Archivi tag: garanzia giovani

Avviso garanzia giovani-servizio civile: altri 912 posti

Finalità: 912 giovani tra i 18 e i 28 anni compiuti, a partire da aprile 2015, possono prestare il servizio civile per un anno in Lombardia.  La durata del servizio è per un periodo non inferiore agli 8 mesi e non superiore ai 12 mesi.

Destinatari: giovani tra i 18 e i 28 anni che siano: – inoccupati o disoccupati ai sensi del D.lgs.n. 181/2000;  non iscritti a percorsi di istruzione o formazione professionali ovvero percorsi universitari e terziari; non avere in corso di svolgimento attività di servizio civile o un tirocinio extra­ curriculare;  non avere in corso di svolgimento interventi di politiche attive attuate con Dote Unica Lavoro; essere in condizione di regolarità sul territorio nazionale; non aver riportato condanna penale , anche non definitiva, alla pena della reclusione superiore ad un anno per delitto non colposo ovvero ad una pena della reclusione anche di entità inferiore per un delitto contro la persona o concernente detenzione, uso, porto, trasporto, importazione o esportazione illecita di armi o materie esplodenti, ovvero per delitti riguardanti l’appartenenza o il favoreggiamento a gruppi eversivi, terroristici o di criminalità organizzata. Le informazioni concernenti i progetti sono pubblicati sul sitowww.garanziagiovani.regione.lombardia.it; E’ possibile selezionare uno solo degli enti di servizio civile che risultano dall’elenco. Gli enti di servizio civile sono tenuti a convocare i giovani che hanno aderito al Programma Garanzia Giovani-servizio civile, preferibilmente entro 60 giorni dall’adesione.
Scadenza: dal 27 marzo fino ad esaurimento posti

Link: Decreto n. X/2223/2015 (1.2 MB) PDFAvviso (4.2 MB) PDF

Pubblicato in Economia e lavoro | Taggato , , , , | Lascia un commento

Progetto “Nuovo Ponte Generazionale”

Finalità: coniugare l’accompagnamento alla pensione dei lavoratori prossimi al pensionamento con l’ingresso di giovani in azienda assicurando un saldo occupazionale positivo. Nel dettaglio, il lavoratore che concordi con la propria azienda la conversione o riduzione del proprio contratto in part time avrà garantito il versamento integrale dei contributi previdenziali; nel contempo l’impresa assumerà un giovane, anche attraverso Garanzia Giovani ed altre eventuali misure di sostegno alle imprese previste dalle normative vigenti.

Beneficiari:  Destinatari dell’intervento sono i lavoratori e le lavoratrici: a cui manchino non più di 48 mesi (e minimo 12 mesi) per il conseguimento del diritto alla pensione;  che svolgono la propria attività nell’ambito del territorio regionale;  con un imponibile previdenziale 2014, maggiorato degli incrementi contrattuali previsti nel periodo interessato, massimo di Euro 100.000,00;

Al contempo, l’intervento si rivolge ai giovani, disoccupati o inoccupati, da inserire in azienda, di età compresa fra i 18 e i 29 anni compiuti e residenti o domiciliati in Lombardia, che verranno assunti per svolgere la propria attività nell’ambito del territorio regionale.

Scadenza: dal 5 febbraio 2015 fino ad esaurimento delle risorse disponibili e comunque entroil 15 maggio 2015

Link: Decreto n. 665 del 2 febbraio 2015 (95 KB) PDFAllegato 1 – Decreto n. 665 del 2 febbraio 2015 – Avviso Progetto

Pubblicato in Economia e lavoro | Taggato , , , | Lascia un commento

Leva civica: non si sentiva la necessità di questa legge

contratti solidarietàUna legge inutile della quale non c’era alcuna necessità. Lo è per il Pd il provvedimento appena approvato che istituisce la leva civica volontaria regionale. Dopo oltre un anno di gestazione il progetto di legge sulla istituzione della leva civica volontaria regionale vede quindi la luce: nato con l’ambizione di fornire un sostegno legislativo a quegli enti pubblici e privati accreditati per la gestione del servizio civile e di permettere alla Regione di costruire e finanziare progetti specifici per la formazione umana e professionale dei giovani, ha da subito incontrato parecchi ostacoli e significative criticità, sia dal punto di vista formale che finanziario.C’è infatti già la legge regionale 2/2006 con la quale la Lombardia disciplina il Servizio civile nazionale sul proprio territorio e sviluppa progetti sperimentali nell’ottica di un servizio civile regionale. C’è la Dote comune. C’è la Garanzia giovani. Una proposta di legge superflua e ripetitiva di cui si poteva fare a meno e che si sovrappone ad altre misure in essere, come per esempio il Voucher leva civica, che mette a disposizione 2 milioni di euro per la creazione di percorsi di cittadinanza attiva, e la Dote comune, un percorso formativo e professionale che la Regione ha promosso insieme ad Anci Lombardia, Ancitel e i Comuni. Anche in Garanzia Giovani poi  è prevista una linea relativa al servizio civile regionale per la quale sono stati previsti ben 7,5 milioni di euro.

Pubblicato in Cultura e sport, Sanità e welfare | Taggato , , , , , , | Lascia un commento

Garanzia Giovani: avviso selezione servizio civile

La delibera 2675 approva: i criteri di selezione, i termini e le modalità per la presentazione, valutazione e ammissione dei progetti di servizio civile regionale; gli strumenti procedurali necessari alla presentazione dei progetti.

Rimanda ad un successivo provvedimento: la regolamentazione dei rapporti tra Regione Lombardia ed Ente di Servizio Civile nonché tra Regione Lombardia e Giovane in servizio civile; l’emanazione di specifico avviso per l’attuazione di tale misura e la regolamentazione dell’accesso dei giovani alla stessa.

Da sottolineare che la disponibilità finanziaria sul prossimo biennio è di 7.500.000 €, il contingente dei volontari previsto per la Lombardia ammonta a 1.271 giovani, il costo annuo di ognuno di essi è di 5.900.000 € annui e RL contribuisce con voucher mensili di 204,00 € e copertura premi assicurativi.

Pubblicato in Economia e lavoro | Taggato , , , | Lascia un commento

Garanzia Giovani va fatta conoscere di piu

La Lombardia attrae molti giovani da altre regioni, ma fa fatica a convincere i ragazzi lombardi ad aderire allo strumento. La Lombardia è al primo posto nella classifica delle regioni che attraggono giovani da fuori, al terzo posto per numero complessivo di richieste di iscrizione a Garanzia Giovani, ma solo nona per giovani del proprio territorio iscritti. Tra gli iscritti, inoltre, la stragrande maggioranza appartengono alla categoria meno problematica, ovvero probabilmente già in grado di utilizzare altri strumenti per ottenere stage o collocazione lavorativa.  Ricordo che Garanzia Giovani è il programma che permette a un ragazzo di età compresa fra i 15 e i 29 anni, non impegnato in un’attività lavorativa né inserito in un corso scolastico o formativo, di entrare nel mondo del lavoro. Dall’analisi di alcuni dati pare chiaro come, a fronte di un numero di richieste elevate, solo una minima parte viene soddisfatta tramite colloquio con l’operatore e di queste ancora troppo poche sono le richieste che hanno come esito una collocazione lavorativa o di tirocinio. Questo strumento andrebbe pubblicizzato maggiormente, anche perché fa riflettere il numero basso di giovani lombardi che riesce ad attrarre; è pertanto necessario comunicare e divulgare il più possibile questa modalità di cui i giovani possono godere per essere inseriti nel mondo del lavoro, fondamentale in questo periodo buio di crisi e disoccupazione giovanile. 

Pubblicato in Economia e lavoro | Taggato , , , , , , | Lascia un commento

Finalmente il servizio civile regionale

associazionismoEra ora! L’avevo sollecitato parecchie volte! Finalmente, govedì 6 novembre 2014, durante l’incontro, in VII Commissione Formazione, con l’assessore regionale al Lavoro Aprea, proprio sul tema dell’utilizzo dello strumento Garanzia Giovani, è stato annunciato che , entro la fine di novembre, verrà pubblicato il bando per il servizio civile regionale collegato a Garanzia Giovani, una misura attesa e finora non attivata in Lombardia. La dotazione finanziaria è di 7,5 milioni di euro e permetterà ad un elevato numero di ragazze e ragazzi, di fare l’esperienza del servizio ciile. Avevo insistito molto su questa misura, d’altronde già prevista nel programma e nella relativa dotazione finanziaria di Garanzia Giovani, perchè può coniugare la solidarietà ad uno sbocco lavorativo nel mondo del no profit.

Pubblicato in Cultura e sport, Idee e politica, Sanità e welfare | Taggato , , , , , , , , | Lascia un commento

Regione ci ripensi, no alla leva civica, sì al potenziamento del servizio civile

Domani torna in Commissione per il voto la leva civica. Quella sulla leva civica sarebbe una  legge inutile, che non solo rischia di essere una perdita di tempo e che incontra la contrarietà anche dei rappresentanti del Terzo settore. Le poche risorse che ci sono andrebbero concentrate: così invece verranno disperse: dedicato allo stesso target ci sono già altre linee di finanziamento che al limite potevano essere integrate o potenziate, dal Servizio civile nazionale, alla Dote Comune, alla nuova Garanzia Giovani. I l Consiglio dei Ministri ha varato, con una legge delega, la riforma del Terzo settore potenziando appunto il servizio civile nazionale universale che si muove nella stessa direzione della Garanzia giovani e potrebbe coinvolgere 100mila giovani in tutta Italia. E’ questa la direzione verso cui deve andare anche Regione Lombardia. 

Pubblicato in Idee e politica, Sanità e welfare | Taggato , , , , , , | Lascia un commento

Garanzia Giovani, una partenza al rallentatore

Finanziato dall’Unione europea e implementato dalle singole regioni, Garanzia Giovani è il programma che ha l’obiettivo di aggredire il problema della disoccupazione giovanile. Nei prossimi due anni (anche se uno, in realtà, sarebbe quasi passato) il Lombardia ci sono 178 milioni da spendere. Per adesso mi pare di dover dire che ci si è limitati a finanziare le cosa che già si stavano facendo. L’avvio di garanzia Giovani in Lombardia è stato infatti totalmente dirottato su un altro programma già esistente, varato sempre a sostegno dell’occupazione, ovvero la Dote Unica Lavoro (DUL) che ha la necessità di spendere più risorse possibili entro metà 2015. Questa scelta sta rallentando di fatto l’avvio completo del programma nazionale varato a maggio. Adesso occorre uno scatto per dare risposta ai tantissimi giovani che cercano lavoro.

Pubblicato in Economia e lavoro, Idee e politica | Taggato , , , , , | Lascia un commento

Si al potenziamento del servizio civile

Lo avevo chiesto poche settimane fa, in occasione della mancata discussione della proposta di legge sulla leva civica: Perché non potenziare invece il servizio civile? Quella sulla leva civica, che è stata poi rimandata a settembre, sarebbe, invece, una legge inutile, che non solo rischia di essere una perdita di tempo e che incontra la contrarietà anche dei rappresentanti del Terzo settore, da Acli ad Agesci, da Confcooperative Federsolidarietà a Fondazione Banco Alimentare; ma che addirittura introduce nuovi paletti potenzialmente dannosi. Sono soddisfatto che  il Consiglio dei Ministri varerà, con una legge delega, la riforma del Terzo settore potenziando appunto il servizio civile nazionale universale che si muove nella stessa direzione della Garanzia giovani e potrebbe coinvolgere 100mila giovani in tutta Italia. E’ questa la direzione verso cui deve andare anche Regione Lombardia. Insomma i punti di contatto tra i diversi istituti sono molti e si riscontrano pertanto troppe inutili sovrapposizioni nella nostra regione.

Pubblicato in Idee e politica, Poliche sociali, Sanità e welfare | Taggato , , , , | Lascia un commento