Fatti di Colonia, mobilitazione a Mantova

Le molestie sessuali ai danni di centinaia di donne commesse a Colonia e in altre città europee da gruppi organizzati di giovani immigrati, arabi e nordafricani, ci porta ad interrogarci sul tema dell’accoglienza e su come, ancora oggi, l’Islam consideri la donna. Accogliere chi fugge da guerre e miseria è un dovere che richiama valori laici come la solidarietà e la compassione, e troviamo deprecabile chi utilizza gli episodi di capodanno, pur odiosissimi, per invocare il respingimento dei profughi. Ma affermiamo con forza che la legalità e il diritto dei cittadini ad essere rispettati e a vivere in sicurezza, a partire dalle donne, siano imprescindibili.

Occorre la massima fermezza: tutti coloro che oggi si trovano in Italia o in Europa devono rispettare le nostre regole e i nostri principi di convivenza, e le istituzioni devono utilizzare tutti gli strumenti per applicare le leggi vigenti in materia di prevenzione e di sicurezza. Nessuno può pensare di agire secondo abitudini estranee agli stili di vita del paese ospitante, soprattutto se arretrate, discriminanti e portatrici di violenza. Tutti, indistintamente, devono imparare il valore del dialogo, del confronto e del rispetto tra i sessi.

La scuola, se non lo fa la famiglia, deve essere il luogo in cui apprendere il rifiuto della sopraffazione, del bullismo, della predazione. Sicuramente un percorso lungo e non privo di ostacoli, ma sul tema dell’accoglienza e dell’integrazione dobbiamo andare avanti, cercando anche di premere l’acceleratore sulla modifica di alcune riforme, come il reato di clandestinità.

Mentre le cittadine tedesche mettono in campo una risposta chiamando a raccolta tutte le donne il 4 febbraio, nel primo giorno del Carnevale renano, proponiamo che Mantova si mobiliti lo stesso giorno per condannare quanto avvenuto, per affermare che sui diritti civili e sull’emancipazione delle donne siamo disposti soltanto ad andare avanti, e che l’accoglienza ai migranti deve proseguire secondo le regole della democrazia e della convivenza civile.

Antonella Forattini Segretario Prov. PD

Assemblea Provinciale PD

Gruppo Consiliare PD Città di Mantova

Marianna Pavesi

Antonella Bernardelli

Monia Barbieri

Dimitri Melli

Mario Morelli

Daniele Trevenzoli

David Maragna

Francesco Negrini

Stefano Longhini

Federica Restani

Martina Artoni

Mara Gazzoni

Mariangela Malagola

Luca Chiavoni

Stefano Mangoni

19. gennaio 2016 by Sezione provinciale Mantova
Categories: Donne, Idee e politica | Commenti disabilitati