Archivi tag: Canton Ticino

Lombardia-Grigioni: abbiamo ratificato senza cabotaggio e integrazione tariffaria

In consiglio regionale abbiamo dato l’ok alla ratifica dell’intesa tra la Regione Lombardia, la Provincia di Sondrio e il Canton Grigioni per lo sviluppo del traffico pubblico regionale e transfrontaliero e della sua componente turistica.
È un accordo importante per quanto riguarda la mobilità, sia per chi si reca da una parte all’altra del confine per motivi di lavoro, sia per lo sviluppo turistico di questi territori. Ed è un’istanza che avevo portato a Poschiavo, nell’incontro di qualche tempo fa. Ritengo, infatti, fondamentale l’attività di dialogo che c’è stata in questi anni. Ed è altrettanto importante che il monitoraggio degli accordi presi sia portato avanti con continuità.
Tuttavia, mancano degli aspetti non secondari al rapporto di buon vicinato che si sta instaurando con i Grigioni: non sappiamo ancora nulla a proposito della questione del cabotaggio, che coinvolge Lombardia, Canton Ticino e Canton Grigioni. Inoltre, il tema dell’integrazione tariffaria diventa centrale se vogliamo agevolare il trasporto pubblico.
Parlando in Aula sul tema, ho espresso rammarico anche per il fatto che ancora una volta, all’incontro con i Grigioni, Regione Lombardia non è arrivata puntuale: avendo rinviato la seduta di consiglio, l’accordo che abbiamo approvato solo dopo non era ancora operativo. Ma sarebbe stato meglio portare alla riunione l’intesa già ratificata. Non solo: mi sono detto anche molto stupito che l’argomento non sia stato trattato nella Commissione speciale, nata a inizio legislatura proprio con il compito di affrontare le problematiche a cavallo del confine. Invece, l’ultima volta che ci siamo visti era il 29 marzo, quando abbiamo incontrato i nostri omologhi ticinesi a Bellinzona. Forse, a fine legislatura sarà necessario interrogarsi sull’opportunità di mantenere questa e altre commissioni speciali attivate.

Pubblicato in dalla Regione, Mobilità, Territorio | Taggato , , , , , , , | Lascia un commento

Milano-Chiasso, sulla sicurezza solo una risposta formale

Avevo più volte interpellato l’assessore regionale ai Trasporti in merito agli incidenti mortali che si sono verificati lungo la linea ferroviaria Milano-Chiasso. Ho atteso tre mesi per avere una risposta e finalmente l’ho ottenuta, prima delle vacanze estive. Peccato che fosse assolutamente di rito, senza veri impegni. Non ci resta che auspicare che la Giunta si attivi per davvero affinché certi episodi non si ripetano più.
Nello specifico, l’interpellanza si riferiva al terribile incidente avvenuto tra le stazioni di Albate Camerlata e Cucciago lo scorso 11 aprile. Con riferimento ai ripetuti incidenti mortali, anche oltre la linea di confine, chiedevo esplicitamente all’assessore se fossero state verificate le condizioni di sicurezza del treno coinvolto e se la Regione intendesse aumentare le misure di sicurezza lungo questa linea, per prevenire altre sciagure. Ma la risposta, appunto, non è stata molto articolata.

Pubblicato in Blog Dem, dalla Regione, dalle Commissioni, Mobilità, Territorio | Taggato , , , , , , , , , | Lascia un commento

Sulla chiusura dei valichi con il Canton Ticino audizione dei sindaci lombardi e svizzeri

Valico Brogeda

Valico Brogeda

Giovedì 19 novembre, alle 16, a Palazzo Pirelli, a Milano, in Commissione speciale rapporti tra Lombardia e Confederazione svizzera, si terrà un’audizione con i sindaci di confine per trattare il tema della proposta di chiusura dei valichi. “I colleghi di maggioranza hanno chiesto di invitare i sindaci dei nostri Comuni di frontiera, ma mi sembra giusto che siano presenti, sempre che lo vogliano, anche i primi cittadini delle comunità, a ridosso del confine, dalla parte ticinese”, fa sapere Luca Gaffuri, consigliere regionale del Pd e componente della Commissione, che ha formulato la richiesta durante la seduta di questo pomeriggio. Continua a leggere

Pubblicato in dalla Regione | Taggato , | Lascia un commento

Macroregione e Canton Ticino: approvazione inutile quando è in atto una “guerriglia” con i nostri principali confinanti

bandiera-svizzeraUna vera e propria campagna di intolleranza contro frontalieri e artigiani lombardi, richieste eccessive come il certificato penale a cittadini che lavorano duramente, da ultimo, la richiesta di chiusura di alcuni valichi secondari. Per Luca Gaffuri, consigliere regionale del Pd e componente della Commissione speciale rapporti tra Lombardia e Confederazione svizzera, “con il Canton Ticino siamo in una situazione di guerriglia continua, alimentata da forze politiche che si chiamano Lega e Udc. Che rapporti vogliamo avere con costoro?”. E l’occasione per ‘sfogare’ il dispiacere suo e di intere popolazioni che vivono a ridosso del confine, da sempre in un rapporto di scambio con la vicina Svizzera italiana, è venuta oggi, martedì 10 novembre 2015, durante la seduta del Consiglio regionale, nella discussione sulla risoluzione ‘Strategia dell’Unione europea per la Regione alpina – Eusalp’, votata, comunque, all’unanimità. Continua a leggere

Pubblicato in dalla Regione | Taggato , , | Lascia un commento

Accordo Lombardia-Ticino, subito un incontro tra Consiglio Regionale e Governo del Cantone

Il Consiglio regionale della Lombardia ha approvato la ratifica dell’intesa tra Regione Lombardia e Canton Ticino, dando l’ok anche a una conseguente risoluzione. “A livello simbolico è un fatto importante, soprattutto per cercare di arginare le tensioni che si sono create in questi anni”, commenta Luca Gaffuri, consigliere regionale del Pd e componente della Commissione speciale che si occupa dei rapporti tra le due istituzioni. In particolare, per Gaffuri l’intesa e la risoluzione servono “a tutelare il lavoro dei frontalieri e degli artigiani che ogni giorno vanno oltre confine non solo per motivi professionali, ma anche a creare ricchezza per il Canton Ticino. Penso che la volontà dei due governi debba essere quella di portare un cambiamento nell’approccio dei problemi che si sono creati e più in generale nei rapporti istituzionali”. Continua a leggere

Pubblicato in dalla Regione | Taggato , | Lascia un commento

Lombardia-Canton Ticino: al nuovo accordo servono contenuti ed obiettivi

bandiera-svizzeraSubito un incontro in Canton Ticino con gli omologhi del Consiglio regionale lombardo. Una risoluzione che renda più stringente la nuova intesa tra le due regioni. E possibilmente un assessore che segua la partita. Sono le richieste che Luca Gaffuri, consigliere regionale del Pd, ha presentato oggi, giovedì 24 settembre 2015, in Commissione speciale rapporti tra la Lombardia e la Confederazione elvetica, durante la discussione della ratifica della nuova intesa con il Canton Ticino, approvata all’unanimità.

Continua a leggere

Pubblicato in Idee e politica | Taggato , | Lascia un commento

Atto preoccupante e unilaterale contro i padroncini

Il Gran Consiglio del Canton Ticino ha votato all’unanimità una mozione per abolire la notifica on line per i padroncini. E anche se la responsabile del Dipartimento cantonale dell’Economia Laura Sadis ha assicurato che la notifica potrà essere scaricata dal sito della Confederazione e inviata via fax, si tratta di un passo in più verso la chiusura ai frontalieri.  Continua a leggere

Pubblicato in Economia e lavoro | Taggato , , | Lascia un commento

Discarica ticinese limitrofa a Bizzarone: se ne occupi subito la Commissione congiunta italo/svizzera

Inerti“Il problema della discarica in territorio comunale di Stabio ma ubicata a ridosso della località Terranera a Bizzarone, deve essere al centro di un prossimo ed  urgente incontro della Commissione regionale congiunta per le problematiche italo-svizzere che prenda i contatti con i responsabili della politica ambientale del Governo del Canton Ticino”. Il Consigliere Regionale del PD, Luca Gaffuri, interviene sul progetto che prevede la realizzazione di una discarica di materiali interti nel territorio elvetico ma sul confine con l’Italia. Continua a leggere

Pubblicato in Ambiente e agricoltura | Taggato , , , , , , , | Lascia un commento

Tilo: il Canton Ticino ci ripensi

bilgietto treno“Il Canton Ticino ci ripensi. Il Tilo è una risorsa indispensabile per i frontalieri che si muovono tra la Lombardia e la Svizzera per questioni di studio e lavoro, un servizio che dovrebbe essere potenziato ad esempio allargandolo ad ulteriori zone dove forte è la domanda”. Così interviene il consigliere regionale del Pd Luca Gaffuri in merito alla preannunciata soppressione del collegamento Albate Camerlata – Chiasso, dal prossimo dicembre, per volontà del Gran Consiglio del Canton Ticino. Continua a leggere

Pubblicato in Mobilità | Taggato , , , , , , , | Lascia un commento

Ho aderito al “Manifesto dei frontalieri”

Anche Luca Gaffuri, candidato per il PD al Consiglio Regionale, aderisce al “Manifesto dei lavoratori frontalieri”, il documento predisposto dalle organizzazioni sindacali italiane CGIL, CISL e UIL; dai sindacati ticinesi UNIA e OCST, nonché dalle ACLI,  sottoposto a tutti coloro sono in lizza per le ormai imminenti elezioni per il Parlamento e per il Consiglio Regionale e presentato questa mattina in un incontro che si è svolto a Malnate (Va). Attraverso questa dichiarazione i proponenti chiedono un preciso impegno al mondo politico della province di Como e Varese: l’impegno dei rappresentanti a Roma ed a Milano, una volta eletti, di spendersi per l’apertura di un tavolo di confronto con il Governo con l’obiettivo di predisporre l’impianto di uno Statuto dei lavoratori frontalieri. «Attualmente sono 14.000 i lavoratori frontalieri residenti nel comasco – sottolinea Luca Gaffuri – e l’obiettivo vuole essere quello di contribuire ad un effettivo riconoscimento giuridico del “frontaliere” che, in questi ultimi anni anziché essere giustamente considerato una risorsa sia per il mondo economico sia per i paesi di residenza è stato più volte al centro di alcune decisioni francamente discutibili l’ultima delle quali, in ordine di tempo, ovvero la situazione
relativa all’Indennità di disoccupazione, non è ancora stata risolta”.
Il tavolo futuro tavolo nazionale dovrà approfondire le diverse tematiche che riguardano il frontalierato: dagli aspetti fiscali al coordinamento del sistema di sicurezza sociale, alle politiche del lavoro. “Auspico che quanto chiedono i sindacati da ambo le parti del
confine ed i lavoratori possa concretizzarsi al più presto. Occorre dare un’identità precisa al lavoratore frontaliere e soprattutto, al più presto, trovare la giusta soluzione sulla questione relativa all’indennità di disoccupazione. In tanti, anche questi giorni, mi stanno manifestando la loro preoccupazione per il futuro in quanto il nuovo regime deciso lo scorso ottobre dall’INPS ha ridotto il trattamento di disoccupazione da straordinario secondo i dettami della legge relativa (nr. 197/97) ad ordinario e questo sta contribuendo a creare disorientamento in tanti lavoratori comaschi che fino a qualche mese fa si recavano tranquillamente in Svizzera a lavorare».

Pubblicato in Economia e lavoro, Idee e politica | Taggato , , , , , , , | Lascia un commento