Archivi del mese: giugno 2014

Come ti tasso i funghi

funghiCon la scusa dei funghi, la Lega introduce una nuova tassa, con un emendamento presentato proprio dalla Lega e votato (è passato per 2 voti) durante l’ultima seduta del consiglio regionale.
Con questo emendamento dei consiglieri della Lega, che era già stato presentato in commissione Affari istituzionali e poi ritirato, si toglie di fatto la potestà ai Comuni di rilasciare i permessi per la raccolta dei funghi, centralizzando tutto in capo alla Regione, compresi ovviamente gli introiti derivanti. Con la scusa di una tessera regionale quinquennale presentata come una semplificazione, quindi, si toglie un introito ai Comuni e alle realtà territoriali per destinarlo alle casse della Regione. Sul riparto poi deciderà la Giunta, compresa la quota da trattenere nelle sue casse.
Si tratta di una norma che va completamente contro il principio del federalismo, poiché, appunto, centralizza una funzione ora demandata ai Comuni. La Lega autonomista deve decidere da che parte stare: a parole con i territori, nei fatti con il centralismo.

Pubblicato in Ambiente e agricoltura, Economia e lavoro, Territorio | Taggato , , , , , | Lascia un commento

Salute mentale: si dia avvio al tavolo di programmazione

salute mentaleLo avevamo già chiesto con un’interrogazione per fare il punto sul superamento delle ex strutture psichiatriche giudiziarie: “occorre costruire al più presto un tavolo per affrontare i molteplici problemi legati alla salute mentale”. Lo abbiamo ripetuto  nell’ambito del convegno “Salute mentale in Lombardia, è tempo di cambiare”, che si è svolto presso il Palazzo Pirelli, a Milano, con psichiatri e rappresentanti del Terzo settore. Unitamente al consigliere  Mario Barboni abbiamo preso l’impegno di fronte ai molti stakeholder riuniti, da Don Virginio Colmegna, presidente Campagna Salute Mentale, ai direttori dei Dipartimenti di Salute Mentale dell’A.O Mellini di Montichiari e dell’A.O. Fatebenefratelli di Milano, ai rappresentanti di Stop Opg Lombardia, di costruire un tavolo di programmazione, insieme al mondo dell’associazionismo e del privato sociale, ma anche con la Giunta lombarda, che dovrà diventare un tavolo di condivisione e di proposta, da farsi prima della scadenza del piano regionale di salute mentale che sarà contenuto nelle linee guida del 2014.

Pubblicato in Idee e politica, In attesa, Sanità e welfare, Territorio | Taggato , , , , , | Lascia un commento

Agricoltura sociale: impegno del Consiglio a discutere la nostra proposta di legge

agricoltura_sociale-300x201Regione Lombardia promuoverà l’adozione di una legge regionale sull’agricoltura sociale, partendo dalla proposta già depositata dal Gruppo del Pd. Lo ha deciso il Consiglio regionale, approvando un ordine del giorno, nelle more della discussione della legge sulla semplificazione. Sono stati tutti d’accordo nel dare avvio, con questo documento, alla discussione di una normativa organica, con mia grande soddisfazione, in quanto  primo firmatario sia dell’ordine del giorno che del progetto di legge. La nostra proposta individua il ruolo centrale degli imprenditori agricoli che, in forma singola o associata integrano in modo sostanziale, continuativo e qualificante l’attività agricola con le attività sociali. Vogliamo riempire il vuoto normativo che c’è in questo momento in Lombardia in questo settore, e stabilire quali sono le attività che rientrano in questa forma di agricoltura, ovvero l’inserimento socio lavorativo di soggetti svantaggiati, l’assistenza e riabilitazione delle persone con disabilità, la fornitura di servizi e prestazioni educative, formative, sociali, la promozione di progetti di reinserimento e reintegrazione sociale di minori e adulti. E l’importanza di una normativa di questo genere è dovuta anche al fatto, che la Lombardia registra la presenza di numerosi esempi di agricoltura sociale e un interesse diffuso.

Pubblicato in Ambiente e agricoltura, Economia e lavoro, Sanità e welfare, Territorio | Taggato , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Perché non potenziare il servizio civile?

Una legge inutile. Per il Pd quello sull’istituzione della leva civica volontaria è un provvedimento che non solo rischia di essere una perdita di tempo, ma addirittura introduce nuovi paletti potenzialmente dannosi. Il progetto di legge, che oggi avrebbe dovuto essere discusso in commissione sanità, è invece saltato dopo le ferie estive. Contrari anche i rappresentanti del Terzo settore, da Acli ad Agesci, da Confcooperative Federsolidarietà a Fondazione Banco Alimentare. “In un momento come questo, di spending review, le risorse andrebbero concentrate e non disperse. Dedicato allo stesso target ci sono già altre linee di finanziamento che al limite potevano essere integrate o potenziate, dal Servizio civile nazionale, alla Dote Comune, alla nuova Garanzia Giovani. Il percorso più razionale sarebbe proprio quello di potenziare il Servizio civile già esistente infatti, dando finalmente vita al Servizio Civile Regionale, presente nell’apposita legge, ma mai attuato. Per i giovani il Servizio Civile, infatti, ha un alto valore formativo e di crescita”. Insomma i punti di contatto tra i diversi istituti sono molti e si riscontrano pertanto non poche sovrapposizioni. L’approvazione di questo provvedimento non andrebbe, secondo il Pd, nella direzione di assicurare la semplicità e la qualità delle norme come disposto dallo Statuto regionale stesso.

Pubblicato in Idee e politica, Sanità e welfare | Taggato , , , , , | Lascia un commento

Consiglio regionale approva nostra mozione contro chiusura Tar di Brescia

Il Consiglio regionale ha approvato questo pomeriggio all’unanimità la mozione urgente contro la chiusura del Tar di Brescia. Il testo è stato presentato dal PD su impulso di Gianni Girelli e Marco Carra. La chiusura della sede distaccata del Tar lombardo è prevista dalla riforma della pubblica amministrazione appena varata dal governo, e dovrebbe avvenire entro il prossimo 15 di settembre insieme alle sedi di Parma, Latina, Pescara, Salerno, Lecce, Reggio Calabria, Catania. La richiesta formulata da tutto il Consiglio è al presidente Maroni affinché si adoperi presso il governo perché tenga conto del rapporto tra popolazione e uffici dei diversi Tar, che sono nettamente a vantaggio della sede bresciana (ricorsi depositati 1417; Tar Piemonte 1233, Liguria 1088, Marche 871; Umbria 726).

Siamo soddisfatti della condivisione della nostra mozione da parte di tutte le forze politiche, Il Tar di Brescia non è una sede qualunque, e pur condividendo la necessità di razionalizzare i tribunali amministrativi riteniamo che vada considerata la popolazione servita così come la produttività degli uffici. Avere in Lombardia un solo Tar, a Milano, potrebbe portare ad una concentrazione insostenibile del lavoro, senza considerare la distanza.

Pubblicato in Economia e lavoro, Territorio | Taggato , , , , , | Lascia un commento

Salute mentale in Lombardia: è tempo di cambiare

opgMercoledì 25 giugno, alle 9 a Palazzo Pirelli-Milano, si tiene questo convegno, tanto più importante vista l’imminente chiusura dell’ OPG di Castiglione delle Stiviere. Occorre costruire un percorso insieme al mondo dell’associazionismo e del privato sociale. Quello che sta portando avanti la Giunta Regionale Lombarda per ora non è affatto un percorso condiviso. Parteciperanno, tra gli altri, Don Colmegna, Presidente Campagna Salute Mentale e Luigi Benevelli, rappresentante di STOP OPG Lombardia. Sono stati invitati anche gli assessori regionali e i sindaci dei Comuni interessati alla riorganizzazione. E’ certo che il tema della salute mentale, deve trovare maggiore riconoscimento, con corrispettive risorse, in Regione Lombardia.

Pubblicato in Sanità e welfare, Territorio | Taggato , , , | Lascia un commento

Il porto di Valdaro non deve tornare in capo alla Regione

Ribadisco la posizione mia e del PD sul porto di Mantova.La gestione del porto fluviale di Valdaro deve rimanere in mano agli enti locali, e non tornare alla Regione. La maggioranza, in sede di discussione sulla legge sulla sburocratizzazione,  ha accolto il nostro emendamento ed  ha convenuto con noi che la gestione deve rimanere alle province così come è prevista dalla legge regionale 27 dicembre 2006. Ora questo provvedimento, a distanza di soli 15 giorni, ritorna nella legge sull’assestamento di bilancio. Ancora una volta diciamo no.Non sarebbe opportuno sia in termini logistici sia per la tempistica. Con l’abolizione delle province la regione dovrebbe provvedere prima al commissariamento e poi alla ricerca di un soggetto terzo cui affidarlo. Aspettiamo l’entrata  in vigore del decreto Delrio, poi si discuterà, con tutti i soggetti mantovani interessati, se il porto debba rimanere in gestione all’ente ente provinciale  di secondo livello, oppure se dovrà essere gestito dai Comuni, o dalla Valdaro spa .

Pubblicato in Ambiente e agricoltura, Economia e lavoro, Mobilità, Territorio | Taggato , , , , , , , | Lascia un commento

Gravissimo taglio di 12 milioni di euro al Fondo Sociale Regionale: da 70 a 58 mil

E’ uscita venerdì la delibera dell’assestamento di bilancio 2014. Con stupore abbiamo preso atto che il fondo sociale regionale è rimasto a 58milioni di euro e non è stato ripristinato a 70milioni come l’anno precedente. Il fondo attribuisce risorse ai Comuni, per le loro iniziative di carattere sociale. La mancanza di queste risorse, costringerà quindi i Comuni a tagliare l’assistenza, soprattutto per le famiglie. Daremo battaglia anche in questa fase, per far si che, almeno questo ultimo taglio al sociale venga cancellato.

Pubblicato in Sanità e welfare, Territorio | Taggato , , , , , | Lascia un commento

Inspiegabile ritardo nel deliberare il bando per i progetti del volontariato e dell’associazionismo

volontariatoLa Lombardia ha una fitta rete di associazioni e di organizzazioni attive nel non profit e, con oltre 46.000 realtà, vale il 15% del totale nazionale, impegnando 800mila persone tra addetti e volontari, con un incidenza sul numero di abitanti molto superiore a quella nazionale. In sede di bilancio, lo scorso dicembre, il Pd aveva fatto approvare un ordine del giorno per assicurare le risorse necessarie al mondo del volontariato e  dell’associazionismo, a fronte della nefasta previsione di un taglio del 30% già annunciato dalla Giunta Maroni.A quando il bando per l’assegnazione di queste risorse?. E’ stata infatti appena depositata un’interrogazione che chiede conto dell’inspiegabile ritardo rispetto agli anni precedenti del bando 2014/2015 dedicato a tutte le organizzazioni iscritte alla sezioni regionale e alle sezioni provinciali del Registro generale del volontariato.

Pubblicato in Sanità e welfare, Territorio | Taggato , , , , , | Lascia un commento

Fondi regionali a sostegno dei contratti di solidarietà (Decreto n. 4766 del 5 giugno 2014)

contratto solidarietàFinalità: salvaguardia dell’occupazione e il rilancio aziendale attraverso forme di solidarietà tra i lavoratori, favorendo accordi sindacali tra i lavoratori e le imprese, per evitare l’interruzione o la sospensione dei rapporti di lavoro e salvaguardare il capitale umano e la competitività dell’impresa.

Beneficiari: le imprese che hanno – sede legale o unità operative attive da almeno un anno nella Regione Lombardia; - stipulato o rinnovato un contratto di solidarietà a decorrere dal 27 dicembre 2013, data di entrata in vigore della legge regionale 21/2013, che preveda una riduzione d’orario di almeno il 40 per cento del normale orario di lavoro; - ottenuto l’autorizzazione del Contratto di solidarietà con decreto emesso dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali. La domanda di accesso al contributo deve essere presentata a Regione Lombardia entro 6 mesi dalla data di autorizzazione del Contratto di solidarietà con decreto emesso dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali.

Scadenza: a partire dal 9 giugno 2014 fino ad esaurimento risorse

Link: Avviso   pubblico per il sostegno ai contratti di solidarietà (224 KB) PDF
Decreto n. 4766 del 5 giugno 2014   (72 KB) PDF

 

 

 

Pubblicato in Economia e lavoro, Idee e politica | Taggato , , , | Lascia un commento