Archivi del mese: maggio 2014

Obolo alla Lega dei manager sanitari: abbiamo scritto al direttore dell’Asl di Mantova pretendendo chiarezza

asl mantovaInsieme a  Giovanna Martelli, deputata PD, abbiamo preteso chiarezza sulla richiesta di contributi che la Lega Nord avrebbe avanzato nei confronti dei Dirigenti lombardi della sanità. Abbiamo infatti scritto a Mauro Borelli, direttore generale dell’Asl di Mantova, dopo l’articolo apparso sulle pagine milanesi di Repubblica del 25 maggio.

Borelli, stando a quanto riportato dal giornalista, avrebbe invitato tramite mail i colleghi manager in quota leghista a versare un obolo (cifra consigliata 6 mila euro) sul conto corrente intestato alla tesoreria del Carroccio.

Al fine di avere una corretta informazione  - abbiamo scritto- e tenuto conto che la richiesta da quanto pubblicato sulla stampa, ė inviata dalla Direzione Generale dell’ASL, con la presente, si chiede di avere copia della comunicazione pubblicata su Repubblica Milano del 25 maggio 2014 e di altre comunicazioni eventualmente trasmesse.

Pubblicato in Sanità e welfare, Territorio | Taggato , , | Lascia un commento

Finalmente un Regolamento Europeo unico per l’agricoltura biologica

agricoltura biologicaIl Consiglio regionale della Lombardia ha approvato martedì 27 maggio 2014, la Risoluzione concernente la partecipazione della Lombardia alla procedura prevista da un protocollo europeo sull’applicazione dei principi di sussidiarietà e di proporzionalità in merito alla proposta di Regolamento relativo alla produzione biologica e all’etichettatura dei prodotti biologici. Una lunga dicitura per inquadrare l’agricoltura biologica dentro una cornice di tutela più ampia e che prevede un regolamento unico per tutti gli agricoltori biologici europei e, di conseguenza, una tutela generale per i consumatori Ue.
Da capogruppo in VIII Commissione Agricoltura ritengo sicuramente auspicabilissima una normativa unica per il biologico nella Ue. Ce lo dicono anche i dati di contesto: attualmente l’Europa conta oltre 186mila aziende agricole biologiche e la crescita annuale del mercato di questi prodotti è tra il 10 e il 15 per cento. Nel 2011 si stimava che si attestasse sui 21,5 miliardi di euro. L’Italia, in questo contesto, si colloca al quarto posto con 1,7 miliardi di euro, tra i primi dieci Paesi al mondo per superficie coltivata a biologico e ha il primato europeo per numero di produttori e operatori certificati.
In Lombardia, gli operatori iscritti all’elenco regionale, alla data del 16 aprile 2014, risultano essere 1576, con oltre 25mila ettari di superfici agricole dedicate al biologico e una crescita di aziende convertite di oltre il 12 per cento, tra il 2011 e il 201.
Il fatto che sia un settore in forte crescita deve però indurci a favorire, anche attraverso le norme, le possibilità di sviluppo. Ad esempio, non possiamo imporre la conversione totale a chi fa agricoltura tradizionale ed è interessato a sperimentare il biologico, perché può rappresentare un limite alla crescita di produzioni biologiche di pregio. Auspichiamo, quindi, che vengano perciò tutelate anche aziende miste

Pubblicato in Ambiente e agricoltura | Taggato , | Lascia un commento

OPG Castiglione Delle Stiviere: a che punto siamo? In Lombardia informazioni troppo vaghe

opgOccorre costruire un percorso insieme al mondo dell’associazionismo e del privato sociale. Quello che sta portando avanti la Giunta Regionale Lombarda per ora non è affatto un percorso condiviso. La riconversione dell’ospedale psichiatrico giudiziario di Castiglione delle Stiviere dovrà essere portata a termine, come per tutti gli OPG italiani, entro il 2015. In assenza di comunicazioni ufficiali, abbiamo presentato in Aula di un’interrogazione a riposta immediata all’Assessore Mantovani per fare il punto sul superamento delle ex strutture psichiatriche giudiziarie. L’Assessore ha confermato la volontà di Regione Lombardia di costituire un tavolo di lavoro per affrontare il tema della riconversione e ha parlato di un documento trasmesso al Governo. Per il momento ci sono oltre 200 persone ancora internate, strutture che devono essere riadeguate e personale che deve essere formato. Abbiamo chiesto, pertanto, di poter prendere visione del documento inviato al Governo ( che non abbiamo mai visto) e di discutere al più presto del tema della salute mentale nei luoghi deputati al confronto e nella maniera più possibile partecipata

Pubblicato in Sanità e welfare | Taggato , , | Lascia un commento

Disabili, accolta la mia mozione: più risorse per l’abbattimento delle barriere architettoniche!

barriere architettonicheRisulta dal piano attuativo regionale per l’utilizzo del Fondo per la non autosufficienza che ci siano, in Lombardia, 380mila anziani non autosufficienti, 310mila disabili, di cui 26mila minori, 38mila disabili gravissimi di cui 5000 minori.
Considerati questi numeri, e, al fine di migliorare la vita dei diversamente abili e di tutelare il loro diritto a muoversi in uno spazio adeguato, ho presentato una mozione, approvata oggi in Aula, sulle risorse per l’abbattimento delle barriere architettoniche al fine di far sì che sia garantito il completo finanziamento di tutte le domande già ammesse e per ora non soddisfatte, a partire dal 2012.
Regione Lombardia, infatti, sino al 2012 aveva destinato un ampio capitolo di bilancio per il concorso alla spesa dei privati per interventi volti al superamento delle barriere architettoniche. In particolare nel periodo 2010-2013 l’impegno economico annuo era di 9 milioni di euro.
Questo capitolo è drasticamente diminuito a partire da quest’anno quando la Giunta ha ritenuto di avviare una misura di intervento “sperimentale” pari a 4.150.000,00, ossia circa il 55% in meno, che non basterà a finanziare tutte le domande di contributo che perverranno nel 2014 né tanto meno quelle già pervenute negli anni precedenti.
Ritengo che l’intervento sulle disabilità sia prioritario. La Giunta non può quindi trincerarsi dietro alla diminuzione delle risorse. Dato che il numero delle persone non autosufficienti è elevatissimo e interessa decine di migliaia di famiglie lombarde, con la mozione abbiamo impegnato la Giunta ad intervenire con immediatezza garantendo il pieno finanziamento di tutte le domande ammesse ma non ancora soddisfatte a causa della riduzione di copertura finanziaria. Va inoltre previsto per i prossimi anni un adeguato stanziamento di bilancio al fine di soddisfare le richieste di contributo per il superamento di tutte le barriere architettoniche in edifici privati per permettere alle persone diversamente abili di potersi muovere liberamente nello spazio costruito e avere una vita autonoma anche se hanno scarse capacità motorie.

Pubblicato in Idee e politica, Mobilità, Sanità e welfare | Taggato , , , , | Lascia un commento