Archivi tag: tangenziale di Como

Secondo lotto tangenziale Como: “Bene emendamenti, ma la Giunta in ritardo di un anno”

Questo pomeriggio in occasione della votazione del Documento di economia e finanza regionale sono stati approvati a larga maggioranza due emendamenti, uno del Pd e l’altro della maggioranza, che chiedono la modifica della variante urbanistica per la realizzazione del secondo lotto della tangenziale di Como. Soddisfatto il consigliere regionale del PD Luca Gaffuri, primo firmatario dell’ emendamento presentato dal Pd: “Con questo emendamento si ribadisce la necessità di realizzare, in accordo con gli enti locali, il progetto del secondo lotto all’interno del completamento di Pedemontana e non, come è previsto dal progetto iniziale, come Continua a leggere

Pubblicato in Blog Dem, dalla Regione | Taggato , , , , | Lascia un commento

Tangenziale di Como: si riqualifichi la provinciale Novedratese, unico collegamento reale e funzionante

Planimetria del sistema viabilistico "Pedemontana"

Planimetria del sistema viabilistico “Pedemontana”

A Villa del Grumello a Como si è tenuto il tavolo della competitività chiamato a discutere anche del futuro della tangenziale di Como. Tra i presenti anche l’architetto Regalia, ex amministratore di Pedemontana e consulente del comitato dell’autostrada Varese – Como – Lecco, il quale ha proposto il completamento della tangenziale utilizzando, per il secondo lotto, la soluzione della canna unica, come già successo per la superstrada Valcamonica – Edolo. In questo modo si dà senso alla tangenziale favorendone l’utilizzo anche attraverso la riduzione del costo del pedaggio. Altro aspetto sottolineato da Regalia è la riqualificazione della provinciale Novedratese. “Finalmente si ragiona tenendo conto della status quo del territorio – dichiara il consigliere regionale del Pd Luca Gaffuri -, e si parte per il secondo lotto da un progetto già delineato abbandonando così alternative che si riducono a semplici linee tracciate sulla carta. È inoltre necessario riqualificare la provinciale Novedratese quale collegamento naturale tra Varese, Como, Lecco e Bergamo – aggiunge – che al momento rappresenta davvero l’unico collegamento reale e funzionante tra l’est e l’ovest della provincia di Como”.

Pubblicato in Mobilità | Taggato , | Lascia un commento

Pedemontana non riscuote i pedaggi dagli utenti del Conto targa

145px-Autostrada_A59_Italia.svgDopo la pubblicazione dei dati di traffico forniti dalla società Pedemontana sulla tangenziale di Como e il numero insufficiente di utenti rispetto alle stime, il consigliere regionale del Pd Luca Gaffuri denuncia una stortura nel meccanismo di pagamento del pedaggio. “Ci sono arrivate diverse segnalazioni in questi mesi da numerosi utenti iscritti al Conto targa – dichiara – che a tutt’oggi non hanno ancora avuto addebiti da parte del sistema per i viaggi effettuati su Pedemontana e tangenziale di Como. Questo comporta un ammanco nei bilanci della società che non solo deve fare i conti con il numero esiguo di utenti rispetto alle attese ma non riscuote nemmeno il pedaggio. Questa è un’ulteriore dimostrazione del fatto che il pagamento del pedaggio non sta portando alcun beneficio ma al contrario allontana gli utenti, che preferiscono percorrere strade alternative, e la Società non si sta incamerando gli introiti previsti. Ci chiediamo, ancora una volta, se la società non debba rivedere tutta la questione”, conclude.

Pubblicato in Mobilità | Taggato | 1 commento

Lo confermano i dati: il pedaggio in tangenziale è inutile e dannoso

145px-Autostrada_A59_Italia.svgOggi Pedemontana mi ha fornito i dati relativi al traffico sulla tangenziale di Como. Nel periodo che va dal primo al 19 gennaio sulla tratta Acquanegra – Villa Guardia sono transitati 27.779 veicoli mentre nel verso opposto 25.790. I numeri sono insufficienti rispetto alle previsioni e davvero si rischia una doppia beffa: i comaschi, costretti a pagare il pedaggio, s’arrangiano su vie alternative mentre la società, a fronte di introiti irrisori, rischia il fallimento. Se si fa un confronto generale con ottobre il risultato è impietoso: parliamo del transito attuale di quasi 2.819 auto al giorno rispetto alle 14mila di quanto il tratto era gratuito. Questi numeri pongono nuovamente il dubbio sulla sostenibilità del piano economico – finanziario della società e mi chiedo allora se non sia il caso di ripensare il sistema di tariffe e togliere il pedaggio della tangenziale di Como. La società Pedemontana Spa rinuncerebbe in tutto, secondo un’ipotesi adesso fatta sui numeri, a soli 55mila euro al mese. L’alternativa è il serio rischio di fallimento.

Pubblicato in Blog Dem | Taggato , | Lascia un commento

Tangenziale vuota, Maroni immobile

145px-Autostrada_A59_Italia.svgLa Regione non intende impegnarsi per togliere il pedaggio delle tangenziali di Como e Varese. Maroni e la sua maggioranza di centrodestra, ma anche il Movimento Cinque Stelle, hanno  votato contro l’ordine del giorno con il quale chiedevo alla Regione un impegno nei confronti di Autostrada Pedemontana Lombarda, di concerto con la concessionaria CAL, perché la società riformuli il piano finanziario dell’opera escludendo il pedaggio per le tangenziali (qui il testo che ho proposto).

Continua a leggere

Pubblicato in Blog Dem, dalla Regione, Mobilità | Taggato , , , , | Lascia un commento

Il secondo lotto della tangenziale di Como sarà reintrodotto nella programmazione territoriale regionale

Planimetria del sistema viabilistico "Pedemontana"

Planimetria del sistema viabilistico “Pedemontana”

Il Consiglio regionale ha chiesto questa mattina alla Giunta di reinserire il secondo lotto della tangenziale di Como nel piano territoriale regionale. È quanto prevede un emendamento alla risoluzione relativa al documento di economia e finanza regionale condiviso da tutte le forze politiche e approvato a larga maggioranza (contrario il Movimento 5 Stelle). Soddisfazione è stata espressa dai consiglieri regionali comaschi, tra cui Luca Gaffuri (PD), autore di due emendamenti in merito, ritirati in vista dell’accordo per un testo condiviso. Continua a leggere

Pubblicato in dalla Regione, Mobilità | Taggato | Lascia un commento

Una buona notizia per i proprietari delle case ma la tangenziale non può rimanere a metà

Il 23 novembre è decaduto, dopo sette anni, il vincolo preordinato all’esproprio sugli immobili interessati dal progetto preliminare dei due secondi lotti della tangenziale di Como e Varese previsti nel progetto della Pedemontana. “Una buona notizia per tutti coloro che hanno delle proprietà lungo il tracciato della tangenziale di Como” dichiara il consigliere regionale del Pd Luca Gaffuri che spiega “dopo la scadenza del vincolo, le procedure per un’eventuale nuova apposizione dovrebbe ripartire dall’inizio. La tangenziale deve essere completata non può rimanere a metà con la strada che finisce nei prati del Bassone e del Piano causando problemi di congestione del traffico. La Regione – conclude – chiarisca ai comuni come intende procedere al fine di adeguare gli strumenti urbanistici”.

Pubblicato in Mobilità | Taggato , | Lascia un commento

II lotto tangenziale di Como: ora i Comuni potranno valutare le proposte

«Questa volta l’Assessore regionale alla viabilità, Raffaele Cattaneo, ha compreso che le decisioni sulle infrastrutture viabilistiche del comasco vanno condivise con l’Amministrazione provinciale ed i Comuni interessati». Così Luca Gaffuri, capogruppo del PD in Consiglio Regionale, si è espresso al termine dell’incontro avvenuto questa mattina a Palazzo Lombardia voluto direttamente dall’Assessore Cattaneo per parlare del “Secondo Lotto della Tangenziale di Como”. Durante la mattinata, infatti, sono state presentate le due proposte attualmente al vaglio: una a firma dell’Amministrazione Provinciale (svincolo il località Acquanera, ingresso della strada in galleria ed interconnessione sulla SP 342 tra Montorfano ed Orsenigo) ed una seconda predisposta da Infrastrutture Lombarde (svincoli più contenuti in località Bernate Rosales ed a Navedano, ingresso in galleria prima di Senna Comasco ed interconnessione sulla SP 342 tra Montorfano ed Orsenigo) che prevedono differenze tecniche nella realizzazione dei tunnel dal lotto attualmente in costruzione tra Grandate e la località Acquanera. «Ritengo si sia trattato di un incontro positivo – rileva Gaffuri.- Soprattutto sono soddisfatto degli studi effettuati con la speranza che, questa volta, la progettazione preliminare corrisponda a quella definitiva dal punto di vista economico. In questi giorni analizzeremo nel dettaglio i progetti che ci sono stati presentati anche se ritengo che la soluzione prospettata dall’Amministrazione Provinciale sia quella caratterizzata da minor impatto sull’ambiente. Come auspicavamo ora i Comuni avranno la possibilità di valutare le soluzioni presentate». All’incontro ha presenziato anche la parlamentare comasca del PD, Chiara Braga: «Questo incontro in Regione Lombardia credo sia stato molto utile ci ha consentito di conoscere quali sono le varie ipotesi attualmente allo studio per il completamento della tangenziale di Como – sottolinea -. Ora tocca all’Amministrazione Provinciale di Como avviare un confronto trasparente con i Comuni ed i vari soggetti del territorio coinvolti al fine di individuare quale sia la soluzione migliore per realizzare nel modo più rapido questo importante collegamento viabilistico. Bisogna comunque ribadire che, attualmente, il problema principale resta quello del reperimento delle risorse necessarie nonché la garanzia che, in ogni caso, vengano rispettati i contenuti dell’accordo di programma relativo al sistema viabilistico Pedemontano che prevedono la realizzazione complessiva della tangenziale di Como».

Pubblicato in dalla Regione, Territorio | Taggato , , , , | Lascia un commento

La tangenziale di Como ridotta a “moncherino” per finanziare l’autostrada Pedemontana

Il dimezzamento di un’opera attesa a Como dagli anni ’60, ovvero la tangenziale, è stato sancito martedì 11 ottobre dalla riunione del Collegio di Vigilanza sull’accordo di programma per la realizzazione della Pedemontana. «La Finanziaria 2006 ha destinato risorse statali al sistema Pedemontana, ma ha stabilito che dovevano servire a finanziare prioritariamente le tangenziali di Como e Varese visto che l’autostrada vera e propria sarebbe stata fatta essenzialmente con fondi di concessionari privati – sottolinea un seccato Luca Gaffuri, capogruppo del PD in Consiglio Regionale -. Viene da pensare che la tangenziale debba essere iniziata soltanto per poter dire che si rispetta quella priorità fissata dalla legge, ma intanto la si riduce a un moncherino per poter trasferire risorse pubbliche sul troncone principale dell’autostrada, sempre più a rischio finanziamento. Como, però, non ha bisogno di una foglia di fico ma di una tangenziale vera».

Pubblicato in Mobilità | Taggato , , , , , , | 2 commenti

Tangenziali di Varese e Como sempre più a rischio pedaggio

È grazie all’ultimo governo di centrosinistra guidato da Prodi se finalmente possiamo compiacerci del via libera definitivo alla Pedemontana. È sotto Prodi che nel 2007 fu dato l’impulso decisivo con l’approvazione al Cipe e la firma della convenzione tra la concedente Cal e la Pedemontana lombarda Spa. Un processo iniziato allora e proseguito sotto Berlusconi e Tremonti con grandi difficoltà e rallentamenti, fino al balletto delle ultime settimane tra i ministeri dell’economia e delle infrastrutture. Avremo quindi i primi lotti delle tangenziali di Como e Varese, ma dato che il governo di centrodestra non ha trovato nemmeno un euro, se i primi lotti rischiano di essere a pedaggio i secondi, se mai si faranno, lo saranno sicuramente”. Così Luca Gaffuri e Stefano Tosi, consiglieri regionali del PD, commentano l’annuncio da parte di Formigoni e Cattaneo della firma da parte del ministro Tremonti dell’atto aggiuntivo alla Convenzione CAL/Pedemontana e dunque del piano Economico Finanziario del progetto definitivo approvato dal CIPE.

Pubblicato in Mobilità, Territorio | Taggato , , , | Lascia un commento