Archivi del mese: settembre 2015

Legge sul turismo: propaganda contro valori

Una pezza peggiore del buco. E dopo l’approvazione ancora scontri nella maggioranza sull’accoglienza ai profughi (che cosa c’entri con il turismo non l’ho ancora capito). L’emendamento che ha fatto ritardare l’approvazione della legge sul turismo, che penalizza gli albergatori che ospitano profughi, è l’ennesima zeppa ideologica inserita dentro una legge che poteva essere votata anche da noi, invece  abbiamo dovuto dare un voto negativo. Si è prevista una penalizzazione per chi si è dedicato all’accoglienza dei profughi. La maggioranza ha così riscritto un emendamento confuso, che introdurrà in futuro difficoltà interpretative, solo per un accordo al ribasso per evitare fibrillazioni, mettendo da parte principi e valori. Potenzialmente, tra l’altro, questo emendamento colpisce anche chi ha ospitato, negli ultimi tre anni, altre attività non turistiche, dai convegni aziendali alle serate danzanti. Non è accettabile che si inseriscano in legge emendamenti che non centrano niente col turismo ma servono solo per strumentalizzare una situazione di emergenza. In Lombardia si cerca un turismo di ricchi e sani, perché persino i disabili non erano inclusi nel provvedimento, se non per un emendamento che il Partito Democratico ha fatto approvare e che chiede che tutte le strutture abbiano l’obbligatorietà di diventare accessibili, anche le locande che si ammodernano.
Insomma un lavoro di mesi buttato in propaganda politica, un danno all’istituzione. Il provvedimento sul turismo, la cui discussione è cominciata lo scorso novembre e al quale, come Partito Democratico, abbiamo convintamente lavorato per portare a casa un buon risultato, è stato invece buttato via solo per fare propaganda.

Pubblicato in Economia e lavoro | Taggato , , , | Lascia un commento

Formazione professionale: occorre migliorare la legge

Nessun sostegno del Pd alla legge che fissa i paletti per la formazione professionale dei prossimi anni, votata in Commissione. Il testo, che andrà in Aula il prossimo 22 settembre, è passato senza il nostro voto.È una legge importante sulle politiche della formazione e del lavoro e, proprio per questo, a nostro avviso, deve essere migliorata. Abbiamo infatti raccolto disagio in tanti territori, sia da parte di lavoratori dei CFP che di famiglie e studenti, incerti su percorsi formativi e risorse. Il nostro voto contrario è dovuto, da un lato, alla rigidità dell’impianto che non consentirà a Regione Lombardia di essere al passo con i continui cambiamenti del mercato del lavoro. Dall’altro, al mancato accordo con i centri di formazione pubblica, che hanno sinora svolto un ruolo prezioso e hanno saputo intercettare il bisogno formativo di molti ragazzi altrimenti destinati alla dispersione.

Pubblicato in Scuola | Taggato , , , , | Lascia un commento

Guerra delle azalee: Regione Lombardia contro il volontariato e la solidarietà

Grazie al provvedimento della maggioranza da oggi in poi sarà più difficile la vendita delle azalee contro il cancro o dei bonsai per la lotta all’AIDS.
Sono state infatti approvate in Aula, con il voto contrario del PD, le ennesime modifiche alla legge sul commercio. Grave che si sia voluto intervenire con metodi punitivi anche sulle vendite di piazza a fini solidaristici. Chi conosce bene e frequenta il mondo del volontariato non può che rimanere sconcertato di fronte a questo provvedimento. Infatti chi compra fiori o altri oggetti dai banchetti lo fa come gesto di sostegno e solidarietà, non certo come speculazione nei confronti dei negozi di fiori o di oggettistica. Da ora in poi spetterà ai sindaci stabilire distanze minime tra i banchetti e i negozi, per impedire una presunta concorrenza sleale. Questo in pratica potrebbe impedire la tradizionale vendita, per esempio, delle azalee per la ricerca contro il cancro nelle piazze, considerato che, di solito, lì si trova la maggior parte dei negozi, specie nei centri più piccoli. Questo succede in una Regione nella quale, dal censimento Istat, risulta che 800.000 persone aderiscano e credano nel volontariato. Il nostro voto contrario è motivato poi anche dal fatto che procedere a spizzichi e bocconi, continuando a modificare il testo unico sul commercio in questo modo, non ci trova d’accordo. Prima sugli hobbisti, poi sui mercatini di Forte dei marmi, pochi mesi fa sulle sagre.
È un metodo sbagliato, per questo avevamo presentato una mozione, che è stata bocciata, che impegnava la Giunta a presentare una proposta unitaria di revisione, in collaborazione con la Commissione Attività produttiva, della legge sul commercio nel suo complesso. Anche sulle fiere, poi, la Giunta è intervenuta almeno sei volte dal 2013. Occorreva un intervento organico, in modo tale da contemperare le giuste richieste dei commercianti che lamentavano una proliferazione di feste con la vera solidarietà.  A 1500 comuni lombardi si chiede a questo punto di fare 3 regolamenti, per le sagre, per i mercatini, per le fiere. Assurdo.

Pubblicato in Economia e lavoro, Sanità e welfare, Territorio | Taggato , , , , | Lascia un commento

Bando per dote sport ( 200 euro di contributo per spese sportive di figli di età compresa tra i 6 e i 17 anni)

Finalità: La dote sport è pertanto una forma di sostegno che, tenendo conto del reddito familiare, intende sostenere l’avvicinamento allo sport anche da parte di quei bambini e ragazzi appartenenti a nuclei familiari in condizioni economiche meno favorevoli. La Dote Sport è riconosciuta alla famiglia a rimborso per le spese sostenute. L’ammontare massimo del contributo di ciascuna dote è di euro 200,00 e non può comunque essere superiore alla spesa effettivamente sostenuta e documentata dal beneficiario.

Beneficiari: minori di età compresa tra 6-17 anni appartenenti a nuclei familiari in cui: almeno uno dei due genitori, o tutore, è residente in Lombardia da non meno di cinque anni; il valore ISEE in corso di validità all’atto di presentazione della domanda sia non superiore a € 20.000,00. Frequenza del minore, nel periodo settembre 2015-giugno 2016, a corsi o attività sportive che: prevedano il pagamento di quote di iscrizione e/o di frequenza; abbiano una durata continuativa di almeno sei mesi;  siano tenuti da associazioni o società sportive dilettantistiche scelti dalla famiglia all’interno del Registro Coni o che risultano affiliate a Federazioni Sportive Nazionali, Discipline Sportive Associate, Enti di Promozione Sportiva.

Scadenza: dalle ore 12.00 del 14 settembre 2015 fino alle ore 16.00 del giorno 19 ottobre 2015. La domanda deve essere presentata esclusivamente attraverso l’applicativo informatico SiAge, messo a disposizione da Regione Lombardia, collegandosi direttamente al sito: www.agevolazioni.regione.lombardia.itLe famiglie, potranno presentare la domanda solo dopo che il Comune di residenza avrà aderito all’iniziativa.

Link: Al) Burl n. 36 Serie Ordinaria del 31/08/2015 (84 KB) PDF

Pubblicato in Cultura e sport | Taggato , , , , | Lascia un commento

Finanziamento progetti per la mobilità ciclistica (scadenza 23 dicembre)

Finalità: l’individuazione, a seguito della presentazione di manifestazioni di interesse da parte dei soggetti aventi titolo, di progetti per la mobilità ciclistica da cofinanziare con le risorse del Programma Operativo Regionale 2014-2020 del Fondo Europeo di Sviluppo Regionale (FESR). La dotazione finanziaria ammonta a € 20.000.000,00 Le opere complementari possono riguardare anche interventi su tratti esistenti e sono ammissibili solo se in aggiunta ad opere principali e comunque funzionalmente collegate all’intervento principale. L’importo totale delle opere complementari non deve superare il 20% dell’importo ammissibile dei lavori (oneri della sicurezza com­presi) relativo alle opere principali, come risultanti dal quadro economico di progetto.

Beneficiari: Possono presentare manifestazione di interesse i Comuni capoluogo di Provincia;  Comuni con popolazione superiore a 30.000 abitanti;  Comuni appartenenti alla Città metropolitana;  Città Metropolitana di Milano;  Enti gestori dei Parchi Regionali. Le tipologie di operazioni ammissibili si suddividono in opere principali e opere complementari.  Le opere principali riguardano la realizzazione di nuovi tratti di percorsi.

Scadenza: 23 dicembre 2015

Link: www.consultazioniburl.servizirl.it/ConsultazioneBurl/ - Burl 35 del 24.08.2015

Pubblicato in Ambiente e agricoltura, Mobilità | Taggato , , , , , , | Lascia un commento