Archivi tag: linea mantova-milano

Non vogliamo il Frecciarossa, ma treni più veloci e più comodi sì

stazioneQuesta mattina ho presidiato la  stazione di Mantova per parlare dei problemi ancora irrisolti dei treni per Milano, ho incontrato pendolari, viaggiatori e personale. Treni freddi d’inverno e caldi d’estate, sovraffollamento e poca sicurezza, ancora troppi ritardi e soppressioni di corse. E poi il problema del raddoppio della linea e la soppressione dei  passaggi a livello. La linea Mantova-Milano ha oltre 10.000 passeggeri al giorno, nonostante tanti la evitino perchè non si sa quando si parte nè quando si arriva. Ma se funzionasse bene, si riducessero i tempi di percorrenza e magari si mettesse una corsa anche tra le 7 e le 8 di mattina, la userebbe ancora più gente. E’ chiaro che 4 ore al giorno di treno tra andata e ritorno, che aumentano per arrivare alla stazione da casa e dal lavoro, scoraggiano tanti. Invece, per esempio, le nostre ragazze e ragazzi potrebbero trovare lavoro a Milano senza dover emigrare da Mantova per trovare lavori qualificati, facendo tranquillamente i pendolari, se il viaggio fosse contenuto in tempi accettabili. D’altronde la distanza è di soli 151 Km e non c’è bisogno del Frecciarossa per trovare il modo di ridurre il tempo di percorrenza a 1 ora e 10 minuti, magari con passaggi intermedi, cominciando da raddoppi selettivi e eliminazione di passaggi a livello. Infatti le velocità percorribili attualmente sulla tratta variano dai 135 km/h da Mantova a Codogno ai  a 160 km/h da Codogno a Milano. L’armamento con il quale è costruita la tratta Mantova-Codogno permette però già una velocità massima di 160 km/h, ma la presenza dei numerosi passaggi a livello lungo la tratta abbassa la velocità a garanzia di una maggiore sicurezza degli attraversamenti stradali. Dopo 5 anni da pendolare e tanti interventi in Consiglio Regionale, devo constatare che pochissimo è cambiato. Ma resto convinto che lo sviluppo dei trasporti ferroviari, in particolare verso Milano e Verona rimanga una priorità per il nostro territorio.

Pubblicato in Mobilità | Taggato , , , | Lascia un commento

Regione smemorata sulla soppressione dei passaggi a livello della linea Mantova-Milano

imageDa anni mi sto battendo per migliorare e sviluppare il trasporto ferroviario mantovano. L’interrogazione sulla soppressione dei passaggi a livello di Bozzolo, mira a capire se vi sia davvero la volontà della Regione di intervenire oppure siano solo parole vuote, nonostante in questo caso particolare la soppressione dei passaggi a livello interessi non solo Bozzolo ma anche la viabilità dei paesi confinanti, nonostante sia stato aperto un tavolo tecnico con ampie rassicurazioni e vi sia stata una raccolta firme imponente da parte della cittadinanza per chiedere soluzioni e infine vi sia la volontà di compartecipazione alle spese da parte di privati. Già nel luglio 2014, a seguito del report sulle problematiche della linea ( in particolare binario unico da Codogno a Mantova per 90 Km su 150 Km complessivi e troppi passaggi a livello, 71ossia 4 ogni 5 Km) avevo detto  che apprezzavo il mea culpa nell’ammettere la disastrosa situazione della linea ma che volevo vedere i fatti e un cronoprogramma dei lavori con le risorse necessariePoi nel recente Piano della mobilità, che contiene le priorità della Regione, ho fatto inserire il raddoppio, anche selettivo, della linea e la soppressione dei passaggi a livello, perchè la Giunta aveva dimenticato di farlo. Incredibile ma vero! Anche perchè è un’opera fondamentale per la viabilità mantovana attesa da anni. Ora che è nero su bianco non possono più fare marcia indietro e quindi via agli accordi con RFI per eliminare i passaggi a livello che causano rallentamenti e ritardi ai treni, oltre a forti disagi per la popolazione che si trova ad attendere troppo tempo per attraversarli. Ora Regione batta un colpo, cominci a dimostrare che davvero si interessa al nostro territorio e alle esigenze dei cittadini. Se vogliono i lavori a Bozzolo possono iniziare in brevissimo tempo. Mi aspetto una risposta seria e soddisfacente. In caso contrario saremmo alle solite promesse non mantenute.

Pubblicato in Mobilità, Territorio | Taggato , , , | Lascia un commento

Il raddoppio della Milano-Mantova nel Piano Regionale Mobilità

Ieri la Commissione ha accolto nostri emendamenti che puntano al miglioramento viabilistico in provincia di Mantova. Innanzitutto il raddoppio selettivo del tratto ferroviario trenord 1da Codogno a Cremona e da Cremona a Mantova, che era stato dimenticato dalla maggioranza. E’ un’ opera fondamentale per la viabilità mantovana attesa da anni. Finalmente è stata inserita ufficialmente nel piano dopo che lo stesso Maroni più volte aveva accolto la nostra richiesta. Ora, che è nero su bianco, non può più fare marcia indietro. Via quindi agli accordi con Rete ferroviaria italiana, non dimenticando di eliminare l’elevato numero di passaggi a livello causa di rallentamenti e ritardi dei treni. In questo modo si darà un importante servizio ai cittadini e si comincerà ad uscire dall’solamento. Importante poi che nel piano della mobilità vi sia il possibile prolungamento fino a Verona o fino a Ferrara, con treni interregionali.  Un collegamento veloce con Verona, ci dà la possibilità di collegarci rapidamente ad uno snodo ferroviario fondamentale Ora non ci resta che provare a inserire, nella seduta di Consiglio, anche il collegamento con Reggio Emilia.

Pubblicato in Mobilità | Taggato , , , , | Lascia un commento

Linea Mantova-Milano: gli interventi previsti sono una goccia nel mare

trenord 1I 9 milioni di euro per la Milano – Mantova previsti dall’accordo di programma sottoscritto tra Rfi e Regione Lombardia sono una goccia del mare.Per di più l’intervento dovrebbe completarsi nel 2022. Cosa significa? Che per altri sette anni dovremo convivere con il disastro quotidiano a cui siamo abituati da anni? La situazione in cui versa il trasporto ferroviario mantovano è indecente e la la Regione deve metterci mano più prima che poi. I problemi sono sempre gli stessi e sono riconducibili alla scarsa manutenzione delle carrozze (molto spesso chiuse, senza riscaldamento o con problemi di funzionamento dell’ impianto di illuminazione), delle linee con passaggi a livello mal funzionanti e soprattutto del binario unico che va subito raddoppiato, almeno in alcuni tratti. E mai possibile che dobbiamo aspettare, se tutto va bene, ancora sette anni, per  non avere poi un servizio ferroviario degno di questo nomevisto che si interviene solo sul nodo di Castellucchio? Basta prese in giro, è ora di fatti concreti e non di fumo negli occhi.

Pubblicato in Mobilità | Taggato , , , , , , | Lascia un commento

La vergogna della linea Mantova-Cremona-Milano

pulizie trenordQuello che i pendolari e i viaggiatori mantovani sono costretti a subire quotidianamente è un a vergogna. Un servizio davvero da terzo mondo. Ci avevano promesso carrozze nuove e investimenti adeguati ed invece come al solito solo chiacchiere al vento. Siamo ancora qui che viaggiamo su carrozze fatiscenti e treni in condizioni pessime, non idonei ad affrontare le rigide temperature, peraltro prevedibili, della stagione invernale. Cosa dobbiamo aspettarci per i prossimi mesi quando si toccherà i zero gradi? E dove sono i nuovi treni che erano stati annunciati in pompa magna? Siamo stanchi di vedere il Mantovano bistrattato come fosse la cenerentola lombarda. In questi anni di viaggi continui a Milano ormai ho visto di tutto e di più e sentito solo promesse da marinaio su fantomatici miglioramenti. Chiediamo a Trenord e all’assessore regionale Sorte di venire nell’immediato a relazionare in Commissione Mobilità del Consiglio regionale e stavolta ci aspettiamo, oltre al mea culpa, un piano di interventi concreto. Non è più tempo per le chiacchiere, servono i fatti.

Pubblicato in Mobilità | Taggato , , , , , | Lascia un commento

Linea ferroviaria Mantova-Milano sempre più maglia nera

pulizie trenordUn’ora e 39 minuti di ritardo lungo la linea Milano–Cremona-Mantova e più precisamente sul treno n. 2663, i numerosi pendolari sono rimasti in balia di Trenord per ben tre ore. Questo è solo l’ultimo caso di inefficienza che si registra quotidianamente lungo la linea Milano–Cremona–Mantova. La misura è davvero colma, la Regione deve iniziare ad affrontare seriamente la questione e invertire il trend negativo che da sempre caratterizza il Sud Lombardia. Nonostante l’immissione di due nuovi treni, come si può ben notare, la situazione non è affatto migliorata; è più che evidente che non è così che si affronta seriamente il problema della mobilità e del servizio ferroviario in Lombardia. Serve un progetto ampio e lungimirante che al momento non è nemmeno abbozzato. Sistemate la linea maglia nera d’Italia!

Pubblicato in Mobilità | Taggato , , , , | Lascia un commento

Bisogna investire sui treni, non sulle autostrade

linea mantova milanoLa vicenda della nuova autostrada  Brebemi dimostra che ciò di cui la Lombardia ha veramente bisogno è l’investimento sul trasporto ferroviario e sull’intermodalità e come sanno bene tutti coloro che utilizzano la linea ferroviaria Mantova-Milano. La Lombardia è solo decima in Italia per investimenti sul ferro nonostante abbia 800mila pendolari che tutti i giorni prendono il treno, e sono in costante crescita. Ciò che manca è un piano regionale della mobilità, a cui finalmente gli uffici stanno lavorando, e investimenti veri per l’acquisto di nuovi treni, per il raddoppio delle linee e per la realizzazione dei collegamenti tra le diverse reti di trasporto, in modo che le stazioni ferroviarie siano fruibili e raggiungibili facilmente per chi arriva e parte in auto, con i mezzi pubblici, con il car sharing e anche in bicicletta. L’obiettivo di un progetto per i prossimi vent’anni deve essere quello di raddoppiare gli utenti del trasporto pubblico e di togliere il traffico dalle strade lombarde

Pubblicato in Mobilità | Taggato , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Milano-Roma in due ore e mezza, quasi come da Mantova a Milano

linea mantova milanoNon chiedo certo l’alta velocità sui treni regionali, anzi, mi va bene la bassa velocità, ma non il passo da lumaca. Risolvete i problemi sulle linee e vedrete che da Mantova a Milano, facendo le fermate necessarie, si potrà arrivare in un’ora e mezza. I treni Vivalto hanno una velocità di 160 Km/h, che non viene praticamente mai sfruttata su questa linea, per la presenza del binario unico e dei passaggi a livello. Chiedo al più presto da Regione Lombardia un cronoprogramma per i lavori necessari sulla rete. Altrimenti, notizie come questa, alimentano ancora di più l’idea di un disinteresse verso il nostro territorio.

Pubblicato in Mobilità, Territorio | Taggato , , , | Lascia un commento

Linea Milano-Mantova:Bene il protocollo d’intesa ma voglio sapere quando verranno eliminati i passaggi a livello e fatto il raddoppio del binario

linea mantova milanoApprezziamo il mea culpa fatto questo pomeriggio in commissione dall’assessore, da Trenord ed Rfi che hanno ammesso la situazione disastrosa in cui versa la linea Milano – Cremona – Mantova –  ma adesso vogliamo vedere i fatti. Questa mattina è stato presentato alla stampa il protocollo d’intesa tra Regione ed Rfi si tratta di interventi annunciati già due anni fa e che ancora oggi non sono accompagnati da un crono programma. Noi vogliamo sapere quando verranno eliminati i passaggi a livello e in quanti anni si farà il raddoppio della linea. Anche oggi pomeriggio a domanda diretta non abbiamo avuto una risposta chiara

Pubblicato in Mobilità, Territorio | Taggato , , , | Lascia un commento