Archivi tag: Treni

Milano-Chiasso, sulla sicurezza solo una risposta formale

Avevo più volte interpellato l’assessore regionale ai Trasporti in merito agli incidenti mortali che si sono verificati lungo la linea ferroviaria Milano-Chiasso. Ho atteso tre mesi per avere una risposta e finalmente l’ho ottenuta, prima delle vacanze estive. Peccato che fosse assolutamente di rito, senza veri impegni. Non ci resta che auspicare che la Giunta si attivi per davvero affinché certi episodi non si ripetano più.
Nello specifico, l’interpellanza si riferiva al terribile incidente avvenuto tra le stazioni di Albate Camerlata e Cucciago lo scorso 11 aprile. Con riferimento ai ripetuti incidenti mortali, anche oltre la linea di confine, chiedevo esplicitamente all’assessore se fossero state verificate le condizioni di sicurezza del treno coinvolto e se la Regione intendesse aumentare le misure di sicurezza lungo questa linea, per prevenire altre sciagure. Ma la risposta, appunto, non è stata molto articolata.

Pubblicato in Blog Dem, dalla Regione, dalle Commissioni, Mobilità, Territorio | Taggato , , , , , , , , , | Lascia un commento

Trasporto sulla Como-Molteno-Lecco, la mia interrogazione

Ho presentato un’interrogazione all’assessore regionale alla mobilità Alessandro Sorte sullo stato del servizio ferroviario sulla linea Como-Molteno-Lecco. Faccio riferimento alle recente segnalazione da parte dei comitati di diverse linee dei numerosi disagi registrati nell’ultimo mese, con particolare riferimento alle soppressioni. Sulla Como-Molteno-Lecco la situazione è notevolmente peggiorata nel mese di giugno a partire dall’introduzione dell’orario estivo, e le numerose soppressioni (26 totali nel periodo 11 – 28 giugno – erano 6 nello stesso periodo del 2016 -, 8 soppressioni parziali – zero nel 2016 – e 41 corse con ritardi superiori ai 15 minuti – 3 nel 2016 -) sarebbero dovute a problemi sulla linea ferroviaria di competenza di RFI e alle cattive condizioni del materiale rotabile di altre linee, il che avrebbe generato la necessità di spostare altrove i nuovi convogli appena messi in servizio sulla Como – Molteno – Lecco.

Gaffuri chiede all’assessore innanzitutto se sia a conoscenza di questa situazione, se abbia avuto un’interlocuzione con i vertici tanto di Trenord quanto di RFI e se intenda “sollecitare presso i gestori ferroviari o assumere in proprio azioni volte al miglioramento in termini di qualità, affidabilità e puntualità del servizio passeggeri, quali sono tali azioni e in che tempi sono previsti effetti percepibili”.

È evidente che qualcosa non funziona e Sorte deve cambiare passo. Mancano gli investimenti, che la Regione può e deve fare, per acquistare almeno 150 nuovi treni e per intervenire sulle linee ferroviarie laddove è necessario. E deve ottenere da Trenord e da RFI garanzie sulla qualità del servizio.

Pubblicato in Blog Dem, Mobilità | Taggato | Lascia un commento

Sicurezza treni: nel provvedimento delle Lega solo corsi di formazione per personale. Eliminato riferimento alle guardie giurate

Trenord 1“Dei pistoleri minacciati da Maroni e delle guardie giurate proposte dalla Lega ciò che rimane è un progetto di legge che finanzierà corsi di formazione per i controllori a bordo treno. E’ proprio il caso di dirlo: la montagna ha partorito il topolino”. Così commenta il consigliere regionale del Pd Luca Gaffuri gli emendamenti, presentati dal relatore Roberto Anelli (Lega Nord), che stravolgono completamente il progetto di legge, in discussione in Commissione Trasporti, proposto dalla maggioranza volto a conferire alle guardie giurate specifiche potestà di controllo dei documenti e dei titoli di viaggio dell’utente dei mezzi di trasporto pubblico. Continua a leggere

Pubblicato in Mobilità | Taggato | Lascia un commento

Linea Como-Lecco: 27 treni soppressi per mancanza di personale

“27 treni soppressi tra febbraio e marzo per mancanza di personale. Una situazione insostenibile a cui la Regione deve mettere mano subito”. Lo dichiara il consigliere regionale del PD Luca Gaffuri il quale facendo proprie le richieste del Comitato Pendolari Como – Lecco, ha scritto una lettera indirizzata all’assessore regionale alle Infrastrutture Maurizio Del Tenno per chiedere di poter affrontare in maniera complessiva il problema in una riunione da convocare con urgenza del quadrante Nord della Lombardia alla presenza di Trenord, del comitato dei pendolari e degli enti locali interessati.

“E’ una richiesta questa che viene dal territorio, in primis dagli utenti, con l’obbiettivo di poter trovare una soluzione ad un problema che negli ultimi mesi si sta verificando un po’ troppo spesso – continua Gaffuri -. Diversi i casi di cancellazione treni segnalati dal Comitato Pendolari Como – Lecco i quali denunciano un scarso preavviso da parte dell’azienda e un servizio sostitutivo dei bus totalmente inefficiente. La Giunta intervenga subito, è inaccettabile lasciare a terra utenti con regolare abbonamento Trenord”.

“Le istanze rivolte alla Giunta – precisa Gaffuri –  sono mosse da uno spirito propositivo e utile a trovare le migliori soluzioni possibili. Resto convinto ancora una volta che le criticità presenti si possano affrontare e risolvere con responsabilità, collaborazione e impegno di tutti, partendo però da una disponibilità nell’accogliere le sollecitazioni che da tempo provengono anche dalla minoranza, richieste e non strumentalizzazioni, rivolte e tese a migliorare il servizio ferroviario a favore dei pendolari e della mobilità pubblica più in generale. Credo che la convocazione urgente di un tavolo del quadrante Nord sarebbe il primo passo per un confronto sul tema”.

Pubblicato in Mobilità | Taggato , | Lascia un commento

Buone notizie per la stazione Como San Giovanni, gli eurocity fermeranno nel capoluogo lariano

Si è tenuto a Palazzo Lombardia un tavolo tecnico relativo alle modifiche d’orario dei treni da Zurigo a Milano, e viceversa, dal prossimo giugno. All’incontro hanno partecipato i funzionari responsabili del trasporto ferroviario regionale, le società Trenord, Trenitalia e Rfi, i rappresentanti dei comitati pendolari della tratta Milano – Chiasso e i delegati degli enti locali interessati. Rispetto a quanto prospettato negli scorsi mesi, saranno ancora cinque i treni da Zurigo e Lucerna e quattro verso le città svizzere che fermeranno a Como durante la giornata. La stazione lariana non vedrà però la sosta di sette convogli che fermeranno unicamente a Chiasso. Favorita dal nuovo orario sarà al contrario Monza che, acquistando sette fermate EuroCity, diventa di fatto la prima stazione italiana dopo la frontiera. Con il nuovo orario si libereranno slot che permetteranno l’attivazione di cinque nuove corse Tilo (10.50, 16.50, 18.50 da Como verso Sud e 17.10 e 19.10 da Milano verso Nord) per un costo per la Regione di 1,5 milioni di euro all’anno. Continua a leggere

Pubblicato in dalla Regione, Mobilità | Taggato , , , , | Lascia un commento

Como Nord Camerlata: la Regione confermi il personale nella stazione e garantisca la sicurezza

Como NOrd Camerlata“La Regione garantisca la presenza di personale nella stazione di Como Nord Camerlata”. E’ la richiesta lanciata dal consigliere regionale del Pd Luca Gaffuri all’indirizzo dell’assessore regionale alle Infrastrutture Maurizio Del Tenno per garantire la sicurezza dei tanti giovani studenti che frequentano abitualmente la stazione ed evitare che si ripeta lo spiacevole episodio accaduto sull’autobus di Pellio Intelvi e per mantenere il servizio di biglietteria a servizio della numerosa utenza”. Continua a leggere

Pubblicato in Mobilità | Taggato , , | Lascia un commento

Pulizia treni: la Regione intervenga!

A che punto è lo stato di attuazione della legge di riforma del trasporto pubblico locale approvata in Consiglio regionale l’anno scorso?  E ancora, come la Regione intende intervenire sul progressivo peggioramento del servizio ferroviario lombardo e del livello di pulizia dei vagoni? Questi, in sintesi, i punti della lettera inviata al del presidente della commissione Trasporti. Alessandro Sala.  Continua a leggere

Pubblicato in Mobilità | Taggato , , , | 1 commento

Treni Chiasso – Milano stracolmi con vagoni chiusi per mancanza di personale. La Regione intervenga

“Nelle ultime settimane si sta verificando sulla linea ferroviaria Bellinzona – Chiasso – Milano di Tilo lo spiacevole inconveniente di viaggiare su treni stracolmi con una delle due carrozze inagibile per la mancanza di personale che nel tratto italiano è gestito da Trenord. E’ un disservizio pesante soprattutto in queste giornate calde dove i pendolari sono costretti a viaggiare stipati tra le valigie dei molti turisti in un ambiente soffocante.” Continua a leggere

Pubblicato in Mobilità | Taggato , | Lascia un commento

Da giugno 2014 addio alla stazione internazionale di Como San Giovanni?

La stazione di Como San Giovanni rischia di non essere più stazione internazionale. Sarebbe questo l’effetto della revisione completa della linea eurocity Milano Zurigo in via di definizione da parte delle Ferrovie federali e di Trenitalia, che prevede che a partire da giugno 2014 i treni da e verso Zurigo non fermino più in centro a Como ma solo a Chiasso. Il lato positivo della riorganizzazione è che verranno aumentate le corse del Regio Express di TILO da Como a Milano. Questi dati si evincono dal progetto di orario ferroviario sottoposto alla valutazione degli utenti svizzeri sul sito www.progetto-orario.ch . Continua a leggere

Pubblicato in Mobilità | Taggato , , , , | Lascia un commento

Quadruplicamento Como-Monza: presentata interrogazione

Luca Gaffuri ha presentato un’interrogazione dedicata al quadruplicamento della tratta Como-Monza all’assessore ai trasporti di Regione Lombardia, Maurizio del Tenno, ed al Presidente, Roberto Maroni. Da sempre molto attento alle tematiche di natura trasportistica della nostra regione (con un occhio di riguardo alla cosiddetta “cura del ferro”), Luca Gaffuri negli ultimi anni non ha mancato di ricordare i rischi insiti per il territorio comasco dall’entrata in vigore del nuovo sistema di corridoi ferroviari Alptransit.

“La mia preoccupazione è che gli interventi di potenziamento che riguarderebbero il tratto a nord di Milano del famoso corridoio ferroviario Rotterdam-Genova, ovvero il collegamento Chiasso-Milano, possano non essere sufficienti – sottolinea Gaffuri-. Se infatti è vero che è stato stabilito di procedere ad attuare accorgimenti di natura tecnica finalizzati ad accrescere la sicurezza sull’attuale sistema a doppio binario invece di procedere al quadruplicamento, ciò non escluderebbe il rischio di un collasso della rete ferroviaria lombardia all’altezza del capoluogo milanese e lungo una linea dove, peraltro, i disagi non mancano come i pendolari ben sanno. Il nord Lombardia, e Como in particolare per la sua posizione – conclude Gaffuri-, hanno bisogno di una linea ferroviaria efficiente per sostenere il carico di transiti dovuti dall’entrata in funzione del sistema Alptransit pena un collasso del sistema viabilistico viste le stime di mezzi pesanti che passeranno dalla strada alla ferrovia”.

Ecco il testo della sua interrogazione, depositata giovedì 28 marzo:

Interrogazione 3001_X Legislatura

Pubblicato in dalla Regione, Mobilità | Taggato , , , | Lascia un commento