Archivi tag: Formigoni

Finalmente la Procura potrà ascoltare Formigoni

“E’ un evento gravissimo per l’immagine di Regione Lombardia. Dopo mesi in cui l’ex presidente aveva assicurato che non ci sarebbero stati addebiti si arriva al rinvio a giudizio”. Questo il commento del consigliere regionale del Pd Luca Gaffuri in merito alla richiesta della Procura di Milano di rinvio a giudizio per Roberto Formigoni accusato di associazione a delinquere e corruzione nell’ambito dell’inchiesta sulla Fondazione Maugeri.

“Da quel che si evince dalle dichiarazioni di Formigoni – sottolinea Gaffuri – finalmente la Procura potrà ascoltare la difesa, o per lo meno ce lo auguriamo visti i precedenti in cui più volte, nei mesi scorsi, l’interessato si è rifiutato di rispondere alle richieste di chiarimento dei magistrati. Vista l’importanza della materia, auspichiamo che la nuova amministrazione di Maroni sia connotata da maggiore trasparenza per tutto ciò che riguarda la sanità pubblica e privata riducendo gli spazi di eccessiva discrezionalità che hanno permesso ai faccendieri di muoversi liberamente in Regione”.

Pubblicato in Idee e politica | Taggato | Lascia un commento

Formigoni: Albertini non può tacere, i lombardi hanno diritto di sapere

«Albertini non può tacere, dica quel che i cittadini, i lombardi soprattutto, hanno il diritto di sapere per scegliere chi li governerà. Spieghi qual è l’indicibile ragione che ha riportato Formigoni ad abbracciare Berlusconi e perfino Maroni.  Spieghi, se lo sa, che cosa il leader della Lega ha dovuto mettere sul piatto pur di ricostruire  la vecchia alleanza ormai logora e screditata da scandali e situazioni imbarazzanti che hanno fatto parlare tutta Italia». Luca Gaffuri, capogruppo uscente del del PD in Consiglio Regionale, si affianca alla richiesta formulata dal segretario regionale del PD Maurizio Martina a seguito delle esternazioni di Gabriele Albertini su Roberto Formigoni degli ultimi giorni.

Pubblicato in dalla Regione | Taggato , , , | Lascia un commento

Lombardia: giornata storica, ora costruiamo alternativa di governo

Piena soddisfazione per la storica giornata di oggi, 26 ottobre 2012, esprimono Luca Gaffuri, Stefano Zamponi e Chiara Cremonesi, capigruppo in Regione Lombardia di Pd, Idv e Sel. “È una giornata storica – dichiarano – finiscono diciassette anni di era Formigoni con lo sfaldamento della coalizione Pdl Lega. Solo un mese fa avevamo concordato la raccolta delle firme dei nostri consiglieri per le dimissioni, chiedendo ai consiglieri di maggioranza di fare altrettanto. Oggi i fatti ci danno finalmente ragione. Per noi si chiude una fase e se ne apre un’altra: dobbiamo costruire un’alternativa di governo partendo dai nostri partiti e aprendoci a un progetto aperto, un patto con le formazioni sociali, civiche e politiche che con noi vorranno disegnare la nuova Lombardia”.

Pubblicato in dalla Regione | Taggato , | Lascia un commento

Inopportuno usare giunta transitoria per provvedimenti impegnativi per i prossimi anni

“Sarebbe alquanto inopportuno se Formigoni pensasse di usare questa giunta transitoria, composta da assessori per buona parte alle prime ore in Regione, per approvare provvedimenti impegnativi per gli anni prossimi o per distribuire prebende elettorali. È sempre lo stesso Formigoni che vuole votare entro dicembre? Si rende conto che il suo tempo in Regione Lombardia è finito? Non si possono accettare forzature, noi certamente vigileremo fino all’ultimo giorno”.

Lo dichiara il capogruppo del Pd in Regione Lombardia Luca Gaffuri in merito alla seduta urgente di giunta prevista per oggi pomeriggio, con un ordine del giorno di ben 129 provvedimenti.

Pubblicato in dalla Regione | Taggato , | Lascia un commento

Nuova giunta non risolve problema principale, che è Formigoni

“La nuova giunta non risolve il problema principale, che è la permanenza in carica di Roberto Formigoni. C’è discontinuità, ed è un fatto positivo, ma nella nuova compagine che doveva essere tecnica rimane il controllo della Lega, che ha ancora Gibelli come vicepresidente. Una nota a margine riguarda il nostro territorio: che la giunta sia politica oppure tecnica, Pdl e Lega non riescono mai a promuovere nemmeno un comasco”. Lo dichiara il capogruppo del PD in Regione Luca Gaffuri a commento della presentazione della nuova giunta regionale, presentata oggi da Formigoni a Palazzo Lombardia.

“La nostra posizione non cambia – aggiunge -: se ci sono le condizioni per abolire il listino bloccato e per dare una buona legge elettorale alla Lombardia noi ci siamo, se invece c’è solo un tentativo da parte della Lega di tirare in lungo ci attendiamo che il PDL tenga fede agli impegni e aggiunga le sue dimissioni alle nostre e che si possa sciogliere il Consiglio”.

Pubblicato in dalla Regione | Taggato , | Lascia un commento

Tra una settimana il Consiglio si scioglie e si va a elezioni

La mattinata d’Aula che ha innescato il conto alla rovescia per i 17 anni di Giunta Formigoni, è iniziata con una protesta simbolica in Aula da parte dell’opposizione di centrosinistra e si è conclusa con una sorta di accordo per sciogliere il Consiglio regionale la settimana prossima e dare il via al periodo che porterà alle elezioni.

Oggi, martedì 16 ottobre 2012, il Consiglio regionale ha deciso che per tutta la settimana a venire la II Commissione Affari istituzionali discuterà la riforma della legge elettorale che verrà portata in Aula giovedì 25 ottobre. “Ma se non sarà pronta o non si sarà trovata una quadra, si va al voto lo stesso”, è la conclusione di Maurizio Martina, segretario regionale del Pd, e di Luca Gaffuri, capogruppo in Regione.

 

La giornata dell’opposizione di centrosinistra è iniziata con un’occupazione simbolica degli scranni della presidenza e l’esposizione di uno striscione con la scritta “Tempo scaduto – Formigoni dimettiti”. Dopo essere stati invitati a “sgomberare”, i consiglieri hanno esposto analoghi cartelli appena iniziata la seduta.

Ma oltre ai gesti, le parole sono state subito chiare: “Formigoni è stato evasivo rispetto alla spiegazione che doveva a quest’Aula sul perché siamo arrivati a questo punto”, ha detto Gaffuri, subito dopo l’intervento del presidente. E a proposito della richiesta del governatore al Consiglio di riformare la legge elettorale, il capogruppo gli ha ribattuto che “noi del Pd abbiamo depositato una proposta di legge di riforma elettorale ancora a inizio legislatura. Perciò facciamo pure anche una riunione di Commissione al giorno, ma approviamola quanto prima e chiudiamo questa esperienza”.

 

Martina ha ricordato che da tempo il Pd cercava di dire a questa “maggioranza che era tempo di una svolta politica, di un passo in avanti e di maturare una consapevolezza maggiore a beneficio della Lombardia. Invece avete deciso di tirare a campare fino a superare il punto limite”. E ha aggiunto: “Io mi sarei aspettato che stamattina Formigoni venisse in Aula a rassegnare le sue dimissioni, non a spiegare come il Consiglio dovesse darle, perché ha il diritto-dovere di assumersi le responsabilità politiche che gli competono”.

Infine, paventando possibili riconciliazioni nella maggioranza, ha chiesto “a tutti grandissima responsabilità: la Lombardia non sopporterebbe il gioco al cerino o di attendere di vedere chi vince nella partita a scacchi tra Pdl e Lega. Il momento difficile che si vive anche in questa regione va superato con un atto di grandissima lucidità e sincerità, soprattutto da parte della maggioranza”.

Pubblicato in dalla Regione | Taggato , , | Lascia un commento

Formigoni se ne faccia una ragione e si dimetta

“Formigoni se ne faccia una ragione, la Lega è tornata da Roma e si è accorta che in Lombardia i suoi elettori sono totalmente in dissenso con l’accordo siglato nel quartier generale del PDL. Ne prenda atto e si dimetta. Se il referendum leghista si terrà davvero, finirà 98 a 2 per andare subito al voto. Faranno eccezione forse solo i consiglieri regionali del Carroccio”.

Pubblicato in dalla Regione | Taggato , , | Lascia un commento

Pezzotta, come noi, pensa che Formigoni debba fare un passo indietro

“L’Udc può finalmente festeggiare la vittoria: avevano chiesto l’azzeramento della Giunta e ora l’hanno ottenuto, peraltro senza grande fatica, e possono quindi essere pienamente soddisfatti. Noi, a differenza loro, sosteniamo che questa situazione è insostenibile e stiamo lavorando perché cambi, perché i lombardi possano tornare al voto e ridare alla Lombardia una guida credibile. La pensa così anche Savino Pezzotta, il loro candidato alle regionali del 2010, che ancora ieri, per l’ennesima volta, ha detto che Formigoni dovrebbe fare un passo indietro”. Così il capogruppo del PD Luca Gaffuri risponde al consigliere dell’UDC Enrico Marcora che in alcune dichiarazioni odierne ha accusato il PD di aver fatto una brutta figura per aver offerto le proprie dimissioni. “La differenza tra noi e l’UDC – conclude – è che noi abbiamo cercato di togliere alla Lega qualsiasi alibi, mettendo le nostre dimissioni a disposizione di un’iniziativa politica di sfiducia a Formigoni, mentre loro preferiscono attaccare noi e definire Formigoni “miope”, qualsiasi cosa questo significhi”.

Pubblicato in dalla Regione | Taggato , , , , | Lascia un commento

Formigoni: basta con le pantomime!

“Siamo ai colpi di coda di una legislatura che di fatto chiude. Da questo momento Lega e Formigoni hanno il dovere di chiarire in tempi brevi i termini dell’uscita, senza equivoci o giravolte. Per noi prima si torna al voto e si ridà la parola ai lombardi e meglio è”, dichiara Maurizio Martina, segretario regionale del PD Lombardia, dopo la riunione della Lega al Pirellone sul destino della giunta Formigoni.

Aggiunge il capogruppo in Regione Luca Gaffuri: “Non servono balletti, e nemmeno il terzo rimpasto in sei mesi, perché il problema è Formigoni e il sistema che ha creato. Inoltre, quando si ha a che fare con la criminalità organizzata non ci sono scorciatoie possibili.”

Pubblicato in dalla Regione | Taggato , , | Lascia un commento

Lega con Formigoni fa il solito teatrino, ha paura di perdere il potere

“La Lega ormai abbaia senza mordere e ogni volta con Formigoni ripropone lo stesso teatrino. Ieri Salvini lanciava l’ennesimo diktat e oggi Maroni corregge parlando di problemi sulle “cose concrete” ma non sull’alleanza con il Pdl. La verità è che i leghisti non vogliono far cadere Formigoni per paura di perdere il potere. Sbraitano, ma poi camminano con la “cadrega” attaccata al sedere, tanta è la paura di doverla lasciare”. Così il capogruppo del PD in Regione Lombardia Luca Gaffuri commenta l’ennesimo screzio tra il Carroccio e il presidente Roberto Formigoni in merito al governo della Regione Lombardia.

Pubblicato in dalla Regione | Taggato , | Lascia un commento