Province, che facevano i piani di contenimento, 480mila euro, ora ne sono rimasti solo 150mila. Non sono certo sufficienti per affrontare un problema di questa portata.

Pubblicato in Ambiente e agricoltura | Taggato , , , , , , | Lascia un commento

Nutrie: finalmente approvata la legge in commissione

L’VIII Commissione Agricoltura del Consiglio regionale ha approvato questo pomeriggio la legge che modifica la normativa già esistente e recepisce quella nazionale sull’eradicazione e il contenimento delle nutrie. Un atto atteso da tempo, soprattutto dalle per i danni provocati da questi roditori. Le nostre proposte migliorative del testo vanno soprattutto nella direzione di coinvolgere i territori, a partire dagli enti locali che poi saranno i primi a doversi occupare della questione . E il relatore di maggioranza ci ha assicurato che verranno accolte in sede di discussione in Aula. Il Pd ha poi sottoscritto, assieme agli altri Gruppi, una lettera, firmata dal presidente di Commissione, rivolta agli assessori all’Agricoltura Fava, al Bilancio Garavaglia e alla Sanità Mantovani in cui si chiederà di non spostare su altre voci le risorse messe a bilancio per gli interventi per il contenimento delle nutrie, come pare la Giunta abbia intenzione di fare.

Pubblicato in Ambiente e agricoltura | Taggato , , , , , , , | Lascia un commento

Nutrie: presentato oggi il progetto di legge per i piani di contenimento ed eradicamento

Alla fine la quadra è arrivata e oggi, giovedì 23 ottobre 2014, la maggioranza dei Gruppi politici del Consiglio regionale ha sottoscritto il progetto di legge sul contenimento e l’eradicamento delle nutrie. Se il Consiglio regionale approverà in tempi brevi il provvedimento, verranno messi in sicurezza i finanziamenti già previsti per il 2014 che rischiavano di saltare, e nel contempo si allineerà la normativa alle modifiche intervenute a livello nazionale. Questo ci permetterà non solo di continuare, ma anche di potenziare i piani provinciali di contenimento del fenomeno; io avevo  tanto insistito affinché si procedesse per poter permettere agli enti locali di continuare a intervenire. In questo modo non ci saranno ulteriori stop che avrebbero solo aumentato la dimensione del problema. È importante anche il passaggio del testo in cui si dà avvio alla ricerca, riferita all’ambito universitario, che permetta di capire come affrontare la diffusione di questi animali per poter eventualmente intervenire con metodi innovativi. Inoltre, con questa nuova legge pensiamo di aver trovato una soluzione che metta in sicurezza le risorse anche per i danni all’agricoltura.

Pubblicato in Ambiente e agricoltura, Territorio | Taggato , , , , , , | Lascia un commento

Nutrie:rischio idraulico,agricolo e sanitario

Abbiamo chiesto di seguire l’esempio di Emilia Romagna e intervenire, come Regione, dando gli strumenti affinché i Comuni possano emettere ordinanze che permettano di proseguire con i piani di contenimento già messi in campo in questi anni delle Province, insistendo sulla necessità di sveltire le pratiche in attesa dei regolamenti attuativi delle novità normative nazionali. Regione Emilia Romagna ha predisposto uno schema di ordinanza tipo e lo ha inviato a tutte le amministrazioni comunali, che possono poi renderlo operativo nelle situazioni in cui la diffusione dell’animale sia particolarmente significativa e costituisca una grave minaccia per le arginature di fiumi e canali, nonché per le colture agricole. Secondo lo schema di ordinanza, che ha ottenuto il parere favorevole dell’Ispra (l’Istituto per la Protezione e la Ricerca Ambientale), i piani di controllo comunali dovranno contenere le motivazioni dell’intervento e potranno coinvolgere tutte le tipologie di personale già previsto dai piani provinciali. In Lombardia non ci sono solo motivazioni di origine idraulica e agricola, ma anche sanitaria: la Direzione generale della Sanità ci ha fornito una relazione del Dipartimento di Scienze Veterinarie dell’Università di Milano in cui si dice espressamente che la nutria è suscettibile a una vasta gamma di infezioni micro e macroparassitarie, dalla salmonella alla leptospirosi. E i rischi sono sia per gli uomini, sia per gli animali domestici e da allevamento, e non da ultimo per gli alimenti che possono essere contaminati. Pensiamo solo a quante carcasse rimangono in campagna e spesso anche nelle nostre cascine, tra farine e foraggi. Per l’intervento si potrebbe continuare con i piani di contenimento provinciali, dunque con le gabbie e con lo smaltimento a carico delle Asl. Per questo erano stati formati mille operatori e ora è tutto fermo in attesa del regolamento. Il punto è che nel frattempo non possiamo permetterci che il fenomeno, già di dimensioni eccessive vada completamente fuori controllo.

Pubblicato in Ambiente e agricoltura | Taggato , , , , | Lascia un commento