Archivi tag: pensionati

Cud pensionati: invio cartaceo, libera scelta e campagna di informazione

Il Gruppo del Pd in Consiglio regionale ha votato oggi, martedì 7 maggio 2013, la mozione che chiede di inviare nuovamente il Cud per i pensionati in formato cartaceo. Nel dettaglio, il documento impegna la Giunta Maroni “a promuovere presso il Governo e l’Inps tutte le iniziative utili a modificare la legge che prevede l’invio telematico, preferendo quello cartaceo sia del Cud che del modello ObisM, sempre a cura dell’Inps, e lasciando al cittadino la facoltà di scegliere se utilizzare o meno la modalità telematica”. Inoltre, si chiede alla Giunta di promuovere una campagna di informazione che pubblicizzi l’esistenza del numero verde cui rivolgersi per ottenere il Cud in formato cartaceo.

“Abbiamo votato a favore di questa mozione perché una analoga l’avevamo presentata ad aprile e io ne ero il primo firmatario – fa sapere Luca Gaffuri, consigliere regionale del Pd –. E la ragione è molto semplice: pur comprendendo lo sforzo di informatizzazione che ha fatto l’Inps e il costo per la carta impiegata, la percentuale di pensionati che usano strumenti come il computer e Internet è ancora troppo bassa. Siamo, perciò, d’accordo di applicare il criterio della libera scelta e di un’adeguata campagna di informazione per diffondere questa modalità. Inoltre – aggiunge Gaffuri –, nella nostra mozione avevamo indicato, come alternativa alla consegna a domicilio, l’invio gratuito a carico della banca o della posta attraverso le quali l’assegno previdenziale viene riscosso”.

Pubblicato in dalla Regione, Sanità e welfare | Taggato , | Lascia un commento

CUD, sospendere la decisione di non inviare i moduli per posta

tagli agli enti localiLa nuova procedura per il recapito dei CUD da parte dell’Inps sta creando troppi problemi ai tanti pensionati che, a differenza di quanto succedeva fino allo scorso anno, non riceveranno più il modulo per posta ma dovranno procurarselo via internet o recandosi agli uffici dell’Inps, delle Poste, dei Caf o dal proprio commercialista abilitato all’assistenza fiscale. Occorre trovare presto una soluzione, sostiene il consigliere regionale del Pd Luca Gaffuri che nelle prossime ore presenterà una mozione in Consiglio regionale.

“I disagi sono insostenibili – dichiara Gaffuri – la decisione del governo di bloccare l’invio per posta dei CUD da parte degli enti previdenziali è sbagliata, perché risponde ad una logica di risparmio ma non a quella della semplificazione. Non tutti gli anziani hanno accesso a un computer e sono in grado di scaricare il documento, anche perché la procedura stabilita dall’Inps per il rilascio del pin, il codice di sicurezza, non è né immediata né semplice, mentre le altre modalità prevedono un costo o comunque lunghe file allo sportello. Il risparmio per la pubblica amministrazione diventa quindi un costo, di soldi o di tempo, per il cittadino. Occorre sospendere la decisione, tornare alle modalità precedenti, anche perché non sono questi i veri costi dell’Inps su cui risparmiare. Appena saranno istituite le commissioni chiederò l’audizione dei vertici dell’Inps regionale in commissione bilancio.”

Pubblicato in dalla Regione, dalle Commissioni, Economia e lavoro | Taggato , , , , | Lascia un commento