Archivi tag: legge regionale nutrie

Lotta alle nutrie: chiesto per l’ennesima volta il finanziamento alla Regione

Una mozione bipartisan, firmata praticamente da tutto il Consiglio regionale, approvata all’unanimità che chiede di postare a bilancio 150mila euro per il 2015 per proseguire nel programma regionale triennale di eradicazione delle nutrie. Il documento, passato ampiamente al vaglio dell’Aula e firmato anche dal Gruppo del Pd, impegna la Giunta a emanare quanto prima le linee guida e il programma triennale, assicurando adeguata copertura finanziaria. Il rischio è che gli enti locali si trovino nelle condizioni di dover sospendere le azioni di contenimento della nutria, sostanzialmente vanificando gli sforzi fatti negli anni scorsi a causa dell’alto tasso di riproduzione dell’animale. Certo, 150mila euro non sono sufficienti, ma necessari almeno per iniziare. E pur sapendo che ci vuole ben altro per far fronte seriamente all’emergenza, quanto meno impegniamo la Giunta a stanziare i fondi previsti dalla legge e a proseguire nell’iter, soprattutto con le linee guida.

Pubblicato in Ambiente e agricoltura | Taggato , , , , , | Lascia un commento

Le nutrie sono nocive: no a difese assurde

Non solo sono dannose, ma si riproducono velocemente. Tuttavia, abbiamo anche aperto alla possibilità di sperimentare la sterilizzazione. Riteniamo quindi assurda la battaglia  della ex sottosegretario berlusconiana Brambilla a favore delle nutrie. Abbiamo già detto tante volte che la presenza massiccia di questi animali, di cui si stima un milione di esemplari tra le province di Mantova, Cremona e Brescia, costituisce una grave minaccia per le arginature di fiumi e canali e soprattutto per le colture agricole. Ma il pericolo è anche sanitario: abbiamo scoperto che la nutria è suscettibile a una vasta gamma di infezioni micro e macroparassitarie, dalla salmonella alla leptospirosi. E i rischi sono sia per gli uomini, sia per gli animali domestici e da allevamento, e non da ultimo per gli alimenti che possono essere contaminati. La legge approvata dal Consiglio regionale prevede che siano coinvolti i territori, che siano fatti l’eradicazione, il contenimento e anche la sterilizzazione, assieme alla ricerca per studiare metodologie moderne ed efficaci. Non è necessario fare una strage, che per altro poco servirebbe perché questi roditori hanno una capacità riproduttiva più efficace di qualsiasi intervento massiccio, ma intervenire in modo radicale per contenere il fenomeno è assolutamente urgente.

Pubblicato in Ambiente e agricoltura | Taggato , , , , , | Lascia un commento

Nutrie: bisogna intervenire in fretta

Il Governo ha deliberato di sollevare la questione di legittimità costituzionale della legge regionale 32, quella relativa al contenimento della nutria. Alcune norme, infatti, violerebbero la competenza riservata alla legislazione statale in materia di organizzazione amministrativa e altre disposizioni contrasterebbero con la disciplina statale in materia di tutela della fauna, in violazione della competenza esclusiva statale in materia di tutela dell’ambiente e dell’ecosistema. I rilievi del Governo hanno una loro attinenza giuridica. Tuttavia non si può non censurare la decisione di impugnare la legge per la violazione della competenza esclusiva statale, laddove si dice che il trappolaggio o le altre tecniche non sono selettive. Le nutrie non possono mica morire di vecchiaia e basta, per risolvere ilproblema.Battute a parte, ora serve un intervento normativo veloce da parte del Consiglio regionale, perché non possiamo perdere ulteriore tempo si può modificare immediatamente la legge nelle due parti che sono state rilevate come incostituzionali, senza inficiare l’efficacia della normativa o stravolgerla, ma anzi in modo da salvaguardarne l’impianto complessivo.

Pubblicato in Ambiente e agricoltura | Taggato , , , , , | Lascia un commento

Nutrie: bene la legge,ma risorse insufficienti

Il Consiglio regionale della Lombardia ha votato questa sera il progetto di legge sull’eradicazione e il contenimento delle nutrie. Favorevole anche il Gruppo regionale del Pd che, contestualmente, ha presentato due ordini del giorno, votati all’unanimità, in cui si chiede di ripristinare il Fondo per i danni all’agricoltura e di finanziare il capitolo relativo alla ricerca.È un tema di strettissima attualità in quanto coincide con i fenomeni meteorologici che in questi giorni hanno portato le piene, come accaduto nel Po e nei canali limitrofi, che hanno costretto i sindaci a emettere ordinanze per l’abbattimento di nutrie e volpi per ragioni di urgenza, in quanto sono gli animali che stanno distruggendo gli argini In Lombardia risultano un milione di esemplari e dal sud della regione si stanno spostando sempre più verso nord. Se non si interviene, il fenomeno si allargherà sempre di più. In questo, la Commissione Agricoltura ha fatto il suo dovere e siamo arrivati alla legge. Abbiamo stigmatizzato l’atteggiamento dell’assessore regionale all’Agricoltura Fava che, in fase di predisposizione della legge, si è limitato a polemizzare con il Governo e non ha contribuito fattivamente alla stesura della nuova norma. Così, se prima avevamo a disposizione delle Province, che facevano i piani di contenimento, 480mila euro, ora ne sono rimasti solo 150mila. Non sono certo sufficienti per affrontare un problema di questa portata.

Pubblicato in Ambiente e agricoltura | Taggato , , , , , , | Lascia un commento

Nutrie: presentato oggi il progetto di legge per i piani di contenimento ed eradicamento

Alla fine la quadra è arrivata e oggi, giovedì 23 ottobre 2014, la maggioranza dei Gruppi politici del Consiglio regionale ha sottoscritto il progetto di legge sul contenimento e l’eradicamento delle nutrie. Se il Consiglio regionale approverà in tempi brevi il provvedimento, verranno messi in sicurezza i finanziamenti già previsti per il 2014 che rischiavano di saltare, e nel contempo si allineerà la normativa alle modifiche intervenute a livello nazionale. Questo ci permetterà non solo di continuare, ma anche di potenziare i piani provinciali di contenimento del fenomeno; io avevo  tanto insistito affinché si procedesse per poter permettere agli enti locali di continuare a intervenire. In questo modo non ci saranno ulteriori stop che avrebbero solo aumentato la dimensione del problema. È importante anche il passaggio del testo in cui si dà avvio alla ricerca, riferita all’ambito universitario, che permetta di capire come affrontare la diffusione di questi animali per poter eventualmente intervenire con metodi innovativi. Inoltre, con questa nuova legge pensiamo di aver trovato una soluzione che metta in sicurezza le risorse anche per i danni all’agricoltura.

Pubblicato in Ambiente e agricoltura, Territorio | Taggato , , , , , , | Lascia un commento

Nutrie: le province devono poter agire

nutria 2È quanto mai urgente una modifica della legge regionale di modo che i piani di contenimento provinciali delle nutrie possano continuare a essere in vigore. Il decreto legge 91/2014 che, compiendo un passo in avanti, contiene, nelle disposizioni urgenti per il settore agricolo, il nuovo status di questi dannosi roditori, è stato convertito in legge già a giugno, ma la Regione ancora non ha recepito nella sua normativa, risalente al 2002, la novità. Questo comporta un rallentamento delle operazioni di contenimento o di eradicazione e blocca le Province cui spetta questo compito. Oggi la nutria non è più una specie protetta, dunquela legge regionale va armonizzata per fermare una volta per tutte i danni all’agricoltura, agli argini, ai piccoli ponti campestri. Sollecitiamo, quindi, la Giunta e l’assessore Fava a modificare senza indugi la normativa regionale, sia per quanto riguarda il contenimento che lo smaltimento delle carcasse, tema altrettanto importante per chi vuole e deve intervenire. La Regione dia, perciò, quanto prima una certezza legislativa alle Province.

Pubblicato in Ambiente e agricoltura, Territorio | Taggato , , , , | Lascia un commento