Archivi tag: disabili

Nelle scuole italiane 10.000 studenti disabili in più quest’anno

studenti-disabili-Sono quasi 8 milioni gli studenti che, in questi giorni, in tutta Italia stanno accorrendo al suono della campanella: precisamente, 7.757.849, divisi in 370.697 classi. Di questi, 234.658 hanno una disabilità. Sono alcuni dei dati diffusi oggi dal ministero dell’Istruzione.
Per quanto riguarda gli alunni con disabilità nei diversi ordini e gradi d’istruzione, il numero più alto, in termini assoluti, si registra nella scuola primaria (83.232), seguita dalla secondaria di II grado (65.950) e di primo grado (65.905), ma l’incidenza maggiore è nella secondaria di primo grado (65.905 su 1.637.535).
Gli insegnati di sostegno sono in tutto 138.849, su un totale di 819.049 docenti che lavorano nelle scuole statali. Per il sostegno, 38.769 sono “posti in deroga”.
Complessivamente aumentano, rispetto allo scorso anno, sia gli alunni con disabilità sia gli insegnanti di sostegno, passando da 224.509 a 234.658 per quanto riguarda i primi, da 124.572 a 138.849 per i secondi. Per gli uni e per gli altri, siamo di fronte al picco massimo degli ultimi 10 anni: nel 2007/2008, gli alunni disabili erano 174.404, i docenti di sostegno 88.441.

Pubblicato in Sanità e welfare, Scuola | Taggato , , , | Lascia un commento

Trasporto disabili, la Regione scarica sui Comuni e non mette i soldi

imageL’ipotesi di passare le competenze dell’assistenza e del trasporto dei disabili per i servizi scolastici ai Comuni lascia aperte alcune questioni molto delicate. Prima di tutto quella relativa a chi pagherà il servizio, visto che le risorse messe a disposizione coprono il 50 per cento dei costi. La Regione, stando alla legge di semplificazione che è in discussione in questo periodo, si limiterà a girare ai Comuni le risorse che arrivano dallo Stato, ovvero 13 milioni di euro annui. Ma il servizio costa esattamente il doppio e l’onere non può ricadere totalmente sui Comuni. Il servizio alle famiglie va garantito e Regione Lombardia non può lavarsene le mani. Non siamo contrari al passaggio ai Comuni, cioè a chi è più vicino al problema e lo tratta quotidianamente, ma devono esserci i soldi a disposizione.

Pubblicato in Sanità e welfare, Scuola | Taggato , , | Lascia un commento

Voucher per inclusione sociale disabili: scadenza 16 dicembre

associazionismoFinalità:  Implementare l’autonomia, finalizzata all’inclusione sociale, di giovani e adulti disabili mediante il potenziamento delle attività finalizzate allo sviluppo delle abilità personali e socio-relazionali, alla realizzazione di percorsi di autonomia attuati da unità d’offerta/servizi a ciò dedicati. I destinatari sono le persone disabili medio/gravi: con età compresa tra i 16 ed i 35 anni con particolare riferimento alla disabilità intellettiva; con età superiore ai 35 anni con esiti da trauma o da patologie invalidanti che, dimessi dal sistema sanitario o socio-sanitario, necessitano di un percorso di acquisizione di ulteriori abilità sociali. Dotazione finanziaria 2.300.000 euro, voucher di 400 euro mensili.

Beneficiari: Ente capofila (Comune, Comunità Montana, Consorzio, Azienda speciale) dell’accordo di programma di Ambito/Ambiti ovvero di un più Ambiti.
Scadenza: 16 dicembre 2015 - Adesione all’Avviso da parte degli Ambiti

Link: Decreto n. X/10227/2015 (603 KB) PDFAvviso (528 KB) PDF

Pubblicato in Sanità e welfare | Taggato , , , , , | Lascia un commento

Approvata la legge sulle badanti

È stato approvata oggi all’unanimità dal Consiglio regionale la prima legge della Regione Lombardia sulle badanti. Da oggi l’assistenza familiare diventa un elemento della rete dei servizi alla persona, con la collaborazione di Comuni, del Terzo Settore e della Regione. Ecco che cosa cambia: La Regione promuoverà corsi di formazione per le badanti di 150/200 ore che rilasceranno l‘Attestato di Competenza di Assistente Familiare, dando dignità e professionalità al loro lavoro, aprendo a nuove occasioni di lavoro anche per giovani italiani. Vengono istituiti gli Sportelli territoriali per l’Assistenza Familiare e creati i Registri territoriali degli Assistenti Familiari e saranno introdotti sostegni economici in favore delle famiglie. Gli Sportelli avranno compiti di gestione dei Registri, di ascolto e valutazione dei bisogni delle famiglie in cerca di badanti, aiutandole nella scelta più appropriata, e forniranno informazione su qualunque aspetto riguardi le procedure di assunzione. Oggi le badanti in Lombardia sono circa 200mila e i due terzi lavorano in nero. Abbiamo finalmente messo alcune regole ma soprattutto abbiamo dato un aiuto alle famiglie a sentirsi meno sole nel momento in cui hanno bisogno di un’assistenza continuativa per i propri congiunti disabili o anziani non autosufficienti. I contributi alle famiglie più fragili, che la Regione dovrà definire in fase attutiva, saranno per il 2015 nell’ordine di 150 euro al mese.

Pubblicato in Sanità e welfare | Taggato , , , , , , | Lascia un commento

Incentivi all’assunzione di persone con disabilità

Finalità: promuovere l’inserimento e il reinserimento occupazionale delle persone con disabilità allo sco­po di ridurre i rischi di emarginazione, esclusione sociale e precariato, mediante una specifica misura di aiuto all’occupazione; favorire la partecipazione delle persone con disabilità al processo produttivo di beni e servizi generato dall’evento EXPO, mettendo a disposizione delle imprese un sistema di incentivi in favore della domanda di lavoro anche per periodi brevi

Beneficiari: Possono accedere agli incentivi economici le imprese private con sede legale e/o operativa nel territorio della Regione Lombardia. Destinatari degli interventi sono le persone con disabilità, di età compresa tra i 16 ed i 64 anni, residenti o domiciliati in Lombardia (Persone con disabilità disoccupate o inoccupate iscritte negli elenchi del Collocamento Mirato Disabili della Lombardia alla da­ta di sottoscrizione del rapporto di lavoro, con una riduzione della capacità lavorativa superiore al 45% (per gli invalidi del lavoro superiore al 33%); Giovani dai 16 fino a 29 anni compiuti che abbiano conseguito un titolo di studio di qualunque ordine e grado da non oltre 12 mesi dalla sottoscrizione del rapporto di lavoro, con una riduzione della capacità lavorativa superiore al 45%.

Scadenza: a partire dal 28 aprile 2015 fino al 1 febbraio 2016

Link:http://www.consultazioniburl.servizirl.it/ConsultazioneBurl/temp/14297825550086123294129674067438.pdf#page=11

Pubblicato in Economia e lavoro | Taggato , , , , , | Lascia un commento

Vita indipendente: depositato il progetto di legge

Una legge cornice e di orientamento. È l’obiettivo del progetto di legge che abbiamo presentato sui programmi autogestiti di vita indipendente, discusso oggi in un convegno  in Sala Pirelli (Pirellone, via fabio Filzi 22) alla presenza dei rappresentanti delle associazioni e degli amministratori locali e sarà l’occasione per fare il punto sulle nuove linee d’indirizzo a sostegno della disabilità.
C’è un piano nazionale sulla disabilità che sancisce il diritto alla vita indipendente. Il Governo Renzi, inoltre, ha stabilizzato il Fondo nazionale per la non autosufficienza. In Lombardia, tuttavia, manca ancora la cultura, per questo abbiamo portato avanti questo progetto di concerto e in coordinamento con le associazioni di rappresentanza nazionali e regionali, come il Comitato lombardo per la vita indipendente. Regione Toscana ci ha messo 9 milioni di euro; Regione Abruzzo ha appena raddoppiato i fondi per la vita indipendente. Anche Regione Lombardia deve riconoscere come unità di offerta sociosanitaria l’assistenza domiciliare autogestita.

Pubblicato in Sanità e welfare | Taggato , , , , , , | Lascia un commento

Disabili: 1 milione di euro per l’inclusione sociale e l’autonomia

La delibera 2885 approva lo schema di Protocollo d’Intesa con il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, per l’implementazione della proposta progettuale in materia di vita indipendente ed inclusione nella società delle persone con disabilità per l’anno 2015. L’impegno finanziario di Regione Lombardia è di circa 1 milione di euro. Si segnala che il cofinanziamento regionale è stato minimo, solo il 20 per cento del totale.

Pubblicato in Sanità e welfare | Taggato , , , , , | Lascia un commento

Disabili: 28,5 milioni per soggetti non autosufficienti

La delibera 2883 approva il “Programma operativo regionale – Fondo Nazionale Non Autosufficienze 2014” per le persone con disabilità gravi e anziani non autosufficienti, che Ambiti territoriali/Comuni dovranno realizzare. Le risorse necessarie, pari a 28,5 milioni di euro, sono già disponibili e provengono dal Fondo Nazionale Non Autosufficienze 2014. Con queste risorse può proseguire l’erogazione della misura regionale B2, che è un contributo di 800 euro al mese destinato a persone non autosufficienti. Va ricordato che la totalità delle risorse è nazionale, che il Fondo venne istituito dal governo Prodi e poi azzerato dal governo Berlusconi. Ora il governo Renzi lo ha riportato alla cifra originale e stabilizzato per il prossimo triennio.

Pubblicato in Sanità e welfare | Taggato , , , , , | Lascia un commento

Una nuova concezione della disabilità

Affollatissimo convegno ieri a Milano. La rete di soggetti che operano nel mondo della disabilità “Includendo” ha riunito decine di realtà del privato sociale, del volontariato e delle istituzioni locali di varie regioni per condividere buone prassi e lanciare un messaggio preciso: la disabilità può essere un significativo valore sociale, non può essere ridotta a prestazioni e servizi individuali. Una provocazione forte e necessaria in una realtà che rischia di diventare sempre più appiattita sulla dimensione dell’acquisto di servizi secondo lo schema dei voucher. Le comunità e i servizi devono invece aprirsi al territorio e creare capitale sociale.

Pubblicato in Sanità e welfare | Taggato , , , , , , , | Lascia un commento

Interventi per il sostegno agli alunni disabili

Con la delibera n. 2639 si provvede alla parziale copertura dei costi per i servizi di supporto per l’autonomia e la comunicazione personale dell’allievo disabile nei percorsi di istruzione secondaria, in attuazione dell’art. 13 L.104/92, per l’anno scolastico 2014-2015. Le risorse stanziate sono pari a 7 milioni di euro, 4 dei quali già presenti nei residui presenti nei bilanci delle Province e destinati alle disponibilità del Fondo ex art. 7 l.r.13/2003 e 3 milioni costituiti da risorse destinate agli interventi integrati di istruzione e formazione professionale.

Pubblicato in Sanità e welfare, Scuola | Taggato , , , , | Lascia un commento